Connect with us

Esteri

ISIS: PORTAEREI NUCLEARE FRANCESE NEL GOLFO PERSICO

Clicca e condividi l'articolo

Già stamane il primo caccia-bombardiere Rafale è decollato dal ponte della De Gaulle

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Le forze francesi sono pronte all'assalto al Califfo. E' arrivata nel Golfo Persico per partecipare ai raid aerei anti-Isis la portaerei a propulsione nucleare francese Charles de Gaulle con la sua squadra navale. Già stamane il primo caccia-bombardiere Rafale è decollato dal ponte della De Gaulle in direzione dell'Iraq dove, a differenza che in Siria, i jet francesi effettuano raid da settembre contro le postazioni Isis nell'ambito della coalizione internazionale a guida Usa.

L'operazione contro l'Isis. La de Gaulle è accompagnata dalla sua squadra navale di scorta formata da un sottomarino d'attacco a propulsione convenzionale, diverse fregate, un'unità per il rifornimento ed una fregata britannica anti-sommergibile. L'operazione, che durerà diverse settimane, è stata battezzata Chammal e si limiterà, come è stato sin dall'inizio, lo scorso settembre, solo alle postazioni contro Isis in Iraq senza estendersi alla Siria. Con l'arrivo della de Gaulle le truppe francesi nell'area coinvolte nell'operazione Chammal sono ora oltre 3.000. La de Gaulle si è posizionata a 200 km a nord dalle coste del Bahrein. Decollando dalla portaerei i jet francesi dimezzeranno i tempi per raggiungere gli obiettivi in Iraq rispetto a quelli schierati negli Emirati Arabi Uniti. Finora Parigi aveva 6 Mirage e 9 Rafale schierati, rispettivamente, negli Emirati ed in Giordania.

Ritiro passaporti a francesi diretti in Siria. Le autorità francesi hanno ritirato i passaporti a sei connazionali che stavano pianificando un viaggio imminente in Siria. Lo ha riferito una fonte della sicurezza. Si tratta della prima misura preventiva di questo tipo, dopo le nuove leggi approvate a novembre, assunta dalle autorità francesi per impedire che francesi si rechino all'estero per combattere al fianco dei jiahadisti e poi tornare in patria come 'foreign fighters' per portare la jihad in Francia.

Raggiunto accordo per la tregua nell'ovest della Libia. Intanto è stato raggiunto un accordo preliminare tra le milizie di Misurata e quelle di Zintan, nell'ovest della Libia, per il raggiungimento di una tregua in quella regione del paese. Secondo quanto riferisce il quotidiano algerino "el Khabar", l'accordo prevede la riapertura dei corridoi di transito tra le due città libiche per l'arrivo degli aiuti umanitari e uno scambio di prigionieri. Intanto il tribunale d'Appello di Tripoli ha deciso di rinviare a marzo il processo contro i gerarchi del regime di Muammar Gheddafi alla luce della mancanza di sicurezza che si registra nel paese. Tra gli uomini dello Stato islamico arrivati nei giorni scorsi nel villaggio di al Nawafilia, a sud di Sirte in Libia, erano presenti diversi miliziani mauritani. Secondo quanto denuncia l'agenzia di stampa mauritana "Ani", sarebbero stati mauritani i capi del gruppi jihadista che hanno dato ai funzionari pubblici di al Nawafilia 3 giorni di tempo per firmare un documento di richiesta di pentimento e di giuramento di fedelta' al gruppo islamico. Nella delegazione che ha incontrato i rappresentanti del villaggio c'era anche un saudita.

Esteri

Cina, avvelena 25 bambini e ne uccide uno: maestra condannata a morte

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Una maestra di una scuola materna cinese è stata condannata a morte per aver avvelenato 25 bambini e averne ucciso uno. Lo riportano i media locali, come riferisce la Bbc.

Wang Yun era stata arrestata lo scorso anno dopo che i bambini di un asilo nella città di Jiaozuo, nella Cina centro-orientale, erano stati portati d’urgenza in ospedale dopo aver mangiato del porridge. Oggi la Corte ha spiegato che la donna ha messo il nitrato di sodio nella colazione dei bambini seguiti da una sua collega per vendetta dopo un litigio. Una sostanza spesso usata come additivo alimentare per la stagionatura della carne, ma che può essere tossica in quantità elevate.

Non era la prima volta che la signora Wang aveva avvelenato delle persone, ha aggiunto la Corte, facendo riferimento a un precedente incidente in cui aveva acquistato del nitrato online e avvelenato suo marito che aveva subito danni lievi. La sua condotta è stata definita “spregevole e crudele”. L’episodio, avvenuto il 27 marzo dello scorso anno, aveva scioccato la Cina e la notizia aveva fatto il giro del mondo.

Continua a leggere

Esteri

Usa, Corte Suprema: Trump sceglie Amy Coney

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Donald Trump – secondo fonti repubblicane citate dalla Cnn – ha ormai scelto con chi rimpiazzare il giudice Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema: Amy Coney Barrett, giudice della corte d’appello di Chicago ed ex assistente del defunto giudice conservatore della Corte Suprema Antonin Scalia, nota per le sue posizioni anti abortiste. Le stesse fonti non escludono comunque che il presidente possa cambiare idea all’ultimo minuto.

Cattolica con sette figli, Coney Barrett ha 48 anni ed è una conservatrice vera. Contraria all’aborto nel 2013 ammise comunque come era “molto improbabile” che la Corte Suprema potesse capovolgere la Roe vs Wade, la storica sentenza del 1973 che legalizzò le interruzioni di gravidanza negli Stati Uniti.

“L’elemento fondamentale del diritto della donna a scegliere probabilmente resterà. La controversia è sui finanziamenti, ovvero se gli aborti devono essere finanziati dal pubblico o dal privato”, spiegò allora. Coney Barrett era già in pole position nel 2018 per il posto poi preso da Kavanaugh. Trump alla fine la scartò e, secondo indiscrezioni, confidò a uno dei suoi più stretti collaboratori che “l’avrebbe salvata per prendere il posto di Ginsburg”.

L’audizione della commissione giustizia del Senato americano per la conferma della nomina di Donald Trump alla Corte Suprema inizierà il 12 ottobre e durerà quattro giorni. E’ quanto si apprende da fonti repubblicane al Congresso citate dai media Usa.

Continua a leggere

Esteri

Finnair, test antiCovid più facili per i passeggeri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La compagnia aerea di bandiera finlandese, Finnair, ha avviato una collaborazione con la società privata di servizi sanitari finlandesi Terveystalo per offrire ai propri clienti un accesso facile e veloce ai test sul coronavirus prima del viaggio. Il servizio parte dal 28 settembre 2020.

Alcuni paesi richiedono un risultato negativo del test del coronavirus e un certificato ai passeggeri in arrivo nel paese per cui l’accordo tra Finnair e Terveystalo garantisce che ai clienti venga fornito un certificato di test richiesto dal paese di destinazione in modo conveniente e tempestivo. Inoltre, i clienti Finnair ottengono l’accesso ai servizi di test a un prezzo scontato e con la possibilità di acquistarlo con i punti Finnair Plus.

La sicurezza e la facilità di viaggio sono estremamente importanti per noi. Sfortunatamente, i viaggiatori devono affrontare sempre più esigenze in questi giorni. Attraverso la nostra collaborazione con Terveystalo, vogliamo rendere più facile viaggiare per la nostra clientela nei paesi che richiedono un certificato di prova del coronavirus “, dichiara Jaakko Schildt, Chief Operations Officer, Finnair.

Man mano che le restrizioni di viaggio vengono rimosse, è importante consentire di viaggiare con la massima tranquillità. Sebbene l’interazione attraverso i canali digitali sia una buona opzione per molte situazioni, gli incontri faccia a faccia sono ancora necessari sia per il lavoro che per il tempo libero. In Terveystalo, vogliamo anche supportare le aziende e offrire soluzioni per chi viaggia per lavoro “, afferma Karita Reijonsaari, direttrice dello sviluppo aziendale, Corporate Health, Terveystalo.

Il test PCR da naso e gola utilizzato da Terveystalo soddisfa gli standard internazionali di qualità ed è il  metodo più accettato al mondo. Paesi diversi hanno requisiti diversi per i test del coronavirus e i documenti correlati. Gli specialisti di Terveystalo discutono questi requisiti con il cliente e al cliente viene fornito un test adeguato e un certificato che soddisfa i requisiti del paese di destinazione validi al momento. Il cliente può anche scegliere un’opzione di solo test e riceverà il risultato tramite il servizio Oma Terveys immediatamente dopo che il risultato è pronto. Questa opzione serve ad esempio i cittadini finlandesi che tornano a casa da paesi ad alto rischio e che desiderano abbreviare i 14 giorni di quarantena sottoponendosi a test dopo l’arrivo.

I clienti Finnair vengono indirizzati al servizio digitale di Terveystalo tramite il sito web di Finnair e possono scegliere la clinica Terveystalo più vicina per i test da un’ampia rete in tutta la Finlandia. Il test ed i  risultati sono programmati in modo da soddisfare i requisiti di destinazione. I clienti hanno accesso a un servizio di test rapido e il tempo di attesa per i risultati è ridotto al minimo. Nell’area della capitale della Finlandia, il risultato è pronto in 24 ore e in altre parti della Finlandia in media in 36 ore. I clienti ricevono le informazioni sul risultato con un breve messaggio e il certificato viene consegnato in formato elettronico o stampato.

I clienti di Finnair ricevono uno sconto del 10% dal normale prezzo del test PCR di Terveystalo. Per i soci Finnair Plus Platinum Lumo, Platinum e Gold lo sconto è del 15%.Maggiori informazioni e istruzioni dettagliate per i clienti disponibili su www.finnair.com nel mese di settembre.

Continua a leggere

I più letti