Connect with us

Senza categoria

Marsala, la scuola Pestalozzi entra in Dad

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Una verifica speleologica nella scuola “Pestalozzi” di Marsala (plesso appartenente all’Istituto Comprensivo “Sirtori”) avrà come conseguenza l’immediata sospensione dell’attività didattica. Da domani, 30 Novembre, si disporrà la chiusura del plesso “Pestalozzi” , tenuto altresì conto delle avverse condizioni climatiche che potrebbero aggravare la criticità emersa (presenza di cavità). Si è convenuto di sospendere le attività scolastiche fin dalla giornata di domani in attesa della relazione finale il cui contenuto è stato anticipato per le vie brevi.

Nel prendere atto della relazione prodotta dal dirigente del Settore comunale Pianificazione e Gestione del Territorio, il sindaco Massimo Grillo, la dirigente scolastica della “Sirtori” Katia Tumbarello,  l’assessore Antonella Coppola e il segretario generale Andrea Giacalone hanno pertanto convenuto sulla opportunità di sospendere le attività scolastiche. Domattina il sindaco, acquisita la relazione tecnica firmerà  apposita ordinanza sindacale. La stessa dirigente scolastica, intanto, ha inoltrato la comunicazione di sospensione delle attività scolastiche alle famiglie interessate, disponendo la DAD per gli alunni del plesso “Pestalozzi”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

ULN Consalvo (calcio) e Spal, intesa sempre forte. Aventi: “Rapporto speciale col club capitolino”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Roma – I due anni di pandemia hanno frenato le iniziative, ma non hanno intaccato il rapporto tra l’ULN Consalvo e la Spal. La società capitolina è stata il primo club del Lazio ad affiliarsi a quella emiliana. La collaborazione, nata nella lontana stagione 2017-18, non si è più interrotta anche se negli ultimi due anni cause “di forza maggiore” hanno reso impossibile i tradizionali eventi “incrociati” o anche incontri tra i responsabili delle due società. Marco Aventi, responsabile delle affiliate Spal di tutta Italia, parla senza formalismi della sintonia con l’ULN Consalvo: “Il rapporto è tuttora stabilissimo, d’altronde la società capitolina è entrata tra le nostre affiliate già prima del nostro salto in serie A che chiaramente ha aumentato l’appeal del club. Prima della pandemia ho fatto più di qualche visita al centro sportivo dell’ULN Consalvo. Inoltre – ricorda Aventi – venne organizzato proprio su quel campo anche un raduno di tutte le affiliate del Lazio e anche di qualche club campano, proprio a testimonianza dello speciale rapporto di collaborazione tra il nostro club e l’ULN Consalvo. Il responsabile del settore giovanile del club capitolino Armando Ciarrocchi è un ottimo punto di riferimento su Roma per noi. Sappiamo che l’ULN Consalvo sta lavorando intensamente sulla Scuola calcio e chissà che in futuro qualche ragazzo del club capitolino, una volta compiuti i 14 anni, non possa entrare a far parte delle nostre formazioni giovanili». Quando il Covid allenterà la sua morsa, la Spal ha già messo in programma una nuova edizione del “Torneo delle affiliate”: “L’ultima edizione è stata nel 2019 e abbiamo avuto 54 società da tutta Italia – spiega Aventi – Quest’anno la manifestazione, dedicata ai ragazzi nati tra il 2007 e il 2013, si svolgerà il 13, 14 e 15 maggio presso gli impianti di Cervia, Cesenatico e Milano Marittima. La Spal premierà alcuni ragazzi che si saranno distinti a livello tecnico, ma anche umano e comportamentale, con la partecipazione gratuita ai Summer camp. Sicuramente anche il Consalvo potrà partecipare con una o più squadre”.



Continua a leggere

Senza categoria

Football Club Frascati (Under 14), Giampaolo: “Possiamo arrivare almeno tra le prime tre”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’Under 14 provinciale del Football Club Frascati è in attesa di riprendere a giocare gare ufficiali. Dopo aver aperto il 2022 col “botto” battendo nel recupero dell’Epifania lo Sporting San Cesareo (imbattuto e ancora senza reti al passivo prima del match di Frascati), i ragazzi di mister Rodolfo Gentilini non vedono l’ora di tornare in campo. A parlare dell’attesa del gruppo è l’attaccante centrale classe 2008 Valerio Giampaolo che assieme a Giordano Mellini è andato a bersaglio nella sfida del 6 gennaio. “Ci stiamo allenando nei limiti del possibile, viste le tante difficoltà del momento. La squadra ha fatto sicuramente bene nella prima parte di stagione, siamo cresciuti partita dopo partita. Ma al tempo stesso siamo convinti di poter fare ancora di più nel 2022, magari centrando un piazzamento tra le prime tre della classifica. La gara con lo Sporting San Cesareo ci ha dato ulteriore carica e probabilmente è stata la miglior partita finora. Per me è stato il terzo gol stagionale, mi trovo bene in questo gruppo”. Giampaolo è tornato a farne parte proprio all’inizio di questa stagione: “Ero già stato al Football Club Frascati qualche tempo fa e ho ritrovato molti dei compagni di allora. Inoltre per me è stata una soluzione estremamente comoda e mi ha fatto piacere rientrare in una società che non ci ha mai fatto mancare nulla”. Decisiva anche la presenza di mister Gentilini, al suo primo anno nel club tuscolano: “Non ero molto convinto di giocare a calcio quest’anno, ma sin dai primi allenamenti lui ha dimostrato una grande fiducia nei miei confronti. E’ una persona che sa scuoterci o trasmetterci tranquillità, a seconda dei momenti”. Giampaolo parla della sua “antica” passione per questo sport: “Ho cominciato a giocare con la vecchia Gioc Cocciano Frascati, la passione me l’hanno trasmessa mio padre Abele, mio nonno Ermanno e mio zio Danilo. Sono un attaccante e sono tifoso della Lazio, quindi “studio” Immobile per capire che tipo di movimenti deve fare uno che gioca in questo ruolo”.



Continua a leggere

Senza categoria

Valmontone 1921 (calcio), Bucci e il “Gelsi”: “Grazie a sindaco e Comune per gli sforzi fatti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – Sin dal momento del suo insediamento, uno dei punti fondamentali del progetto di Manolo Bucci è stato quello relativo all’impiantistica. Recentemente il patron del Valmontone 1921 ha potuto fare un colloquio a riguardo con il sindaco Alberto Latini e successivamente anche dei sopralluoghi presso lo storico stadio Gelsi: “Innanzitutto vorrei fare i migliori auguri di una pronta ripresa al sindaco dopo aver combattuto col Covid – dice Bucci – Poi voglio ringraziare sentitamente lui e l’amministrazione per gli importanti interventi effettuati proprio al Gelsi sia all’impianto di illuminazione delle torri faro e alla demolizione della vecchia copertura della tribuna che era inagibile da tempo. A nome del nostro club, ringrazio il Comune per questo enorme sforzo atteso da tempo che ora consentirà all’ente di partire con l’iter burocratico allo scopo di riaprire entro breve l’impianto. Quando ci sarà quel nulla osta, chiederemo l’utilizzo del Gelsi per l’attività di Scuola calcio e se c’è la possibilità anche per rivedere in quello storico impianto la prima squadra maschile della città che milita in Promozione, ma anche per organizzare a fine stagione un importante torneo giovanile con società professionistiche e magari per invitare club di serie A, B o C a giocare a Valmontone alcune amichevoli di prestigio. Ringrazio una volta di più il sindaco Latini che, nel corso di un colloquio fatto a fine novembre, si è reso disponibile a intraprendere un percorso futuro sul restyling dell’impianto e un grazie va anche al delegato allo sport Pierluigi Pizzuti che ha partecipato ai sopralluoghi assieme ad alcuni tecnici di mia fiducia. Elaboreremo al più presto delle idee che presenteremo all’amministrazione, d’altronde quello stadio rappresenta tanto a livello affettivo e storico per la città di Valmontone. Non a caso, in questa stagione in cui cadeva il centenario del calcio cittadino, il nostro club ha cercato di onorare al meglio questa ricorrenza attraverso una maglia da gioco celebrativa ad hoc e con l’organizzazione di un torneo con squadre professionistiche e la realizzazione di un libro che ricorderà questo avvenimento”.
Bucci conclude parlando dello stop ai campionati: “Ci si poteva aspettare una decisione del genere, anche se probabilmente si potevano sospendere subito i turni del 6 e 9 gennaio per far ripartire tutti dallo stesso punto. Comunque crediamo fortemente in questo gruppo e abbiamo fatto ulteriori sacrifici per poter competere fino alla fine. In estate avevamo presentato le linee programmatiche e progettuali del nostro club basandoci su determinati punti fermi e le stiamo portando avanti con i fatti andando anche oltre gli obiettivi dal punto di vista della struttura dirigenziale e amministrativa, ma anche nel settore medico-sanitario, della logistica, della tecnologia e della comunicazione e non per ultimo curando con attenzione e intensificando il rapporto col territorio e la città”.



Continua a leggere

I più letti