Connect with us

Sport

Lirfl (rugby a 13), Ligi e Batini vincono in campo con l’Italia e fuori con la raccolta fondi per Cascia e Norcia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Roma – La Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) e la solidarietà, un binomio praticamente indissolubile sin dagli albori del movimento. Basti ricordare i progetti in favore degli orfanotrofi in Kenya o quello (ancora attuale) del sostegno alla campagna “White Ribbon” in aiuto delle donne vittime di violenza. C’è una storia nella storia da raccontare nell’ambito della recente affermazione dell’Italia del rugby a 13 contro BARA, ottenuta domenica 20 novembre in quel di Campi Bisenzio (provincia di Firenze). Due convocati azzurri al loro primo appuntamento con la maglia della Nazionale, Elias Ligi e Alessio Batini, appena terminata la partita sono rientrati velocemente nella loro Umbria per organizzare la consegna di alcuni beni di prima necessità alle popolazioni di Cascia, Norcia e dintorni, colpite duramente dal recente terremoto. Un progetto di solidarietà ideato soprattutto grazie all’impegno di Ligi che tra l’altro ha visto distrutta la casa dei nonni durante il sisma: assieme ad alcuni suoi colleghi di lavoro e ai ragazzi degli Hammers e del Guardia XV (squadra di rugby union dove gioca assieme a Batini), Ligi ha organizzato la raccolta e poi in prima persona e col suo compagno di squadra Batini ha partecipato alla consegna del materiale. «Abbiamo chiamato questa iniziativa “We love Valnerina” – racconta Ligi – Al di là del materiale consegnato, abbiamo voluto portare qualche momento di svago e conforto alle persone di alcune frazioni sperdute del nostro territorio, in posti dove non era arrivata nemmeno la Protezione civile. Prima di Natale vorremmo ripetere l’esperimento raccogliendo beni per le scuole presso la mia azienda che è il punto Decathlon di Foligno». «Ho saputo dell’iniziativa messa in piedi da Elias e ho immediatamente chiesto di poter partecipare – racconta Batini – Ci conosciamo da diverso tempo e mi è sembrato doveroso mettermi a disposizione, per noi è stato come ottenere un’altra vittoria». Quella sportiva ha lasciato grandi emozioni nel cuore di entrambi i due esordienti assoluti di casa Hammers (squadra detentrice della Coppa Italia 2016). «Un momento indimenticabile – sottolinea Batini, seconda linea classe 1991 – Indossare la maglia della Nazionale è una grande responsabilità e all’inizio c’era un po’ di timore, ma poi ci siamo sciolti». «La convocazione è stata davvero speciale – aggiunge Ligi – Solo quando ho indossato la maglia azzurra ho capito che non si trattava di un sogno, ma della realtà. Il rugby a 13 è uno sport molto divertente e decisamente più fisico rispetto agli altri codici».
 

Sport

l Campionato Centro Italia Super Moto 2021: Platone e Marchetti iniziano la stagione da Cecina

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

LIVORNO – Inizierà domenica prossima a Cecina (LI) la stagione agonistica dei piloti Antonio Platone (Campione italiano in carica nel CIVS categoria Mini Open) e Daniele Marchetti entrambi piloti del Moto Club Franco Mancini 2000.

Difatti nel prossimo week end è in programma sulla pista livornese di Cecina una prova del Campionato Centro Italia Super Moto 2021 ed nella categoria CRF ci saranno anche i due alfieri del M.C. Franco Mancini 2000. Questo campionato toccherà anche le piste di: Ortona, Battipaglia e Latina. Per Platone sarà un doppio impegno perché dovrà anche a difendere il titolo CIVS conquistato nel 2020. Per Marchetti quella di Cecina sarà il debutto in gara nella categoria CRF.

I due piloti godranno in pista dell’assistenza e del supporto che gli fornirà il negozio Stile di Guida di FR che come sempre seguirà i piloti del sodalizio ciociaro in questo campionato. Comunque a tutti e due i piloti il direttivo del M.C. Franco Mancini augura “un grosso In bocca al lupo”.

Continua a leggere

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Santarelli: “Peccato per il pari subito in rimonta col Castelnuovo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga osserverà due settimane di pausa da campionato. La formazione del presidente Bruno Camerini, infatti, non ha partite da recuperare nella “finestra” voluta dalla Lega Nazionale Dilettanti per cercare di “allineare” le classifiche dei vari gironi. “Certo, non è il massimo fermarsi per due settimane quando mancano otto partite alla fine della stagione – dice il centrocampista classe 1995 Flavio Santarelli – Però anche le squadre che si troveranno a giocare magari tre o quattro partite in questo stesso periodo potrebbero avere problemi. Noi ci concentreremo sul lavoro da fare per presentarci al meglio al rush finale”. L’ex giocatore del Montespaccato parla dell’ultimo match pareggiato 3-3 (doppietta di D’Agostino e gol di Cardillo) sul campo del Castelnuovo Vomano, al termine di una gara davvero incredibile. “Sapevamo di avere di fronte un avversario di ottimo livello. E’ stata una partita difficile, giocata su un campo piccolo, ma molto bello. Abbiamo espresso un buon calcio per 70’ e siamo riusciti ad andare sul 3-0 con pieno merito, poi dopo aver sciupato l’opportunità del poker e aver subito il gol dell’1-3 sul contropiede a un quarto d’ora dalla fine è cambiato tutto. Non c’è stata una causa unica, dal mio punto di vista non è stato né un problema fisico né mentale: la qualità degli avversari ha avuto un peso, poi ovviamente anche noi avremmo potuto gestire meglio il vantaggio. Peccato perché sarebbe stata una vittoria molto importante”. La Cynthialbalonga è comunque in piena zona play off: “Ma come accaduto domenica, non possiamo pensare di aver acquisito quel piazzamento. Mancano ancora tante gare e noi dobbiamo ragionare partita dopo partita”. Di certo Santarelli è felice della scelta fatta qualche mese fa di approdare nel club castellano: “Sono entrato in un bel gruppo, molto compatto. Venivo da quattro mesi al Montespaccato in cui avevo avuto pochissimo spazio, con mister Chiappara invece sto riuscendo a dare il mio contributo. La Cynthialbalonga mi ha accolto benissimo e sono felice di aver fatto questo passo a gennaio”.



Continua a leggere

Calcio

Sporting Ariccia (calcio, Eccellenza), Longo: “Con la Lupa passi in avanti a livello di prestazione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Ariccia (Rm) – Lo Sporting Ariccia non è riuscito a sbloccarsi. La formazione castellana, dopo il k.o. all’esordio della “fase 2” dell’Eccellenza laziale sul campo dell’Unipomezia, ha perso di misura (0-1) contro un’altra delle protagoniste annunciate del girone, vale a dire la Lupa Frascati. “Loro sono una squadra forte e molto organizzata e con due attaccanti molto bravi – commenta l’esterno offensivo classe 1994 Mattia Longo – Nel primo tempo ci hanno messo in chiara difficoltà, poi nel secondo abbiamo alzato il baricentro e siamo stati anche pericolosi in qualche occasione, rischiando di trovare il pareggio. Credo che si siano visti dei passi in avanti rispetto alla prestazione di Pomezia, anche se in generale questo gruppo non molla mai fino alla fine anche quando il risultato è compromesso”. Longo è stato proposto nella posizione di seconda punta: “Anche allo Sporting Genzano ho giocato in quel ruolo, ma all’epoca “giravo intorno” ad una prima punta classica. Domenica, invece, anche Fortini nel primo tempo e poi il subentrato Nanni hanno caratteristiche fisiche diverse da una prima punta tradizionale, ma abbiamo comunque fatto il possibile. Comunque mi piace giocare lì perché sono più vicino alla porta e si corre di meno” sorride Longo che poi assicura il massimo impegno dello Sporting Ariccia anche se la classifica non darà forti stimoli da qui alla fine: “Abbiamo un gruppo molto giovane e quindi bisogna dimostrare di meritare questa categoria. E’ chiaro che la società sta gettando le basi in vista della prossima stagione e noi elementi più “esperti” dobbiamo trascinare con l’esempio il resto della squadra. Poi c’è il ruolo di mister Eliano Trinca che si è dimostrato molto abile nella gestione del gruppo. Ora stiamo già preparando il match di domenica sul terreno del Campus Eur e vogliamo al più presto cancellare quello zero dalla voce dei punti in classifica”. La chiusura è sulla società: “Ci ha fatto capire che sta lavorando su questo gruppo per ripartire al meglio nella prossima stagione. Il periodo non è semplice e a livello organizzativo ci vuole tempo per trovare le giuste soluzioni, ma intanto è già partito un lavoro sulla Scuola calcio che può essere estremamente significativo per dare corpo al progetto sportivo di questo club”.



Continua a leggere

I più letti