Connect with us

Calcio

Inter, Conte: “Prossima sfida a Nanchino con l’International Champions Cup 2019”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Dopo la sfida con il Manchester United, scocca ora il momento del secondo appuntamento nella International Champions Cup 2019 per l’Inter: i nerazzurri affronteranno all’Olympic Sports Center Stadium di Nanchino la Juventus. Antonio Conte ha risposto in conferenza stampa alle domande dei giornalisti: “Stiamo cercando di lavorare su dei concetti di gioco in fase di possesso e non possesso. Più si giocano partite, più si iniziano ad apprendere i concetti. Poi, chiaramente, si analizzano gli aspetti positivi, quelli negativi e si cercano di correggere queste situazioni. Giocare questo tipo di partite aiuta ad assimilare ancora di più i concetti che sto cercando di trasmettere alla squadra”.

L’accoglienza dei tifosi nerazzurri in Cina è stata molto calorosa: “Sono contento di essere conosciuto in Cina come mi dite, è per me motivo di orgoglio. Il mio soprannome significa che sono molto diretto? Penso sia positivo e importante essere schietti e diretti con i giocatori e anche con i tifosi”.

Godin e Vecino si sono aggregati alla squadra, Conte spiega la situazione di entrambi: “Matias veniva da un infortunio muscolare e quindi sta lavorando, ma stiamo andando molto cauti per rispettare i tempi di recupero anche se siamo molto vicini. Diego ha iniziato gli allenamenti con noi, sono due ottimi giocatori, molto uniti anche tra di loro e sono felice di averli a disposizione”.

“Per quanto riguarda il mercato e per i nomi che circolano penso che saranno fatte delle riflessioni e saranno prese delle decisioni per il bene dell’Inter, tenendo conto di tutto, non solo del campo. C’è bisogno di tempo per creare una base solida per portare il club al livello a cui compete. I cambiamenti che sta portando la nuova proprietà sono sotto gli occhi di tutti. Per quanto riguarda la mia esperienza, quella inglese mi ha arricchito professionalmente ma ora sono contento di essere tornato in Italia ed essere a capo di una squadra tra le più importanti”.

Dopo lo United, ora la sfida alla Juventus: “Sarà un’amichevole importante: è un momento in cui entrambe le squadre sono ancora in una fase di preparazione. Sia noi che loro cercheremo di giocare una buona partita e speriamo di vedere dei miglioramenti al di là del risultato. Effettivamente è la prima volta che incontro la Juventus da quando è finito il mio rapporto con loro. In passato era successo con altre squadre, Arezzo e Atalanta. Inutile dire che comunque provoca un’emozione umana, naturale. Al tempo stesso so che è un’avversaria e faremo di tutto per vincere. All’inizio sarà emozionante, poi ci sarà il fischio d’inizio e ognuno vorrà superare l’avversario”.

“In questo momento la Premier League è la più importante è più difficile da giocare e vincere, c’è grande competitività con sei squadre che partono con possibilità di vincere. In Inghilterra è molto molto difficile vincere un titolo. Il campionato italiano sta tornando a crescere e questo è molto importante, secondo me si stanno facendo dei miglioramenti sotto tutti i punti di vista, anche sulle infrastrutture. Io qui? Non sono mai stato vicino alla Juventus, non ho mai ricevuto una telefonata. È sempre stata l’Inter a mostrarmi grande interesse e grande affetto. Sento quindi una grande responsabilità per creare qualcosa di importante”.

Calcio

Colleferro, Di Placido: “Agonistica e Scuola calcio, andamento molto positivo. Promozione super”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – E’ un momento molto felice in casa Colleferro e a confermarlo arrivano le parole di Luca Di Placido, responsabile del settore agonistico e Scuola calcio. “Nel complesso siamo molto soddisfatti di come stanno andando le cose. Per ciò che concerne l’agonistica, l’Under 17 regionale di mister Daniele Lucidi è prima in classifica e ha concrete speranze di conquistare la categoria d’Elite. Un discorso simile si può fare anche per l’Under 16 regionale di mister Vittorio Carbonari che è terza a quattro punti dalla capolista. La nostra Under 15 Elite allenata da Emanuele Aquilani ce la sta mettendo tutta per ottenere la salvezza, mentre navigano a metà classifica sia l’Under 14 regionale di mister Massimiliano Di Lolli che l’Under 19 regionale guidata dal tecnico Sandro Schiavella che tra l’altro sta giocando sotto età. La cosa che ci riempie d’orgoglio è vedere che l’80% dei nostri tesserati è cresciuto nel nostro vivaio e la filosofia della società è quella di portarne il più possibile anche in prima squadra, come sta avvenendo già quest’anno con la Promozione grazie al lavoro di mister Antonio Battistelli, del direttore sportivo Pino Di Cori e di tutto lo staff. Note liete anche dalla Scuola calcio che cresce nel numero degli iscritti, ma anche nella competenza e nella qualità dei tecnici-educatori. Ogni quindici giorni organizziamo riunioni per cercare di capire dove si può migliorare perché sappiamo di aver fatto un lavoro importante, ma al tempo stesso siamo consci di poter crescere ancora”. I buoni risultati ottenuti nel settore giovanile sono frutto di anni di lavoro: “Da otto anni svolgo questo ruolo all’interno del Colleferro – sottolinea Di Placido – Sono entrato assieme all’attuale vice presidente Giovanni Satta, ma mi piace rimarcare la totale sintonia tra tutti i componenti tecnici e dirigenziali di questa società. Lo spirito ideale per “produrre” risultati e far crescere i nostri ragazzi”. A proposito di risultati positivi, Di Placido conclude con un passaggio sulla Promozione: “Domenica scorsa, con il 2-0 esterno sul Roccasecca firmato da Bernabei e Cerroni, la squadra ha centrato la sesta vittoria consecutiva, confermando il miglior rendimento di tutti nel girone di ritorno. Nel prossimo turno, al “Caslini”, arriverà l’Atletico Cervaro quarto della classe: l’augurio di tutta la società è di rivedere lo stadio colmo e pieno di affetto per questi ragazzi come avvenuto per la recente vittoria sulla capolista Città di Monte San Giovanni Campano”.



Continua a leggere

Calcio

Real Valle Martella (calcio, II cat.), Mari convinto: “Col Colle di Fuori una vittoria che dà fiducia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Zagarolo (Rm) – Mister Andrea Abate l’aveva definita una sorta di “ultima spiaggia”. E la Seconda categoria del Real Valle Martella non ha fallito l’importante appuntamento casalingo di domenica scorsa contro il Colle di Fuori, piegato per 1-0 da un colpo di testa vincente di Cristiano Mari: “Abbiamo fatto un bel primo tempo, costruendo occasioni e meritando il vantaggio che non è arrivato – dice il difensore centrale classe 1995 – Poi nel secondo, sugli sviluppi di un corner, siamo riusciti a passare in vantaggio. A quel punto c’è stata la reazione del Colle di Fuori che è sicuramente una squadra valida, ma abbiamo limitati i pericoli a qualche palla inattiva e siamo riusciti a portare a casa tre punti molto pesanti”. Un successo che ci voleva per iniziare a cancellare “un inizio di 2020 non felice – sottolinea Mari – Il morale non era altissimo, ma siamo stati bravi a non mollare e ora questa vittoria può ridarci entusiasmo e fiducia”. Il Real Valle Martella deve pedalare ancora per rimontare posizioni in classifica: la squadra del presidente Daniele Imola rimane al settimo posto. “Ma i giochi sono aperti e basterebbe una striscia positiva per riproporsi nelle zone alte della graduatoria”. Il calendario mette il club di Zagarolo (che quest’anno gioca e si allena a Monte Compatri) di fronte ad un trittico di gare estremamente importanti: “Dopo aver affrontato il Colle di Fuori secondo, ora faremo visita alla Sgurgola che l’ha raggiunto in classifica – fa notare Mari – Poi avremo il Castel San Pietro Romano ultimo e infine il Football Club Frascati capolista”. Andando con ordine, il Real Valle Martella sta preparando il match sul campo della Sgurgola che si giocherà di sabato: “Ci aspetta un’altra battaglia. Lì abbiamo giocato già l’anno scorso e sappiamo quanto è difficile portare via punti. Un pareggio? Potrebbe essere un risultato positivo, ma dobbiamo cercare di sfruttare “l’onda utile” della vittoria sul Colle di Fuori e provare a conquistare altri tre punti”. La chiusura del difensore centrale è sul suo “ambientamento” al Real Valle Martella: “Questa è la mia seconda stagione qui, sono venuto tramite il mio amico Maurizio Brunetti (centrocampista della formazione di mister Abate, ndr). Giocavo già a Monte Compatri con la maglia dell’Atletico Lodigiani e prima ancora con il Lodeno, qui ho trovato un gruppo fatto di ragazzi perbene e una società che vuole crescere”.



Continua a leggere

Calcio

Rocca Priora (calcio, Promozione), Daniel Bacchi: “Importantissima la vittoria sul Torre Angela”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Rocca Priora (Rm) – Il Rocca Priora “tira fuori gli attributi”, come aveva chiesto la scorsa settimana il direttore sportivo Natale Giovannetti. La squadra castellana, reduce da quattro sconfitte consecutive, ha fermato la pericolosa striscia negativa e si è imposta per 3-1 in casa contro il Torre Angela Acds. Un successo aperto dalla nona rete stagionale dell’attaccante classe 1995 Daniel Bacchi: “Non nascondo che prima della gara ci fosse un po’ di tensione visto il periodo non bellissimo da cui provenivamo – spiega la punta – Nei primi minuti, però, la squadra ha giocato con determinazione e concentrazione, creando diverse palle gol e andando presto in vantaggio. Successivamente abbiamo insistito ed è arrivato il raddoppio con Nuzzi, ma a quel punto ci siamo un po’ “seduti” e gli avversari sono rientrati in partita su un calcio di rigore causato da un’ingenuità. Nella ripresa abbiamo cominciato con qualche timore e ci è voluta una grande parata di De Bernardo per impedire la rete del 2-2. Per fortuna, attorno alla mezzora, è arrivato il terzo gol di Halauca (su assist dello stesso Bacchi, ndr) che di fatto ha chiuso l’incontro e ci ha fatto conquistare una vittoria importantissima”. Il Rocca Priora ha così toccato quota 30 punti, ma la zona play out è distante appena tre punti: “Sappiamo che la strada per la salvezza è ancora lunga anche perché dietro le concorrenti sono “vive” e stanno facendo diversi risultati utili. Comunque fare tabelle in questo momento è inutile, dobbiamo solo pensare a scendere in campo e a dare il massimo in ogni partita”. Ora il calendario metterà il Rocca Priora di fronte all’Atletico Torrenova: “All’andata, nel match giocato al “Montefiore”, abbiamo pareggiato 1-1 segnando in extremis. Da loro (ma si giocherà alla Borghesiana, ndr) sarà una sfida ancor più complicata perché parliamo di un avversario partito per vincere il campionato che ora è leggermente attardato dal vertice. Sono convinto, però, che la partita sarà aperta ad ogni soluzione e che ci possiamo giocare le nostre carte a testa alta anche perché sui campi in erba sintetica ci esprimiamo sempre bene”.



Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it