Lanuvio, mancano i dispositivi anti Covid promessi dalla ministra a 5 stelle. Rinviata al 24 settembre l’apertura delle scuole

LANUVIO (RM) – L’Amministrazione di Lanuvio comunica ai cittadini che le scuole apriranno il 24 settembre 2020 a causa della mancanza di personale scolastico.

Tale decisione si è resa necessaria in seguito ad una comunicazione ufficiale pervenuta dai dirigenti scolastici che lamentano mancanza di personale, di dispositivi anti covid promessi dal Ministero e di risposte dall’Ufficio Scolastico Regionale.

“Con rammarico, – ha detto il sindaco del Comune di Lanuvio Luigi Galieti – visto che abbiamo ottemperato nei tempi giusti a tutte le disposizioni previste dai decreti per la riapertura delle scuole, non possiamo non prendere atto di quanto segnalatoci dalle Istituzioni scolastiche. Ringraziamo il Settore Tecnico e l’Ufficio Scuola del Comune – prosegue il primo cittadino – per averci supportato nel disporre e adeguare le aule al distanziamento sociale, nell’aver acquistato e collocato in tempi record nelle classi i nuovi banchi e nell’aver collaborato, da giugno ad oggi, affinché i nostri studenti potessero riprendere l’attività scolastica il 14 settembre in piena sicurezza. Auspichiamo che tale rinvio possa essere utile al Ministero e alla Regione per fornirci quanto necessario per iniziare le lezioni e riattivare tutti i servizi scolastici”.