Connect with us

Roma

MARINO, IDV: "ALLARME SCUOLE. SITUAZIONI AGGHIACCIANTI, TRA SCARAFAGGI E SORCI"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Comandini: "Nel lassismo dell’amministrazione delle destre, intenta più a fare campagna elettorale che a risolvere problematiche urgenti".

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

di Marco Comandini coordinatore Idv Marino Membro dell'esecutivo regionale

Marino (RM) – Nelle scuole di Marino si stanno verificando situazioni a dir poco allarmanti frutto di evidente trascuratezza e lassismo. L’episodio più ripugnante riguarda lo scarafaggio trovato tra le verdure nella mensa della scuola “Verdi”, l’amministrazione lo bolla come caso isolato, noi crediamo invece che vadano riviste le procedure, e se ce ne siano, accertate le responsabilità, non è davvero possibile che uno scarafaggio lungo centimetri possa non essere visto nel precottura, cottura e sporzionamento.  E’ disgustoso e vergognoso.

Alla scuola “Silvestri” invece le mamme lamentano da un mese circa la presenza sui banchi della scuola di escrementi di topo, fatto testimoniato anche con foto, non risulta che ad oggi la scuola sia stata chiusa per una disinfestazione, ma viene solo fatta l’ordinaria pulizia. Una situazione paradossale, un amministrazione efficiente avrebbe e di corsa chiuso la scuola ed urgentemente proceduto a ristabilire le normale condizioni di sicurezza sanitaria ed igienica. Parliamo di topi nella scuola.

Alla “D’Azeglio” risulta poi l’ascensore non funzionante, ricordiamo il problema di bambini disabili costretti a non poter mangiare nelle mense insieme agli altri. Pisani aveva preso precisi impegni anche su un Radio privata, che mi sembrano ad oggi disattesi. Ma di questo personalmente non avevo dubbi.

Vi è poi il problema del Radon, affrontato sempre in modo superficiale e non con soluzioni definitive dall’amministrazione, insomma sempre a rincorrere l’emergenza, siamo diventati la città in cui si fanno mille convegni ed incontri sul tema ma dove poi non si prendono mai soluzioni drastiche e definitive.

Una riflessione va poi anche a chi nella scuola ci lavora, costretto a farlo in queste situazioni, gravi, a chi ogni giorno lo fa con passione trovandosi spesso ad aver a che fare con un muro di gomma, a questi, ma anche ai genitori ed ai ragazzi non possiamo che essere solidali con loro.
Pero’ in compenso è arrivato il Natale, ed interrompendo la didattica i ragazzi sono stati omaggiati delle penne di Spiderman, in classico stile elettoral-festizio, ci saremmo “augurati” invece che l’amministrazione avesse sanato le problematiche gravi che ho evidenziato pocanzi e magari avesse regalato qualche cartuccia di toner, evitando alle famiglie di sborsar euro per acquistare cartucce di tasca loro.

Ma certo aspettarci un amministrazione efficiente diventa sempre più una chimera, ma del resto è evidente che sono moderati e pachidermici anche nelle decisioni più banali, ma comunque è Natale e siamo tutti più buoni, …buoni non ciechi.


 

Metropoli

Canale Monterano, salvo il fico del Marchese del Grillo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

La pianta secolare dopo essere parzialmente crollata era rimasta gravemente danneggiata

CANALE MONTERANO (RM) – Salvo il fico centenario, rimasto danneggiato per cause naturali la scorsa settimana, meglio conosciuto come fico “di Don Bastiano”, presso il Convento di San Bonaventura a Monterano. Una vera e propria “icona” monteranese celebre, anche, grazie al film ‘Il marchese del Grillo’.

La pianta, situata all’interno del convento di San Bonaventura a Monterano nei giorni scorsi è crollata. Il grosso fico durante la notte tra il 25 e il 26 giugno ha subito il distaccamento di parte del tronco e dei rami ad esso collegati.

L’amministrazione comunale di Canale Monterano insieme alla Riserva si sono attivati immediatamente facendo rimuovere le parti schiantate o spezzate e facendo operare una potatura specifica delle parti sopravvissute. Così, grazie alle cure operate secondo le indicazioni prescritte dal tecnico forestale della Riserva Naturale, Dott. Fabio Scarfò, la pianta è stata salvata e ora gode nuovamente di un aspetto sano e bello.

“Vogliamo ringraziare la competente Soprintendenza per il supporto fornito dall’Assistente di zona Sig. Luigi Vittorini – commenta il Direttore della Riserva Naturale Regionale Monterano, Fernando Cappelli – e l’Azienda Agricola Camilletti Cesare, affidataria del servizio, per l’attenzione e la cura nei dettagli dimostrata nell’attuazione dell’intervento.”

“Incrociamo le dita – aggiungono il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli e il Consigliere delegato alla Riserva Giovanni D’Aiuto – ma sembra che il peggio sia passato. L’augurio è di vedere il fico di San Bonaventura presidiare con la sua maestosa vecchiaia la navata di San Bonaventura per almeno altri cent’anni”.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara, si ribalta betoniera: un ferito

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Traffico in tilt sulla Braccianese all’altezza di Anguillara Sabazia a causa di autobetoniera che si è rivaltata al km 12. Sul posto è intervenuta la squadra VVF di Bracciamo con l’ausilio dell’ autogru. Nessun altro mezzo è stato coinvolto, le cause dell’accaduto al momento restano imprecisate; è stato necessario l’intervento dei soccorritori VVf affinchè la persona venisse estratta viva ed ancora cosciente dalla cabine del mezzo industriale .La stessa è stata affidato al personale del 118 e trasportata al pronto soccorso.

Continua a leggere

Roma

Roma, piazza Venezia: non si fermano all’alt dei Carabinieri e vanno a sbattere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – Due ragazzi 19enni romani, a bordo di una moto, non si sono fermati all’alt di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, questa notte, in piazza Venezia e si sono dati alla fuga, fino a raggiungere il Lungotevere Tor di Nona, dove hanno perso il controllo scivolando a terra, per fortuna senza farsi male.

Il conducente del veicolo è stato sottoposto a test con etilometro dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, poiché in evidente stato di ubriachezza, risultando positivo all’esame, con tasso superiore al limite di legge per cui la patente gli è stata ritirata. Entrambi dovranno rispondere anche dell’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Continua a leggere

I più letti