Connect with us

Sport

La Rustica (calcio, Prom.), Assisi: «Vittoria molto importante con la Luiss, possiamo stare in alto»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Un successo che ci voleva. Dopo qualche partita non proprio brillante, il La Rustica si rifà con gli interessi. Il gruppo di mister Daniele Paolini ottiene uno splendido successo interno sulla Luiss, ormai ex capolista: il gol decisivo lo ha segnato (ovviamente) Alessandro Simonetta che ha sfruttato un bell’assist del giovane centrocampista classe 2000 Alessio Assisi e ha scaraventato il pallone in porta. «Siamo contenti per questa vittoria, ci voleva proprio – dice Assisi – E’ stato un match difficile sia per il valore dell’avversario, sia per le condizioni meteorologiche con vento e pioggia a caratterizzare gran parte della sfida. Abbiamo lavorato bene in settimana e preparato questo test al meglio: il risultato è stata un’ottima prestazione e un successo sostanzialmente meritato». Grazie alla vittoria sulla Luiss, il La Rustica è tornato al terzo posto (assieme alla Vis Sezze) a sole tre lunghezze dal Fiumicino primo. «Ci crediamo, possiamo stare in alto fino alla fine della stagione – rimarca Assisi – Ma dobbiamo dare continuità a questo risultato». La continuità d’impiego è sicuramente un merito che il giovane centrocampista si è guadagnato a suon di prestazioni. «Mister Paolini mi conosce da tempo, ero con lui alla Juniores nella passata stagione – ricorda Assisi – Non mi aspettavo di poter giocare così tante partite già nella prima parte di campionato, ma evidentemente lo merito. Io posso solo mettere il massimo dell’impegno sia durante la settimana che nel corso delle partite ufficiali. Obiettivi personali? Non ne ho di particolari al momento, cerco solo di lavorare per migliorare sempre di più anche grazie all’aiuto di tutti i compagni “over” che aiutano costantemente me e tutti gli altri giovani della rosa». Nel prossimo turno il La Rustica avrà un altro esame notevole sul campo del Fonte Meravigliosa. «Partita complicata, ma come detto dobbiamo cercare di dare continuità alle nostre prestazioni» conclude Assisi.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Pattinaggio di figura, Fiamme oro: Daniel Grassl conquista il Budapest Trophy 2020

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Non poteva essere un esordio migliore quello di Daniel Grassl con i colori delle Fiamme oro. Il neo atleta del Gruppo sportivo della Polizia di Stato si è imposto al Budapest Trophy 2020 in una gara del circuito Isu challenger series, tappa ungherese della prestigiosa competizione internazionale di pattinaggio artistico.

Sulla pista ghiacciata del Vasas Ice Rink, il portacolori cremisi ha dato spettacolo nella gara di esordio stagionale, esibendosi per la prima volta in pubblico con il nuovo programma del libero, realizzato sulle musiche del film “Jocker”, nel quale ha ancora notevoli margini di miglioramento.

Per Daniel si tratta del quarto successo in carriera nelle Isu challenger series, in una gara che lo ha visto al comando sia dopo il corto, in cui ha pattinato sulle note di “Big down” dei Muse, sia nel finale con un punteggio totale di 233.04.

Ottimo risultato per il pattinatore delle Fiamme oro che, dopo la vittoria nei Campionati italiani di pattinaggio di figura nel 2019 e 2020, si appresta ad affrontare la nuova stagione come una delle punte di diamante dell’Italia nella sua disciplina.

Continua a leggere

Sport

Rally del Molise: vincono per la quarta volta Giuseppe Testa e Cristian Quarta

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Fine settimana esaltante per i colori della scuderia RO racing. I portacolori del sodalizio di Cianciana hanno colto risultati eccellenti in tutte le manifestazioni a cui hanno preso parte. Giuseppe Testa e Cristian Quarta hanno vinto per la quarta volta il Rally del Molise.

Fine settimana sugli scudi per i portacolori della scuderia RO racing. Ottimi i risultati giunti da tutti i campi di gara.

Giuseppe Testa e Cristian Quarta, a bordo di una Skoda Fabia R5, hanno vinto il Rally del Molise, gara valida per la Coppa rally della zona sette. Per il talentuoso molisano si è trattato del quarto successo nella gara di casa. I due alfieri del sodalizio di Cianciana hanno sempre imposto alla gara un ritmo sostenuto, infliggendo distacchi pesanti al resto della concorrenza. 

“Poker centrato -ha detto raggiante al termine della gara Giuseppe Testa – sono felice di aver vinto, ci tenevo particolarmente per dedicare la vittoria al mio amico Giuseppe Di Matteo. Macchina superlativa, mi sono trovato anche molto bene con il mio nuovo ds, penso che il prossimo anno riusciremo a fare qualcosa di bello insieme”.  

Nella stessa manifestazione ottimo il piazzamento colto, nella classe R2b, da Riccardo Di Iuorio e Antonio Marino che hanno condotto la loro Peugeot 208 sul terzo gradino del podio di categoria.

“È stata per noi una gara dai 2 volti, dove a penalizzarci sono state le errate scelte di gomme e un concorrente che abbiamo raggiunto in prova – ha raccontato Di Iuorio – agguantare il terzo posto sembrava essere impossibile, ma vincendo 3 prove speciali consecutive siamo riusciti nell’impresa”.

In Sicilia allo Slalom di Torregrotta, valevole per il campionato italiano, Enza Allotta, con la sua fida Fiat 126, grazie al successo in classe S1 è tornata al comando della classifica di campionato riservata alle dame.

“Non pensavo di poter vincere la classe e invece la mia determinazione è stata premiata – ha detto Enza Allotta – sono tornata in testa al campionato e adesso dovrò difendere la mia leadership nella gara finale che si disputerà a Massa Lubrense”.

Continua a leggere

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Pace stende il Castelfidardo: “Ripresi i punti di Sant’Elpidio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga vince la sua seconda gara interna stagionale (su due disputate) battendo il Castelfidardo per 1-0. Ma la gara è stata davvero tirata con gli ospiti marchigiani (che avevano appena fermato il Campobasso) abili nella fase difensiva e con i castellani non ispiratissimi dal punto di vista delle soluzioni offensive. A risolvere la sfida è stato l’esterno sinistro difensivo classe 1999 Federico Pace, bravo a smarcarsi in area su una perfetta verticalizzazione di capitan Angelilli quando mancavano poco più di quindici minuti al 90esimo. “E’ un gol pesante, ci tenevamo a vincere questa partita. Dopo aver sciupato parecchio nella gara della settimana precedente sul campo dell’Atletico Sant’Elpidio (dove è uscito un pareggio per gli azzurri, ndr), diciamo che ci siamo ripresi quei punti pur senza dominare l’incontro col Castelfidardo”. Decisiva nel finale anche una spettacolare parata di Santilli, ma è stato molto significativo anche l’abbraccio di Pace con Venturi dopo la rete: “Il mister mi conosce da tre anni, c’è un rapporto di forte stima tra di noi, anche se lui mi “sprona” spesso in mezzo al campo – sorride il difensore – Comunque, oltre ad essere un ottimo tecnico, è un grande motivatore e questo spinge la squadra a fare quel qualcosa in più”. La classifica del girone F è ancora molto intricata: non c’è nessuna squadra a punteggio pieno, ma ce ne sono tre in vetta a 10 punti (Campobasso, Notaresco e Recanatese), poi il Castelnuovo a 9, il Tolentino a 8 e l’accoppiata Vastogirardi-Cynthialbalonga a 7. “Non so se vinceremo questo campionato – riprende Pace – Ma di sicuro questa è una squadra allestita per stare ai vertici della classifica: siamo assolutamente convinti dei nostri mezzi e lavoriamo tanto per essere protagonisti”. Nonostante diverse sirene estive, Pace ha deciso di proseguire il suo rapporto con la Cynthialbalonga: “L’unico dubbio che ho avuto, in realtà, ha riguardato la possibilità di fare un salto di categoria. Ma rimanendo in serie D, non c’era alcuna incertezza sulla mia permanenza qui: sto bene, la società è seria ed organizzata e l’ambiente è giusto per poter fare bene”.



Continua a leggere

I più letti