Connect with us

Cronaca

La Cgil in lutto per la scomparsa del Segretario Maurizio Quadrana

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

La Filt Cgil di Roma e Lazio in lutto per la prematura scomparsa di Maurizio Quadrana, il Segretario Generale della Camera del lavoro Roma centro-ovest litoranea. Stroncato da una malattia spietata e incurabile, contro la quale aveva lottato con la tenacia che lo contraddistingueva.

È «un giorno triste», scrive la Segreteria, «Maurizio è volato via. Ha scelto, per farlo, una torrida giornata di agosto. Lo ha fatto in punta dei piedi, senza disturbare. E adesso non ci sono parole per descrivere il vuoto che ci lascia dentro. Oggi siamo tutti un po’ più soli. Era l’amico che sapeva ascoltare, persona umile, onesta e generosa, il compagno con cui condividere lotte e ideali, l’uomo coraggioso e gentile, innamorato del suo lavoro e dell’organizzazione in cui militava da sempre, la Cgil. Ci stringiamo intorno al figlio, ai fratelli e a tutti quelli che gli hanno voluto bene».

L’epilogo venerdì notte, 14 agosto, all’hospice di Sant’Antonio da Padova in Roma, la struttura ospedaliera presso la quale era ricoverato per le cure palliative. Un vuoto incolmabile, un abisso che scava interiormente, un sentimento che non può più essere condiviso. Perdita. Non più vicini, non più nemmeno lontani, semplicemente, non più. Nessuno può dirsi pronto a ciò e a separarsi da una relazione affettiva, neppure quando il quadro clinico si presenta severo e l’evento “aspettato”. In quell’istante, drammatico, ogni barriera cade, psicologica, difensiva e razionale. E lascia ferite dure a sparire.

«Una bruttissima notizia», afferma il Sindaco di Fiumicino Esterino Montino, «conoscevo Maurizio da moltissimi anni e con lui ho affrontato tantissime battaglie sindacali fuori e dentro il territorio comunale». Un amico. «Ho avuto Maurizio e i suoi collaboratori al mio fianco in tutte le questioni che hanno riguardato la tutela dei lavoratori dell’aeroporto Leonardo da Vinci, il rinnovo del contratto di lavoro dei dipendenti comunali, ma anche quello dei lavoratori delle mense e della raccolta di rifiuti».

«Non ci ha mai fatto mancare il suo sostegno e quello della Cgil in questioni che hanno riguardato il rispetto dei diritti civili e importanti aspetti culturali», ricorda ancora il primo cittadino, «come nel caso di via Bombonati, partecipando anche alla manifestazione che facemmo in darsena a sostegno dell’integrazione culturale. O come nel caso delle battaglie che negli anni si sono fatte, non ultime quelle portate avanti dal Comitato promotore, per l’apertura e la fruibilità a tutti dell’area archeologica dei Porti di Claudio e Traiano. Purtroppo un brutto male lo ha portato via ancora nel pieno della sua vita e della sua attività sindacale, così preziosa e seria. Maurizio ci mancherà molto. Mando le mie condoglianze, quelle di mia moglie Monica Cirinnà e dell’intera Amministrazione comunale agli amici e ai familiari, in particolare al fratello Gianluca, che oggi ricopre la carica di consigliere regionale».

«È stato sempre al fianco di ciascuno di noi in tutte le battaglie che hanno riguardato la tutela dei lavoratori e il rispetto dei diritti civili», è la nota del Gruppo Pd della Pisana, «alla famiglia e al fratello Gianluca vanno le nostre più sentite condoglianze». «Uomo serio e gentile», aggiungono i consiglieri della Lista Civica Marta Bonafoni e Gino De Paolis, «incontravamo Maurizio ogni volta che c’era un diritto da rivendicare, una battaglia sindacale da difendere, in piazza come nelle trattative sempre schierato al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori, combattente nel nome della sua amata organizzazione sindacale. Ci stringiamo con affetto alla Cgil e alla sua famiglia, specialmente a suo fratello Gianluca, nostro amico e compagno di gruppo, al quale siamo e saremo vicini sempre».

«Ciao Maurizio, persona perbene e splendido compagno», commenta Enzo Foschi, vicepresidente del Pd regionale. «Sia da Presidente di Municipio che nel mio lavoro in Regione», afferma Maurizio Veloccia della Direzione romana, «ho avuto modo di collaborare con Maurizio, che si è sempre dimostrato un dirigente sindacale di grande spessore, pacato ma deciso, pronto al dialogo, concreto nelle battaglie. Una persona di valore, che ci lascia troppo prematuramente. Se ne va a distanza di un anno da Mimma Miani, con la quale tante battaglie ha condiviso con lui nel Municipio XI».

In molti esprimono stupore, cordoglio e vicinanza alla famiglia. «Ci ha lasciato troppo presto», scrive sulla bacheca Tina Pelliccia, Presidente del Comitato Monteverde Nuovo, «un compagno di tante lotte per i pensionati, condoglianze alla famiglia». «Ciao Maurizio, ti voglio ricordare così» è il post di Claudio Galli, in cui inserisce il link della manifestazione “Liberiamo Ostia dalle Mafie” del 2011.  «Un’altra brutta giornata», commenta Stefania Pomante, «era una persona mite, paziente, buona, sempre disponibile». «Lascia un vuoto terribile nella nostra Cgil. Non riesco a dire molto altro. Il dolore, lo stupore per questa mancanza è soffocante», sono le parole di Donatella Bruno.

«Tutta la Rete Civica dei Cittadinie si stringe intorno alla famiglia Quadrana», scrive il Coordinatore Giuseppe Celli, «per la scomparsa prematura del nostro amico e compagno Maurizio, fratello maggiore di Gianluca. Sarai con noi per sempre e ci guiderai durante il nostro percorso». Parole sofferte, frutto di una «di vita e di un’amicizia che dura da più di 40 anni», sottolinea la consigliera capitolina Svetlana Celli. «Eri più grande e il più attendo», ricorda, «“stai in campana piccolè”, mi dicevi sempre. Sono sempre stata la sorella che non avete mai avuto. Te ne sei andato in silenzio, malgrado le tue immense battaglie. Il tuo senso di protezione, la tua dolcezza la ricorderemo tutti. Ciao “Mizio”, ti voglio bene per sempre».

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Milano, da oggi 582 nuovi Carabinieri per la Lombardia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

MILANO – Nella giornata di oggi prenderanno servizio 582 nuovi Carabinieri arrivati a rinforzare le fila del Comando Legione della Lombardia, 208 dei quali  svolgeranno il loro servizio presso il Comando Provinciale di Milano.

A dare nuova linfa ai reparti territoriali dell’Arma meneghina sono stati destinati 183 ragazzi e 24 ragazze provenienti dalle varie Scuole Allievi dislocate su tutto il territorio nazionale  dove hanno concluso il 139° Corso per Allievi Carabinieri.

I nuovi carabinieri sono stati destinati alle Stazioni ed alle Tenenze dislocate sia nel centro cittadino ma soprattutto in tutte quelle presenti nella periferia della metropoli dove l’Arma molto spesso è la sola forza dell’ordine presente nel territorio.

Continua a leggere

Cronaca

Cassibile, crolla l’intonaco del tetto di una scuola. Cgil e Flc Cgil Siracusa: “Qualcuno deve chiedere scusa”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASSIBILE (SR) – “E’ inaccettabile ciò che si è verificato a Cassibile. Qualcuno deve chiedere scusa”, tuonano Roberto Alosi e Paolo Italia, rispettivamente segretario provinciale della Cgil e della Federazione dei Lavoratori della Conoscenza di Siracusa, commentando il crollo dell’intonaco del tetto in un plesso scolastico dell’istituto comprensivo di Cassibile. 

“Non possiamo attendere – aggiungono – che i soffitti delle scuole crollino senza che vi siano degli accertamenti risolutivi che garantiscano la sicurezza di tutti gli edifici scolastici. Ancor più grave se questo avviene dopo le verifiche dell’amministrazione comunale che, in seguito alle segnalazioni del dirigente scolastico, ha effettuato interventi parziali e non risolutivi”.


“E ora di cambiare passo – continuano Alosi e Italia – non bisogna mai compromettere o rischiare di compromettere la vita dei bambini, degli insegnanti, del personale Ata e dei genitori. Dentro gli edifici scolastici di Siracusa i recenti lavori effettuati, grazie alle somme stanziate dal ministero dell’istruzione per gli adeguamenti Covid, non sono stati sufficienti per garantire la sicurezza. Si trovino altre risorse, anche in altri capitoli. Quello accaduto a Cassibile è un evento increscioso e allo stesso tempo fortunato solo perché il cedimento è avvenuto di notte. È se tale crollo fosse accaduto di giorno? Nella migliore delle ipotesi certamente vi sarebbero stati dei feriti”. 

“Perchè all’indomani di un fatto così grave – concludono – nessuno si espone pubblicamente e spiega ciò che è successo? I fatti accaduti nella scuola di Cassibile meritano un approfondimento che va dato alla Comunità educante di Cassibile e alla cittadinanza tutta. Perchè i lavori completati poche settimane prima in un edificio che ha oltre 70 anni non sono bastati ad evitare il crollo del soffitto? Non possiamo permetterci tutto questo ed è doveroso da parte dell’amministrazione locale provvedere seriamente alla messa in sicurezza di tutte le scuole aretusee”.

Continua a leggere

Cronaca

Solmec Spa Rovigo, UglM: “Importante affermazione alle elezioni Rsu”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROVIGO – Un risultato importante quello ottenuto dai metalmeccanici dell’Ugl di Rovigo che si presentavano per la prima volta alle elezioni per la rappresentanza dei lavoratori nell’azienda Solmec Spa.

La Segreteria Nazionale della federazione Ugl, esprime soddisfazione per il risultato conseguito e l’alta percentuale di preferenze ottenuta nel collegio operai, che è pari al 42% dei consensi.

Al neoeletto Rsu, Samuele Stocco, vanno i migliori auguri da parte del Segretario Nazionale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, che commenta:”Un’altro risultato importante dove la nostra organizzazione sindacale si presenta per la prima volta alle elezioni e viene largamente premiata dalle lavoratrici e lavoratori. Un ringraziamento va a Fabio Martini, Segretario Regionale Ugl metalmeccanici Veneto il quale, instancabilmente, ha dato un ottimo contributo in assemblee svolte nei giorni scorsi nel sito della Solmec che è stato supportato dai dirigenti Ugl, Bruno Brasolin e Giulio Bazzato ai quali si aggiungono i nostri ringraziamenti per l’impegno profuso costantemente. Un risultato importante per l’Ugl in una azienda leader per la produzione di macchine per la movimentazione materiale dove, dovremmo essere partecipativi poiché tale società garantisce occupazione e lavoro per: acciaierie, aziende di recupero di materiale ferroso, aziende di trattamento e smaltimento rifiuti solidi, autodemolizioni, segherie, concerie, compagnie portuali, scali ferroviari. Caricatori gommati, cingolati e su postazione fissa: sono queste le macchine, grazie alle quali, siamo diventati leader nel mercato italiano e di assoluto rilievo in quello europeo” – conclude Spera.

Continua a leggere

I più letti