Connect with us

Roma

LUNEUR: STANNO RIMONTANDO LA RUOTA PANORAMICA, MA INTORNO E' TUTTO UN CANTIERE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti "Riapriamo il Luneur": Proprio in questi giorni i nostri iscritti stanno riflettendo sull'utilita' di rimontare la ruota quando ancora intorno non c'e' nulla

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

di Damiano Lucarelli, Silvia Albanese, Simona Curcio e Luigi Pressello – Gruppo Fb "Riapriamo il Luneur"


…….."dove eravamo rimasti", cosi Enzo Tortora iniziava "Portobello", dopo le brutte vicende giudiziarie che lo hanno coinvolto.
Dopo quasi 3 mesi di silenzio il gruppo facebook "Riapriamo il Luneur torna a far sentire la sua voce. Tre mesi di silenzio dettati da un cambio di rotta del gruppo che ci hanno permesso di rivederegli obiettivi del gruppo e la stesura di un programma che accomuni tutti i cittadini, il "nuovo RIAPRIAMO IL LUNEUR", ha deciso infatti insieme ai suoi admin Lucarelli Damiano, Silvia Albanese, Simona Curcio e Luigi Pressello di allontanarsi dalle vicende legali, burocratiche e politiche che riguardano la vicenda Luneur per far spazio a quelle che sono le richieste dei cittadini per il parco giochi piu antico d'Italia.
Questo radicale cambio di direzione ad oggi sta dando i suoi frutti visto che siamo passati da 5600 iscritti risalenti a Novembre 2014 ai quasi 8000 iscritti che contiamo a tutt'oggi, notando inoltre che gli stessi cominciamo a frequentare il gruppo molto piu assiduamente e partecipano ai vari dibattiti che ogni giorno vengono proposti segno evidente che la politica aveva stancato anche i membri di un piccolo,misero e inutile gruppo facebook (cosi alcuni ci hanno descritto).
Tornando al Luneur e quindi al cuore di quello che e' il nostro gruppo, abbiamo visto, ed e' sotto gli occhi di tutti,che stanno rimontando la "ruota panoramica" del Luneur.
Questa notizia ha fatto il giro di quasi tutti i quotidiani e giornali on line della Capitale, ma analizzandoli attentamente molti hanno dato risalto a questa notizia e in pochi si sono fermati a vedere come stanno le cose intorno alla ruota stessa.
Sabato scorso abbiamo fatto un giro intorno al perimetro del Luneur e abbiamo constatato coi nostri occhi che la situazione è abbastanza preoccupante, infatti quasi tutta l'area e' ancora un cantiere a cielo aperto e in nessun punto del parco si intravede la fine dei lavori.
Stessa preoccupazione e' stata avanzata dal presidente del IX municipio Andrea Santoro che in un intervista rilasciata ad un noto quotidiano ha espresso lesue perplessità afferamando che: “La struttura portante della ruota panoramica è stata montata e di questo ovviamente siamo lieti. Ho eseguito un sopralluogo e mi pare che però i lavori siano lontani dalla conclusione”, queste dichiarazioni tuonano nel nostro gruppo come un malcontento che a questo punto non sono solo circoscritte ad un gruppo di cittadini ma questa situazione comincia a far storcere il naso anche agli amministratori direttamente coinvolte nella questione Luneur.
troppe volte è stata annunciata la riapertura del Luneur ma ormai siamo al 2015 e del Luneur ancora non c'e' traccia senon quella ruota rimontata in mezzo a calcinacci, ruspe e montagne di terra.
Proprio in questi giorni i nostri iscritti stanno riflettendo sull'utilita' di rimontare la ruota quando ancora intorno non c'e' nulla, molte le domande che si pone la gente, sara' stata rimontata perche' la ditta che aveva l'appalto per la manutenzione aveva terminato il lavoro?, sara' stata rimontata perchè l'apertura e' imminente?
Domande lecite e a dimostrazione della voglia di tutti di rivedere il Luneur tornare in voga, ma secondo noi la domanda forse piu corretta da fare sarebbe: Non e' che per caso , viste le dichirazioni del presidente di Eur spa datate Marzo 2014, doveaffermava che se entro un anno il Luneur non  sarebbe stato riaperto avrebbe tolto la concessione, comincino a far preoccupare i vertici della Luneur Park e di Cinecittà Ent, ragion per cui il rimontaggio della ruota possa dimostrare che i lavori sono quasi ultimati?.
La nostra, al momento, è solo un ipotesi ma di certo, almeno secondo noi, il Luneur, a fine Marzo non riaprira' di certo, ovviamente noi continuiamo a gridare a gran voce il nostro "NO AL FAMILY PARK 0-12 ANNI", ma adesso lo facciamo da comuni cittadini senza richiedere documenti, bandi, lettere, ricorsi, dispostivi ecc ecc, cose piu grandi di noi che lasciamo volentieri in mano a chi fino ad oggi le ha portate in piazza.

vogliamo arrivare dritti al cuore della questione, andando dal presidente di Eur spa Pierluigi Borghini, che gia ci ha ricevuto nell'Aprile del 2014, e dal presidente della Luneur Park Antonio Abete.
Adesso che il nostro gruppo è lontano dalla politica, dalle carte e da certe persone, avrà davanti a se la strada spianata per arrivare molto lontano sempre e solo per il bene del Luneur, non cerchiamo consensi, non cerchiamo carriere politiche, siamo solo un gruppo di persone che vogliono confrontarsi con chi sta realizzando il Luneur per esporgli i nostri dubbi, le nostre preoccupazioni e le nostre idee per il parco giochi piu antico d'Italia.
Gli admin del gruppo FB "Riapriamo il Luneur"

 

Castelli Romani

Marino, nuovo decoro al sito della Memoria a Villa Desideri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Si è tenuta in forma essenziale, a causa delle prescrizioni anti Covid, la cerimonia commemorativa in occasione del Giorno della Memoria che ricorre oggi 27 gennaio.La delegazione comunale ha visto presenti il Sindaco Stefano Cecchi e la Giunta comunale quasi al completo insieme ad alcuni Consiglieri Comunali e rappresentanti della politica locale.Accompagnato dal Comandante F.F. della Polizia Locale Monica Palladinelli, il Sindaco ha scoperto la nuova targa installata presso l’Ulivo della Memoria nell’aiuola prospiciente la Biblioteca Civica “V. Colonna”.Successivamente l’omaggio di una corona di margherite gialle a ricordo della stella gialla di David che i nazisti obbligavano agli ebrei a cucirsi sui vestiti.“Sebbene sia stata una cerimonia semplice, scoprire la targa è stato come confermare a tutta la comunità che il ricordo è vivo, lucido, presente e indelebile anche qui sul nostro territorio.”

Continua a leggere

Roma

Roma, Santori (Lega): “Valorizzare sampietrini. Cantieri infiniti!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

“I sampietrini romani sono un patrimonio unico che la città non riesce a valorizzare e custodire come dovrebbe. I cantieri sono infiniti, le strade restano chiuse per mesi e quando riaprono sono già piene di toppe, il commercio è ridotto al lumicino. Disabili bloccati, passi carrabili ostruiti da ruspe e camion, negozi chiusi”. Lo dichiara in una nota il consigliere della Lega e segretario in aula Giulio Cesare Fabrizio Santori, a margine della riunione odierna della commissione capitolina Lavori Pubblici di cui è componente. “Vogliamo saperne di più sul destino dei sampietrini rimossi dalle strade romane, faremo un sopralluogo per controllare i depositi nei quali sono custoditi. Chi conta gli storici blocchetti romani, chi li custodisce e chi li cataloga, soprattutto quando restano ammucchiati agli angoli delle strade. Sono una ricchezza”, afferma Santori, che annuncia sull’argomento una mozione in Assemblea capitolina. “Incuria e abbandono la fanno da padroni, basta guardare via Nazionale, dove dopo gli interventi il fondo stradale è di nuovo pieno di rattoppi, e via Baccina, ridotta a una discarica a cielo aperto, mentre degli operai che avrebbero dovuto completare i lavori non c’è più traccia. Via dei Cerchi e viale Aventino sono ormai ostaggio dei cantieri, le ciclabili un miraggio, la viabilità un incubo, e in questa triste danza di incompetenza e faciloneria Roma sprofonda quotidianamente nel caos”, conclude Santori.

Continua a leggere

Metropoli

Colleferro, 18enne sorpreso con 80 dosi di hashish

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri della Stazione di Colleferro, al termine di un mirato servizio di controllo del territorio, hanno arrestato un 18enne del luogo, indagato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dai Carabinieri e sottoposto a perquisizione personale, ad esito della quale è stato trovato in possesso di 65 g di hashish, suddiviso in 80 involucri, già confezionati e pronti per la cessione.Il 18enne, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma, in attesa del processo.  

Continua a leggere

I più letti