1

IL GIOCO D'AZZARDO ONLINE E LA NORMATIVA EU

Redazione

Fonti dirette della Commissione Europea stimano il mercato del gioco d'azzardo in circa 84,9 milioni di euro e cresce a un tasso annuo di circa il 3%. Il gioco d'azzardo online è particolarmente popolare con circa 6,8 milioni di consumatori complessivamente in tutta la EU, con una vasta gamma di operatori che offrono servizi che vanno dal poker al bingo passando dalle scommesse sportive fino ad arrivare alle slot machine. Nel 2012, i servizi di gioco d'azzardo online rappresentavano più del 12% del mercato del gioco d'azzardo dell'UE con un fatturato annuo di oltre 10 miliardi di euro. I ricavi annuali nel 2015 per il gioco d'azzardo on-line dovrebbero aumentare a 13 miliardi di euro. C'è molta Voglia di Vincere ai casino online il che è testimoniato dal numero crescente di operatori che fanno domanda per potere ottenere la licenza di operare sul territorio europeo.  Ma vediamo come la UE cerca di regolamentare il settore.

Il 27 novembre 2015 una commissione congiunta degli Stati membri ha firmato l'accordo di cooperazione per migliorare la sinergia amministrativa. L'accordo di cooperazione segue altre iniziative annunciate in e presenti nell'agenda  UE  "Verso un quadro europeo globale per il gioco d'azzardo online".

Come funziona il gioco d'azzardo on-line nella UE

Il gioco d'azzardo online negli stati europei è caratterizzato da diversi quadri normativi. Per cui ci sono alcuni paesi della UE che implementano un sistema monopolistico di gestione, in pratica è lo stato che amministra direttamente i giochi, altri hanno stabilito sistemi di autorizzazione intermedi, enti cioè che emettono le licenze per operare.  Gli operatori autorizzati in uno o più paesi dell'UE possono offrire servizi di gioco d'azzardo in altri paesi senza l'autorizzazione normalmente richiesta da questi paesi terzi.

Il gioco d'azzardo online è un'attività in rapido sviluppo in Europa in termini di domanda e offerta.
Diversi tipi di servizi di gioco d'azzardo spesso operano al di fuori delle frontiere UE, fuori del controllo amministrativo delle autorità nazionali e dei singoli paesi europei. Gli utenti in Europa che accedono a questi siti magari con  bonus più competitivi,  possono essere esposti a rischi quali la frode.

Compiti della Commissione europea
Non esiste una specifica normativa UE per i servizi di gioco d'azzardo. Un numero sempre crescente di paesi europei sono impegnati in una revisione della loro legislazione per quanto concerne il gioco d'azzardo, in particolare per tener conto di nuove forme di gioco d'azzardo online. Tuttavia, le sfide regolamentari vigenti, sociali e tecniche legate al gioco d'azzardo in UE,  non possono essere adeguatamente soddisfatte da parte dei paesi che agiscono individualmente. I singoli paesi europei non sono in grado di fornire agli individui una protezione efficace a causa della natura transfrontaliera del gioco d'azzardo online.
La Commissione Europea dato il carattere transfrontaliero del settore del gioco d'azzardo online ha concentrato la propria attenzione sulla salvaguardia dei cittadini e del loro diritto ad un gioco onesto e trasparente. Detto ciò è stato elaborato un piano d'azione presentato nel 2012 sul gioco d'azzardo.
Nel 2012, la Commissione europea ha adottato un documento di lavoro sui servizi per migliorare la chiarezza sul gioco d'azzardo in tutte le questioni che riguardano le autorità nazionali, gli operatori  connessi, come i fornitori di servizi di media e i consumatori.
Sulla base di questi l lavori si possono riassumere 6 punti sui quali la Commissione Europea intende monitorare :
1.La conformità dei quadri normativi nazionali con il diritto comunitario;
2. Il miglioramento della cooperazione amministrativa e l'applicazione efficace;
3. La tutela dei consumatori, dei minori e dei gruppi vulnerabili;
4.Prevenire le frodi e il riciclaggio di denaro;
5.Salvaguardare l'integrità dello sport e prevenire le partite truccate.
6.Elaborare una "green card" della Commissione sul gioco d'azzardo online nel mercato unico
Prima della comunicazione, la Commissione ha pubblicato un "Libro verde" nel marzo 2011. Questo Libro verde ha avviato un'ampia consultazione pubblica sulle sfide politiche e i possibili problemi del mercato unico risultanti dal rapido sviluppo del gioco d'azzardo online illegale e non autorizzato rivolta ai cittadini della UE. Per completare la consultazione, la Commissione ha organizzato specifici workshop.
Workshop 1: il gioco d'azzardo online e l'integrità dello sport (con particolare attenzione alla partite truccate)
Workshop 2: il gioco d'azzardo on-line: individuazione e la prevenzione dei problemi di gioco d'azzardo e la dipendenza
Workshop 3: il gioco d'azzardo on-line e sistemi di distribuzione dei ricavi
Workshop 4: gioco d'azzardo online e la prevenzione delle frodi e il riciclaggio di denaro
Workshop 5: il gioco d'azzardo on-line: misure di attuazione nazionali efficienti e cooperazione amministrativa

Gruppo di esperti sul gioco d'azzardo
La Commissione ha formato un gruppo di esperti in materia di servizi di gioco nel 2012. Questo gruppo fornisce alla Commissione consulenza e competenza per la preparazione di iniziative politiche. Inoltre facilita lo scambio di esperienze e di buone pratiche di regolamentazione tra i paesi dell'UE.