Connect with us

Cronaca

LEGA NORD: TONI IWOBI CHIEDE IMPUTAZIONE PER STRAGE CHI HA LUCRATO SUI CLANDESTINI

Clicca e condividi l'articolo

L'Italia ha scoperto con l'inchiesta "Mondo di Mezzo" che Mafia Capitale ha solo presento il conto del malaffare gestito proprio dai politici pro immigrazione

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

di Cinzia Marchegiani

Sul business sugli immigrati e un Mare Nostro pompato senza alcun controllo e verifica sui giri di vita  e dei soldi che vi si celavano arriva l’accusa  del responsabile immigrazione della Lega Nord, Toni Iwobi, nel  giorno in cui la Lega Nord alla Camera ha presentato la proposta di legge per l’istituzione di una commissione d’inchiesta che indaghi su coop e onlus destinatarie di fondi per l’immigrazione e sull’ eventuale coinvolgimento di partiti politici: “L’inchiesta 'mafia capitale' ha smascherato la falsa solidarietà dei buonisti. Dietro l’accoglienza indiscriminata predicata da questa sinistra ci sono sporchi interessi:"Chi ha lucrato sui clandestini merita un’imputazione per strage, Ci hanno infangato per anni, accusandoci delle peggiori nefandezze, ma la verità è venuta a galla: sull’accoglienza c’è chi ha mangiato e lucrato. Hanno ingannato poveracci per i loro affari sporchi. Questo fa rabbia ed è indegno di un paese civile. Hanno coperto con finta solidarietà un business losco e sommerso, sfruttando esseri umani e favorendone la tratta per arricchirsi”
Iwobi chiede che alla luce di questi scandali, sia messa definitivamente la pietra sopra la politica degli sbarchi e dell’accoglienza indiscriminata e si dirottino quei soldi per contrastare la crisi e per garantire un nuovo e migliore welfare agli
italiani. L'Italia ha scoperto con l'inchiesta "Mondo di Mezzo" che Mafia Capitale ha solo presento il conto del putrido e del malaffare gestito proprio dagli stessi politici che erano pro immigrazione e che la realtà non è mai come viene dipinta, dietro agli alcieri della solidarietà c'era un business a molti zeri…bontà loro!

Print Friendly, PDF & Email

Cronaca

Roma, bus Atac prende fuoco sul Raccordo Anulare: paura tra gli automobilisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Paura tra gli automobilisti in transito per un autobus che ha preso fuoco durante il servizio. Mentre viaggiava lungo il Raccordo, giunta all’altezza dello svincolo di Tor Bella Monaca, su una vettura fuori servizio si è sviluppato un incendio. Sono intervenuti i vigili del fuoco. Nessun problema per le persone. La vettura era in servizio da quasi 20 anni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Treviso, sequestrate e stuprate a 13 anni: arrestato operaio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

TREVISO – Violenza sessuale su due ragazzine 13enni e sequestro di persona: sono le pesanti accuse che hanno portato all’arresto nel trevigiano di un operaio di 45 anni. Le due minorenni conoscevano l’uomo.

Il fatto è avvenuto nel novembre scorso, ma solo pochi gironi fa – riferisce la ‘Tribuna di Treviso’ – con l’esito delle analisi di laboratorio su indumenti e pc sequestrati in casa dell’indagato è scattata la custodia cautelare, disposta dal gip di Treviso Angelo Mascolo.
Le due adolescenti sarebbero rimaste sequestrate un’intera notte, nel garage dell’uomo, e lì sottoposte alle violenze.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Milano, in manette due fratelli pregiudicati: aggrediscono un 37enne per motivi sentimentali

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

MILANO – Arrestati, per lesioni personali aggravate in concorso, due fratelli italiani, rispettivamente di 32 e 29 anni, entrambi nullafacenti, tossicodipendenti e pregiudicati per reati vari anche contro la persona (il più anziano dei due era stato già arrestato lo scorso 19 febbraio per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale dai Carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore, intervenuti su richiesta della madre che lui aveva colpito con uno schiaffo.

Nel pomeriggio di ieri i due fratelli armati di una chiave per lo smontaggio di pneumatici, hanno aggredito un 37enne italiano residente a Nerviano, pregiudicato, colpendolo al volto.

I motivi del gesto sono stati ricondotti a motivi sentimentali in quanto l’ex fidanzata del più anziano dei fratelli risulta attualmente frequentarsi con la vittima, che veniva trasportata dal personale sanitario presso il pronto soccorso dell’ospedale “Mater Domini” di Castellanza in provincia di Varese dove veniva medicato e dimesso con prognosi di giorni 10 s.c. per “policontusioni al volto”.

A mettere le manette ai polsi ai due uomini i Carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore che hanno trattenuto gli arrestati nelle camere sicurezza in attesa del giudizio di convalida.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti