Connect with us

Sport

LIDO DI OSTIA FUTSAL (SERIE B), MATRANGA VERSO LA COPPA: «A BARLETTA SARÀ UNA GRANDE EMOZIONE»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Roma – Il Lido di Ostia si lecca le ferite per la brutta sconfitta sul campo dell’Orte, un 7-1 che non ha lasciato spazio ad alcuna recriminazione. Non è tipo da cercare attenuanti mister Roberto Matranga. «Innanzitutto vanno fatti i complimenti all’Orte che probabilmente in questo momento è la squadra più forte del campionato per condizione atletica e convinzione, ovviamente senza nulla togliere alla Capitolina Marconi che merita un grande applauso per la vittoria del nostro girone e la promozione in serie A2. Per quanto riguarda noi, purtroppo, siamo ricaduti nel difetto che ci ha condizionato durante tutta la stagione: quando perdiamo, lo facciamo in maniera troppo ampia e senza provare lucidamente a stare più in partita. E’ un problema di immaturità, i giocatori devono capire che le partite si possono anche recuperare con pazienza e non cercando in poco tempo di ribaltare la situazione. In categorie come questa, è un genere di atteggiamento che paghi a caro prezzo contro le squadre più attrezzate». Il Lido di Ostia è attualmente quarto a un solo punto dall’Ardenza Ciampino e all’ultima giornata di campionato ci sarà pure lo scontro diretto: prima, però, c’è la bellissima parentesi della Final Eight di Coppa Italia da giocare a Barletta e poi la sfida interna di campionato contro la Brillante Torrino. «In questo momento siamo concentrati solo ed esclusivamente sulla Coppa Italia, un vero e proprio regalo che i ragazzi si sono fatti attraverso un percorso davvero notevole fatto durante questa manifestazione. Venerdì giocheremo contro il Barletta padrone di casa e tra l’altro primo del proprio girone, senza dimenticare che abbiamo già eliminato Grosseto e Capitolina Marconi, altre due capolista in campionato. Sarà una bellissima emozione in un palazzetto che immagino stracolmo: questo non può che essere uno spot per la nostra disciplina e uno stimolo forte per i nostri ragazzi che giocheranno senza paure. Pronostici? In caso di gare secche può succedere di tutto, certo affrontiamo una squadra molto forte». La sconfitta con l’Orte non può certo intaccare l’ottima stagione del Lido di Ostia. «Per i calcoli dovremo aspettare quantomeno il prossimo turno di campionato, ma noi – conclude Matranga – vogliamo arrivare almeno quarti per celebrare una stagione che è stata positiva ed è andata oltre le più rosee previsioni».
 

Calcio

Palestrina (calcio, Eccellenza), Mattia Marini: “Legatissimo alla famiglia Cristofari e a questo club”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Palestrina (Rm) – Il Palestrina (come molti altri club d’Eccellenza e non solo) è ancora ai box, in attesa di capire come si svilupperà la stagione 2020-21. “E’ estremamente complicato prendere decisioni in questo particolare momento storico – dice il difensore classe 1986 Mattia Marini – Però speriamo di sapere presto qualcosa.

Ora si va incontro ad un ulteriore abbassamento delle temperature che, unito all’attuale divieto di poter anche fare la doccia e gli allenamenti di gruppo, rende difficile una ripresa a stretto giro di posta. Speriamo da gennaio di poter tornare ad allenarci e poi di riprendere con le gare ufficiali, anche se poi bisognerà capire le modalità con cui si vorranno finire i campionati. Ad esempio, credo che giocare il solo girone d’andata non avrebbe senso.

E’ pur vero che comprimere il campionato in pochi mesi e magari fissare diversi turni infrasettimanali potrebbe portare problemi organizzativi, visto che siamo sempre dilettanti, ma anche fisici con un maggio rischio di infortuni. Insomma trovare una soluzione è difficile, ma la prima cosa da fare sarebbe quella di adeguare i protocolli altrimenti è impossibile terminare questa stagione”. Marini è al suo quarto anno di Palestrina ed è diventato uno dei punti di riferimento all’interno dello spogliatoio arancioverde: “Il mio primo anno qui fu quello della vittoria del campionato di Eccellenza, ormai dieci anni fa. Poi sono tornato in occasione dell’anno di Promozione in cui subentrò anche l’attuale tecnico Cristiano Di Loreto, un top allenatore per queste categorie.

Mi trovo benissimo in questo club e sono legatissimo alla famiglia Cristofari: con capitan Giovanni è nato un forte rapporto di amicizia che va anche oltre quello sportivo”. Marini conclude con una valutazione tecnica sull’organico del Palestrina che era stato formato prima dello stop: “Una squadra dai valori molto importanti che ha aggiunto gente come Laghigna o Abbondanza a un’ossatura di valore ed altri nuovi arrivati estivi come Binaco. Ma è chiaro che l’incertezza di questa stagione non può farci sbilanciare: speriamo solo di poter tornare a dimostrare al più presto sul campo il nostro valore”.

Continua a leggere

Sport

Volley Club Frascati, la giovanissima istruttrice Sofia Falanga: “Mi piace molto stare in palestra”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Una filosofia da sempre improntata sulla valorizzazione dei giovani. Il Volley Club Frascati del presidente Massimiliano Musetti conferma questa tendenza solitamente “riservata” agli atleti e stavolta volta a sostenere una giovane istruttrice. Si tratta di Sofia Falanga, 17 anni e già punto di forza (come atleta) dei gruppi Under 17 di coach Francesco Romanini e Under 19 di coach Luca De Gregorio. La ragazza segue da “tirocinante” il gruppo Under 13 promozionale femminile e spiega com’è nata questa idea: “Per me non è una cosa inedita, succedeva già a Monte Porzio negli ultimi due anni. Nel corso di un colloquio con Flavia Mola (responsabile dell’Under 14 tuscolana, ndr), è venuta fuori la possibilità di poter fare questa esperienza con l’Under 13 e non mi sono tirata indietro. Il tutto sotto la direzione tecnica di Luca De Gregorio che aiuto anche nella gestione della sua Under 13 e dell’Under 12”. Una ragazza seria ed impegnata anche in ambito scolastico, come dimostra l’ottimo rendimento nel liceo linguistico che frequenta a Frascati. “Perché mi piace allenare? Ho una grande passione per la pallavolo e poi amo lavorare con i bambini, tanto che in estate mi è capitato di fare pure l’animatrice con quelli della Caritas. Mi piace stare tanto tempo in palestra, sono molto attiva: le mie compagne di squadre mi prendono un po’ in giro, ma sono stupite dal fatto che abbia così tanta energia. E poi ho trovato sin da subito una bellissima sintonia con tutti gli allenatori del Volley Club Frascati”. La Falanga si sofferma a parlare un po’ più nello specifico delle ragazze dell’Under 13: “La maggior parte sono al primissimo anno di volley e si sono appassionate per aver visto la pallavolo in cartoni e film. Una delle atlete è migliorata così tanto da essere assorbita subito nel gruppo di Luca e questo mi ha dato una grande gioia. Tutte le altre stanno crescendo rapidamente, mi seguono e sono contenta”. La chiusura è sulla sua volontà di specializzarsi come allenatore: “Il presidente Musetti mi iscriverà al prossimo corso non appena sarà indetto. Non so quando accadrà, ma è in programma. Per il momento seguo l’esempio e le direttive di Luca De Gregorio e degli altri tecnici del Volley Club Frascati”.

Continua a leggere

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Cardella: “A Giulianova una vittoria importante, avanti così”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Genzano (Rm) – Un mese di stop forzato da gare ufficiali non ha fatto male alla Cynthialbalonga. La squadra di mister Mauro Venturi si è imposta per 2-0 sul campo del Real Giulianova, sfida che si sarebbe dovuta giocare da calendario il 25 ottobre e che era slittata anche lo scorso 8 novembre, prima data scelta per il recupero.

A decidere il match sono state le reti di Federico Cardella (su rigore) e del giovane Alessandro Barbarossa che nel giro di due minuti (tra il 30’ e il 32’ della prima frazione) hanno definito il risultato conclusivo. Gli azzurri, inoltre, sono rimasti prima in dieci (espulso Rosania a inizio ripresa) e poi addirittura in nove (doppia ammonizione a Di Cairano a metà secondo tempo), ma hanno limitato i rischi al massimo e portato a casa tre punti molto pesanti.

“Una vittoria fondamentale – dice Cardella – Dopo un mese di stop da gare ufficiali la squadra ha dimostrato di stare bene anche dal punto di vista fisico, ma questo è un gruppo che si allena con la massima serietà e poi abbiamo un preparatore come Mauro Taraborelli che è il numero uno in questa categoria. A Giulianova non abbiamo cominciato benissimo, ma dopo un pericolo corso abbiamo iniziato a prendere campo e creato occasioni per passare in vantaggio.

L’uno-due messo a segno dopo la mezz’ora è stato micidiale per gli abruzzesi, poi nella ripresa abbiamo sempre avuto il pallino del gioco in mano e non abbiamo rischiato nulla nemmeno giocando in doppia inferiorità numerica”. Per l’attaccante classe 1994 è il secondo sigillo stagionale: “Ma il mio stile di gioco è quello di mettermi a disposizione della squadra, dello staff tecnico e della società – rimarca Cardella – Le soddisfazioni personali passano in secondo piano”. La Cynthialbalonga tornerà in campo domenica per il big match interno contro il Città di Campobasso: “Affronteremo una delle favorite per la vittoria finale, sarà una gara affascinante e di grande stimolo. Ci mancheranno Rosania e Di Cairano, ma speriamo di riavere Spano e Carruolo (assenti in Abruzzo, ndr). In ogni caso tutte le partite sono importanti e noi cercheremo di dare continuità al risultato di ieri” conclude Cardella.

Continua a leggere

I più letti