Connect with us

Redazione Lazio

LAZIO: ARRANCA LA NASCITA DI UNA SOCIETA' REGIONALE DI RISCOSSIONE, TUTTO FERMO IN COMMISSIONE BILANCIO

Clicca e condividi l'articolo

Consigliere regionale Di Stefano: "ho presentato una proposta di legge regionale che proponeva la creazione della Società “Lazio Riscossione Spa”,

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo

Nota del Consigliere regionale Marco di Stefano:

È di oggi la notizia che anche l’Anci, l’Associazione dei Comuni Italiani, ha deciso di proporre la creazione di una società di riscossione dei tributi locali che non applichi i metodi eccessivi di Equitalia. Gli enti locali e varie Regioni d’Italia (dalla Sardegna al Veneto al Piemonte, solo per citarne alcune) continuano dunque sulla strada più logica e funzionale di far nascere delle società territoriali di riscossione; e nel Lazio?

Nel Lazio siamo fermi al palo, o meglio in Commissione Bilancio.

Nonostante io stesso abbia presentato per primo – ormai cinque mesi fa – una proposta di legge regionale che proponeva la creazione della Società “Lazio Riscossione Spa”, destinata ad assistere gli enti locali del Lazio nella riscossione, appunto, dei loro tributi, da allora pochissimo è successo. È stata infatti presentata una proposta di legge simile da parte dell’assessore Cetica e si è poi tenuta un mese fa una riunione della Commissione Bilancio durante la quale si era deciso di costituire un tavolo tecnico che analizzasse le due proposte e cercasse una via per unificarle prima dell’invio all’aula. Da allora niente, zero assoluto.

Ora, io credo invece che, visti anche gli ultimi fatti di cronaca legati alla crisi e ai problemi creati proprio dai difficili rapporti tra Equitalia e i contribuenti, questo tema sia della massima importanza e necessiti di essere affrontato con la massima urgenza. Posto il fatto che le tasse vanno pagate – e su questo non c’è certo da discutere – è infatti più che mai necessario trovare la via per creare dei rapporti più equilibrati tra fisco, in questo caso il fisco locale, e cittadini, senza più pratiche vessatorie e con la certezza che i diritti di tutte le parti saranno rispettati.

Chiedo quindi al presidente della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale di convocare al più presto la Commissione per rilanciare l’iter di discussione su questo tema e procedere il più rapidamente possibile alla costituzione del tavolo tecnico promesso in modo che il lavoro possa riprendere speditamente.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gallery

Roma, Asl Rm1: al via le vaccinazioni per i senza fissa dimora

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Partita la vaccinazione delle comunità chiuse e delle persone con fragilità sociale grazie alla collaborazione tra la ASL e le Associazioni di volontariato A partire da ieri i medici e il personale dell’Azienda Sanitaria Locale Roma 1 dopo aver effettuato una attenta analisi del target e aver raccolto le adesioni volontarie sono partiti con la somministrazione dei vaccini e con gli interventi di informazione e promozione della salute, erogati da equipe multi-disciplinari con rappresentanti del Distretto, del SISP, della UOSD Migranti, della UOC Relazioni e del Terzo Settore.

La vaccinazione pro-attiva degli hard to reach i cosiddetti “irraggiunti”, soggetti spesso esposti a un maggior rischio di infezione a causa di situazioni abitative e lavorative precarie, coinvolge molti attori, oltre ai servizi della ASL Roma 1, tra cui Municipi, Prefetture, Gestori dei centri di accoglienza e associazioni di volontariato.  

Il piano prevede sei target, per assicurare la copertura vaccinale delle persone con fragilità sociale: ospiti e personale di strutture socio-assistenziali (donne in difficoltà e strutture per minori); centri di accoglienza per richiedenti protezione internazionale (Circuito SAI e CAS Accoglienza diffusa); edifici occupati; campi Rom, insediamenti abusivi e insediamenti informali; centri per senza fissa dimora; persone con ridotto accesso alle strutture del SSN. Il fabbisogno stimato attualmente è di circa 2000 persone.

Continua a leggere

Roma

Roma, minaccia con un coltello dei ragazzini perchè parlano ad alta voce

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Nella notte, un cittadino ungherese di 40 anni, nella Capitale senza fissa dimora e incensurato, è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia con le accuse di minaccia e porto abusivo di arma bianca.

L’uomo, forse dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, si è infastidito per il vociare ad alto volume di alcuni ragazzini che si erano ritrovati in via dei Fori Imperiali, a pochi passi dal punto in cui lui abitualmente dimora, e ha deciso di tacitarli da solo, impugnando un coltello a serramanico e intimandogli di allontanarsi per evitare ulteriori guai.

I giovani, tutti di età compresa tra i 16 e i 18 anni, si sono rivolti a una pattuglia di Carabinieri in transito, denunciando l’accaduto: i militari sono immediatamente intervenuti, sequestrando l’arma e denunciando il 40enne.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, l’estate 2021 parte alla grande: lungolago Argenti fa il pienone di prenotazioni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Sindaco Tondinelli: “Sono ormai lontani quei tempi in cui le spiagge di Bracciano erano poco frequentate e le prenotazioni sempre più scarse”

BRACCIANO (RM) – Un pieno di visitatori ha frequentato il lago di Bracciano per l’avvio dell’estate e per il prossimo fine settimana già gli operatori balneari confermano di aver ricevuto moltissime prenotazioni: “Il lungolago Argenti – dichiara il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – si afferma come meta preferita dai romani ma anche dai residenti delle regioni vicine al Lazio. Sono ormai lontani quei tempi in cui le spiagge di Bracciano erano poco frequentate e le prenotazioni sempre più scarse, da noi a Bracciano trovano ospitalità e accoglienza, qualità nei servizi e sicurezza per i bagnanti”. 

L’area parcheggio al lago è ben organizzata con orari e tariffe accessibili: c’è una persona fissa dalle 8 alle 20 (metà giornata dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20). Da lunedì prossimo sarà attivato il parcometro.

Per l’intero giorno si paga 5 euro, 3 euro per metà giornata mentre per tutti i residenti di Bracciano la tariffa è di 1,50 al giorno: “Capisco che in campagna elettorale – ha concluso il Sindaco – si strumentalizza la qualunque ma fare cattiva promozione diffondendo notizie false e dicendo che siamo ‘costosi’ è soltanto fare cattiva pubblicità a Bracciano. Non mi sembra che i prezzi del parcheggio siano cari, chi scrive il contrario lede soltanto l’immagine della nostra città”. 

Continua a leggere

I più letti