Connect with us

Sport

I PORTIERI DEL RACING CLUB CALCIO SONO IN BUONE MANI, PELUSO: «QUI TANTI RAGAZZI INTERESSANTI»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Ardea (Rm) – I portieri del Racing Club sono in buone mani. Emiliano Peluso, il preparatore di tutti i numeri uno dell’agonistica del club del presidente Antonio Pezone oltre che coordinatore di quelli della Scuola calcio (Alessandro Vita e Mirko Bergami), ha iniziato la sua seconda stagione consecutiva con questa mansione anche se in precedenza era già stato per ben sei anni al Racing prima di fare altre esperienze dal 2012 al 2014. E i frutti del suo lavoro sono stati immediati e lampanti. «La scorsa stagione ci ha riservato bellissime soddisfazioni – spiega Peluso – con il nostro Gigi Manasse, classe 2000, che è andato al Lanciano e ora si sta allenando con la prima squadra che gioca in serie B, ma anche con altri due ragazzi del vivaio Racing, Federico Spallotta e mio figlio Daniele, che sono in forza alla Berretti del club abruzzese». Ma grazie al lavoro di Peluso, che da giocatore ha avuto importanti esperienze nelle giovanili della Roma, tra i “pro” con Verona e Mantova e poi con Nazionale dilettanti, anche quest’anno promette molto bene: lo scorso fine settimana, per esempio, i 2003 Mirko De Gennaro e Simone Vento hanno esordito con i Giovanissimi regionali B e lo stesso Vento è stato in panchina coi Giovanissimi Elite, ma altri ragazzi hanno già fatto capolino nelle categorie superiori rispetto a quella di competenza. «E c’è un ragazzo del 1999, Valerio Samà, che presto entrerà nel giro della Promozione, ne sono convinto» scommette Peluso, che tra l’altro è il cugino di un’altra colonna dello staff del Racing, il preparatore Daniele Peluso. «Ho fatto di questo ruolo una vera professione – racconta il responsabile dei portieri del Racing – e nel tempo ho cercato di formarmi ulteriormente. Sono diventato mental coach professionista e poi mi sono specializzato nell’ambito sportivo, poi ho ottenuto anche la qualifica di video analista e questi due aspetti, il primo in special modo, mi sono estremamente utili nella fase di preparazione dei nostri ragazzi». Peluso è anche allenatore del gruppo 2003. «Abbiamo scelto di far giocare questi ragazzi nei Giovanissimi Provinciali A, cioè due anni sotto età, perché hanno ottime qualità e il prossimo anno potrebbero affrontare un campionato Elite».
Peluso, infine, ha organizzato assieme all’ex portiere della Roma (e attuale preparatore con una scuola in Brasile) Giampaolo Di Magno, un progetto denominato “Allena…menti”, che si tiene già da un mese sempre alla Pineta dei Liberti con il benestare del Racing e che è dedicato a tutti gli estremi difensori, anche di altre società, che vogliono ulteriormente formarsi e scoprire delle tecniche innovative.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Cynthialbalonga (calcio), Tabanelli: “Settore giovanile con alti e bassi, ma miglioreremo sicuramente”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Genzano (Rm) – «Ci sono stati alti e bassi in questo inizio di stagione, ma sono certo che miglioreremo». Nerino Tabanelli, vice presidente della Cynthialbalonga con delega alla responsabilità tecnica del settore giovanile, parla dell’inizio di stagione delle formazioni agonistiche del club castellano. «Non tutto è andato per il meglio, ma siamo sicuri di poter cambiare questa inerzia – dice Tabanelli – Lo staff di lavoro composto dal sottoscritto, dal direttore generale Alessandro Bianchi (che ha anche uno sguardo attento sulla Scuola calcio, ndr), dal direttore sportivo del settore agonistico Massimo Piangerelli e dal responsabile organizzativo Luca Emili lavora in modo compatto e intenso: monitoriamo costantemente il territorio». Tabanelli entra nello specifico dell’andamento delle cinque formazioni giovanili: “Le note liete arrivano dall’Under 19 nazionale di mister Igor Spiridigliozzi e dall’Under 17 Elite di mister Emiliano Pontesilli: il primo è un gruppo formato per una precisa strategia societaria da tutti ragazzi del 2005. Vediamo la squadra crescere e prendere confidenza, oltre a mettere in luce ragazzi utili in ottica di prima squadra. L’Under 17 Elite ha cominciato il suo campionato con un bel ritmo e infatti siamo a quattro punti dalla vetta con una gara in meno (su cui pende un ricorso, ndr). Poi c’è l’Under 16 regionale di mister Francesco Ligori, un gruppo che in estate ha perso alcuni pezzi importanti e che ora stiamo cercando di rinforzare. Il tecnico è molto bravo e fa il possibile coi ragazzi a sua disposizione, ma la squadra è un po’ indietro in classifica. L’Under 15 Elite allenata da Emiliano Vanoli è una squadra che gioca un ottimo calcio. Dopo un buon inizio c’è stato un leggero calo, ma questi ragazzi possono tranquillamente centrare l’obiettivo della salvezza. Infine c’è l’Under 14 Elite di mister Massimiliano Patrizi che è partita bene, ma che nell’ultimo periodo ha collezionato quattro sconfitte di fila. Anche qui ci stiamo muovendo per rinforzare la squadra e cercare di mantenere categoria: sono sicuro che ce la faremo a salvarci”.

Continua a leggere

Sport

United Volley Pomezia (serie B1/f), Liguori: “Con Marsala alla fine due punti guadagnati”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Pomezia (Rm) – La paura e poi l’esultanza. La serie B1 femminile dello United Volley Pomezia è stata a un passo dal capitolare in casa contro la Fly Volley Marsala, ma ancora una volta la formazione del presidente Gianni Viglietti ha mostrato un carattere fuori dal comune e ha ribaltato la formazione siciliana con un bel 3-2 (24-26, 25-27, 25-20, 25-17 e 15-6). E’ la schiacciatrice classe 1989 Deborah Liguori (ritratta nella foto di Fabio Angelini) ad analizzare la sfida: “Nei primi due set ci è mancato qualcosa, non so bene cosa, ma probabilmente nei momenti decisivi non siamo riuscite a essere ciniche e chiudere il set a nostro favore. Nel secondo abbiamo avuto un black out e poi recuperato, ma alla fine abbiamo pagato. Da lì in avanti, però, non era facile ribaltare il doppio svantaggio: siamo state brave a reagire e abbiamo tirato fuori tanto orgoglio. E’ cambiata la partita, abbiamo sbagliato di meno e aggredito sia in battuta che a muro. Il terzo e il quarto set li abbiamo portati a casa con parziali netti, poi al tie break siamo partite forte e successivamente non c’è stata storia. Un pizzico di rammarico per non aver conquistato i tre punti è rimasto, ma per come si era messa sono due punti guadagnati”. La schiacciatrice non si sbilancia sulle prospettive stagionali dello United Volley Pomezia: “Questo è un girone difficile in cui nessuno ti regala niente. Dobbiamo ragionare partita dopo partita, ma il nostro gruppo ha qualità importanti”. L’ex giocatrice di Messina spiega i motivi che l’hanno portata ad accettare la proposta del presidente Viglietti: “Volevo riavvicinarmi a casa per motivi personali e con lo United Volley Pomezia avevamo già parlato lo scorso anno. Inoltre conoscevo quasi tutte le ragazze ed è stato semplice l’accordo. A livello societario ho trovato serietà ed organizzazione”. Nel prossimo turno c’è il big match sul campo della capolista Arzano: “Hanno messo insieme sette vittorie su sette, dimostrando tutta la loro forza. C’è grande rispetto, ma non paura. Andiamo lì consapevoli della forza dell’avversario, ma siamo convinte di poter dare fastidio anche alle più forti squadre del girone” conclude la Liguori.

Continua a leggere

Sport

Atletica Frascati, ultimi fuochi: domenica quarta prova del trofeo di mezzofondo a Nettuno

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print
Frascati (Rm) – La stagione 2022 è ormai agli sgoccioli, ma in casa Atletica Frascati (nonostante il tempo poco clemente di questi giorni) ci si prepara agli ultimi appuntamenti dell’anno. Domenica prossima, a Nettuno, ci sarà la quarta e penultima prova del trofeo di mezzofondo “Decathlon Cup” organizzato dal comitato provinciale di Roma Sud dove gli atleti dello storico club tuscolano si sono già distinti con buone prestazioni. L’appuntamento in programma domenica prossima sarà riservato al cross e ci si attendono nuovi riscontri dai tesserati dell’Atletica Frascati, ben piazzata anche nelle classifiche dedicate alle società (secondo posto alle spalle della Libertas Castelgandolfo-Albano). Poi il 17 dicembre si terrà l’ultimo atto della manifestazione, con sede ancora da ufficializzare.
Intanto, parallelamente all’attività tecnica del club tuscolano, vanno avanti anche i raduni del comitato regionale: sabato scorso ce n’era in programma uno presso l’Acquedotto Romano Polo Club di Monte Compatri, ma il maltempo ha convinto gli organizzatori a rinviare l’evento al prossimo 10 dicembre. A disposizione dello staff tecnico del comitato regionale (guidato dalla responsabile del mezzofondo Giorgia Di Paola, tecnica dell’Atletica Frascati, e da Giuliano Baccani) ci sarebbero dovuti essere otto ragazzi del club frascatano, ovvero Claudio Fanelli, Alessandro Saddi, Viktoria Polonska e Flaminia Caruso tra i ragazzi nati nel 2008 e 2009 (che nel 2023 saranno Cadetti) e Ginevra Di Mugno, Andrea Scalella, Christian Nardi e Emma Valeri tra i ragazzi nati nel 2006 e 2007 (che l’anno prossimo saranno Allievi). Per loro, dunque, l’appuntamento è rinviato al 10 dicembre. Successivamente (il 16 dicembre) toccherà anche al settore della velocità con un altro raduno in programma al “Paolo Rosi” di Roma e lì ci saranno altri sei tesserati dell’Atletica Frascati, ovvero Andrea Schiano, Santiago De Angelis, Matteo Deporzi, Giorgia Sala, Sofia Corini e Leonardo Di Mugno.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti