Connect with us

Esteri

ISIS, E-BOOK CON FRASI SHOCK: "CREATE MOVIMENTI JIHAD E CONQUISTATE ROMA"

Clicca e condividi l'articolo

A Mosul, inoltre, si teme per le sorti di 111 bambini sequestrati e 78 uomini che tentavano di opporsi

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

di Christian Montagna

Mosul – Ore di panico a Mosul per il sequestro di 111 bambini ad opera dell’Isis. Da diversi distretti della città irachena, con l’obiettivo di addestrarli come terroristi, militanti dello stato Islamico hanno sequestrato bambini in età compresa tra i 10 e i 15 anni. A riportare la notizia è stata l’agenzia Asianews, molto attiva nel territorio in questione. Nel tentativo di opporsi al rapimento dei giovani, anche 78 uomini sono stati sequestrati e si teme per le loro sorti. I bambini al momento sarebbero stati trasferiti in un centro di addestramento militare pronti alla “formazione”.


I numeri dei bambini sequestrati. Un’infanzia privata e decisa dallo stato islamico è quella che spetta ai bambini che nascono in queste terre. Nessuna possibilità di opposizione ne vie di scampo: all’Isis, non si può dire di no. Da quando Mosul è stata invasa, circa 1400 bambini sono stati già sequestrati per finire nelle fila dei combattenti in nome di Allah. Secondo testimonianze di uomini del posto, dopo la sconfitta subita nella città di Bashiqua (a nordest di Mosul), i terroristi dello Stato islamico avrebbero fatto giustiziare 15 loro miliziani proprio da dei bambini. Altri rapimenti, di recente sarebbero stati fatti nella provincia orientale di Diyala e in quella occidentale di al-Anbar; anche in questi casi si parlerebbe di circa cinquecento giovani.


L’Isis sui barconi della speranza. Secondo alcune fonti dell’intelligence europee, alcuni jihadisti Isis sarebbero in contatto con i trafficanti di esseri umani in Libia per fare sì che i combattenti possano infiltrarsi tra gli immigrati che in cerca di fortuna si avventurano sui barconi della speranza. A sostenerlo e' il giudice belga Michele Coninsx, presidente di Eurojust, l'organizzazione Ue contro la criminalità. Al momento, i servizi segreti sarebbero a lavoro su alcune operazioni delicate e per questo, la presidente, ha dichiarato di non poter fornire maggiori indicazioni. In merito alla situazione ha poi aggiunto che “E' una situazione allarmante perché questi trafficanti (di esseri umani) hanno come obiettivo talvolta quello di finanziare il terrorismo e talvolta far infiltrare ( in Europa) membri di Isis".


L’Isis guadagna con i migranti. I poveri e speranzosi giovani che si avventurano nel Mediterraneo ormai quasi ogni giorni, diventano per l’Isis una grande fonte di guadagno. La notizia arriva in seguito alla scoperta di un nuovo “manuale” di propaganda jihadista, rilanciato da Site: un e-book che esorta i musulmani in Occidente a formare gang per creare movimenti jihad "con il fine ultimo di conquistare Roma".


Le dichiarazioni di Obama. Nella notte il presidente americano, Barack Obama, ha riconosciuto che la lotta contro i terroristi dell'Isis "non sara' veloce" e che "ci vorra' tempo per sradicarli". Ciò nonostante, non si è dimostrato afflitto in questa ardua battaglia: anzi, ha incoraggiato le forze locali sui campi proprio perché è grazie a loro che già da ora si stanno colpendo basi Isis cospicue. Oltre al fronte militare, ci sarebbero da combattere anche le ideologie.


Dal fronte militare. Al momento, i militari della coalizione anti Isis colpiscono basi e uccidono soldati: in Iraq le milizie sciite hanno ucciso a Fallujah 60 terroristi dell'Isis e distrutto una fabbrica di autobombe; dieci i morti a Baiji per attentati suicidi condotti dallo Stato Islamico. In Algeria sono stati feriti due agenti per un attentato a Bouira. Le forze di sicurezza egiziane hanno ucciso quattro terroristi nel Sinai. In Nigeria si contano almeno 20 morti per un attentato a Zaria.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Esteri

Trump vuole comprarsi la Groenlandia ma il Governo Danese frena: “Non è in vendita!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“La Groenlandia non è in vendita”: così con una dichiarazione ufficiale riportata dai media americani il governo danese commenta quanto scritto dal Wall Street Journal, secondo cui il presidente americano Donald Trump sarebbe interessato a comprare l’isola.
“Siamo comunque aperti al business”, aggiunge però il governo danese con un tweet del ministero degli esteri di Copenaghen, in quella che alcuni leggono come un’apertura verso eventuali investimenti dagli Stati Uniti in Groenlandia, soprattutto sul fronte del turismo. Sull’isola gli Usa sono stati presenti nel tempo con alcune stazioni meteo ed alcune postazioni militari risalenti alla seconda guerra mondiale. Attualmente c’è una grande base militare, la Thule Air Base, che rappresenta l’installazione militare americana più a nord, non lontano dal Circolo Polare Artico.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Esteri

Vacanza regale: 100 mila euro per soggiornare a Ibiza dal 6 al 12 agosto. Polemiche dei britannici

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Per la loro settimana di vacanza a Ibiza con il piccolo Archie, Meghan Markle e il principe Harry non hanno badato a spese: tra location di lusso, volo privato e security, si calcola una cifra che si aggira intorno ai 100mila euro. Niente di strano per una coppia vip, peccato che nel loro caso si tratti di soldi pubblici. La cosa non è piaciuta per niente ai contribuenti britannici, e i duchi di Sussex sono stati travolti dalle critiche.

La cifra esatta per il soggiorno dal 6 al 12 agosto alle Baleari è top secret, ma i media del Regno Unito hanno fatto i conti in tasca alla coppia reale. Il costo della villa lontana da occhi indiscreti sarebbe da valutare sui 50mila euro, a cui vanno aggiunti i 21mila per il jet privato (come riporta il “Daily Mail”) e le spese per le numerose guardie del corpo, sia britanniche che spagnole. I sudditi di Sua Maestà sono andati su tutte le furie, stanchi ormai dei capricci dell’ex attrice.

Ma non sono gli unici a non aver apprezzato l’iniziativa della coppia: anche dal fronte ambientalista sono arrivati giudizi aspri su Harry e consorte. La loro colpa sarebbe, in questo caso, quella di non aver pensato all’inquinamento che avrebbe prodotto l’aero privato per portarli a destinazione: un vero scivolone, per loro che si sono sempre professati così sensibili al problema dei cambiamenti climatici.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Esteri

Kashmir, allarme terrorismo: evacuati 20 mila turisti per paura attentati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Circa 20mila persone, tra turisti e pellegrini, sono stati evacuati dalla zona sacra del monte Amarnath, in Kashmir, per via di un’allerta sicurezza.
La decisione senza precedenti è stata presa dal governo locale sulla base di informazioni di intelligence a proposito di minacce terroristiche che avrebbero come bersaglio proprio i pellegrini.

Le persone evacuate sono state fatte confluire nella capitale Srinagar grazie a decine di autobus speciali. Da lì poi ripartiranno verso destinazioni più sicure.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it