Connect with us

Esteri

ISIS: DISTRUTTI 6 REPERTI ARCHEOLOGICI TRAFUGATI A PALMIRA

Clicca e condividi l'articolo

L’Isis ha rilasciato anche materiale fotografico della distruzione dei busti, ancora però non è chiaro se i busti fossero autentici oppure dei falsi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print
di Angelo Barraco

L’Isis distrugge tutto ciò che può essere un ostacolo per il raggiungimento di loro scopo, senza mezze, misure, senza pensarci due volte e con un’efferatezza incredibile. Questa volta sono finiti in mano all’Isis 6 reperti archeologici che sono stati completamente distrutti. I reperti archeologici sono stati trafugati a Palmira e i miliziani li hanno trovati in mano ad un contrabbandiere. Tali notizie sono emerse dagli stessi jihadisti. Il contrabbandiere è stato fermato in un posto di blocco ed è stato condotto presso la Corte Islamica e il verdetto del giudice è stato quello della distruzione dei sei reperti e della fustigazione del soggetto. L’Isis ha rilasciato anche materiale fotografico della distruzione dei busti, ancora però non è chiaro se i busti fossero autentici oppure dei falsi e il gruppo li abbia distrutti per coprire i traffici illeciti di opere d’arte. 
 
Palmira patrimonio Unesco: Palmira si trova a 240 chilometro a sudovest di Damasco ed è un sito dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Le bandiere nere dell’Isis vanno avanti come treni in corsa e hanno già distrutto importantissimi siti archeologici in Iraq come quello di Nimrud che risale a 3000 anni fa e il sito assiro di Hatra, anch’essa città patrimonio dell’Unesco dove i Jihadisti hanno distrutto manufatti del II-III secolo A.C. a colpi di  kalashnikov. I miliziani hanno distrutto anche a colpi di ascia le statue del museo di Mosul e avevano bruciato preziosi e inestimabili libri della biblioteca di Mosul. Palmira ha rovine monumentali di una grande città e dell’antichità, ci sono esempi di storia architettonica come i templi risalenti al primo e al secondo secolo dopo cristo e le strade sono costellate di colonne. 
 
Conquista Palmira: La conquista di Palmira è avvenuta nella metà di maggio. La conquista di Palmira è stata strategica perché apre le porte ad un altro obiettivo, Damasco, che dista appena 200 km. Durante gli scontri dell’Isis per il controllo di Palmira sono morti più di 100 uomini appartenenti alle forze filogovernative. Adesso l’Isis ha in mano anche: la base aerea, la prigione e anche il quartier generale dell’intelligence. Ma qualche giorno fa si è saputo che venti soldati e miliziani filo-regime siriani sciiti e alawiti sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco nell’anfiteatro del sito romano di Palmira in Siria. Proprio la scorsa settimana, le autorità siriane avevano lanciato l’allarme in merito alla distruzione dei musei e degli anfiteatri di epoca romana a Palmira ad opera dell’Isis. 

Esteri

Usa, Corte Suprema: Trump sceglie Amy Coney

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Donald Trump – secondo fonti repubblicane citate dalla Cnn – ha ormai scelto con chi rimpiazzare il giudice Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema: Amy Coney Barrett, giudice della corte d’appello di Chicago ed ex assistente del defunto giudice conservatore della Corte Suprema Antonin Scalia, nota per le sue posizioni anti abortiste. Le stesse fonti non escludono comunque che il presidente possa cambiare idea all’ultimo minuto.

Cattolica con sette figli, Coney Barrett ha 48 anni ed è una conservatrice vera. Contraria all’aborto nel 2013 ammise comunque come era “molto improbabile” che la Corte Suprema potesse capovolgere la Roe vs Wade, la storica sentenza del 1973 che legalizzò le interruzioni di gravidanza negli Stati Uniti.

“L’elemento fondamentale del diritto della donna a scegliere probabilmente resterà. La controversia è sui finanziamenti, ovvero se gli aborti devono essere finanziati dal pubblico o dal privato”, spiegò allora. Coney Barrett era già in pole position nel 2018 per il posto poi preso da Kavanaugh. Trump alla fine la scartò e, secondo indiscrezioni, confidò a uno dei suoi più stretti collaboratori che “l’avrebbe salvata per prendere il posto di Ginsburg”.

L’audizione della commissione giustizia del Senato americano per la conferma della nomina di Donald Trump alla Corte Suprema inizierà il 12 ottobre e durerà quattro giorni. E’ quanto si apprende da fonti repubblicane al Congresso citate dai media Usa.

Continua a leggere

Esteri

Finnair, test antiCovid più facili per i passeggeri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La compagnia aerea di bandiera finlandese, Finnair, ha avviato una collaborazione con la società privata di servizi sanitari finlandesi Terveystalo per offrire ai propri clienti un accesso facile e veloce ai test sul coronavirus prima del viaggio. Il servizio parte dal 28 settembre 2020.

Alcuni paesi richiedono un risultato negativo del test del coronavirus e un certificato ai passeggeri in arrivo nel paese per cui l’accordo tra Finnair e Terveystalo garantisce che ai clienti venga fornito un certificato di test richiesto dal paese di destinazione in modo conveniente e tempestivo. Inoltre, i clienti Finnair ottengono l’accesso ai servizi di test a un prezzo scontato e con la possibilità di acquistarlo con i punti Finnair Plus.

La sicurezza e la facilità di viaggio sono estremamente importanti per noi. Sfortunatamente, i viaggiatori devono affrontare sempre più esigenze in questi giorni. Attraverso la nostra collaborazione con Terveystalo, vogliamo rendere più facile viaggiare per la nostra clientela nei paesi che richiedono un certificato di prova del coronavirus “, dichiara Jaakko Schildt, Chief Operations Officer, Finnair.

Man mano che le restrizioni di viaggio vengono rimosse, è importante consentire di viaggiare con la massima tranquillità. Sebbene l’interazione attraverso i canali digitali sia una buona opzione per molte situazioni, gli incontri faccia a faccia sono ancora necessari sia per il lavoro che per il tempo libero. In Terveystalo, vogliamo anche supportare le aziende e offrire soluzioni per chi viaggia per lavoro “, afferma Karita Reijonsaari, direttrice dello sviluppo aziendale, Corporate Health, Terveystalo.

Il test PCR da naso e gola utilizzato da Terveystalo soddisfa gli standard internazionali di qualità ed è il  metodo più accettato al mondo. Paesi diversi hanno requisiti diversi per i test del coronavirus e i documenti correlati. Gli specialisti di Terveystalo discutono questi requisiti con il cliente e al cliente viene fornito un test adeguato e un certificato che soddisfa i requisiti del paese di destinazione validi al momento. Il cliente può anche scegliere un’opzione di solo test e riceverà il risultato tramite il servizio Oma Terveys immediatamente dopo che il risultato è pronto. Questa opzione serve ad esempio i cittadini finlandesi che tornano a casa da paesi ad alto rischio e che desiderano abbreviare i 14 giorni di quarantena sottoponendosi a test dopo l’arrivo.

I clienti Finnair vengono indirizzati al servizio digitale di Terveystalo tramite il sito web di Finnair e possono scegliere la clinica Terveystalo più vicina per i test da un’ampia rete in tutta la Finlandia. Il test ed i  risultati sono programmati in modo da soddisfare i requisiti di destinazione. I clienti hanno accesso a un servizio di test rapido e il tempo di attesa per i risultati è ridotto al minimo. Nell’area della capitale della Finlandia, il risultato è pronto in 24 ore e in altre parti della Finlandia in media in 36 ore. I clienti ricevono le informazioni sul risultato con un breve messaggio e il certificato viene consegnato in formato elettronico o stampato.

I clienti di Finnair ricevono uno sconto del 10% dal normale prezzo del test PCR di Terveystalo. Per i soci Finnair Plus Platinum Lumo, Platinum e Gold lo sconto è del 15%.Maggiori informazioni e istruzioni dettagliate per i clienti disponibili su www.finnair.com nel mese di settembre.

Continua a leggere

Esteri

Trump vieta l’importazione di sigari e rum da cuba

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Gli Usa vieteranno l’importazione di sigari e rum, e proibiranno ai viaggiatori americani di soggiornare in strutture di proprietà del governo cubano: lo ha annunciato #Trump alla Casa Bianca in una cerimonia per ricordare l’invasione della baia dei Porci.

Il fallito tentativo di rovesciare il governo di Fidel Castro con la regia della Cia. La mossa del presidente ha un sapore elettorale, per conquistare l’elettorato ispanico in Florida, uno degli Stati in bilico

Continua a leggere

I più letti