Connect with us

Primo piano

LOTTERIA ITALIA: PRIMO PREMIO DI 5 MILIONI DI EURO A VERONELLA

Clicca e condividi l'articolo

Il tabaccaio di Veronella: “Siamo 'sepolti' dalla nebbia aspettiamo che si alzi un po' e poi abbiamo il prosecco pronto per festeggiare”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print
Redazione
 
Roma – Ieri sera erano in tanti gli italiani inchiodati davanti la tv  che speravano di vedere apparire sullo schermo televisivo gli stessi numeri presenti sul biglietto della Lotteria Italia precedentemente acquistato, ma le sei enunciazioni fatte nel corso della trasmissione Rai Affari Tuoi hanno portato alle seguenti vincite:
 
1° Premio: Biglietto numero G 050111, venduto a Veronella (Verona) in Via Giavone 5, vince 5 milioni di euro
 
2° Premio: Biglietto numero Q 146948, è stato venduto sull’Autostrada Milano-Napoli, presso la stazione di servizio San Nicola Est di San Nicola la Strada (Caserta) e vince 2 milioni di euro
 
3° Premio: Biglietto numero  E 367077, venduto a Roma in Via Aversa 26 e vince 1,5 milioni di euro
 
4° Premio: Biglietto numero N 235789, è stato venduto a Varese in Via Francesco Daverio numero 158 e vince un milione di euro
 
5° Premio: Biglietto numero M 115765 è stato venduto a Como in Via G.B. Scalabrini numero 76 e vince 500mila euro.
 
6° Premio: Biglietto numero R 451283 è stato venduto a Fabro (Terni) e vince 250mila euro
 
Intanto nella tabaccheria a Veronello (Verona), dove è stato venduto il biglietto che si è aggiudicato il primo premio dice all’Ansa: “Siamo 'sepolti' dalla nebbia aspettiamo che si alzi un po' e poi abbiamo il prosecco pronto per festeggiare”, descrive poi il negozio, spiega che si trova lungo una strada dove sono in tanti a fermarsi per prendere un panino, un pacchetto di sigarette e biglietti. I biglietti venduti in questa Lotteria Italia sono di 8,7 milioni e gli incassi di 43,5 milioni di euro ed è il miglior risultato dal 2010. Anche se i numeri record sono stati toccati negli anni 80 e 90, quando le vendite arrivavano a 30 milioni. Precisamente nel 1988 sono stati venduti 37,4 milioni di biglietti. Roma rimane leader con 1,4 milioni di biglietti venduti. 
 
Ecco i numeri estratti dei 50 biglietti della Lotteria Italia di seconda categoria dal valore di 50 mila euro ciascuno.

N 059782 Roma
F 045109 Arzano (NA)
M 304594 Perugia
N 445032 Scandicci (FI)
F 148712 Messina
N 289700 Casorate Primo (PV)
I 409005 Foggia
I 336350 Mirabella Eclano (AV)
G 136384 Novi Ligure (AL)
P 300603 Marghera (VE)
T 243656 Battipaglia (SA)
C 101037 Caponago (MB)
U 115098 Miglianico (CH)
U 158462 Putignano (BA)
B 016705 Bubano (BO)
G 134970 Roma
N 289766 Milano
D 153712 Savignano sul Rubicone(FC)
R 141740 Pietrelcina (BN)
A 067796 Albano laziale (RM)
R 064565 Erbusco (BS)
N 115963 Fiumicino (RM)
P 088851 Ceriale (SV)
N 355177 Ferentino (FR)
M 436777 San Polo di Enza (RE)
D 034185 Rapallo (GE)
A 345519 Bologna
C 021852 Orbassano (TO)
C 135731 Roma
N 329388 Magliano Sabina (RI)
Q 159032 Grado (GO)
I 094655 Roma
B 119521 Ferrara
R 199106 Salzano (VE)
M 156008 Sant'Ilario d'Enza (RE)
B 465873 Castrovillari (CS)
I 466486 Erbusco (BS)
G 230259 Passons (UD)
N 034879 San Benedetto del T. (AP)
A 265196 Concesio (BS)
L 378690 Roma
B 252586 Castiglione dei Pepoli (BO)
I 348672 Livorno
M 169752 Legnano (MI)
B 143910 Erbusco (BS)
P 183439 Borgone Susa (TO)
T 359200 Roma
T 232741 Falerone (FM)
B 034878 Villa Pedergnano (BS)
Q 429692 Torino di Sangro (CH)
 
Infine ecco i biglietti della Lotteria Italia che hanno vinto i 150 premi di terza categoria da 25 mila euro:
 
Serie e numero Venduto:  C 096099 Belforte Monferrato Q 407599 San Severo F 232643 Boscoreale T 177394 Gualdo Tadino Q 277412 Roma I 066090 Sassuolo V 039489 Roma A 471541 Modena I 210872 Sant'Agata di Puglia C 147614 Bruzolo D 191373 Vimodrone O 060362 Riccione M 115490 Como I 058376 Napoli N 200127 Milano S 064836 Gallicano nel Lazio R 013424 Mondolfo A 032650 Civate G 255942 Leverano B 443351 Modena A 313151 Napoli N 376748 Novi Ligure P 143743 Tivoli D 445660 Modena D 319196 Roma F 047357 Verona O 243328 Somaglia B 489114 Frascati D 256737 Modena G 076395 Novara M 054555 Fermo T 499074 Reggio Emilia M 374901 Roma G 003281 Crotone G 178366 Mortegliano O 412656 Marigliano L 263042 San Giovanni in Persiceto M 066640 Sant'Omobono Terme T 490882 Moncalieri T 226283 Roma D 093268 Gello P 237945 Enna O 154887 Arese A 281581 Teano T 305255 Modena A 104044 Calolziocorte N 305094 Campogalliano M 126182 San Giuliano Milanese C 367375 Palermo P 011508 Palermo G 292660 Castelnuovo Berardenga O 009049 Cavallino E 446541 Anagni N 306011 Milano F 197598 Campagna L 144762 Corsico F 025460 Tavagnacco O 442583 Orbetello O 284725 Roma Q 221682 Gallarate D 083294 Pomezia N 158196 Roma B 189387 Aiello del Sabato D 388086 Mirabella Eclano I 346506 Marigliano O 223618 Cimitile P 094415 Vecchiano G 402022 Silvi B 089115 San Giorgio a Liri D 466869 Venezia C 053159 Vittorio Veneto P 474490 Milano D 019854 Ispra F 314383 Roma A 123399 Bologna B 126871 Napoli E 148463 Città della Pieve E 313634 San Nicola la Strada U 137916 Roma I 362979 Modena A 166240 Castrocielo G 194956 San Giorgio di Mantova E 243531 Giussano L 388855 Castelnuovo di Porto F 092557 Anagni U 148949 Binasco N 062649 Roma M 207280 Bagno a Ripoli E 139582 Salbertrand L 404730 Napoli P 034749 Lecco D 030541 Civate D 181028 Siena P 300910 Monte Sant'Angelo P 010447 Rapallo M 430533 Rezzato I 115044 Milano V 026909 Milano Q 360617 Domodossola Q 083061 Erbusco B 208271 Roma R 348177 Cassino B 210142 Nichelino P 023388 Roma R 476855 Roma L 175753 Grumello del Monte S 031407 Giulianova M 256708 Tolentino I 107057 Carpi M 109585 Imperia S 426394 Cimitile I 160583 Lecco Q 305046 Milano O 008892 Ispica S 327566 Ravenna I 256610 Lecco F 234719 Torino B 146317 Voghera N 191502 Napoli N 220054 Botticino M 499210 Modena L 139722 Zola Predosa B 118493 Carrara S. Giorgio A 029088 Castagnole delle Lanze L 029972 San Biagio di Callalta D 190355 Torino L 363000 Casalbuono M 230371 Vallo della Lucania S 432790 Ascoli Piceno E 436254 Francavilla Fontana T 271918 Firenze F 054549 Ausonia B 198127 Cerignola E 374557 Roma E 078386 Milano Q 098737 Osio Sopra P 113158 Termini Imerese D 079871 Metaponto P 477551 Torre Canne (Fasano) C 095973 Ferrara S 325682 Rosarno I 356754 Vicenza C 323324 Firenze T 241815 Lucignano B 151307 Todi P 472255 Roma P 035389 Mesagne P 206671 Roma P 176435 San Candido C 165510 Civitella Val di Chiana.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Esteri

Caso Marò, è finita: chiusi tutti i procedimenti a carico di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La Corte Suprema indiana ha ordinato la chiusura di tutti i procedimenti giudiziari nel Paese a carico di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, i due Marò coinvolti nella morte di due pescatori indiani nel 2012. Lo riporta il giornale indiano in lingua inglese The Hindu.

La Corte Suprema indiana aveva rinviato la chiusura del caso lo scorso 19 aprile perche’ l’indennizzo di cento milioni di rupie (circa 1,1 milioni di euro) che l’Italia doveva versare alle famiglie delle vittime non era stato ancora depositato.

Nel corso dell’udienza del 19 aprile, che era stata presieduta dallo stesso presidente della Corte – Sharad Arvind Bobde – il procuratore generale dello Stato, Tushar Mehta, aveva dichiarato che “l’Italia ha avviato il trasferimento di denaro”, aggiungendo però che la somma non era ancora disponibile. Il nove aprile scorso la Corte aveva deciso che il caso sarebbe stato chiuso solo dopo il deposito del risarcimento pattuito. I due militari erano accusati di aver ucciso nel 2012 due pescatori indiani, al largo delle coste del Kerala: i fucilieri, che erano impegnati in una missione antipirateria a bordo della nave commerciale italiana Enrica Lexie, videro avvicinarsi il peschereccio Saint Antony e, temendo un attacco di pirati, spararono alcuni colpi di avvertimento in acqua. A bordo della piccola imbarcazione, però , morirono i due pescatori Ajeesh Pink e Valentine Jelastine, e rimase ferito l’armatore del peschereccio, Freddy Bosco. Dopo un lungo contenzioso, nel luglio del 2020 il tribunale internazionale dell’Aja, che aveva riconosciuto “l’immunità funzionale” ai fucilieri, aveva stabilito che la giurisdizione sul caso spettava all’Italia e aveva disposto il risarcimento alle famiglie delle vittime.

“Chiusi tutti i procedimenti giudiziari in India nei confronti dei nostri due marò, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Grazie a chi ha lavorato con costanza al caso, grazie al nostro infaticabile corpo diplomatico. Si mette definitivamente un punto a questa lunga vicenda”. Lo scrive su twitter il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Continua a leggere

Salute

Coronavirus, Variante Delta: più resistente ai vaccini, in particolare a una singola dose

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Preoccupazione per il potenziale impatto della variante Delta nei paesi più poveri

La variante Delta di Covid-19, identificata per la prima volta in India, è oggi presente in 74 paesi e continua a diffondersi rapidamente tra i timori che possa diventare il ceppo dominante in tutto il mondo.

Focolai della variante Delta sono stati confermati in Cina, Stati Uniti, Africa, Scandinavia e paesi dell’area del Pacifico. Gli scienziati riferiscono che sembra essere più trasmissibile, oltre a causare malattie più gravi.

Negli Stati Uniti, secondo l’ex commissario della Food and Drug Administration Scott Gottlieb, i casi della variante Delta raddoppiano all’incirca ogni due settimane e rappresentano il 10% di tutti i nuovi casi, mentre nel Regno Unito rappresenta oltre il 90% dei nuovi casi.

Mentre le autorità sanitarie di tutto il mondo stanno raccogliendo e condividendo dati sulla diffusione della nuova variante, il timore è che nei paesi in via di sviluppo, con sistemi di monitoraggio meno robusti, la variante Delta possa già essersi diffusa molto più di quanto riportato.

Ashish Jha, il preside della scuola di sanità pubblica della Brown University negli Stati Uniti, la scorsa settimana ha definito la variante Delta “la variante più contagiosa che abbiamo visto finora”.

Come accaduto cone le precedenti varianti di coronavirus durante la pandemia, la variante Delta si sta dimostrando perniciosa ed efficace nell’evitare i controlli alle frontiere e le misure di quarantena. In Australia, sono stati osservati casi a Melbourne nonostante i severi controlli.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità già ad Aprile aveva designato la variante Delta come una variante di interesse per poi definirla una variante di preoccupazione l’11 maggio.

Sembra causare sintomi più gravi, secondo le prove osservate in India e altrove, tra cui mal di stomaco, nausea, vomito, perdita di appetito, perdita dell’udito e dolori articolari.

Le prove provenienti da Guangzhou in Cina, in particolare, sono state definite come preoccupanti. Lì, i funzionari sanitari hanno riferito che il 12% dei pazienti si ammala in modo grave o critico entro tre o quattro giorni dall’insorgenza dei sintomi – fino a quattro volte superiore rispetto alle precedenti epidemie – e gli individui malati infettano più persone.

La ricerca in Cina, rispecchiando a grandi linee quella nel Regno Unito, dove la variante Delta è diventata dominante, ha anche scoperto che il ceppo sembra essere un po’ più resistente ai vaccini, in particolare a una singola dose.

Tutto ciò ha suscitato un rinnovato dibattito su come i governi dovrebbero rispondere alla variante Delta. Tra le difficoltà nel prevenire la diffusione della variante a livello globale, diversi paesi stanno tentando approcci diversi per cercare di controllarne la diffusione.

Forse il più radicale, come si è visto anche nello scoppio iniziale del coronavirus a Wuhan, è stato l’approccio della Cina dopo il primo caso confermato della variante Delta, in una donna di 75 anni a Liwan, un distretto della città meridionale di Guangzhou. , dopo aver visitato un ristorante.

Ha richiesto nuove misure tra cui veicoli navetta senza conducente che consegnano cibo e forniture a decine di migliaia di persone nei distretti che sono sotto stretto isolamento, mentre una flotta di 60 droni garantisce che le persone rimangano in casa.

L’Indonesia ha dichiarato lunedì di aspettarsi che una nuova ondata di infezioni da coronavirus raggiungerà il picco all’inizio di luglio, poiché la variante Delta diventa più dominante in alcune aree e con l’occupazione degli ospedali a Giacarta che raggiunge il 75%.

I casi in India sono diminuiti nelle ultime settimane e il Regno Unito, in particolare, viene osservato da vicino come il canarino nella miniera di carbone da paesi i cui programmi di vaccinazione sono già a buon punto, come gli Stati Uniti e Israele, desiderosi di capire cosa l’avvento della variante Delta significa per ricoveri e decessi.

Parlando a Face the Nation della CBS, Gottlieb, che fa parte del consiglio di amministrazione di Pfizer e ha scritto un libro sulla pandemia, ha affermato che era inevitabile che la variante Delta diventasse dominante negli Stati Uniti. “Guarda, e continuerà a diffondersi. È preoccupante. Sembra essere più trasmissibile… Quindi questo è più contagioso. Sembra che le persone che contraggono questo virus abbiano cariche virali più elevate e abbiano quelle cariche virali per periodi di tempo più lunghi”, ha affermato. “In questo momento negli Stati Uniti si tratta di circa il 10% delle infezioni. Raddoppia ogni due settimane. Quindi probabilmente diventerà il ceppo dominante qui negli Stati Uniti”.

I commenti di Gottlieb hanno fatto eco a quelli di Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, che una settimana prima aveva avvertito che gli Stati Uniti non potevano permettere che la variante Delta diventasse dominante come era successo nel Regno Unito.

“Chiaramente ora la sua trasmissibilità sembra essere maggiore del tipo selvatico”, ha detto Fauci. “Questa è una situazione, come era in Inghilterra dove avevano un B.1.1.7 [variante Alpha] dominante, e poi la [variante Delta] ha preso il sopravvento. Non possiamo permettere che ciò accada negli Stati Uniti”.

Per ora, tuttavia, gli Stati Uniti – dove il 43,6% degli adulti sono completamente vaccinati – si attengono alla loro politica di protezione contro la variante incoraggiando la vaccinazione, con poca pressione per nuovi blocchi o restrizioni simili.

Mentre la preoccupazione sta aumentando nei paesi con sistemi sanitari e programmi di vaccinazione ben sviluppati, la cosa più preoccupante è il potenziale impatto della variante Delta nei paesi più poveri.

Gli ospedali della capitale della Repubblica Democratica del Congo, Kinshasa, sono stati “travolti” dall’aumento dei contagi da Covid. Il presidente, Félix Tshisekedi, ha affermato che il Paese è nel mezzo di una terza ondata guidata in parte dalla variante Delta. “Prenderò misure drastiche per affrontare questa recrudescenza della malattia. Parliamo in particolare della variante indiana”, ha detto Tshisekedi, senza specificare quali misure avesse previsto.

Il governo dello Zimbabwe ha annunciato nel fine settimana un blocco localizzato di due settimane per i distretti di Hurungwe e Kariba dopo aver rilevato la variante Delta. Il governo ha affermato che negli ultimi tre giorni sono stati registrati più di 40 casi.

Continua a leggere

Ambiente

Cina, paura per la centrale nucleare ma per le autorità tutto nella norma

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Uno dei reattori EPR della centrale nucleare di Taishan, nel sud della Cina, ha fatto registrare “un aumento della concentrazione di alcuni gas nobili nel circuito primario”, ha fatto sapere il gruppo francese EDF.

EDF, uno dei gruppi che ha partecipato alla costruzione dell’impianto, “è stata informata dell’aumento della concentrazione di alcuni gas nobili nel circuito primario del reattore n.1 della centrale nucleare di Taishan, gestita dal TNPJVC, joint-venture di CGN (70%) e EDF (30%)”, si legge in un comunicato. Il circuito primario è un circuito sigillato che contiene acqua sotto pressione, che si scalda nella vasca del reattore a contatto di elementi combustibili.

Fra i gas cosiddetti “nobili” o rari, ci sono l’argon, l’elio, il krypton, l’argon o il neon

“La presenza di alcuni gas nobili nel circuito primario – precisa EDF – è un fenomeno noto, studiato e previsto dalle procedure di gestione dei reattori”. La tv americana CNN, sulla base di una lettera inviata da Framatome al Dipartimento per l’Energia americano, ha parlato di una possibile “fuga” nella centrale, dove ci sono due reattori EPR con tecnologia francese. Secondo la CNN, le autorità per la sicurezza cinesi avrebbero rilevato limiti “accettabili” di radiazioni all’esterno del sito per evitare di sospendere l’attività della centrale. 

Continua a leggere

I più letti