Connect with us

Roma

LA MONTAGNA DEI SAGGI PARTORISCE UN TOPOLINO

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Emanuel Galea

Sono molto indeciso. Non so se dobbiamo gioire. Non so se dobbiamo piangere. Dieci giorni d’intenso lavoro. Dieci giorni con tutta l’Italia sulle spine. Dieci giorni durante i quali le miglior menti, scelte dall’Alto Colle, si arrabattano, aggrovigliando i loro sommi cervelli. L’Italia attende, affannosa, in ansia, in spasmodica attesa. Gente per strada, al bar, al mercato, fuori delle chiese, nei salotti fra amici e twittando a più non posso. Il tema è uno. A quando la fumata bianca? Precisamente il 2 aprile, dieci uomini illustri, spero ben remunerati, su invito del Presidente, sono entrati in conclave, in gergo si può anche dire in gestazione per cercare soluzioni inedite, riflessioni originali da sottoporre alla classe politica, classe con coscienze indurite ed insensibili a cambiamenti e ad impellenti fabbisogni della società. Insomma dei personaggi chiamati per indicare una via d’uscita incastonata di ”innovazioni” per uscire dal cul de sac in cui si sono infilati perlopiù i tre partiti che hanno vinto, si fa per dire, le elezioni. Ieri, 12 aprile, le porte dello studio del Presidente si sono aperte. Il funzionario della cerimoniale, con faccia radiante ed evitando le domande della stampa, ha affisso un gran fiocco sulla porta, l’ha richiusa e prendendo ufficialmente la postura del messaggero ha annunciato: “I saggi, entrati in gestazione il 2 aprile, hanno finito le doglie e presentano le delizie delle loro fatiche. Più tardi, politici e giornalisti potranno visitare il nascituro”. Un’ora dopo politici e tutta la stampa avevano visitato e tenuto in braccio il nuovo arrivato. A dire la verità, pochi sono stati quelli che hanno fatto dei complimenti ai partorienti. Dal fondo della sala stampa, si è sentita una voce risonante: “La montagna dei saggi ha partorito un topolino”. Come fare a non dare ragione a questa voce? Non intendiamo rivisitare il lavoro dei dotti voce per voce. Si trova su tutti i giornali e per internet Per noi è una “minestra riscaldata” e non poco. Per primo, naturalmente ci sta la legge elettorale. Dicono loro: “ le leggi elettorali sono diverse”. Hanno scoperto l’acqua calda. Di legge elettorale si parla dai “tempi di Noé” e non ci si è mai messi d’accordo appunto perché i sistemi sono diversi. Se ce ne fosse stata una unica, sarebbe stato tutto diverso. Poi i saggi continuano in crescendo. Ecco il secondo punto : «rendere sostenibile il debito pubblico e ridurlo», tra cui l’abbassamento delle tasse su lavoro e impresa; interventi immediati sempre finalizzati alla crescita.  Avete notato l’originalità della proposta? Avete mai sentito alcuno parlare che c’è bisogno di ridurre le tasse, di favorire la crescita? Idee innovative anche per il settore “lavoro”. Sentite, sentite: “allentare i vincoli alle imprese sull'assunzione di dipendenti a tempo determinato”. Ci si domanda: queste brave “menti eccelse” dov’ erano quando si battagliava per l’abolizione dell’articolo 18? Proseguono, sempre in un delirio crescente : “La crisi dei partiti politici e la maggiore indipendenza della società dalla politica – scrivono – ha posto fine al monopolio dei partiti sulle cariche pubbliche”. Ma quando mai! Ma di quale Paese stiamo parlando!  Propongono, come se fosse la prima volta, la diminuzione del numero dei parlamentari; la trasformazione del Senato in Camera delle Regioni, ed anche questa ci pare di averla sentita da qualche altra parte; una riforma per una giustizia più veloce ed efficace, anche questa non ci pare affatto nuova; tutelare meglio i consumatori, che non guasta. Il piatto forte di questi illustri signori, è arrivato con il capitolo “finanziamento ai partiti oppure se vuoi, camuffato sotto le vesti di rimborsi. A questo punto, avvalendosi anche loro degli stessi ragionamenti che portano avanti i partiti, si sono rivelati compiacenti e desiderosi di compiacere.  Gli emeriti saggi, che, secondo me hanno fatto delle proposta che non valgono l’oro della remunerazione che senza meno andranno a percepire, hanno fornito una piattaforma per le riflessioni, ma tanto piatta, così piatta che oserei dire, diventa impercettibile.  Indiscrezioni riservate, trafugate, sembra, dalla camera dei bottoni, dicono che si sta allestendo un gruppo di sette anziani, raccolti per strada. Il compito di questi sarà di valutare se la decisione di scegliere questi “acceleratori/saggi” sia stato frutto della stanchezza oppure sia uno scherzo poco simpatico di fine settennato?
 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Castelli Romani

Come evitare le liste di attesa negli ospedali: ecco come fare

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lunghe e stancanti, le liste di attesa per le prestazioni sanitarie nelle strutture pubbliche, rappresentano molto spesso motivo di disagio e, nei casi particolarmente critici, di ansia. Un problema annoso, se ne discute da anni, malgrado gli strumenti impiegati dalla Regione Lazio che, triste realtà, non sempre riescono ad accorciare i tempi. Le soluzioni alternative ci sono e senza costi aggiuntivi oltre al ticket, nei casi in cui i pazienti non fruiscano dell’esenzione. È l’intramoenia.

Dietro al termine astruso, si nasconde un meccanismo che può evitare le assurde file negli ospedali. Cosa sono le liste d’attesa? Come si possono evitare? E quando si può chiedere l’intramoenia? Di questo, e altro ancora, se ne discuterà nell’incontro di domani, 6 dicembre, presso la sede dell’associazione Via del Fare nel quartiere romano di Torre Maura (Via dei Colombi 163/A ore 17.30), organizzatrice dell’evento.

«La CGIL e lo SPI informano i cittadini su come fare andando in intramoenia e pagando solo il ticket», recita il comunicato dell’associazione presieduta da Daniela Cioccolo, «esiste una norma del 1998 che prevede che quando il Sistema Sanitario non sia in grado di dare gli appuntamenti nei tempi previsti, il cittadino possa effettuare la stessa prestazione in intramoenia, pagando solo il ticket. Ne parliamo con Natale Di Cola, Segretario della CGIL di Roma e del Lazio».  

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, stazione ferroviaria in manutenzione da domani

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Alcuni treni regionali, nel tratto interrotto, saranno sostituiti con bus o limitati nel percorso

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Cantieri al lavoro da venerdì 6 a venerdì 13 dicembre sulla linea Roma – Viterbo (FL3), per lavori di manutenzione nella stazione di Anguillara Sabazia.

Saranno circa 30 i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e delle ditte appaltatrici impegnati in ognuno degli otto giorni nelle attività di sostituzione degli scambi della stazione e nel rinnovo di due passaggi a livello. Gli interventi incrementeranno gli standard di affidabilità e regolarità dell’infrastruttura ferroviaria. Investimento complessivo circa 350 mila euro.

Per tutta la durata dei lavori il programma di circolazione dei treni sulla linea Roma – Viterbo sarà modificato. Alcuni treni regionali, nel tratto interrotto, saranno sostituiti con bus o limitati nel percorso.

L’offerta di trasporto e gli orari dei bus sostitutivi – che potranno variare in base alle condizioni del traffico stradale – sono già consultabili nelle biglietterie e sul sito internet dell’impresa ferroviaria.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Ostia, blitz dei carabinieri: controlli anche ai negozi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

OSTIA- L’azione di monitoraggio dei Carabinieri continua senza soluzione di continuità in tutte quelle zone più difficili del territorio (Idroscalo, piazza Gasparri, i Lotti, etc…) per la prevenzione e repressione dei reati in genere, a garanzia della legalità e per la tutela della sicurezza. Nel corso dei molteplici servizi organizzati dal Gruppo Carabinieri di Ostia, avvalendosi dell’impiego dell’elicottero dell’Arma, delle Motovedette, delle di unità cinofile di Santa Maria di Galeria e del personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, sono state arrestate 4 persone e denunciate 2; sono stati altresì identificate 193 persone, controllati 87 veicoli, elevate diverse contravvenzioni al Codice della Strada e segnalati 2 giovani alla Prefettura di Roma quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di un piccolo quantitativo marijuana che è stato sequestrato.

Nel corso dello specifico servizio, i Carabinieri di Ostia hanno sorpreso 4 giovani incensurati che si erano illecitamente introdotti, mediante l’effrazione della porta d’ingresso, in uno stabilimento balneare del lungomare Vespucci, proprio mentre trafugavano un personal computer portatile, varie stoviglie e un orologio da polso. I militari hanno bloccato e arrestato per furto i tre ladri, denunciando il quarto per lo stesso reato al Tribunale di Roma; la refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario.

I Carabinieri hanno altresì arrestato, in ottemperanza al provvedimento di aggravamento della pena emesso dal Tribunale di Roma, un pregiudicato 20enne, già sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per reati contro il patrimonio. La posizione dell’uomo si è aggravata poiché era stato individuato e denunciato dagli stessi Carabinieri quale responsabile di un altro furto commesso in un negozio di Ostia e il giudice ha convertito la misura cautelare in arresti domiciliari.

Nell’ambito della specifica attività, svolta congiuntamente al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, sono stati ispezionati numerosi esercizi commerciali ubicati sul territorio. Al termine delle verifiche è emerso che il titolare un’officina e quello di un salone di bellezza, entrambi lidensi, sono stati contravvenzionati per l’assunzione alle proprie dipendenze di personale privo del regolare contratto di lavoro; la sanzione pecuniaria complessiva è stata di quasi 15 mila euro oltre alla sospensione dell’attività imprenditoriale nei confronti di uno dei due esercizi commerciali.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it