Connect with us

Sport

ITALIA FERMA AL PALO: VITTORIA DI UNA MODESTA IRLANDA

Clicca e condividi l'articolo

Il talento del Napoli poteva cambiare le sorti della gara a favore della nostra Nazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Marco Martone

L’Italia perde partita e imbattibilità, prende un bel cazzotto in faccia da una modesta Irlanda e si interroga sulle scelte del proprio allenatore, che paga un turnover esasperato e il mancato utilizzo dall’inizio, di un ispiratissimo Lorenzo Insigne.

Il talento del Napoli, entrato a quindici minuti dalla fine, ha dato alla squadra una vivacità mai vista nei restanti minuti di gioco. Per lui anche un palo clamoroso, che poteva cambiare le sorti della gara a favore della nostra Nazionale. Questa volta però il colpo di genio, riuscito a Eder contro la Svezia, non c’è stato. E come spesso capita, dopo qualche minuto è arrivata anche la beffa, con la rete di Brady, favorita dal doppio svarione difensivo di Bonucci e Sirigu, che ha proiettato l’Irlanda agli ottavi e consegnato ad Antonio Conte la prima, indolore, sconfitta dell’Europeo. Uno stop che fa rabbia ma che può essere incassato con relativa serenità dal gruppo azzurro, visto che non poche sono le attenuanti del caso. Prima fra tutte l’assenza di quasi tutti i titolari, Chiellini e Buffon su tutti, per l’ampio turnover deciso dal commissario tecnico. Poi l’aspetto mentale, che ha giocato a favore di un avversario che si giocava il tutto per tutto in 90 minuti, rispetto agli azzurri, già qualificati aritmeticamente al primo posto del girone e con tre quarti di testa già rivolti alla sfida con la Spagna, valevole lunedì prossimo, per l’accesso ai quarti di finale. Niente drammi, dunque, anche se il non gioco espresso dalla nostra Nazionale, come già accaduto contro gli svedesi, lascia qualche perplessità. Adesso Conte avrà qualche giorno di tempo per testare le condizioni atletiche dei suoi e fare le relative scelte. Certo la prestazione di Insigne potrebbe indurre il commissario tecnico anche a prendere in esame l’utilizzo del napoletano dal primo minuto, contro la Roja. A meno che il tecnico non decida di affidarsi agli stessi undici che hanno messo sotto il Belgio e la Svezia. 

Nelle altre gare della giornata da segnalare la vittoria del Belgio, gol di Nainggolan contro la derelitta Svezia. Il pareggio pirotecnico per 3-3 tra Portogallo e Ungheria, con due gol del ritrovato Cristiano Ronaldo e la vittoria a tempo scaduto della sempre più sorprendente Islanda, contro l’Austria. Ecco dunque il tabellone completo degli ottavi di finale degli Europei: Svizzera-Polonia; Galles-Irlanda; Croazia-Portogallo; Francia-Irlanda; Germania-Slovacchia; Ungheria-Belgio; Italia-Spagna e Inghilterra-Islanda.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Ssd Colonna (pattinaggio), Castaldi: “Ottime prestazione al Trofeo Roma, ora il Trofeo Lazio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – Il settore pattinaggio della Ssd Colonna non ha perso lo smalto. I ragazzi del club castellano, allenati da Federico Tassini, Naomi Romagnoli e Alessia Giovannetti, hanno dimostrato che il lungo stop dalle competizioni ufficiali (causa Covid) non ha lasciato troppi strascichi. E’ quanto sottolinea la responsabile del settore Roberta Castaldi: “Il gruppo si è fermato solamente una settimana a fine ottobre, da quel momento abbiamo suddiviso tutti i gruppi seguendo le rigide disposizioni federali, ma i ragazzi si sono sempre continuati ad allenare perché partecipanti a competizione “di interesse nazionale”. Nello scorso fine settimana ben 26 nostri atleti hanno partecipato al “Trofeo Roma” che si è tenuto al PalaTorrino, mentre altri sei hanno dovuto saltare l’appuntamento perché dovevano rispettare la quarantena per un caso scolastico di positività al Covid di un compagno di classe”. I risultati della prova capitolina dello scorso fine settimana sono stati estremamente positivi: “Ben sei ragazzi hanno conquistato il primo posto nella rispettiva categoria: si tratta di Sara Del Signore (classe 2004), della cugina Giada Del Signore (2004), ma anche di Giorgia Giuliani (2007), Christian Pellini (2010), Marika Mengarelli (2011) e Sofia Coresi (2012). Inoltre c’è stato un secondi classificato e cioè quello di Flavia Cappellini (2011), mentre hanno concluso al terzo posto le sorelle Gioia Cascia (2005) e Serena Cascia (2007), ma anche la più piccola del gruppo Mia Furcolo (2013). Siamo molto contenti del comportamento dei nostri ragazzi” sottolinea la Castaldi che guarda già al prossimo fine settimana: “Sabato e domenica saremo al Tre Fontane di Roma per la prima tappa del “Trofeo Lazio”, un appuntamento di un livello ancora maggiore rispetto a quello dello scorso week-end, ma siamo convinti che i nostri ragazzi si faranno valere. Inoltre il gruppo è folto e cresce sempre di più settimana dopo settimana, non a caso negli ultimi giorni altri ragazzi hanno chiesto di fare la prova: segno che qui a Colonna stiamo facendo un buon lavoro con questo settore pattinaggio”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

Volley Club Frascati, l’Under 15 femminile vola in Eccellenza. Romanini: “Bella soddisfazione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Il Volley Club Frascati aggiunge un gruppo “d’Eccellenza”. L’impresa è riuscita all’Under 15 femminile di coach Francesco Romanini che ha staccato il pass per la categoria nel gironcino di qualificazione a cui ha partecipato. Grazie al successo conclusivo contro la Giovolley Aprilia, la squadra tuscolana ha concluso al secondo posto il gironcino terminando a pari punti con la stessa formazione pontina e col Dream Team. A decidere il piazzamento finale è stata la differenza set e addirittura la differenza punti con le apriliane che sono finite davanti alle frascatane per soli tre punti. “Giocarsi un passaggio di categoria in tre partite rappresenta un’incognita – dice Romanini – Non puoi permetterti di sbagliare nulla, noi lo abbiamo fatto nella seconda partita con Dream Team che è stata brava a limitare gli errori, mentre noi abbiamo pagato anche problemi con le quarantene nella prima e seconda partita. Con Giovolley, al contrario, le ragazze hanno fatto una grande prestazione e siamo riusciti a centrare il primo obiettivo stagionale: decisamente una bella soddisfazione”. Ora sotto con la categoria d’Eccellenza: “Sarà tutto ancor più difficile perché affronteremo squadre avversarie molto fisiche, ma adesso potremo puntare di più sulle giovani del gruppo che finora hanno avuto meno spazio. L’obiettivo? Non siamo una squadra competitiva per i primi posti, ma un gruppo che deve crescere sia dal punto di vista della difesa e della ricezione in vista del futuro campionato Under 17. La cosa buona di questa squadra è che non molla mai, paradossalmente soffriamo le partite più semplici e ci esaltiamo in quelle più complicate”. Romanini conclude parlando della forte collaborazione con l’altro tecnico Flavia Mola che segue in prima persona il gruppo Under 14 (ancora in attesa di partire): “Sono molto felice che stia riuscendo a venire in panchina con me. Abbiamo un ottimo rapporto a livello umano e soprattutto abbiamo una visione della pallavolo estremamente simile”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Magliocchetti: “La prima doppietta in D? Dedicata a Rosania”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga è uscita da una settimana impegnativa e molto propizia. Per la formazione castellana del presidente Bruno Camerini sono arrivati sette punti in tre partite: gli ultimi tre grazie al successo interno per 2-1 sull’Atletico Porto Sant’Elpidio ultimo della classe (assieme all’Olympia Agnonese), ma avversario che aveva già fatto faticare altre compagini delle zone alte della classifica del girone F. A decidere è stata la prima doppietta “tra i grandi” di Matteo Magliocchetti, centrocampista classe 1998 che ha trovato la sua giornata di grazia: prima ha sfruttato un perfetto cross da destra di Oggiano per anticipare di testa il portiere avversario dopo un proficuo inserimento, poi ha ribadito in rete un tiro di D’Agostino che Cardella aveva deviato sul palo con il petto. “E’ la mia prima doppietta in serie D e ovviamente sono molto felice. La dedica è per il mio compagno di squadra Rosania che era in tribuna per infortunio e che mi aveva chiesto una particolare esultanza da un po’ di tempo: domenica gliel’ho potuta dedicare” sorride Magliocchetti che era ancora a secco di reti stagionali. “Ci ero andato vicino nel senso che mi erano stati annullati due gol in precedenza. Al di là della soddisfazione personale, comunque, era importante riuscire a fare bottino pieno in una partita insidiosa: sapevamo che non sarebbe stato facile piegare l’Atletico Porto Sant’Elpidio e così è stato. Certo, dopo aver tenuto pienamente in mano la partita per 75’, il gol degli ospiti ci ha tolto qualche sicurezza e il risultato è rimasto comunque in bilico fino al triplice fischio”. Ultimamente il nome di Magliocchetti è spesso inserito nell’undici titolare: “Ma anche nella prima parte con mister Venturi ho sempre accettato serenamente tutte le decisioni tecniche. Certo, adesso è ancor più bello per me poter dare il mio contributo alla squadra: tra l’altro mister Chiappara mi ha già allenato nella sua precedente esperienza all’Albalonga e con cui segnai anche un gol importante nella semifinale di Coppa Italia. Mi dà grande fiducia e io cerco di ricambiarla”. Nel prossimo turno la Cynthialbalonga sarà ospite sul campo del Castelfidardo, ultima partita prima della sosta di una settimana fissata (per permettere i recuperi) il 14 marzo. “Sarà un’altra gara complicata, ma noi dobbiamo provare a migliorare il rendimento fuori casa – dice Magliocchetti – La classifica è ancora impossibile analizzarla bene visti i tanti recuperi da giocare, ma sono convinto che sia ancora lunga, c’è tutto il girone di ritorno da giocare e noi dobbiamo solo pensare a fare il massimo giornata dopo giornata”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti