Connect with us

Castelli Romani

Maria Mastroianni, 40 anni nella segreteria del PSI: un pezzo di storia d’Italia raccontato nel suo libro “Case”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Alla mia bella grande famiglia”. È la dedica di “Case” un libro scritto da Maria Mastroianni, una giovane ottantenne che ha raccontato la sua vita con pennellate semplici, positive e travolgenti. Perché case? Per ogni casa è un ricordo, un carico di emozioni, un pezzo di storia personale che racconta tanto anche della storia d’Italia.

Il video servizio e l’intervista a Maria Mastroianni trasmessa a Officina Stampa del 2/5/2019

Maria da piccola in via Candia, nella zona Prati della Capitale, ai tempi della guerra… quel 1943 con i bombardamenti di cui San Lorenzo a Roma ne è l’emblema, la fame e il freddo.

Ma Maria si divertiva ugualmente tranne quando ascoltava con la sua famiglia Radio Londra: “Gli alleati la sera mandavano messaggi ma di giorno, e non solo, sganciavano le bombe”.

Le pennellate di Maria accarezzano i ricordi di sua madre e di sua sorella, della vita di tutti i giorni in una grande cucina dove si faceva tutto, dal bagno della domenica alla pasta fatta in casa.

È il 25 luglio e la gente gridava in strada “la guerra è finita”. Badoglio dichiarò di aver stipulato l’armistizio con gli alleati e subito smorsò il clima di festa: “La guerra continua” disse concludendo il suo discorso. Il Re fuggì, i tedeschi occuparono Roma insieme ai fascisti che avevano costituito al nord la Repubblica di Salò.

Gli alleati liberarono Roma il 4 giugno del 44, gli americani sfilavano per via Ottaviano diretti al Foro di Mussolini, oggi Foro Italico.

“C’era un’aria più che di rinnovamento, di attesa, che disorientava. Perché non si sapeva a cosa ci avrebbe portato. Ma l’Italia si rimbocco le maniche, si ricostruì quello che era stato distrutto.

Sorsero cantieri, fabbriche, attività commerciali d’ogni genere fino a diventare la quarta potenza europea. “Il boom economico”, “il miracolo italiano” lo chiamarono.

La vita di Maria è ricca di relazioni familiari, di affetto, di lacrime e sorrisi di una bambina diventata donna.

Una donna che da un annuncio sul Messaggero trova poi la strada per il lavoro della sua vita.

Via del Corso 476 Direzione del Psi “la casa di tutti i socialisti”, la casa di Maria per oltre 40 anni. Maria ha lavorato al fianco di grandi uomini come Pietro Nenni e Sandro Pertini. A 21 anni il primo viaggio a Napoli lontana da casa, il viaggio in treno a cantare tutti insieme gli inni socialisti. E poi il discorso di Nenni in piazza del plebiscito. Poi il suo lavoro delicato da fare senza troppi proclami: Maria curava il collegio elettorale di De Martino, Segretario del Partito. Poi l’esperienza a Palazzo Chigi quando fu nominato Vicepresidente del consiglio nel governo Rumor.

Dopo una vita passata accanto a grandi statisti Maria si congeda: “Lascio il Palazzo, non certo il Partito”. Dopo un po’ il Psi fu investito dallo scandalo di mani pulite. La vita di Maria prosegue, in altre case, con tante esperienze tra cui la più grande, la perdita di suo marito. Un lutto che ha segnato una nuova fase per lei e le figlie da crescere a tempo pieno. Maria prende la patente e con la Fiat 850 porta spesso le figlie ad Anzio. La vita scorre. Maria si iscrive all’università della terza età e si risvegliò in lei l’amore per la scrittura. Poi lo yoga con il Tai Chi Chuan che Maria ancora pratica con passione alla sua veneranda età di 87 anni.

La sua nuova vita in piazza Cesare battisti, 6 nella splendida Castel Gandolfo trascorre accanto a una delle sue figlie. Un portoncino, una casa discreta ma bellissima e caratteristica nella cittadina Vaticano II che affaccia su uno dei laghi più belli d’Italia fdfffffffefff

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Castelli Romani

Castel Gandolfo, tutti pazzi per le Ferrari: partito il count down per la sfilata di domenica

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASTEL GANDOLFO (RM) – Oltre 80 Ferrari d’epoca sono attese a Castel Gandolfo domenica 22 settembre per la terza edizione di Cavalcade Classiche, la prima nella Capitale. Un’occasione unica per poter ammirare da vicino le celebri 750 Monza del 1954, la 500 TRC del 1957 e la 275 GTB del 1964.

Alla guida di Ferrari che hanno fatto la storia dell’automobilismo, la Cavalcade attraverserà paesaggi di grandi fascino, arrivando a Castel Gandolfo con una sfilata sul corso della Libertà e l’arrivo a mezzo giorno sulla piazza del borgo, dove saranno accolte per l’apposizione del Timbro sul Carnet de Passage.

La Cavalcade andrà alla scoperta della campagna laziale partendo da Borgo San Pietro sul Lago del Salto e da Rieti per poi salire il Monte Terminillo e visitare le grandiose Cascate delle Marmore. Protagoniste del secondo giorno saranno l’arte e la storia di Todi e Viterbo, con una sosta in orario di pranzo davanti al Palazzo dei Papi. Domenica è dedicata a Roma e ai suoi colli, lungo un percorso che si avvicina alla città eterna passando per Frascati, Castel Gandolfo e il Parco archeologico dell’Appia Antica. Una parata conclusiva per le strade di Roma sarà un grande spettacolo non solo per i proprietari delle Ferrari ma per tutti i cittadini e turisti amanti del Cavallino Rampante.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Roma – Ciampino: il servizio air link fa strike di viaggiatori: oltre 150mila viaggiatori nei primi sei mesi di attività

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CIAMPINO (RM) – Grande successo per il Ciampino Airlink, che nei primi sei mesi di attività ha conquistato più di 150 mila viaggiatori.

Ciampino Airlink è il servizio integrato treno + bus, frutto della sinergia fra Trenitalia e ATRAL, che collega in maniera veloce, economica e green la stazione Roma Termini all’aeroporto internazionale di Ciampino G.B. Pastine.

Una soluzione sempre più apprezzata da chi, per turismo o lavoro, vuole raggiungere comodamente il secondo scalo aeroportuale romano, senza lo stress da traffico o parcheggio. Una combinazione vincente, anche nel rapporto qualità-prezzo: 2,70 euro per il biglietto e circa 30 minuti di viaggio.

Nato per valorizzare l’intermodalità ferro-gomma, il Ciampino Airlink offre un nuovo modo di viaggiare utilizzando i treni regionali e il trasporto pubblico locale. Per raggiungere l’aeroporto G.B. Pastine è sufficiente salire a bordo di uno dei numerosi treni in partenza da Roma Termini per i Castelli o Cassino e scendere nella stazione di Ciampino. Qui i bus navetta attendono i viaggiatori per portarli direttamente in aeroporto. Tutti i servizi bus e treno sono accessibili alle persone a mobilità ridotta.

Il servizio offre 77 collegamenti quotidiani nei giorni feriali (40 da Ciampino stazione a Ciampino Aeroporto e 37 per il percorso inverso) e 44 nei festivi (25 da Ciampino stazione a Ciampino Aeroporto e 19 dall’aeroporto alla stazione).

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Rocca Priora, 90mila euro dal Mise l’illuminazione al LED del campo sportivo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROCCA PRIORA (RM) – Al campo sportivo Monte Fiore arrivano proiettori di alta potenza e tecnologia LED grazie ad un contributo di 90mila euro concesso dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ai comuni come Rocca Priora che hanno presentato progetti nel campo dell’efficientamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile.

“Sport ed efficientamento energetico – commenta il Sindaco Anna Gentili – sono due tra le priorità negli impegni della nostra Amministrazione Comunale. Con questo progetto, di cui siamo molto orgogliosi, riusciamo a concretizzare sia il rilancio della struttura sportiva di Monte Fiore, che rappresenta un’eccellenza nel suo genere, e sia l’attenzione verso una politica di gestione di Rocca Priora sempre più green”.

Il contributo, attribuito al Comune sulla base della popolazione residente, permetterà di fare un adeguamento dell’impianto elettrico già presente al Centro Sportivo Comunale Monte Fiore con la sostituzione di fari di illuminazione sia del campo e sia della pista di atletica.

“Grazie a questo importante e sostanzioso contributo del MISE – spiega l’Assessore Claudio Fatelli – si accendono nuovi riflettori più potenti e più sostenibili sulla nuova stagione del Rocca Priora Calcio, che con la prima vittoria in casa ha celebrato alla grande il ritorno dopo quattro anni nel campionato di Promozione. Da oggi possiamo avere un nuovo impianto d’illuminazione che ci permetterà di avere un grande risparmio sia in termini economici e sia in termini energetici. Ora siamo già al lavoro sul progetto con cui realizzeremo a Monte Fiore anche una nuova copertura delle tribune”.

“Particolarmente contenta di questo risultato – commenta il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Carmen Zorani e Flavio Pucci, consigliere comunale delegato alle manutenzioni pubbliche – che va a sostenere il nostro impegno verso il rispetto dell’ambiente e l’attenzione verso le strutture sportive”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Settembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it