Connect with us

Castelli Romani

Marino, Santa Maria delle Mole: è nato il circolo Italia – Cuba

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
MARINO LAZIALE (RM) – Così come avevano preso impegno i fautori del Comitato Promotore per costituire un Circolo di Italia-Cuba a Marino, sono riusciti nel loro intento. Dopo pochissime settimane – incluse le vacanze
estive – Giovedì 28 settembre, presso lo spazio espositivo del BarMameli a S. Maria delle Mole, è stato costituito il Circolo di Marino della Associazione nazionale di amicizia Italia-Cuba. E’ stato
intitolato, per scelta assembleare, a Gino Donè, il partigiano veneto che fu l’unico europeo a partecipare allo sbarco del Granma a Cuba e sostenne per tutta la vita la Rivoluzione.
L’Assemblea costitutiva, oltre gli adempimenti, è stata occasione per affrontare alcuni pilastri su cui si fonda l’attività dell’Associazione. Si sono presi impegni immediati come quelli della partecipazione a due grandi iniziative romane di taglio nazionale e internazionale. Una il 7 ottobre dove a San Lorenzo sarà posto un monumento (targa marmorea) a memoria di Ernesto Che Guevara di cui ricorre il cinquantesimo della morte.
L’altra, sempre in ricordo di Ernesto Che Guevara, è la serata all’Auditorium Parco della Musica in Roma, dove si svilupperà una rappresentazione fatta di presenze di spettacolo, di cultura, di politica internazionale.
Alla presenza di sette ambasciate latino-americane; di attori del calibro di Elio Germano, di Victor Dreke, Comandante della Rivoluzione cubana e vice comandante (e guardia del corpo) del Che nella missione segreta in Congo.
Per l’attività del Circolo, come indicato dal neosegretario eletto, Mauro Avello, si concentrerà, oltre che a rafforzare immediatamente la consistenza delle adesioni, anche nella preparazione nelle prossime settimane di uscite pubbliche per far conoscere il tema principale e sostanziale della missione dell’associazione: abbattere la rete di menzogne dei media asserviti ai poteri del capitalismo internazionale e dell’imperialismo americano; illustrare le realizzazioni, il funzionamento e le debolezze della società socialista cubana; denunciare i crimini internazionali che si nascondono dietro le “misure economiche” del blocco statunitense che di fatto coinvolge quasi interamente l’economica internazionale contro Cuba.
Mauro Avello, interpretando la volontà del neonato circolo, ha espresso la volontà di rivolgersi a molta parte dell’area dei Castelli romani; invitando perciò chi risiede nei comuni castellani e condivide – come recita l’articolo 1 dello Statuto – le finalità dell’associazione che “è l’organizzazione democratica delle persone che
vogliono operare, nel rispetto della Costituzione italiana, per los viluppo dei rapporti internazionali di amicizia, di solidarietà e di cooperazione con il popolo cubano e i suoi legittimi rappresentanti, nel rispetto
della Costituzione della Repubblica di Cuba.”, di contattare il circolo per sostenere e aderire al circolo, all’associazione Italia-Cuba.
L’assemblea, dopo una esauriente relazione del vicepresidente nazionale dell’associazione, Marco Papacci; e dopo interventi dei presenti, si è conclusa con l’elezione a segretario di Mauro Avello, e del Tesoriere Giorgia Galli. Tra i partecipanti all’assemblea, significative presenze di neoiscritti come il segretario PCI, Stefano Enderle e l’esponente di MdP, Mirko Laurenti.
Per contatti immediati i riferimenti sono la sede del circolo c/o Bibliopop “G. Rosati” di S. Maria delle Mole
in via S. Pellico, 12. E-mail: circolo.italiacuba.marino@gmail.com . Cell. 3333166588

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Castelli Romani

Castel Gandolfo, ritrovato il cadavere del 33enne siciliano nel lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASTEL GANDOLFO (RM) – Ritrovato il cadavere di Carlo Paolo Bracco nel lago di Castel Gandolfo. Si trovava a circa 25 metri di profondità nella prima parte battuta dai sommozzatori dei vigili del fuoco subacquei di Roma grazie al sonar. Si trovava a circa 300 metri dalla spiaggia.

L’uomo di 33 anni, originario della Sicilia, viveva da circa 15 anni a Roma. Il 5 agosto si trovava con suo fratello Antonino e la fidanzata Daiana sul lago di Castel Gandolfo. Avevano mangiato un panino con la porchetta e Paolo, subito dopo, aveva deciso di gonfiare il materassino ed entrare in acqua.

Probabilmente si è addormentato e nessuno si è accorto che il materassino aveva preso il largo. Un testimone in pedalò con la fidanzata lo avrebbe visto cadere in acqua circa due ore dopo. Inutili i soccorsi, l’uomo è annegato

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, lite condominiale: 43enne accoltellato dal vicino di casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lite condominiale sfociata nel sangue. E’ accaduto questa notte a Ciampino, ad essere costretto alle cure dell’ospedale un uomo di 43 anni, a ferirlo con un coltello il vicino di casa, un 39enne.

A ricostruire i fatti la Polizia di Stato, dopo essere intervenuta intorno alla mezzanotte del 20 agosto per un ragazzo ferito al braccio con un’arma da taglio. Ad allertare i soccorritori la madre del 43enne, con lo stesso trovato in via Col di Lana ad attendere i soccorsi. 

Ferito al braccio da una coltellata, l’uomo è stato trasportato in codice rosso in ospedale dall’ambulanza del 118, non in pericolo di vita. A ricostruire i fatti sono quindi intervenuti gli agenti del Commissariato Frascati di Polizia. Ascoltato il 39enne ed altri testimoni, questi hanno riferito che l’accoltellato, poco prima, avrebbe avuto un acceso diverbio cin il vicino di casa dai balconi delle rispettive abitazioni. 

Dalle parole si sarebbe però passati ai fatti, con il 43enne che sarebbe andato a bussare alla porta del vicino. Questi però lo avrebbe aspettato con un coltello, con il quale lo avrebbe ferito al braccio. Rintracciato l’accoltellatore dagli agenti del commissariato dei Castelli Romani l‘uomo di 39 anni è stato poi denunciato per “lesioni aggravate”
 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Monte Compatri, lite tra amici finisce a martellate: grave un 41enne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Monte Compatri (Castelli Romani) – Un uomo di 41 anni è in gravi condizioni dopo essere stato ferito alla testa da un colpo di martello durante una lite con un amico. L’episodio è accaduto ieri a Montecompatri, Comune alle porte di Roma, e sulla vicenda indagano i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Frascati. Secondo una prima ricostruzione, la vittima il giorno precedente – reduce da una serata di gioco e dopo aver perso – aveva chiesto ospitalità ad una coppia di amici e il mattino seguente aveva litigato con uno dei due, un 40enne, per cause da accertare. Dopo una segnalazione, i carabinieri sono intervenuti nell’abitazione trovando in terra sul pavimento l’uomo privo di sensi, che è stato poi trasportato dal 118 al Policlinico Umberto I di Roma, in prognosi riservata ed in pericolo di vita.
A rimanere ferito, lievemente alla testa, è stato anche il 40enne proprietario di casa. Illesa la compagna. La Procura di Velletri vaglierà l’ipotesi di tentato omicidio a carico del 40enne padrone di casa.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it