Connect with us

Economia e Finanza

Milano, all’UniCredit Tower Hall il rapporto sul turismo enogastronomico 2020

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

MILANO – UniCredit è sponsor del Rapporto sul Turismo Enogastronomico 2020, la ricerca più completa sulla domanda e sull’offerta del settore, promosso e realizzato dall’Associazione Italiana Turismo Enogastronomico

Il rapporto verrà presentato il 29 gennaio alle 15.00, presso UniCredit Tower Hall (via Fratelli Castiglioni 12 a Milano), una presentazione riservata solo ed unicamente alla stampa accreditata.

Si parlerà dell’offerta di prodotti e servizi del settore, scenario europeo nel contesto italiano, prodotti d’eccellenza, strategie di crescita, intermediazione, caratteristiche della domanda con focus sui turisti enogastronomici, impatto sul settore, influenze sociali, ecc.

Saranno presenti Massimo Costantino Macchitella (UniCredit), Roberta Garibaldi (coordinatrice della ricerca nonché massima esperta di turismo e cultura, docente presso l’Università degli Studi di Bergamo e consulente di UniCredit all’interno del programma Made4Italy), Bruno Bertero (PromoTurismoFVG), Giorgio Palmucci (Presidente Enit), Alberto Lupini (Direttore responsabile Italia a Tavola).

Commenti

Costume e Società

Comprare un’auto usata? Cosa controllare tra garanzie e documenti e quali modelli scegliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Oggi tanti italiani optano per le auto usate, per una ragione ben precisa: è una scelta che dà la possibilità di risparmiare senza però rinunciare alla qualità, visto che è possibile reperire ottimi modelli ad un prezzo più che conveniente.

Però bisogna comunque fare attenzione, per evitare di incorrere in qualche auto che potrebbe sembrare un affare, ma che in realtà ha dei problemi nascosti. Ecco perché oggi scopriremo insieme a cosa bisogna pensare, tra documenti e condizioni generali, e quali modelli prendere in considerazione.

A cosa fare attenzione a livello burocratico e generale

La prima regola è fare sempre attenzione alle condizioni generali della vettura. Qui si consiglia di valutarle in prima persona, e di non limitarsi alle fotografie reperite sul web. Innanzitutto bisogna controllare l’eventuale presenza di ruggine nelle zone non a vista, come il pianale o le portiere. In secondo luogo, c’è la necessità di far valutare da un bravo meccanico il contachilometri e magari controllare le ricevute dei tagliandi, per evitare truffe legate ad una sua manomissione.

Per quanto concerne la ricerca del modello migliore per le nostre esigenze, oggi non bisogna più girare tra i vari concessionari sperando di trovare proprio quel modello che si sta cercando. Grazie al web è infatti possibile utilizzare dei portali specializzati, come ad esempio automobile.it, che permette di cercare tra le migliori auto in vendita a Roma e nelle altre città italiane, sia tra i concessionari che dai privati

Proseguendo con i consigli utili per fare un buon affare, è sempre meglio testare il veicolo con un giro di prova e anche in questo caso sarebbe meglio farsi accompagnare da un meccanico esperto, che saprà valutare il veicolo su strada. Passando al tema relativo alla burocrazia, invece, bisogna informarsi sul nuovo documento relativo ai passaggi di proprietà, dato che da gennaio il certificato di proprietà e la carta di circolazione verranno sostituite dal documento unico di circolazione (DUC).

Quali sono i modelli più interessanti per il 2020?

Ci sono diversi modelli interessanti, che possiamo reperire nel mercato delle auto usate, e uno dei migliori è senza ombra di dubbio la Panda TwinAir Turbo Natural. Si tratta di una city car che spicca per la sua dotazione tecnologica, in linea con i tempi, e per la sua versatilità. Ci si trova infatti di fronte ad una vettura perfetta per spostarsi nel traffico cittadino, senza per questo sacrificare lo spazio dell’abitacolo.

Un secondo modello fra i più consigliati è la Smart Fortwo, fra l’altro anche una delle più vendute, nonché la migliore nella nicchia delle due posti compatte da città. Questo veicolo merita soprattutto per le sue tecnologie all’avanguardia e per la compattezza, ideale per il contesto urbano.

Infine, è giusto citare anche un modello SUV, e in questo caso la corona va all’Alfa Romeo Stelvio, per la potenza e il suo design unico.

Continua a leggere

Economia e Finanza

Lavoro, assunzioni: i posti ci sono ma mancano i candidati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il 32,8% delle assunzioni previste dagli imprenditori italiani è di difficile reperimento, soprattutto per il personale qualificato; a Nordest la ricerca è ancora più difficile. Il dato viene dall’Ufficio studi della Cgia di Mestre, in base ai risultati dell’indagine di Unioncamere-Anpal.

Su poco meno di 500 mila assunzioni previste a gennaio, il 32,8% degli imprenditori intervistati ha segnalato che probabilmente troverà molte difficoltà a “coprire” questi posti di lavoro (poco più di 151.300), il 15,7% a causa della mancanza di candidati e il 13,8% per la scarsa preparazione.

Anche al Sud la percentuale media di difficile reperimento è comunque notevole, pari al 27,5%, con punte del 35,7% a Chieti, del 34,4% a Teramo, del 32,5% a Siracusa, del 32,2% a Potenza, del 31,7% a Taranto, del 31,6% a L’Aquila e del 30,6% a Cagliari.

Tra le figure professionali che scarseggiano di più al Nord vi sono i tecnici informatici, gli addetti alla vendita e gli esperti in marketing, i progettisti, gli ingegneri, i cuochi, i camerieri, gli operai metalmeccanici ed elettromeccanici.

Ma anche al Sud la percentuale media di difficile reperimento è comunque notevole, pari al 27,5%, con punte del 35,7% a Chieti, del 34,4% a Teramo, del 32,5% a Siracusa, del 32,2% a Potenza, del 31,7% a Taranto, del 31,6% a L’Aquila e del 30,6% a Cagliari. Al sud, le professioni di più difficile reperimento, sono cuochi, camerieri, altre professioni dei servizi turistici e, in particolar modo, conduttori di mezzi di trasporto, ovvero gli autotrasportatori.

Continua a leggere

Castelli Romani

L’universo delle società partecipate: 3 eccellenze sono nel Lazio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Le società partecipate da soggetti pubblici costituiscono sicuramente un fenomeno di rilievo del panorama economico italiano.

 Una partecipata è una società di capitali che offre servizi di pubblica utilità. Ma quale è l’obiettivo di queste aziende? Sicuramente quello di ridurre il debito pubblico, aumentare l’efficienza, l’efficacia e l’economicità gestionale. Il problema, però, è che non sempre ci riescono. Ma vediamo di cosa stiamo parlando.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE LE INTERVISTE

Officina Stampa del 13/02/2020. Da sinistra: Arturo Accolla Amministratore Unico Asp Ciampino, Dario Matturro Presidente Cda Ambiente e Territorio Spa Ciampino, Walter Bravetti Amministratore Unico Multiservizi dei Castelli di Marino Spa, Chiara Rai giornalista professionista conduttrice del programma

Le partecipate dagli enti locali, per esempio, sono società con quote possedute dalla Regione, dalla Provincia o Città Metropolitana o dal Comune.

Operano in diversi settori, tra i principali quelli relativi alla manutenzione e gestione delle strade, del trasporto pubblico, delle risorse idriche, dei rifiuti. La società partecipata non ha autonomia sui fatti più importanti, opera in maniera prevalente per l’Ente pubblico locale, è autonoma solo a livello formale e in concreto fa parte dell’ente pubblico.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEO SERVIZIO

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 13/02/2020

Ad oggi il ruolo della pubblica amministrazione e degli enti locali nella gestione dei servizi della comunità è molto dibattuto a causa delle spese che gravano sullo stato e della mancanza di trasparenza denunciata da alcune forze politiche.

Il decreto legislativo n. 175 del 2016 denominato Testo Unico delle società partecipate ha operato un riordino e in parte anche una riforma della precedente disciplina (decreto Madia), allo scopo di ridurre il fenomeno della partecipazione pubblica nelle società e di conseguenza contenere la spesa pubblica.

Ma com’è la situazione delle aziende partecipate nel Lazio? C’è cooperazione? Sinergia? Profitto?

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it