1

Lo speciale di Officina Stampa: l’ANCRI ricorda le vittime del terrorismo

Una puntata per non dimenticare e per ribadire che non esistono ex terroristi come non esistono ex vittime. Ospiti della trasmissione: il Prefetto Francesco Tagliente già Questore di Roma, il dottor Carlo Iovinella che all’epoca dei fatti era il Capo della Sezione Omicidi della Squadra Mobile della Questura di Roma e il Presidente dell’ANCRI l’associazione degli Insigniti al Merito della Repubblica Tommaso Bove

Domenica prossima ricorrerà la Giornata della memoria dedicata alle vittime del terrorismo. Una ricorrenza della Repubblica Italiana istituita con la legge 56 del 4 maggio 2007 che si celebra ogni 9 maggio di ogni anno in considerazione del fatto che il 9 maggio 1978 fu ucciso dalle Brigate Rosse Aldo Moro.

Un riconoscimento, dunque, offerto al sacrificio di chi è stato colpito dalla violenza del terrorismo di ogni matrice e il sentimento di vicinanza e di solidarietà da parte di tutte le Istituzioni dovuto alle loro famiglie che deve spingere tutti noi a promuovere e garantire con forza i diritti di libertà e a condannare e contrastare ogni forma di terrorismo, che rappresenta un pericolo per le istituzioni democratiche e repubblicane.

Una puntata di Officina Stampa, quella trasmessa giovedì 6 maggio, che ha visto ospiti d’eccezione: il Prefetto Francesco Tagliente già Questore di Roma, il dottor Carlo Iovinella che all’epoca dei fatti era il Capo della Sezione Omicidi della Squadra Mobile della Questura di Roma e il Presidente dell’ANCRI l’associazione degli Insigniti al Merito della Repubblica Tommaso Bove. Una puntata che la redazione di Officina Stampa insieme all’ANCRI ha interamente dedicato alle vittime del terrorismo e a quel periodo della storia d’Italia conosciuto come “Gli anni di Piombo”.

LA PUNTATA DI OFFICINA STAMPA SU FACEBOOK



LA PUNTATA DI OFFICINA STAMPA SU YOUTUBE