Connect with us

Sport

IL "TESORO" DEL MILAN SI CHIAMA CARLOS BACCA

Clicca e condividi l'articolo

Il ragazzo è molto felice qui. C’è stata anche un’altra offerta molto interessante da parte di un top club europeo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Alessandro Fortuna

Acquistato, come testimoniato dalla clausola rescissoria, 30 milioni di euro al Siviglia nell’estate del 2015, e portato a Milano come alternativa per il mancato arrivo di Jackson Martinez (grande flop). Carlos sta ampiamente premiando la fiducia che il club rossonero aveva riposto su di lui. Il suo nome ora spicca al 7° posto della classifica speciale nel rendimento dei venti migliori attaccanti più forti e importanti che si sono succeduti durante i trent’anni di presidenza di Silvio Berlusconi. Già alla sua prima stagione, il colombiano ha fatto meglio del “Pallone D’Oro” Van Basten (18/8 stagione ’87-’88), oltre a Rivaldo (38/8 stagione ’02-’03), Gullit (39/13 stagione ’87-’88), Ronaldo ( 14/17 Gen-Giu 2007), Ronaldinho (36/10 stagione ’08-’09) e Kakà ( 45/14 stagione ’03-’04). A differenza di molti suoi colleghi, Bacca dimostra di essere molto affidabile e non solo davanti alla porta avversaria dove ha già fatto gol al primo tentativo, ma anche dal punto di vista fisico vanta una resistenza davvero invidiabile. Non risente affatto del rendimento del suo partner d’attacco: Niang ormai ha scavalcato le gerarchie ( Balotelli, Luiz Adriano e Boateng dovranno lavorare sodo), ma il colombianbo rimane l’unico intoccabile per mister Mihajlovic. Infatti è uno dei milanisti che vanta il maggior minutaggio e neanche col turn over Sinisa non se ne vuole privare e pretende dal colombiano massima efficienza sotto porta, e il colombiano risponde sul campo: si avventa sul pallone in ogni occasione e qui il Milan sembra aver ritrovato quella fame che in passato sembrava fosse smarrita. La sua percentuale realizzativa è notevole e a questo punto della stagione ha già migliorato i primati personali relativi ai suoi inizi di carriera nel campionato colombiano. Carlos Bacca ha già realizzato ben 15 reti ( 13 in campionato 2 coppa Italia) e mancano ancora 13 partite alla fine del campionato. Le sue reti sono andate ad incidere sul risultato in ben 12 gare del Milan rispetto alle 25 presenze finora disputate. Consecutivamente il colombiano segna da ben cinque gare (Palermo, Inter, Empoli, Fiorentina e Carpi in Coppa Italia); dopo essere stato l’assist man per il gol di Niang contro l’Udinese (1-1), domenica scorsa è tornato al golcontro il Genoa davanti ai suoi tifosi a San Siro. Come era prevedibile,fin dalla recente finestra di mercato invernale, si è scatenata una vera e propria asta attorno al nome di Carlos Bacca. Il Milan, ovviamente, non ha voluto sedersi a trattare con nessuno la cessione dell’attaccante colombiano, anche se Galliani ha dovuto ammettere che qualche cosa c’è stato. A chiarire la situazione del suo assistito ci ha pensato Sergio Barila, agente di Bacca ” In Cina 2 club avevano fatto offerte importantissime dal punto di vista economico (circa 60 milioni di euro) – ha dichiarato – Dopo un’attenta analisi della situazione sportiva e personale di Carlos, abbiamo deciso di restare qui a Milano. La dirigenza sapeva di questi interessi, ma il ragazzo è molto felice qui. C’è stata anche un’altra offerta molto interessante da parte di un top club europeo ( il Chelsea ha messo sul tavolo 40 milioni di euro per portarlo a Londra) ma anche quella di offerta è stata rispedita al mittente”. Almeno per adesso, non sembra che Carlos Bacca abbia intenzione di lasciare la maglia del Milan.

Sport

Atletica Frascati, Luciani sfiora la medaglia agli italiani Juniores: “Sono andato oltre le aspettive”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ stato un week-end memorabile per Giulio Luciani, 400ista della Rcf Roma Sud (la società “collegata” all’Atletica Frascati) che ha conquistato un notevole quarto posto ai campionati italiani Juniores andati in scena nello scorso fine settimana allo stadio “Zecchini” di Grosseto. Il classe 2002 ha chiuso la gara in 48’02, scendendo di oltre 8 decimi dal precedente personale. “Gli allenamenti promettevano bene, ma in gara quest’anno non ero riuscito a esprimermi al meglio – dice Luciani – Sono molto contento perché non pensavo di riuscire a fare quel tempo, anche se poi in gara sentivo di poter riuscire anche a salire sul podio e un pizzico di rammarico è rimasto per quello. Grazie a questa prestazione, comunque, ho ottenuto il pass per partecipare tra un mese ai campionati europei Juniores e a quelli italiani Assoluti che si terranno a Rovereto il 27 giugno”. Per il talentuoso atleta della Rcf Roma Sud sarà la prima grande kermesse internazionale visto che nel 2018 dovette saltare per infortunio gli europei Under 18 conquistati grazie alla vittoria del campionato italiano Allievi in quel di Rieti: “Quella gara mi rimarrà nel cuore, anche se pure la vittoria ai campionati italiani Cadetti (la prima di rilievo della sua carriera, ndr) mi diede grandi soddisfazioni”. Luciani fa un passo indietro per ripercorrere la sua strada nel mondo dell’atletica. “Ho iniziato attorno al 2015. Prima facevo basket, ma a un certo punto non mi divertivo più e così ho provato con questa disciplina. Ho iniziato con Flavia Di Paola, poi sono passato con Sandro e Giorgia che mi allenano attualmente: con tutta la famiglia Di Paola ho un rapporto speciale”. Oggi per Luciani un altro esame importante, quello della maturità: “Sono riuscito a conciliare studio e sport senza grandi problemi in questi anni” conclude l’atleta della Rcf Roma Sud.
Sempre allo “Zecchini”, va segnalata la bellissima prova della staffetta 4×400 Juniores della Rcf Roma Sud (composta da Marco Restuccia, Lorenzo Sabbatini, Riccardo Stalpicetti e dallo stesso Giulio Luciani) che ha chiuso col tempo di 3.23.12, conquistando un ottimo quinto posto. In un meeting nazionale qualificato tenutosi alla Terme di Caracalla, Nicolas Pavoni non è riuscito a scendere sotto i 3’50’’ nei 1500, ma ha comunque fatto registrare il tempo minimo per il “pass” per gli Assoluti. Al “Natali” di Colleferro i più piccoli sono tornati alle gare dopo oltre un anno e mezzo causa Covid e l’Atletica Frascati si è messa in luce anche tra i più piccoli. Nel campionato provinciale Ragazzi (2008-09) gran gara di Andrea Schiano sui 150 metri, primo con 19.75 e unico atleta sotto i 20’’. Anche al femminile trionfo frascatano sui 150 metri con Sofia Iacoangeli (20.76) che poi vince anche nel salto in alto con l’ottima misura di 1,34: davvero un’accoppiata notevole per questo talento della scuola genzanese di Rodolfo Silvestri, che sta mostrando qualità crescenti ed eclettiche in tante discipline diverse. Nel peso kg 2 Ragazze buon 3° posto per Ginevra Zurlo (con la misura di 7,28). Dai 600 metri arriva un altro titolo di campione provinciale con la vittoria a Claudio Fanelli con tempo finale di 1’34’’16, mentre tra le ragazze è dominio frascatano con il podio interamente giallorosso: Flaminia Caruso è prima con 1’44’’11, Giorgia Sala seconda (ma vincendo un’altra serie col tempo di 1’48’’95) e Sofia Corini terza con 1’54’’61. Vincono entrambe le staffette 4×100: la formazione maschile (Fanelli, Pagano, Saddi e Schiano) in 52.92 e quella femminile (Corini, Sala, Caruso e Bocaj) in 56.72. Tra i Cadetti Diego Carletti vince il titolo provinciale sia nel triplo (12,18, a sei centimetri dal personale) che nei 1000 (con 2’52’’80). Sui 1000 al femminile si impone Eleonora Mattogno in 3’19’’08 che anticipa la compagna di società Eleonora Massimi (3’27’’70). Infine bravissimi gli Allievi della staffetta 4×400 della Rcf Roma Sud (Luca Giugliano, Alessio Fabri, Francesco Grieco e Denis Rosu) che vincono la gara in 3’36’’42 e ottengono il tempo minimo per la partecipazione ai campionati italiani.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, finale di stagione col botto: venerdì tris di amichevoli con la Roma allo stadio “Ott o Settembre”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ stata una stagione complicata per il calcio dilettantistico, ma il Football Club Frascati vuole comunque regalare il meglio ai suoi piccoli calciatori e ha preparato un finale col botto. Dopo l’incrocio di sabato scorso dei Pulcini 2011 di Michel Fabiani ed Emanuele Giorgilli con la Lazio, venerdì c’è un altro (triplo) appuntamento di lusso per le formazioni della Scuola calcio tuscolana. Proprio il giorno prima della chiusura stagionale del settore di base, infatti, l’As Roma manderà tre suoi gruppi allo stadio “Otto Settembre” di Frascati per altrettanti amichevoli coi gruppi del Football Club Frascati. Si partirà alle 16,30 col confronto coi 2009 di mister Federico Rumbo che giocheranno nove contro nove. Alle 17,45, invece, sarà la volta dei 2010 frascatani di mister Marco Martini, Cristiano Tonicello e Marco Salvatore e ancora dei 2011 di Michel Fabiani ed Emanuele Giorgilli che giocheranno sette contro sette contro i rispettivi avversari giallorossi. “Un test che ha sempre grande fascino e che regalerà tanti stimoli ai nostri ragazzi – dice il responsabile del settore Scuola calcio frascatano Lorenzo Marcelli – Ringraziamo l’As Roma che è sempre molto disponibile nei nostri confronti e nel concretizzare forme di collaborazione di questo genere. La stagione 2020-21, che è stata molto complicata, sta volgendo al termine, ma abbiamo ancora in serbo qualche altra chicca da regalare ai nostri ragazzi. Nei prossimi giorni, poi, comunicheremo la data e le modalità della festa di chiusura della nostra Scuola calcio”. Intanto, il giorno dopo il triplice incrocio con le formazioni della As Roma, il Football Club Frascati sarà impegnato nell’evento “Sport e salute”, un evento di prevenzione e benessere organizzato in condivisione con altre società sportive tuscolane così come già accaduto nelle settimane precedenti. Si parte alle 9 (sempre presso lo stadio “Otto Settembre”) e si chiuderà attorno alle 13: ci saranno stand per effettuare test medicali sia per piccoli atleti che per le loro famiglie e il Football Club Frascati curerà la parte calcistica per i ragazzi che interverranno, mentre la 3M Training Lab si occuperà della parte di valutazione posturale e di allenamento per i più grandi. E poi è in corso la prima settimana del centro estivo del club tuscolano che è sempre estremamente apprezzato e che accompagnerà tutti i partecipanti fino alla prima settimana di agosto.

Continua a leggere

Sport

Frascati Scherma, Gabrielli promuove il suo podio: “Ero andato per vincere, ma sono contento”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ reduce da un ottimo terzo posto nel campionato regionale Open che si è tenuto a Cassino nello scorso fine settimana. Il fiorettista classe 2003 Edoardo Gabrielli (farà 18 anni a dicembre), allievo di Luca Papale al primo anno Giovani, è salito sul gradino più basso del podio anche se non nasconde pure un piccolo rammarico per il risultato finale. “Onestamente puntavo alla vittoria, ma alla fine sono contento del piazzamento. In semifinale ho perso contro Coronati del Club Scherma Roma al termine di un assalto iniziato in vantaggio in cui poi, per forzare qualche stoccata, mi sono fatto rimontare e sono andato sotto fin sul 12-8. A quel punto ero molto stanco e non sono stato lucido, così l’avversario ha chiuso sul 15-8”. Gabrielli fa un passo indietro e parla sia del campionato regionale che di quello italiano della sua categoria di competenza, quella dei Giovani in cui è al primo anno. “La gara di qualificazione regionale era stata sicuramente positiva e anche in quel caso avevo ottenuto il terzo posto. Ai campionati italiani, partendo dalla considerazione che non facevo una gara nazionale da due anni e che il livello generale era davvero alto, sono soddisfatto di come sono andate le cose. Dopo una buona fase a gironi, ho perso alla seconda diretta”. Gabrielli parla del rapporto col suo maestro Luca Papale: “Mi segue da circa un anno e mi trovo abbastanza bene: è un tecnico molto preciso ed esigente, ci sto facendo l’abitudine. E’ un maestro giovane e si è dedicato molto a me. Ha sfruttato la sua fresca esperienza schermistica e grazie a lui sto ottenendo dei buoni risultati”. Il percorso del fiorettista nel mondo della scherma è cominciato prestissimo: “Ho iniziato a 4 anni e mezzo grazie ai miei fratelli gemelli Lorenzo e Valerio con cui mi dividono quasi quattro anni e che si innamorarono della scherma dopo una lezione scolastica con Valerio Aspromonte. Da allora non ho più smesso. I miei fratelli tuttora fanno scherma e tra noi c’è una sana competitività: ci divertiamo a sfidarci quando siamo in sala”. La chiusura di Gabrielli riguarda i suoi “punti di riferimento” all’interno della palestra: “Per me sono fonte di ispirazione sia Guillaume Bianchi che Damiano Rosatelli i quali mi danno spesso anche consigli preziosi”.
Sono stati numerosi gli atleti del Frascati Scherma ai nastri di partenza del campionato regionale Open. I migliori risultati sono arrivati dal settore fioretto che nel femminile ha visto Guia Di Russo vincere il titolo, Ludovica Genovese e Ludovica Mancini piazzarsi terze, Nicole Capodicasa classificarsi quinta, Arianna Sola settima, Elena Di Stasi 11esima e Beatrice Orabona 16esima, mentre nel maschile Gianmarco Gridelli ha chiuso secondo, il già citato Edoardo Gabrielli terzo, Adriano Genovese 16esimo, Emanuele Berardi 17esimo, Riccardo Bruschi 22esimo, Massimo Valerio Mancini 24esimo, Ludovico Genovese 25esimo, Giovanni Fidanza 26esimo, Alessandro Casavecchia 27esimo, Alessandro Bellardini 28esimo e Giulio Mancini 29esimo. Nella sciabola femminile terzo posto per Valeria Fondi, poi da segnalare l’ottavo di Asia Montanaro, il decimo di Giulia Chignoli e il 12esimo di Sofia Oggiano, mentre tra i maschi Lupo Veccia Scavalli ha chiuso secondo, Edoardo Reale quinto, Flavio Vinci nono, Andrea Mignucci 11esimo, Tiziano Tomassetti 12esimo, Alessandro Perugini 13esimo e Ludovico Cicconi 16esimo. Nella spada, infine, Aurora De Angelis ha concluso al 52esimo posto, mentre tra i maschi Davide Stella ha terminato 57esimo, Niccolò Pizzuti 68esimo, Luigi Minetti 80esimo e Federico Malcotti 94esimo.

Continua a leggere

I più letti