Connect with us

Cronaca

MILANO ESTATE: INIZIATIVE IN PIAZZA DEL CANNONE

Clicca e condividi l'articolo

Le iniziative in piazza del Cannone saranno realizzate a costo zero per il Comune. Inaugurazione venerdì 1°agosto.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Milano –  Fino al 31 agosto torna la l’estate per gli anziani e per le famiglie in piazza del Cannone. Sarà allestita una pista da ballo di 375 metri quadrati coperta e vicina agli alberi, dove si potrà ballare e ascoltare musica dal vivo con la Gastone Band e l’animazione del dj Felix. Accanto alla pista saranno posizionati dieci tavoli grandi e trecento sedie che creeranno uno spazio per la socialità dove si potrà trascorrere i pomeriggi anche con giochi di società, dama, scacchi e carte. Il giovedì e il venerdì saranno danzanti e a tema con le serate di tango e quelle di latinoamericano. Gli anziani avranno a disposizione un punto ristoro presso la “Locanda alla Mano" dove da un anno ragazzi con disabilità lavorano dietro al bancone e tra i tavolini riscuotendo grande apprezzamento. Le iniziative in piazza del Cannone saranno realizzate a costo zero per il Comune. Inaugurazione venerdì 1°agosto. 

Insieme a piazza del Cannone anche le periferie saranno animate da numerose iniziative organizzate nei centri socio ricreativi e culturali che resteranno quasi tutti aperti anche ad agosto (chiusi solo 3 su 29) realizzando oltre alle normali attività anche pranzi, merende e cene compreso il tradizionale pranzo di Ferragosto. In programma anche sei visite guidate: Teatro Romano, Museo dei Vigili del Fuoco, Duomo di Milano Battistero e Museo e Chiesa di San Cristoforo. Tre le gite fuori porta: Villa Monastero a Varenna, Grotte di Varone e Lago di Tenno a Riva del Garda, Giardini Estensi e Sacro Monte di Varese.

“Dal primo di agosto con le iniziative in piazza del Cannone – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Pierfrancesco Majorino – rinnoviamo il patto con gli anziani e le famiglie che, in uno dei luoghi più amati e frequentati del periodo estivo, avranno una pista da ballo coperta con un’area per la socialità e un punto di ristoro solidale gestito da persone con disabilità. “L’estate – aggiunge Majorino – non sarà solo in centro però. Anche negli altri quartieri, in periferia, nei centri socio ricreativi si potrà stare in compagnia grazie all’impegno dei Presidenti dei Centri. Ad agosto proseguiremo con i servizi di assistenza agli anziani più fragili e non autosufficienti affinché anche chi fa fatica ad uscire di casa non si senta solo. Rinnoviamo l’appello a tutti i milanesi a segnalare casi di anziani in difficoltà al nostro numero verde 800.777.888".

“Il Comune anche quest’anno ripropone, il tradizionale ballo estivo nel cuore di uno dei suoi parchi più belli: un appuntamento imperdibile per i tanti anziani che amano il ballo ma che sempre più piace anche alle famiglie. Anche la sera la piazza del Cannone si trasforma nel cuore pulsante dell’estate milanese diventando un luogo per il ballo e la musica o dove stare semplicemente in compagnia. Per tutti i milanesi che resteranno in città ad agosto e per i turisti che arriveranno a Milano quest’anno sarà un’estate viva, con tantissime cose da fare", ha dichiarato l’assessora al Benessere, Qualità della Vita e Tempo libero Chiara Bisconti.

Iniziative in Piazza del Cannone (1-31 agosto). 
– Dal lunedì alla domenica musica e animazione con dj Felix dalle 15 alle 20. Il sabato e la domenica musica dal vivo dalle 21 alle 23 con la Gastone Band. Dall’11 al 14 di agosto la musica con dj Felix sarà dalle 15 alle 22 e il giorno di Ferragosto musica dal vivo di nuovo con la Gastone Band dalle 15 alle 23.

– Organizzati da Conté (Locanda alla Mano) tutti i giovedì dalle 21 alle 23 ci sarà la serata di tango argentino e tutti i venerdì sempre dalle 21 alle 23 la serata latinoamericano.
In piazza del Cannone oltre alla pista da ballo coperta sarà allestito uno spazio per la socialità con dieci tavoli e trecento sedie. A disposizione giochi in scatola e wi-fi gratuito presso la “Locanda alla Mano" che sarà il punto di ristoro. Il progetto è realizzato ed offerto da psLIVE, agenzia del gruppo Dentsu-Aegis Network, vincitrice del bando Vacanze a Milano, che nel mese di luglio ha già animato piazza Castello con il Radio 105 Mundial Village.

“psLIVE – spiega il presidente, Nicola Corricelli – non è nuova a simili iniziative.  Oltre un decennio di attività nel campo della comunicazione ci ha visto molte volte protagonisti, a Milano come in diverse città italiane ed europee, nell’ideazione e produzione di progetti territoriali che vedono imprese private nostre clienti investire a supporto della pubblica amministrazione. In questo caso è la stessa psLIVE a farsi sponsor del Comune, con l'intento di valorizzare la città di Expo 2015, offrendo un programma di musica e intrattenimento per tutti coloro che, per scelta, turismo o necessità, vivranno la Milano d’agosto".

Iniziative nei Centri per la socialità. Le iniziative per la socialità anche nel mese di agosto coinvolgeranno tutte le strutture ricreative dedicate agli anziani compresi gli spazi aggregativi presso gli stabili del Comune e dell’Aler dove sono presenti i custodi sociali e una serie di spazi privati e del Terzo settore, sedi di associazioni e di circoli ricreativi. 
Oltre alle consuete attività estive nei Centri socio-ricreativi culturali (cinema, piscina, pranzi, merende, cene e pizze) sono state organizzate ulteriori occasioni di svago: visite gratuite ai musei, gite ai luoghi d’arte all’interno del territorio regionale, biglietti gratuiti per il cinema, buoni per servizi alla persona offerti gratuitamente dai commercianti, giornali e distribuzione di latte, ingressi gratuiti allo Stadio Meazza per le partite extra campionato.

Per tutte queste iniziative è necessario prenotare, fissare un appuntamento e recarsi allo sportello del Comune per il ritiro dei biglietti di partecipazione. Le prenotazioni saranno possibili dal 24 luglio. Per prenotare si deve chiamare il numero verde 800.777.888 attivo tutti i giorni 24 ore su 24. Gli operatori registrano la prenotazione e fissano un appuntamento per il ritiro di biglietti, buoni e coupon, giornali e latte che potrà essere effettuato da lunedì 28 luglio allo sportello di via Statuto 17. Lo sportello di via Statuto 17 sarà aperto con i seguenti orari: dal lunedì al sabato, dalle 8:30 alle 17 e la domenica dalle 8:30 alle 16.

Misure anticaldo. Dallo scorso 9 giugno il Comune ha potenziato i servizi di assistenza domiciliare già forniti durante l’anno a circa 24.000 anziani in carico ai Centri Multiservizi Anziani, estendendoli anche una fascia di cittadini solitamente non seguiti tutto l’anno, ma che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, può trovarsi in difficoltà. 

Le richieste di intervento possono essere fatte al numero verde gratuito del Comune 800.777.888 che è attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette. Gli interventi sono forniti tutti i giorni dalle 8 alle 19, compresi il sabato e la domenica, previa prenotazione al numero verde. Agli operatori è possibile richiedere gli interventi specifici di pronto intervento assistenziale tra cui la consegna di pasti caldi a domicilio, l’assistenza domiciliare per la pulizia della casa e l’igiene della persona, le visite e l’aiuto domestico con accompagnamento per la spesa o per visite mediche e terapie. 

Gli interventi previsti dal Piano continueranno anche nel mese di agosto: il 24 luglio partirà la seconda fase che  sino al 31 agosto (con possibile proroga sino al 7 settembre) e sarà gestita da una Centrale Operativa Unica.

In base alla cosiddetta “Anagrafe della Fragilità", redatta ogni anno dal Comune in collaborazione con Asl Milano e i medici di famiglia, sono 6.941 gli anziani fragili, cioè con più di 75 anni che vivono soli (o risultano anagraficamente soli) e in precarie condizioni di salute. Sono 645 in più rispetto all’anno scorso quando erano stati registrati 6.296 anziani e mille in più rispetto a due anni fa. I servizi sono aperti a tutti e si accede su base volontaria. Per questo sono fondamentali le segnalazioni dei cittadini. Invitiamo i milanesi a chiamare il numero verde 800.777.888 e a segnalare casi di persone non autosufficienti e soli che si trovano in difficoltà.

 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Trinitapoli, rubano 7 quintali di uva: due fratelli in manette

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

I Carabinieri della Stazione di Trinitapoli hanno dato esecuzione nella mattinata odierna alla misura cautelare della custodia in carcere a carico di C.V., classe ’94, pregiudicato e del fratello C.G., classe ’98, anch’egli pregiudicato. I due malviventi, entrambi residenti a Trinitapoli, sono ritenuti responsabili del reato di furto aggravato. L’articolata attività d’indagine dei militari dell’Arma ha permesso di ricostruire i fatti criminosi commessi dagli arrestati, che hanno poi consentito all’A.G. di emettere il provvedimento di custodia in carcere e agli arresti domiciliari.
I fatti sono riconducibili al mese di luglio scorso, allorquando i due fratelli, dopo essersi introdotti all’interno di un vigneto, in località “Coppa Malva Felice” del comune di Trinitapoli, asportavano sette quintali di uva, dal valore complessivo di euro 800,00 ca., per poi dileguarsi a bordo di un’autovettura risultata in uso ad uno dei malfattori.
Le immediate indagini consentivano di individuare nei due fratelli gli autori del furto nonché di accertare che l’autovettura usata dagli stessi per caricare la refurtiva ed allontanarsi fosse riconducibile ad uno di essi.
Così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, C.V. è stato tradotto presso il Carcere di Foggia mentre C.G. è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
L’attività investigativa dell’Arma, si inquadra in una più ampia attività di controllo del territorio e di contrasto al deplorevole fenomeno dei furti all’interno delle aziende e dei terreni agricoli.

Continua a leggere

Cronaca

Dipendenti pubblici, dal 15 ottobre si torna in presenza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La modalità ordinaria di lavoro nelle Pubbliche amministrazioni dal 15 ottobre torna ad essere quella in presenza. Lo prevede il Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Le Pa assicureranno che il ritorno in presenza avvenga in condizioni di sicurezza, nel rispetto delle misure anti Covid-19.

 “Con la firma del presidente del Consiglio decreto che fa cessare il lavoro agile come modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nella Pubblica amministrazione, sottolinea, – afferma il ministro della Pubblica Amministrazione – si apre l’era di una nuova normalità e si completa il quadro avviato con l’estensione dell’obbligo di green pass a tutto il mondo del lavoro: dal 15 ottobre i dipendenti pubblici torneranno in presenza, e in sicurezza”.

“Con successivo decreto ministeriale, aggiunge, fornirò apposite indicazioni operative affinché il rientro negli uffici sia rispettoso delle misure di contrasto al Covid-19 e coerente con la sostenibilità del sistema dei trasporti. Nel frattempo, sono in corso le trattative per i rinnovi dei contratti pubblici, che garantiranno, una volta concluse, una regolazione puntuale dello smart working.

Non pregiudicare i servizi, avere strumenti tecnologici per comunicazioni sicure tra amministrazione e dipendenti come “una piattaforma digitale o un cloud” e piano per lo smaltimento degli arretrati. Sono alcune delle condizioni che saranno indicate nel decreto per il rientro graduale dei dipendenti pubblici in ufficio che sta preparando il ministro Renato Brunetta. Per il ricorso dello smart working nella pubblica amministrazione a partire dal 15 ottobre – e finché non arriveranno le regole con il rinnovo del contratto – si tornerà agli accordi individuali. 

Entro il 31 gennaio 2022, inoltre, ogni amministrazione dovrà presentare il Piano integrato di attività e organizzazione, all’interno del quale confluirà il Pola per il lavoro agile”. Con le regole e con l’organizzazione, conclude – “potrà finalmente decollare uno smart working vero, strutturato, ancorato a obiettivi e monitoraggio dei risultati, che faccia tesoro degli aspetti migliori dell’esperienza emergenziale e che assicuri l’efficienza dei servizi, essenziale per sostenere la ripresa del Paese, e la soddisfazione dei cittadini e delle imprese: il mio faro”. 

Su 3,2 milioni di dipendenti pubblici, 320mila, dunque il 10% dell’intera platea, non sarebbero ancora vaccinati. E’ la stima del governo contenuta nella relazione illustrativa che accompagna il Dpcm. 

Continua a leggere

Cronaca

Fanpage, la Procura di Roma revoca il sequestro del video su Durigon

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Alla redazione di Fanpage.it è stata notificata la revoca del decreto di sequestro relativo all’inchiesta giornalistica sui fondi della Lega e sull’ex sottosegretario Claudio Durigon. Lo rende noto la stessa testata: “La Polizia Postale ha inviato alla direzione un nuovo provvedimento, firmato dalla Gip Claudia Alberti, dal procuratore della Repubblica Michele Prestipino Giarritta e dal procuratore aggiunto Angelantonio Racanelli, con cui si dispone la revoca delle misure che ci erano state notificate poco tempo prima”. 

Il direttore responsabile di Fanpage.it, Francesco Cancellato, ha spiegato in un video quanto accaduto: “Grazie.

È l’unica cosa che riusciamo a dire, dopo queste incredibili ventiquattro ore. La polizia postale ci ha notificato il decreto con cui la Procura di Roma ha disposto la revoca del sequestro preventivo e dell’oscuramento dei video relativi all’inchiesta Follow The Money sui fondi della Lega. Grazie, quindi. Perché senza l’enorme mobilitazione in difesa di Fanpage.it di colleghi, politici e di tanti, tantissimi cittadini, non crediamo che tutto questo sarebbe accaduto. Grazie, anche se non c’è nulla da festeggiare perché abbiamo semplicemente difeso un diritto che credevamo acquisito, quello della libertà della stampa, che invece ci era stato improvvisamente e incredibilmente negato”.

L’inchiesta di Fanpage risale ad alcuni mesi fa, ed aveva dato il via alle polemiche sull’allora sottosegretario all’Economia della Lega Durigon poi riaccese – fino alle dimissioni di fine agosto dall’esecutivo – dalla sua proposta di dedicare un parco di Latina, ora intitolato a Falcone e Borsellino, al fratello del duce, Arnaldo Mussolini. Nel video del giornale on line, ricorda la redazione, “l’onorevole Claudio Durigon diceva a un suo interlocutore che non bisognava preoccuparsi dell’inchiesta della procura di Genova sui 49 milioni di euro che la Lega avrebbe sottratto allo Stato italiano perché il generale della Guardia di Finanza ‘l’abbiamo messo noi'”.

Affermazioni che, secondo il decreto di sequestro del Tribunale capitolino, apparivano “lesive dell’immagine e della reputazione professionale e personale del comandante generale della Guardia di Finanza”, il generale Giuseppe Zafarana. La notizia del sequestro dell’inchiesta di Fanpage aveva suscitato ieri commenti allarmati da parte dell’Ordine dei giornalisti, della Fnsi e di esponenti politici di diversi partiti, dal Pd al M5s a Italia Viva.

Continua a leggere

I più letti