Connect with us

Sport

Lazio, dalla curva nord “cori” antisemiti? In tanti non hanno sentito nulla. E se ci sono stati sono arrivati da quattro scemi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Non si può fare di tutta l’erba un fascio. I media ci hanno messo pochi minuti a titolare su presunti “cori” antisemiti e a sfondo razzista dalla curva nord laziale durante la sfida di Coppa Italia contro il Novara. Preferiamo chiamarle voci fuori da un coro. Alla mezzora di gioco dal settore della tifoseria biancoceleste si sono levate delle voci distinte che hanno urlato “giallorosso ebreo” e “questa Roma qua sembra l’Africa”. Qualche facinoroso ha anche pronunciato qualcosa contro i Carabinieri.

Allo stadio sono presenti 13 mila persone, i cori arrivano da un ristrettissimo gruppo della curva e nel ‘semideserto’ degli spalti l’eco è evidente.

Il nuovo episodio all’Olimpico arriva al culmine di una settimana calda sul fronte tifoserie: martedi’ notte gli scontri tra ultras Lazio e forze dell’ordine a Piazza della Libertà, in occasione della festa per il compleanno del club, e nelle stesse ore la diffusione di volantini antisemiti che prendevano di mira Lazio e Napoli, firmati da un sedicente gruppo di romanisti.

La Digos di Roma indaga per risalire ai responsabili degli slogan antisemiti e a sfondo razzista intonati da alcuni tifosi oggi in curva nord all’Olimpico durante la sfida di Coppa Italia Lazio-Novara. La Digos è al lavoro per risalire al gruppetto che ha intonato frasi come “giallorosso ebreo” poco prima delle 15.30. Al vaglio anche le registrazioni delle telecamere.

“Faccio parte di quel 98% di quei spettatori che i cori non li ha sentiti. Non metto in discussione né la buona fede né tantomeno l’udito di chi li ha ascoltati. Se ci sono stati la società condanna qualsiasi tipo di coro razzista e antisemita, ma bisogna anche valutare le dimensioni del fenomeno senza ingigantire il fenomeno”. È la dichiarazione spontanea del portavoce della Lazio, Arturo Diaconale, in merito ai cori razzisti e antisemiti uditi all’Olimpico da una parte della curva nord laziale durante la gara di Coppa Italia tra Lazio e Novara.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Zena Montecelio (calcio, I cat.), ecco Porcari: “Proveremo ad andare in Eccellenza entro due anni”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Guidonia (Rm) – Lo Zena Montecelio ha scelto Diego Porcari per la panchina della Promozione. La squadra tiburtina ha presentato ieri sera il nuovo allenatore che aveva conquistato sul campo il diritto a giocarsi la “prima chance” nella cadetteria regionale, visto che il suo Villa Adriana era al comando del girone F della Prima categoria al momento dello stop per l’emergenza Coronavirus: “Il mio ciclo a Villa Adriana, dopo tre anni e mezzo intensi e molto belli, era finito – spiega l’allenatore – E’ stato un peccato non aver terminato il campionato, ma è stato comunque bello salutare la mia ex società con il salto in Promozione e lasciare un buon ricordo”. Per Porcari, all’orizzonte, c’è la prima esperienza in questa categoria: “L’ho fatta da giocatore, ma da allenatore sarà la prima volta. Sono convinto che si potrà fare una bella stagione anche perché lo Zena Montecelio è una società estremamente attrezzata e ambiziosa: ci sono tutti i presupposti per toglierci delle soddisfazioni. In ogni caso, chi mi conosce sa che non mi piace nascondermi: l’obiettivo è provare a fare il salto in Eccellenza entro due anni”. Porcari approda in una società che è reduce da una stagione a due facce in Promozione: “Erano partiti benissimo, poi qualcosa non è andato nel verso giusto e hanno perso posizioni. Ma il gruppo è composto da giocatori validi e cercheremo semplicemente di rinforzarlo con innesti mirati per fare un campionato da protagonisti. La programmazione? Con la creazione di un quinto girone e con 16 squadre ai nastri di partenza, i tempi per iniziare il campionato saranno meno “veloci” del solito, quindi penso che ci raduneremo a fine agosto o inizio settembre, ma questo lo valuteremo con la società in base alle indicazioni che arriveranno dal comitato”. Lo Zena di mister Porcari tornerà a giocare proprio a Montecelio: “Lì questo club ha vinto un campionato di Seconda categoria e una Coppa Lazio di Prima, quindi speriamo di poterci togliere nuove soddisfazioni anche in Promozione”.



Continua a leggere

Sport

Atletico Montecompatri (calcio, II cat.), il neo presidente Cecchini: “L’obiettivo è salire subito”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Monte Compatri (Rm) – L’Atletico Montecompatri è pronto a ripartire di slancio. Dopo aver disputato un discreto primo anno in Seconda categoria, la squadra del confermatissimo tecnico Daniele Nardi vuole alzare l’asticella. Anche perché a livello dirigenziale c’è stata un’importante novità, quella dell’ingresso del neo presidente Emanuele Cecchini. “Nelle ultime stagioni ho già vissuto ruoli dirigenziali nell’Atletico Lodigiani dei presidenti Camillo Carlini e Andrea Augello, che ringrazio per la vicinanza al sottoscritto e all’Atletico Montecompatri – dice il massimo dirigente del club biancoverde – Sarà la mia prima volta da presidente e un po’ di timore c’è perché è giusto che sia così. Ma conterò su un gruppo di persone molto competenti al mio fianco, dal vice presidente Gianni Martino al direttore sportivo Roberto Reggio per finire col mister Daniele Nardi: siamo convinti di poter allestire una squadra importante ed essere protagonisti in campionato”. L’obiettivo del nuovo Atletico Montecompatri è abbastanza chiaro: “Cercheremo di salire subito in Prima categoria – dice senza mezzi termini Cecchini – Vogliamo valorizzare il gruppo di ragazzi che c’era nella stagione appena messa alle spalle perché siamo convinti che abbiano potenzialità ancora inespresse. Ovviamente faremo qualche innesto di valore, magari da categorie superiori, che annunceremo nei prossimi giorni. Un altro obiettivo che vogliamo perseguire è quello di riportare entusiasmo nella città di Monte Compatri e di cercare di riportare gli appassionati di calcio a seguire la prima squadra del paese”. Con il via libera della regione agli sport di contatto, anche l’Atletico Montecompatri può cominciare a lavorare sul campo: “Abbiamo già pensato ad alcune date per i primi stage: un modo per conoscere eventuali ragazzi nuovi e per cominciare a gettare le fondamenta del nuovo gruppo” conclude Cecchini.



Continua a leggere

Sport

Rugby Anzio Club: primi passi della RAC in vista del prossimo campionato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’ultima volta che si è realmente parlato di rugby giocato da queste parti il Rugby Anzio Club era, con 5 punti ed a pari merito, in testa alla classifica dei playoff per la promozione in serie B. Poi è arrivata l’emergenza Covid-19 a cui ha fatto seguito prima la sospensione, quindi l’annullamento definitivo del campionato nazionale di serie C.
Venerdì c’è stato il primo vero segnale di ripresa per la squadra biancazzurra, che si è ritrovata sul terreno di gioco per una salutare sgambata, ovviamente nel rispetto delle normative sanitarie vigenti. Oltre 30 gli elementi in campo, tra Primo XV e Under 18, che hanno virtualmente dato il via alla stagione 2020-2021. Anche se l’inizio è ancora molto lontano (di solito avviene in autunno) e occorrerà anche capire quali saranno le condizioni a cui attenersi, è stata una buona occasione per rivedersi tutti insieme e parlare di programmi.
Confermato alla guida della prima squadra Riccardo Ghellini, coadiuvato da Luca Santarcangelo. Nessun cambiamento sotto questo punto di vista, dato che all’interno della Rac la passata stagione si era creato il clima ed il gruppo giusto per poter emergere.
«Vediamo come sarà strutturata la stagione 2020-2021, la situazione è ovviamente ancora in via di definizione dato che siamo in piena estate e ci sono aspetti sanitari, oltre che prettamente tecnici, che dovranno essere ufficializzati. Di certo c’è la volontà di continuare con questo progetto che ci sta dando soddisfazioni, partendo subito dalla conferma dello staff tecnico. L’obiettivo del Rugby Anzio Club è quello di ricreare quell’entusiasmo che nel passato campionato ci ha permesso di poter ambire concretamente alla promozione, basato su una struttura societaria solida e tanta partecipazione da parte dei nostri tifosi e di tutti gli appassionati», ha detto il presidente Simone Petraccini.

Continua a leggere

I più letti