Connect with us

Cultura e Spettacoli

Marsala Estate: si chiude con l’Orchestra di Fiati del Conservatorio Scontrino

Pubblicato

il

Spread the love

MARSALA (TP) – Venerdì prossimo, 15 settembre, “Marsala Estate 2017” chiude il calendario degli eventi con un altro interessante appuntamento musicale. Con la direzione artistica del M° Leonardo Nicotra, la rassegna “SuonidiSera” patrocinata dal Comune di Marsala propone il concerto dell’Orchestra di Fiati del Conservatorio di Musica Antonio Scontrino di Trapani. Nel Complesso San Pietro, con inizio alle ore 21, si esibiranno circa 60 elementi diretti dal M° Paolo Morana. Formata da allievi, ex allievi e docenti del Conservatorio, l’Orchestra eseguirà note pagine di musica leggera, jazz e classica, nonché brani originali per Fiati. E’ questo il quinto ed ultimo appuntamento della rassegna “SuonidiSera” a Marsala: i precedenti concerti sono stati molto apprezzati dal numeroso pubblico presente.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Cultura e Spettacoli

Viterbo, “Il dialogo come strumento di pace nel mondo”: alla sala Regia la presentazione del libro di Domenico Scilipoti

Pubblicato

il

Spread the love

VITERBO – Il prossimo 26 settembre, presso la Sala Regia del palazzo comunale di Viterbo, in via Filippo Ascenzi, n. 1, alle ore 19,00, con il patrocinio del Comune di Viterbo, avrà luogo la presentazione al pubblico del libro del senatore dott. Domenico Scilipoti Isgrò, dal titolo: “Il dialogo come strumento di pace nel mondo”. Interverranno: il sindaco di Viterbo, dott. Leonardo Michelini, Roberto Ragone, giornalista, coordinatore provinciale del movimento Unione Cristiana. Concluderà il senatore dott. Domenico Scilipoti Isgrò, fondatore del Movimento Politico Unione Cristiana. Moderatore sarà l’avv. dott. Antonio Pulcini, coordinatore nazionale del Movimento Unione Cristiana.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Palermo apre le porte a “Piano City”: la città come polo culturale diffuso

Pubblicato

il

Spread the love

PALERMO – Il 28 settembre 2017 alle ore 10.30, presso il Teatro Massimo, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione di “Piano City Palermo”, un festival diffuso con oltre 50 concerti di piano solo nelle piazze, nei teatri, nelle dimore storiche e in decine di altri luoghi ricchi di suggestione della città.

L’iniziativa – organizzata dal Comune di Palermo, Teatro Massimo e Piano City Milano, in collaborazione con Le Vie dei Tesori e il Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini di Palermo e con il sostegno di Intesa Sanpaolo – si svolgerà da venerdì 29 settembre a domenica 1° ottobre.

“Dopo le collaborazioni di ZAC con il PAC di Milano e il concerto di Radio Italia al Foro Italico, tocca a Piano City rafforzare il ponte ideale che unisce l’Italia dal nord meneghino al sud siciliano nel segno della cultura – dichiara il sindaco Leoluca Orlando – Palermo, Capitale Italiana della Cultura nel 2018, apre le porte a Piano City già quest’anno, certi di poter consolidare fruttuose collaborazioni negli anni a venire”.

“Piano City – spiega l’Assessore alla Cultura, Andrea Cusumano – ha scelto alcuni luoghi simbolo di Palermo per questa prima edizione che interpreta la città come polo culturale diffuso. Le note dei pianoforti si irradieranno a partire dal Teatro Massimo inondando il tessuto urbano in pieno giorno, di notte ed all’alba, restituendo la magia di quel palcoscenico a cielo aperto che è Palermo”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Poli culturali: al via il partenariato tra Palermo, Matera e Milano

Spread the love

L’accordo, troverà una prima concreta attuazione fra autunno 2017 e primavera 2018 con due eventi tematicamente connessi: IDesign, che si terrà a Palermo dal 10 al 19 novembre 2017, e Fucina Madre – Expo dell’artigianato e del design, che si svolgerà a Matera nella primavera del 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Spread the love

PALERMO – Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’Assessore alla Cultura Andrea Cusumano hanno incontrato ieri a Villa Niscemi una delegazione dell’Agenzia di Promozione Territoriale Basilicata, guidata dal Direttore Generale Mariano Luigi Schiavone, che ha proposto alla città di Palermo, Capitale della Cultura 2018, un partenariato con la Regione Basilicata e il Comune di Milano, quali poli culturali del nord e del sud d’Italia.

L’APT Basilicata. Infatti, sta ponendo in essere, in vista del 2019 – anno in cui Matera sarà Capitale europea della cultura – diverse iniziative; tra queste, una delle più significative si pone l’obiettivo di creare accordi stabili di collaborazione con le due grandi Città che segnano idealmente i confini Nord e Sud del nostro Paese: Milano e Palermo che, nella prospettiva di Matera 2019, diventano le grandi “porte di accesso” alla Capitale europea della cultura.

L’accordo, troverà una prima concreta attuazione fra autunno 2017 e primavera 2018 con due eventi tematicamente connessi: IDesign, che si terrà a Palermo dal 10 al 19 novembre 2017, e Fucina Madre – Expo dell’artigianato e del design, che si svolgerà a Matera nella primavera del 2018.

“L’incontro che si è tenuto – dichiara Orlando – getta le basi di una collaborazione Palermo-Matera-Milano, in occasione di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 e Matera Capitale Europea della Cultura 2019, al fine di creare un programma sinergico che possa mettere a sistema delle relazioni già instaurate negli ultimi anni, soprattutto con attività culturali e per poter promuovere il sistema Paese attraverso queste due grandi cornici”.

“Il tema che collega le programmazioni di Matera e Palermo – sottolinea Cusumano – riguarda la Mediterraneità, chiave di volta della lettura anche dell’identità europea oggi. Sulla falsariga di questo tema verrà allestita una serie di iniziative culturali di ampio respiro che potranno essere contemporaneamente realizzate sul territorio nazionale, appunto attraverso Palermo, Matera e Milano”.

“L’idea – evidenzia Schiavone – è quella di rendere possibile un contatto fra Palermo e Matera nel segno della cultura e della creatività. In questo senso le due Città, oltre ad essere unite dall’importante ruolo di Capitale che rivestiranno rispettivamente nel 2018 e nel 2019, possono trovare un terreno di comunicazione condivisa a partire da quella visione di sviluppo incentrata su innovazione e conoscenza che evidentemente le accomuna. Creatività e design sono iscritte nel DNA di queste due Città straordinarie e dalla irresistibile capacità attrattiva; in entrambe, la tradizione artigianale incontra il design creando prodotti culturali originali e nuovi scenari evolutivi”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Milano: bande musicali in festa per il 150mo della Galleria

Pubblicato

il

Spread the love

MILANO – “Era il 15 settembre 1867 quando Re Vittorio Emanuele II inaugurò la Galleria con i cittadini che assistevano alla cerimonia dall’alto del ballatoio interno o affacciati a finestre e balconi. Nel giorno esatto della sua ‘apertura’, 150 anni dopo, il Comune di Milano ha organizzato una mattinata di festeggiamenti con corteo ed esibizione di bande musicali”. Si legge in una nota di palazzo Marino.

La sfilata delle fanfare, si spiega, partirà poco prima delle undici da piazzetta Reale per arrivare, passando proprio dalla Galleria, in piazza della Scala dove, a partire dalle ore 11.15, si esibiranno le sei bande musicali. Ad accompagnare il corteo saranno le note della “Parata d’eroi” di Francesco Pellegrino.
In piazza Scala aprirà l’esibizione la Civica Orchestra di Fiati di Milano (diretta dal Maestro Luca Valenti) con “Galleria Vittorio Emanuele” di Costantino Dell’Argine, nell’arrangiamento di Gustavo Rossari. Dalle cronache dell’epoca risulta che questo brano venne composto appositamente – ed eseguito per la prima volta – dalla Banda Municipale di Milano (come si chiamava al tempo) proprio in occasione dell’inaugurazione della Galleria Vittorio Emanuele II. Il manoscritto originale della partitura è tuttora conservato nell’archivio musicale della Civica Orchestra di Fiati presso la Palazzina Liberty di Largo Marinai d’Italia. Successivamente la Fanfara della Brigata Alpina “Taurinense” dell’Esercito, nata nel 1965 a Torino e attualmente costituita da 28 musicisti tratti dai Reggimenti Alpini piemontesi, eseguirà la marcia d’ordinanza “Trentatré”, seguita da quella dell’Aeronautica Militare della Fanfara del Comando Ia Regione Aerea, costituita nel 1984 e diretta dal Maestro 1° Maresciallo Luogotenente Orchestrale Antonio Macciomei.

Sarà “La Fedelissima”, invece, la marcia suonata dalla Fanfara del 3° Reggimento Carabinieri “Lombardia” (nata nel 1946, composta da 30 elementi e diretta dal Maresciallo Ordinario Andrea Bagnolo), seguita dalla marcia d’ordinanza della Banda Musicale della Guardia di Finanza di Roma e dalla marcia “Giocondità” eseguita dalla Fanfara della Polizia di Stato (composta da circa cinquanta musicisti e diretta dal Maestro Secondino De Palma). Prima del finale con l’Inno di Mameli diretto dal Maestro Macciomei, tutte le fanfare suoneranno insieme due brani della canzone popolare milanese, “O la bela Gigogin” e “O mia bela Madunina”, diretti dal Maestro Luca Valenti.
In caso di maltempo le esibizioni previste in piazza Scala si terranno all’interno della Galleria. Si ricorda infine che domani, dalle ore 10 alle ore 18, e sabato, dalle ore 10 alle ore 17, sarà possibile acquistare all’Urban Center la moneta celebrativa d’argento della Repubblica Italiana, dal valore nominale di 10 euro, emessa dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Sul dritto, in primo piano, all’interno di una stella a cinque punte, è raffigurato il volto di una donna che rappresenta l’Italia, con elementi dell’emblema della Repubblica. Protagonista del rovescio è, invece, una veduta della Galleria Vittorio Emanuele II, con particolare risalto alla cupola architettonica in ferro.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

New York: i pezzi simbolo della moda sbarcano al MoMa

Spread the love

La mostra “Items: is Fashion modern?” dal prossimo 1 ottobre al 28 gennaio

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Spread the love

di Giuseppina Ercole

Il MoMa di New York si prepara ad accogliere la mostra “Items: is Fashion modern?” dal prossimo 1 ottobre al 28 gennaio. Sono all’incirca centoundici “pezzi-simbolo” della moda, sono capi ed accessori che hanno segnato la storia della moda in epoca moderna, ma che continuano influenzare ancora adesso la società. La mostra è curata dall’architetto Paola Antonelli del Dipartimento di architettura e design e Direttore di ricerca e sviluppo del MoMa insieme all’assistente Michelle Millar Fisher con la supervisione di Anna Winthur. L’Exhibition mette in mostra capi cult come il Little Black Dress di Coco Chanel creato nel 1926 in occasione del funerale del suo amante Etienne Balsan, oppure il famoso reggiseno Wonderbra famosissimo negli anni novanta pubblicizzato da Eva Erzigova, all’intramontabile t-shirt, al Jeans Levis’s 501 archetipo del capo che e’ simbolo della globalizzazione ma, paragonato anche alla “divisa” di MaoTze Tung oppure all’abito tagliato a laser di Jessica e Rosenkrants. L’intento della mostra “ Ithem” è di qualificare la moda come le altre forme di progettazione, di spiegare la moda sull’effetto che può avere dal punto di vista economico e sociale. Il percorso espositivo si divide in varie sezioni presentando i capi e accessori dall’archetipo fino alle sue evoluzione, ma non solo ha un’area dedicata ai cambiamenti della figura del
corpo e anche da capi portati sia da lei che da lui.
Bernard Rudofsky autore del libro “Il corpo incompiuto” nella metà del secolo scorso curò lui per prima una mostra di questo campo dal titolo “Are Clothes Modern?”, ed in un certo senso fu lui a gettare le basi della prossima exhibition particolarmente importante per il fashion sistem, anche se l’intento della mostra curata da Rudofky era interrogarsi come sarebbe stata l’abbigliamento del dopo guerra, la mostra “Items” considera la moda come le altre forme di progettazione, e il suo complesso rapporto con la politica e l’economia. Uno degli esempi basta ricordare Coco Chanel che ha dato un grosso contributo a far conoscere il tessuto “Tweed” con le sue creazioni, questo tessuto è lavorato tra le Hilghlands scozzesi e le isole dell’Atlantico settentrionale, la sua produzione dal 1993 è regolamentata da un Parliament Act, fra i capi di Chanel che sono il simbolo di un tragico evento e di un’epoca in tessuto tweed fu quando la first lady Jacqueline Kennedy nel 1963 a Dallas durante l’attentato al Presidente usava un tailleur rosa con questo tessuto. Il MoMa ha ospitato in passato anche Anna Albers famosa per aver trasformato la tessitura in una vera forma d’arte, nel 1949 venne inaugurata la sua prima mostra monografica al MoMa a new York.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Castelli Romani: un week end con i Lupi Bianchi tra Ariccia, Castel Gandofo, Grottaferrata e Nemi

Pubblicato

il

Spread the love

CASTELLI ROMANI (RM) – Un fine settimana dedicato agli appassionati di moto, quello che sta per arrivare alle porte della Capitale nella zona dei Castelli Romani. Il Moto Club Lupi Bianchi ha infatti organizzato una tre giorni per il prossimo fine settimana all’insegna delle due ruote che toccherà le cittadine di Ariccia, Castel Gandofo, Grottaferrata e Nemi. Il tutto per far ammirare le bellezze naturali e culturali del territorio castellano e nel frattempo offrire il massimo divertimento ai soci del club.

Il programma inizia il prossimo Venerdi 15 settembre alle ore 18:00 con apertura preiscrizioni in” piazza di corte” ad Ariccia, dove alle 20 ci sarà la cena offerta dal motoclub a tutti gli extra regione. Sabato 16 settembre dalle 9 alle 13 l’apertura iscrizioni sempre ad Ariccia in “Piazza di Corte” per proseguire con il pranzo presso i punti di ristoro convenzionati. Nel pomeriggio dalle 15:15fino alle 16:45 il primo check-point a Grottaferrata in piazza del mercato (via san nilo 2) dove ci sarà la visita guidata dell’abbazia di “San Nilo”. Le due ruote faranno quindi tappa a Nemi dove dalle 17:45 alle 19:15 si terrà il secondo check point. I centauri partiranno quindi da piazza Roma per una visita guidata del centro storico di Nemi. Ritorno quindi ad Ariccia, previsto per le 20 dove i gestori delle tradizionali fraschette proporranno la cena a prezzi convenzionati. Sempre ad Ariccia alle 21:30 ci sarà un momento musicale con il concerto di “Daniele si nasce” famoso interprete di Renato Zero e spettacolo dei cabarettisti del laboratorio di Zelig “Katamura e Seguacio”. Non poteva mancare una escursione notturna nel centro capitolino prevista per le 24.15. Domenica 17 settembre l’appuntamento è a Castel Gandolfo dove dalle 9 alle 12 si terranno le iscrizioni e successivamente la visita al “lago di Albano” di Castel Gandolfo con aperitivo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir/переводить/翻譯/訳します

Il calendario delle notizie

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it