1

MALTEMPO METTE NORD IN GINOCCHIO

Redazione

 Il Nord e' ancora flagellato dal maltempo. Un uomo di 70 anni, Brunello Canuto, e' morto e un suo vicino di casa e' rimasto ferito dopo essere stati investiti da una frana a Crevacuore, in Valsessera, provincia di Biella. I due sono stati travolti dallo smottamento del terreno vicino alle loro abitazioni, che stavano osservando preoccupati a causa delle forti piogge che si sono abbattute sulla zona. L'uomo ferito e' stato trasportato all'ospedale di Borgosesia, nel Vercellese. Intanto la zona di Leivi dove hanno perso la vita i coniugi Carlo Arminise, 73 anni e Franca Iaccino, di 69, e' stata posta sotto sequestro dall'Autorita' Giudiziaria che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo plurimo e disastro colposo. Il maltempo non concede tregua anche a Genova, dove permane la massima allerta meteo, di livello 2, fino alle 15, quando scattera' l'allerta uno fino alla mezzanotte. La pioggia battente della notte ha determinato nuovi disagi in citta': l'esondazione del rio Veilino, nel quartiere di Staglieno, ha provocato allagamenti di strade, scantinati, attivita' economiche. Nel ponente sono state chiuse via Cornigliano e corso Perrone, quest'ultimo allagato a causa della tracimazione degli argini del rio Cervetto. La pioggia provoca frane e smottamenti: sulle alture di Pra', in via Montecucco, un costone di roccia ha investito una palazzina dove vivono tre famiglie che sono state sfollate. Situazione analoga anche a Rivarolo. Gravi disagi infine per i trasporti e per chi si mette in viaggio verso Genova. L'aeroporto Cristoforo Colombo e' in tilt e tutti i voli in partenza registrano forti ritardi, mentre gli arrivi sono dirottati.
  Sempre al Nord, strade e scuole chiuse nell'Alessandrino, mentre e' stata riattivata in mattinata la circolazione ferroviaria sulla linea Venezia-Trieste, fra Latisana e San Giorgio di Nogaro. C'e' poi da registrare la tromba d'aria che ha investito nelle prime ore della mattina il litorale del versante occidentale della provincia di Taranto, colpendo in particolare la zona di Castellaneta Marina e Ginosa Marina, oltre che interessare gli abitati piu' interni, quali Castellaneta e Ginosa. Numerosi alberi sradicati – tra cui almeno 200 ulivi secolari – e gli allagamenti. Un "grande patto" tra Stato, Regioni, comuni e cittadini in cui "ciascuno faccia la sua parte" per evitare le tragedie legate al maltempo e al dissesto idrogeologico viene chiesto dal ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.