Connect with us

Redazione Lazio

MARCO SILVESTRONI (FDI-AN): "DA OGGI SI PARTE PER VINCERE ALLA REGIONE LAZIO"

Clicca e condividi l'articolo

Più di 200 mila persone tra Roma e provincia hanno deciso di stare insieme a noi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Red. Politica

Palombara Sabina (RM) – Un intervento a tutto campo quello di Marco Silvestroni, coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia-AN e Consigliere presso la Città Metropolitana di Roma Capitale, durante l'evento "Io sto con Giorgia" che si è tenuto a Castello Savelli di Palombara Sabina, uno dei luoghi più suggestivi dell'intera area metropolitana dove si è fatto il punto della situazione post comunali che hanno decretato la leadership del centrodestra al partito della Meloni. "Mentre si ragiona su chi ha vinto e su chi ha perso, – Ha esordito Marco Silvestroni – se ha perso la politica da sinistra a destra e se ha vinto il voto umorale e non politico, non  convinto ma disperato o dato per sfregio. Noi ancora una volta – ha proseguito il coordinatore provinciale FDI-AN – abbiamo rischiato e abbiamo vinto. Più di 200 mila persone tra Roma e provincia hanno deciso di stare insieme a noi. Molti di più se non ci fossero state scelte scellerate da parte di chi, ha voluto rappresentare agli elettori  un centrodestra non compatto. E voglio ringraziare sinceramente – ha proseguito Silvestroni – quelli che ci hanno creduto, e che adesso sono parte, integrante di questa straordinaria  avventura".

Ringraziamenti "Consentitemi anche di ringraziare – ha detto ancora Silvestroni – sinceramente i dirigenti, i militanti, i volontari i candidati sindaci Cuccioletta, Piergotti, Papalia, i nostri Dirigenti giovanili Federico Palla Presidente provinciale dei giovani e Mario Pozzi regionale ma soprattutto Rachele Mussolini eletta in assemblea capitolina con i nostri 7 Sindaci, Flavio Cera eletto a Bellegra, Luca Branciani a Montelibretti, Alessandro Lundini a Marcellina, Domenico Di Bartolomeo riconfermato a Montorio più quelli già in carica come Ercole Viri ad Affile e angelo Lupi a Cave e il padrone di casa Alessandro Palombi sindaco di questa splendida Città e tutti i 52 amministratori fra assessori e consiglieri che si sono messi a lavorare senza sosta per ottenere risultati che in qualsiasi modo vogliate leggere o interpretare sono da applauso. Festeggiamo qui a Palombara, – ha specificato Silvestroni – un comune che Alessandro Palombi governa con una maggioranza monocolore di Fratelli d’Italia, il nostro impegno e i risultati ottenuti,  che ci consentono di ritornare protagonisti in tantissimi comuni della città metropolitana.siamo convinti che questi eventi rappresentano una parte importante del nostro modo di fare politica, uno stare insieme che ci contraddistingue e che riteniamo parte essenziale. Spesso ce lo ricorda Giorgia,  Noi non facciamo politica per un simbolo, né per una persona. Quello per cui ci battiamo è molto più grande. E’ un futuro di dignità per il nostro popolo, un’idea di giustizia sociale, la dignità e l’identità del nostro popolo, la salvaguardia della nostra terra, la ricerca del bene comune. È la politica, il più formidabile strumento per realizzare sogni e  per mettersi al servizio degli altri,  non quella che si fa studiando i sondaggi o facendo accordicchi con strategie incomprensibili , e neanche quella che si fa nascosti dietro la tastiera di un computer, eseguendo gli ordini della Casaleggio Associati. Per noi la politica è confronto è decidere insieme è stare insieme.Ringrazio ancora una volta Giorgia Meloni, Palombi, Francesco Lollobrigida, Giancarlo Righini, Luisa Piacentini vice sindaco di Marano equo e Marco Mattei per Area Democratica, per aver permesso a tutti noi di ritrovarci in questo posto meraviglioso, come tanti ce ne sono in provincia, per condividere, per conoscersi, per rincontrarsi, per continuare a  dare voce a quell’Italia fatta di persone semplici che si rimboccano le maniche e si mettono a ricostruire". 

Silvestroni non ha risparmiato una toccata riguardo il flop ottenuto dal candidato sindaco non eletto di FI Marchini: "Quello che a noi interessa lo abbiamo ancora una volta dimostrato: essere coerenti e credibili, anche perché abbiamo visto quello che succede, quando si candidano a sindaco persone più belle che capaci, per tutti Marchini. A noi ci troveranno sempre dalla stessa parte della barricata a fare del nostro meglio, come abbiamo fatto anche questa volta. Grazie a tutti – ha concluso Silvestroni – e ora raddoppiamo l'impegno perché da qui oggi partiamo per vincere la Regione Lazio".
 

Castelli Romani

Nemi, un fiume di fogna da via De Sanctis precipita nel lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – La grandine di ieri, un olezzo indescrivibile su via G. De Sanctis dove un tombino è straripato con acqua di colore marrone che fuoriusciva di continuo. L’ odore di fogna ha in pochi minuti invaso tutta la strada.

Dalle foto e dal video girati ieri è possibile vedere come una grandine che si è interrotta dopo circa 10 minuti abbia letteralmente mandato in tilt la zona alta di Nemi dove insisterebbero anche dei piani di lottizzazione.

L’acqua scura e maleodorante si è naturalmente riversata a valle

Dalle immagini e video è evidente che l’infrastruttura fognaria non sembra reggere neppure le abbondanti precipitazioni.

Come sono stati operati i lavori ai chiusini? Si sta facendo opera di manutenzione e salvaguardia per evitare che eventi meteorici compromettano la sicurezza del Paese? Per altro siamo in zona dove il dissesto idrogeologico è una piaga per il territorio. Vanno bene gli eventi ma in questo caso la programmazione appare di tutta evidenza carente.

Continua a leggere

Cronaca

Sermoneta diventa Città: cerimonia col prefetto. Presentato il nuovo gonfalone

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

SERMONETA (LT) – Sermoneta è ufficialmente Città. Con una cerimonia formale al castello Caetani di Sermoneta, il prefetto di Latina Maurizio Falco ha consegnato al sindaco Giuseppina Giovannoli il decreto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che concede a Sermoneta il titolo onorifico, alla presenza dei comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza, del Questore, del comandante del 70° Stormo, degli eurodeputati Matteo Adinolfi e Salvatore De Meo, del senatore Calandrini, del presidente della Provincia Carlo Medici, del consigliere regionale Salvatore La Penna, degli ex sindaci Torelli e Scarsella, dei consiglieri comunali, del sindaco di Latina, del parroco Don Leonardo oltre che ai rappresentanti delle associazioni e dei centro anziani di Sermoneta.

In apertura della cerimonia, l’esibizione degli sbandieratori Ducato Caetani di Sermoneta e della banda musicale Fabrizio Caroso diretta dal maestro Michele Secci.


Dopo i saluti istituzionali, è stata la volta dell’intervento del sindaco. “Quella di oggi è una data storica per Sermoneta, la massima carica dello Stato, il Presidente della repubblica, ha riconosciuto ufficialmente l’importanza di Sermoneta attraverso un’onorificenza che la legge riserva ai Comuni in virtù della loro importanza storica, artistica, civica”, ha spiegato Giovannoli. “Sermoneta, lo posso dire con orgoglio, lo merita per la sua importante e ricca storia, per i suoi monumenti artistici, per le sue tradizioni, per le iniziative di valore culturale e artistico organizzate negli anni e che sono ormai un patrimonio della comunità”.

Dopo aver ripercorso la storia di Sermoneta, il primo cittadino ha voluto ricordare che “Sono le persone che fanno la città, non gli emblemi distintivi”: l’onorificenza deve essere “non un punto di arrivo ma un punto di partenza, uno stimolo a migliorare e a lavorare per la comunità”. Il sindaco ha voluto consegnare idealmente “questa onorificenza ai nostri studenti, ai nostri giovani, i cittadini del domani, affinché possano andare fieri del territorio dove sono cresciuti e possano continuare ad avere cura della loro città”. Infine, l’intervento del prefetto che ha ricordato i difficili tempi che stiamo vivendo e della voglia dei cittadini di tornare alla normalità. Era la prima volta che il prefetto visitava Sermoneta e non ha mancato di apprezzarne il fascino. Poi ha consegnato il decreto al sindaco.

Al termine, c’è stato il cambio del gonfalone da parte dell’Associazione nazionale carabinieri di Sermoneta, della bandiera della “Città di Sermoneta” portata dagli studenti dell’IC Donna Lelia Caetani e il cambio della fascia tricolore fatta indossare al sindaco dal Comandante della Polizia locale Giuseppe Caseti.

A terminare è stata l’esibizione degli alunni dell’indirizzo musicale della scuola di Sermoneta, presentati dalla dirigente scolastica Giovanna Tufarelli. Ora Sermoneta è inserita a pieno titolo tra le città della Repubblica Italiana.

Continua a leggere

Cronaca

Viterbo e provincia: torna il Raid degli Etruschi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La grande novità di questa edizione sarà il Circuito Cittadino Notturno

Dal 24 al 27 giugno, Viterbo e la sua Provincia, ospiteranno la seconda edizione del Raid degli Etruschi, raduno turistico internazionale di auto storiche organizzato dall’Etruria Historic Racing Club.

La manifestazione, che vanta il patrocinio del Comune di Viterbo, Acquapendente, Marta e Latera, vuole replicare il grande successo ottenuto nel 2019 (nel 2020 a causa della pandemia Il Raid non si è svolto) quando numerosi equipaggi, provenienti da tutta Italia e dall’estero, hanno preso parte a questo evento motoristico itinerante che ha fatto conoscere ed ammirare alcune delle bellezze paesaggistiche, architettoniche e culturali della Tuscia.

La grande novità di questa edizione sarà il Circuito Cittadino Notturno, che si svolgerà venerdì 25 giugno, all’interno delle mura storiche di Viterbo. Inoltre, Il Raid degli Etruschi 2021 ospiterà il Raduno Ufficiale Registro OM. Una partnership che incrementa ulteriormente il prestigio della kermesse motoristica e permetterà a queste splendide e rare vetture di “sfrecciare” per le strade della provincia di Viterbo.

Anche quest’anno, Viterbo, chiamata la Città dei Papi, famosa per essere stata sede pontificia dal 1257 al 1281 e terra di motori, che ogni anno accoglie il passaggio della 1000 Miglia attraverso il suo splendido centro storico, ospiterà i partecipanti del Raid degli Etruschi, i quali, durante i giorni dell’evento visiteranno alcuni tra i borghi e luoghi più caratteristici della Provincia di Viterbo tra cui Latera che sorge su di un colle arroccato e un tempo situata al centro della federazione delle 12 città Etrusche, Marta, piccolo paese situato sulla sponda meridionale del Lago di Bolsena (di origine vulcanica e il più grande d’Europa), antico insediamento Etrusco, dove è prevista la degustazione del tipico pesce Lattarino e da dove salperà il battello per la suggestiva circumnavigazione delle due isole del lago: Martana e Bisentina, Acquapendente e la sua Cattedrale dedicata al Santo Sepolcro, il principale luogo di culto della città poiché conserva una pietra macchiata di sangue, che secondo la tradizione proviene dal Santo Sepolcro di Gerusalemme e il Sacro Bosco, situato a Bomarzo, il più antico parco di sculture del mondo moderno, noto anche come Parco dei Mostri per la presenza di sculture grottesche disseminate in un paesaggio surreale.

Saranno previste inoltre degustazioni delle specialità enogastronomiche del territorio e divertenti prove di regolarità, per chi non può fare a meno dei pressostati.

Presenti anche le telecamere di “Gentleman Driver TV”, programma televisivo motoristico prodotto da Adrenaline24h, in onda su Sky Sport canale 229 MS Motortv, Tivùsat canale 55 e sul Digitale Terrestre, che riprenderanno il Raid degli Etruschi durante tutti i giorni. 

Il Raid degli Etruschi rispetta tutte le normative in vigore per il contenimento del Covid – 19.

Continua a leggere

I più letti