Connect with us

Cronaca

Milleproroghe, emendamenti: maggioranza si spacca

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Rimandato di un anno il tetto del contante a mille euro

La maggioranza si spacca durante l’esame degli emendamenti al dl Milleproroghe in commissione alla Camera.

La Lega e Forza Italia votano con Fratelli d’Italia una retromarcia sul contante: il tetto, che dal primo gennaio è sceso a mille euro, torna per un anno a duemila euro. La modifica sposta infatti l’entrata in vigore della soglia più bassa dal primo gennaio 2022 al primo gennaio 2023. La modifica è passata per un solo voto con il parere contrario del governo.

Il governo nella notte sarebbe andato sotto quattro volte: oltre che sul tetto del contante, contro il parere dell’esecutivo è passato l’emendamento che prevede il dietrofront sull’Ilva, così come sono state approvate norme sulle graduatorie della scuola e i test sugli animali. Duro scontro anche sul tema della giustizia fra il Pd e la Lega.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

ANSA, stretti accordi con le reti del Nord Europa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

La Finlandia, negli ultimi giorni, emerge sui mass media nazionali ed internazionali come non mai negli ultimi decenni, purtroppo per eventi, quelli connessi alla guerra in Ucraina, che non sono certo positivi. Da questi, sorge l’esigenza di una informazione più precisa ed approfondita anche su protagonisti indiretti, come la Finlandia, trascinati sotto i riflettori non certo per propria scelta.

Appare quindi comprensibile che, a  margine della riunione annuale delle Agenzie di stampa partecipanti alla rete internazionale MINDS, tenutasi a Helsinki recentemente, alla presenza di un funzionario dell’Ambasciata d’Italia, l’Agenzia italiana ANSA abbia sottoscritto un accordo di collaborazione internazionale con l’omologa finlandese STT.

Per l’Ambasciatore in Finlandia, Sergio Pagano, “L’accordo tra ANSA e l’agenzia di stampa finlandese STT si inserisce in un percorso di concreto rafforzamento della collaborazione, già molto approfondita, tra i nostri due Paesi, favorita anche dalla comune appartenenza alla famiglia europea. L’estensione di tale collaborazione anche al settore dell’informazione, grazie all’intesa tra le due agenzie di stampa, è un passaggio molto significativo, soprattutto in questa fase di forte e rinnovata attenzione del pubblico italiano alle vicende di questa Nazione amica, collocata ai confini nord-orientali dell’Europa. In particolare, l’intesa tra ANSA e STT consentirà agli operatori dei nostri Paesi di poter beneficiare di informazioni di qualità soprattutto in ambito economico, consentendo una maggiore conoscenza delle opportunità offerte da questo dinamico mercato, grazie ad approfondimenti sui settori di maggiore rilevanza in termini di sviluppo e sulle novità normative. Confido quindi che grazie a questo nuovo strumento possano trarre ulteriore beneficio le relazioni bilaterali, che già l’anno passato hanno registrato un nuovo record nell’interscambio commerciale, cresciuto per la prima volta fino a 5 miliardi di euro”.

A sua volta, l’amministratore Delegato ANSA Stefano De Alessandri sottolinea l’importanza degli accordi raggiunti: “le nuove collaborazioni siglate in questi giorni completano il quadro di quelle internazionali attivate da ANSA con le maggiori Agenzie di informazione nell’area dell’Europa del nord, tassello fondamentale della nostra strategia internazionale che prevede il raggiungimento di una rete capillare di accordi in tutto il mondo. L’obiettivo è quello di disporre e di rendere disponibile un’informazione sempre più completa e articolata a livello internazionale e, allo stesso tempo, di avere la possibilità di sviluppare progetti commerciali congiunti nei vari Paesi interessati”.

Soddisfatto anche l’amministratore Delegato di STT, Kimmo Laaksonen per il quale“Le agenzie di stampa hanno un ruolo chiave da svolgere nel fornire informazioni affidabili e combattere le notizie false. Ciò è stato evidenziato durante la pandemia e la guerra in Ucraina. La cooperazione tra le agenzie di stampa ci aiuta in questo, fornendo informazioni affidabili da tutto il mondo. Per una piccola Agenzia di stampa come STT, la cooperazione è particolarmente importante. L’Italia è un attore chiave a livello europeo e mondiale. La collaborazione con l’ANSA offre a STT occhi e orecchie sulla società italiana e sulla vita del popolo italiano. La forte presenza dell’ANSA in America Latina consente a STT di mettere in luce aspetti che STT non è stata in grado di seguire in precedenza. La cooperazione offre all’ANSA l’opportunità di riferire sulla situazione in Finlandia e di fornire al mondo informazioni aggiornate e accurate. Il rapido cambiamento nell’ambiente politico finlandese legato alla politica di sicurezza sta suscitando notevole interesse. Siamo in una situazione in cui la Finlandia è salita sotto i riflettori delle notizie internazionali a un nuovo livello. La produzione di notizie 24 ore su 24 di STT garantisce contenuti di notizie veloci e affidabili, che creano un quadro aggiornato di argomenti importanti nel nostro paese”.

L’ANSA ha siglato accordi analoghi anche con la rete svedese TT e danese RITZAU. La rete MINDS International è stata ufficialmente fondata come società registrata nel settembre 2007, a seguito di un precedente progetto cofinanziato dall’Unione Europea. MINDS è un’organizzazione senza scopo di lucro, volta a supportare la digitalizzazione globale dei media e lo sviluppo di servizi multimediali innovativi rilevanti per il pubblico. MINDS agisce come un pensatoio, riunendo la maggior parte delle agenzie di stampa del mondo focalizzate sul mercato per condividere idee di sviluppo del settore, tecnologia e per discutere le notizie e le tendenze dei media. Con l’esperienza di centinaia di dirigenti di agenzie di stampa provenienti da tutto il mondo, i membri ottengono l’accesso a preziose conoscenze e prodotti innovativi per i loro clienti. Oltre alla ricerca esclusiva per i nostri membri, MINDS coordina le attività congiunte all’interno della rete e oltre.

Continua a leggere

Cronaca

Regione Lombardia, camiciopoli: prosciolto Attilio Fontana + 4

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana è stato prosciolto “perché il fatto non sussiste” con altre 4 persone dall’accusa di frode in pubbliche forniture per il caso dell’affidamento nell’aprile 2020 da parte della Regione di una fornitura, poi trasformata in donazione, da circa mezzo milione di euro di 75 mila camici e altri dpi a Dama, società del cognato Andrea Dini. Lo ha deciso il gup di Milano Chiara Valori.

“Sono felice. Felice innanzitutto per aver tolto un peso enorme ai miei figli e a mia moglie. E poi i lombardi, tutti quei lombardi, e sono moltissimi, che mi hanno sempre sostenuto”: lo dice il governatore lombardo Attilio Fontana dopo il proscioglimento nel ‘Caso camici’. “Condivido con loro la soddisfazione di vedere riconosciuta la mia onestà e la mia volontà di agire sempre, solo e comunque per il bene dei miei cittadini. E infine un ringraziamento enorme ai miei legali, gli avvocati Jacopo Pensa e Federico Papa, per il grande lavoro che ci ha consentito di avere giustizia. Giustizia nella quale ho sempre avuto fiducia”.

Il giudice, prosciogliendo tutti e 5 gli imputati con il “non luogo a procedere perché il fatto non sussiste” (motivazioni tra 15 giorni), ha deciso che non è necessario un processo nemmeno per lo stesso Dini, per Filippo Bongiovanni e Carmen Schweigl, rispettivamente ex dg e dirigente di Aria, centrale acquisti regionale, e per Pier Attilio Superti, vicesegretario generale della Regione. Secondo l’accusa, rappresentata dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli e dai pm Paolo Filippini e Carlo Scalas, in base al contratto del 16 aprile 2020 Dama, che detiene il marchio Paul&Shark, avrebbe dovuto fornire 75mila camici e altri 7mila set di dpi per un importo di 513mila euro. Quando emerse il conflitto di interessi (la moglie di Fontana, Roberta Dini, aveva il 10% di Dama), gli indagati, per i pm, avrebbero tentato “di simulare l’esistenza” dall’inizio “di un contratto di donazione” per lo meno per i 50mila camici già consegnati e la restante parte, però, 25mila ‘pezzi’, non arrivò più ad Aria. Da qui l’accusa di frode in pubbliche forniture. Accusa che oggi è stata cancellata dalla decisione del gup. Nessun illecito né penale né civilistico, hanno sempre sostenuto i difensori del governatore, Jacopo Pensa e Federico Papa, bensì una fornitura che si è trasformata in donazione e che ha consentito alla Regione “di risparmiare 513 mila euro”. Non c’è mai stata, spiegava la difesa, “alcuna gara, ma una offerta d’urgenza accettata come una fornitura a pagamento” di dispositivi che poi “si è deciso di donare”. Per l’accusa, invece, il governatore, “previo accordo con Dini” decise di “pagare, a titolo personale, in favore di Dama il prezzo” dei camici, con il tentativo di effettuare un bonifico di 250 mila euro per il cognato da un conto svizzero. E per i restanti 25mila camici, secondo i pm, si intervenne su Bongiovanni “affinché rinunciasse alle residue prestazioni” per contenere il “danno economico” di Dama. Ipotesi tutte cadute oggi. Su quel conto svizzero i pm aprirono anche un’inchiesta autonoma per falso nella voluntary disclosure e autoriciclaggio archiviata a febbraio, così come fu archiviata in passato un’altra indagine per abuso d’ufficio su Fontana per la nomina di un suo ex collega di studio legale.

Continua a leggere

Cronaca

Sicurezza in volo: al Comani di Latina l’incontro tra operatori militari e civili

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Presente il personale del 70° Stormo e i rappresentanti degli Aero Club, Scuole di Volo, Associazioni Aeromodellismo, Parapendio, Deltaplano e Paracadutisti che operano all’interno dello spazio aereo pontino

LATINA – Prevenzione e Sicurezza Volo il tema dell’incontro, denominato Piano M.A.C.A. (Mid Air Collision Avoidance), che si è tenuto questa mattina presso l’Aeroporto “E. Comani” di Latina Scalo tra il personale del 70° Stormo e i rappresentanti degli Aero Club, Scuole di Volo, Associazioni Aeromodellismo, Parapendio, Deltaplano e Paracadutisti che operano all’interno dello spazio aereo pontino.

Tra le finalità principali, di questo appuntamento annuale, quelle di condividere esperienze e idee nell’ambito della “safety” delle operazioni di volo e confermare e mantenere saldi quell’insieme di legami tra i vari utenti del volo, di ogni forma e tipologia, che giornalmente operano, in campo civile e militare, all’interno del variegato Spazio Aereo pontino, caratterizzato dal costante aumento dell’attività di volo da diporto sportivo (VDS) e dalla sempre maggiore diffusione delle attività di volo APR (droni).

Ad accogliere i convenuti presso l’aula “Graziani” vi era il Comandante di Stormo Col. Michele Grassi, il quale, nel ricordare il compito primario del 70° Stormo, ovvero la formazione iniziale dei futuri piloti militari, ha evidenziato quanto sia di fondamentale importanza instillare nei giovani piloti, sin dalle prime fasi dell’addestramento, i principi base della Sicurezza Volo e istruirli alla “cultura del riporto dei propri errori” (Just Culture). “Tramite la condivisione di idee ed esperienze personali e la diffusione delle Lessons Learned è possibile realizzare un valido strumento di analisi e prevenzione attraverso il quale identificare le possibili concause degli inconvenienti di volo e degli incidenti in campo aeronautico e al tempo stesso individuare opportune misure di mitigazione dei rischi”.

Attraverso brevi briefing condotti dal Capo Ufficio Sicurezza Volo e da personale del Servizio Controllo Spazio Aereo, rispettivamente su tematiche quali il “Visual Scanning”, le “limitazioni dell’occhio”, le peculiarità dello Spazio Aereo di Latina, lo studio di alcuni eventi di “Mid Air Collision” e l’analisi statistica degli eventi derivanti da “penetrazioni non autorizzate in Spazio Aereo Controllato”, gli astanti hanno potuto approfondire lo studio sulle possibili cause alla base di tali eventi e individuare le idonee “best practice” da mettere in pratica da ciascun utente del volo al fine di ridurre, per quanto possibile, il ripetersi di eventi analoghi.

Notevole l’interesse suscitato nell’auditorio e diversi sono stati gli interventi attraverso i quali ciascun pilota ed addetto ai lavori ha potuto condividere la propria esperienza, a testimonianza quindi di quanto queste iniziative siano necessarie per avvicinare il mondo dell’aviazione civile a quello dell’aviazione militare nell’intento comune della prevenzione e dell’incremento della sicurezza del volo.

La giornata si è quindi conclusa con il saluto e ringraziamento del Comandante di Stormo rivolto a tutti i partecipanti e a quanti hanno operato per la migliore riuscita dell’evento, dicendosi certo che si siano rinsaldate le fondamenta per poter operare insieme nel pieno rispetto delle reciproche attività volative e dei principi della Sicurezza Volo.

Continua a leggere

I più letti