Connect with us

Redazione Lazio

MARCO SILVESTRONI (FDI-AN): "DA OGGI SI PARTE PER VINCERE ALLA REGIONE LAZIO"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Più di 200 mila persone tra Roma e provincia hanno deciso di stare insieme a noi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Red. Politica

Palombara Sabina (RM) – Un intervento a tutto campo quello di Marco Silvestroni, coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia-AN e Consigliere presso la Città Metropolitana di Roma Capitale, durante l'evento "Io sto con Giorgia" che si è tenuto a Castello Savelli di Palombara Sabina, uno dei luoghi più suggestivi dell'intera area metropolitana dove si è fatto il punto della situazione post comunali che hanno decretato la leadership del centrodestra al partito della Meloni. "Mentre si ragiona su chi ha vinto e su chi ha perso, – Ha esordito Marco Silvestroni – se ha perso la politica da sinistra a destra e se ha vinto il voto umorale e non politico, non  convinto ma disperato o dato per sfregio. Noi ancora una volta – ha proseguito il coordinatore provinciale FDI-AN – abbiamo rischiato e abbiamo vinto. Più di 200 mila persone tra Roma e provincia hanno deciso di stare insieme a noi. Molti di più se non ci fossero state scelte scellerate da parte di chi, ha voluto rappresentare agli elettori  un centrodestra non compatto. E voglio ringraziare sinceramente – ha proseguito Silvestroni – quelli che ci hanno creduto, e che adesso sono parte, integrante di questa straordinaria  avventura".

Ringraziamenti "Consentitemi anche di ringraziare – ha detto ancora Silvestroni – sinceramente i dirigenti, i militanti, i volontari i candidati sindaci Cuccioletta, Piergotti, Papalia, i nostri Dirigenti giovanili Federico Palla Presidente provinciale dei giovani e Mario Pozzi regionale ma soprattutto Rachele Mussolini eletta in assemblea capitolina con i nostri 7 Sindaci, Flavio Cera eletto a Bellegra, Luca Branciani a Montelibretti, Alessandro Lundini a Marcellina, Domenico Di Bartolomeo riconfermato a Montorio più quelli già in carica come Ercole Viri ad Affile e angelo Lupi a Cave e il padrone di casa Alessandro Palombi sindaco di questa splendida Città e tutti i 52 amministratori fra assessori e consiglieri che si sono messi a lavorare senza sosta per ottenere risultati che in qualsiasi modo vogliate leggere o interpretare sono da applauso. Festeggiamo qui a Palombara, – ha specificato Silvestroni – un comune che Alessandro Palombi governa con una maggioranza monocolore di Fratelli d’Italia, il nostro impegno e i risultati ottenuti,  che ci consentono di ritornare protagonisti in tantissimi comuni della città metropolitana.siamo convinti che questi eventi rappresentano una parte importante del nostro modo di fare politica, uno stare insieme che ci contraddistingue e che riteniamo parte essenziale. Spesso ce lo ricorda Giorgia,  Noi non facciamo politica per un simbolo, né per una persona. Quello per cui ci battiamo è molto più grande. E’ un futuro di dignità per il nostro popolo, un’idea di giustizia sociale, la dignità e l’identità del nostro popolo, la salvaguardia della nostra terra, la ricerca del bene comune. È la politica, il più formidabile strumento per realizzare sogni e  per mettersi al servizio degli altri,  non quella che si fa studiando i sondaggi o facendo accordicchi con strategie incomprensibili , e neanche quella che si fa nascosti dietro la tastiera di un computer, eseguendo gli ordini della Casaleggio Associati. Per noi la politica è confronto è decidere insieme è stare insieme.Ringrazio ancora una volta Giorgia Meloni, Palombi, Francesco Lollobrigida, Giancarlo Righini, Luisa Piacentini vice sindaco di Marano equo e Marco Mattei per Area Democratica, per aver permesso a tutti noi di ritrovarci in questo posto meraviglioso, come tanti ce ne sono in provincia, per condividere, per conoscersi, per rincontrarsi, per continuare a  dare voce a quell’Italia fatta di persone semplici che si rimboccano le maniche e si mettono a ricostruire". 

Silvestroni non ha risparmiato una toccata riguardo il flop ottenuto dal candidato sindaco non eletto di FI Marchini: "Quello che a noi interessa lo abbiamo ancora una volta dimostrato: essere coerenti e credibili, anche perché abbiamo visto quello che succede, quando si candidano a sindaco persone più belle che capaci, per tutti Marchini. A noi ci troveranno sempre dalla stessa parte della barricata a fare del nostro meglio, come abbiamo fatto anche questa volta. Grazie a tutti – ha concluso Silvestroni – e ora raddoppiamo l'impegno perché da qui oggi partiamo per vincere la Regione Lazio".
 

Metropoli

Bracciano, trovato un uomo impiccato sul lungo lago: è giallo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Giallo sul lago di Bracciano, dove questa mattina è stato trovato un uomo impiccato. A fare la macabra scoperta una signora mentre passeggiava sul lungo lago Argenti.

L’uomo era legato ad una corda, esanime, sul patio di un ristorante all’altezza del civico 20.
Ancora ignota l’identità del cadavere, apparentemente sembra una persona del Nord-Est Europa. La salma si trova al momento presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano. Con tutta probabilità l’autorità giudiziaria disporrà l’autopsia. Sul caso indagano i Carabinieri della Compagnia di Bracciano comandati dal Capitano Simone Anelli.

Continua a leggere

Metropoli

Canale Monterano, antiche ricette e tradizione: dopo due anni di fermo torna “La Sagra delle Fettuccine Paesane”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

24-25-26 giugno 2022

CANALE MONTERANO (RM) – Torna la Sagra delle Fettuccine a Canale Monterano, il borgo situato a nord della Capitale a pochi chilometri dal lago di Bracciano. Dal 24 al 26 giugno si potrà degustare questa pasta all’uovo “de na vorta”, rigorosamente lavorata a mano dalle nonne del paese portatrici delle antiche ricette della tradizione e dando vita ad uno dei piatti più celebri e gustosi della cucina del borgo e dell’intera regione Lazio.

Dopo due anni di fermo, a causa dell’emergenza pandemica – le donne delle varie contrade di Canale Monterano torneranno a creare diversi tipi di fettuccine in abbinamento a diversi tipi di sughi che faranno immergere i visitatori nei sapori di una volta.


Un appuntamento che con La sagra delle Fettuccine Paesane che sarà anche l’occasione per visitare il borgo di Canale Monterano e la suggestiva Monterano Antica, una delle città fantasma più note del Lazio.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, a fuoco il muro della chiesa della Misericordia. Il sindaco confuso sull’accaduto?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – In fiamme nella notte il muro della chiesa della Misericordia a Bracciano, un simbolo per la comunità. Sul lato della chiesa erano posizionati dei cartoni che hanno preso fuoco. Nessuno ha visto o capito cosa sia successo, con tutta probabilità si tratta di un gesto sconsiderato di qualcuno rimasto ad oggi ignoto. Le fiamme non si sono propagate nel circondario. A dare notizia del gesto il parroco Don Piero Rongoni: “Forse un mozzicone di sigaretta “accidentalmente caduto”….. o forse un raro fenomeno di autocombustione, oppure qualche persona annoiata dalla monotonia della quotidianità…. O peggio ancora un atteggiamento irresponsabile verso la chiesa della Misericordia, luogo importante e significativo della nostra comunità braccianese.

Fatto sta che ieri sera del fuoco si è sprigionato bruciando i cartoni appoggiati sulla parete della chiesa, luogo in cui oltre 30 volontari cercano di sostenere oltre 80 famiglie attraverso la consegna di derrate alimentari con il nostro Banco.

Non nego la tristezza e la delusione per questo gesto irresponsabile….. ma non ci arresteremo: puliremo, tinteggeremo, sistemeremo e continueremo la nostra opera sociale e caritativa”.

Non ha forse ben compreso cosa sia successo il sindaco Marco Crocicchi il quale nel dare la solidarietà ha scritto di un terribile incidente che avrebbe mandato in fumo il lavoro di oltre 30 volontari: “Voglio esprimere a nome di tutta l’amministrazione e, ne sono certo, di tutta la comunità di Bracciano, la massima solidarietà per il terribile incidente che stanotte ha mandato letteralmente in fumo il preziosissimo lavoro di raccolta di oltre 30 volontari che stanno cercando di sostenere oltre 80 famiglie attraverso la consegna di derrate alimentari con il Banco organizzato dalla chiesa della Misericordia. Al coraggio e all’impegno dei volontari, della parrocchia e del suo parroco, Don Piero Rongoni l’amministrazione non resterà indifferente e offrirà tutto l’aiuto perchè il loro lavoro è una bellissima pagina della storia della nostra città e va supportato e rilanciato”

Per fortuna il loro lavoro, o meglio le opere e impegno dei volontari sono salvi. Il parroco ha spiegato che l’incendio ha colpito un luogo dove sono impegnati ogni giorno oltre 30 persone.

Continua a leggere

I più letti