Connect with us

Redazione Lazio

MISS ITALIA: IL LAZIO IN FINALISSIMA CON TRE BELLEZZE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Roma, Montalto di Castro e Zagarolo rappresentano con orgoglio il Lazio alla finalissima del concorso di Miss Italia 2015.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

di Cinzia Marchegiani

Roma, Montalto di Castro, Zagarolo – Il Lazio è in finalissima con tre bellezze del territorio, tre ragazze splendide che si contenderanno assieme ad altre 30 lo scettro di Miss Italia 2015.
Clarisse Marchese, della bellissima Sicilia è la Miss Italia 2014 che dovrà cedere il testimone ma la sua avventura di certo non si fermerà domenica. Clarissa è stata battezzata Miss Giramondo, poiché è la Miss più richiesta all’estero degli ultimi anni: Stati Uniti, Canada, Cina, tappe in Europa. Gli italiani che vivono all’estero l’adorano. A New York e a Montreal l’hanno accolta come una regina e, felici di averla con loro, l’hanno festeggiata per una settimana.

Ecco le finaliste del Lazio

Amanda Munini, bellezza nordica con il titolo di Miss Sport Lotto Lazio, rappresenta la capitale d’Italia, Roma. 19 anni, occhi celesti e la passione di andare all’estero per imparare lingue e diventare interprete. Si definisce testarda, sincera, pratica e indipendente. Si è iscritta a Miss Italia per superare la sua. timidezza. “L'altezza che conta è quella che riesci a raggiungere” è il motto che la rappresenta.

Alice Sabatini 19 anni e tanta verve. Viene da Montalto di Castro, atletica ed energica è Miss Lazio. Al contrario di Amanda Murini, la sua bellezza ha colori mediterranei, occhi marroni e capelli castani. Diplomata in Biotecnologie Sanitarie, vorrebbe laurearsi in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e trovare un lavoro che le permetta di viaggiare per il mondo. Il suo sogno è quello di avviare una propria attività per la produzione di cosmetici, ma guarda con interesse anche al mondo del cinema. Ha militato in una squadra di basket di A2. “Credo molto nell’amicizia e amo coltivare i rapporti umani – dice – ho tanti amici, per la maggior parte maschi”. Porta i capelli corti e ama vestire con un look ‘wild&chic’. Si definisce “equilibrata, disinvolta e senza pregiudizi”. Il suo motto: “Si migliora giocando solo con i più forti”.

Lizia Pizzi la Miss Cotonella Lazio, occhi azzurri e capelli castani, rappresenta la città di Zagarolo, già molti fans si sono organizzati per sostenerla con affetto autentico. Livia vorrebbe lavorare nel campo stilistico o come fotomodella. Si descrive come “una persona disordinata, una vera artista… ma c’è un ordine nel mio disordine: mi basta spostare un oggetto e non trovo più nulla”. Ama disegnare, guardare film e le opere di balletto classico. Nel tempo libero va a teatro e, durante l’estate, si dedica alla canoa. Il mondo della moda scorre nelle sue vene, un’impronta del suo Dna, è diplomata in tecniche dell'abbigliamento e della moda. Attualmente, studia fashion design all'Accademia delle Belle Arti di Frosinone. Romantica e ottimista anche nel suo motto: “La speranza è un sogno ad occhi aperti”

Domenica 20 settembre dal Pala Arrex di Jesolo in diretta su LA7 e LA7d e in streaming su www.missitalia.la7 le finaliste del Lazio si contenderanno il titolo di Miss Italia con altre splendide ragazze, un sogno in un cassetto e tante progetti da realizzare. La serata condotta da Simona Ventura già è stata annunciata piena di sorprese.
Lo spettacolo, prodotto da Magnolia, e la eclettica Ventura ha tre giudici-tutor, Claudio Amendola, Joe Bastianich e Vladimir Luxuria, quest’ultima nei panni di presidentessa. A loro si aggiungerà il patron della Sampdoria Massimo Ferrero, che ha promesso un ruolo nel suo prossimo film alla vincitrice del concorso. Ospiti musicali della serata di domenica saranno Morgan e Baby K con Giusy Ferreri.

La finalissima. Nella prima fase della finale ci sarà il passaggio da 33 a 9 concorrenti, col giudizio dei tutor e quello del pubblico da casa che varrà al 50%. Luxuria, Bastianich e Amendola a quel punto potranno recuperare alcune delle ragazze escluse e poi si passerà alla fase due, in cui conterà solo il giudizio del pubblico: le ragazze in gara scenderanno da 9 a 3 e a quel punto arriverà Morgan, che dedicherà loro alcune cover di celebri canzoni d’amore. Al termine dell’esibizione, sarà proclamata Miss Italia 2015.

Roma, Montalto di Castro e Zagarolo, tutti a tifare queste bellissime ragazze che hanno portato la propria bellezza e autenticità nel puzzle di questo storico Concorso, passione e semplicità nel saper coniugare eleganza, bellezza e intelligenza.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Bracciano, trovato un uomo impiccato sul lungo lago: è giallo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Giallo sul lago di Bracciano, dove questa mattina è stato trovato un uomo impiccato. A fare la macabra scoperta una signora mentre passeggiava sul lungo lago Argenti.

L’uomo era legato ad una corda, esanime, sul patio di un ristorante all’altezza del civico 20.
Ancora ignota l’identità del cadavere, apparentemente sembra una persona del Nord-Est Europa. La salma si trova al momento presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano. Con tutta probabilità l’autorità giudiziaria disporrà l’autopsia. Sul caso indagano i Carabinieri della Compagnia di Bracciano comandati dal Capitano Simone Anelli.

Continua a leggere

Metropoli

Canale Monterano, antiche ricette e tradizione: dopo due anni di fermo torna “La Sagra delle Fettuccine Paesane”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

24-25-26 giugno 2022

CANALE MONTERANO (RM) – Torna la Sagra delle Fettuccine a Canale Monterano, il borgo situato a nord della Capitale a pochi chilometri dal lago di Bracciano. Dal 24 al 26 giugno si potrà degustare questa pasta all’uovo “de na vorta”, rigorosamente lavorata a mano dalle nonne del paese portatrici delle antiche ricette della tradizione e dando vita ad uno dei piatti più celebri e gustosi della cucina del borgo e dell’intera regione Lazio.

Dopo due anni di fermo, a causa dell’emergenza pandemica – le donne delle varie contrade di Canale Monterano torneranno a creare diversi tipi di fettuccine in abbinamento a diversi tipi di sughi che faranno immergere i visitatori nei sapori di una volta.


Un appuntamento che con La sagra delle Fettuccine Paesane che sarà anche l’occasione per visitare il borgo di Canale Monterano e la suggestiva Monterano Antica, una delle città fantasma più note del Lazio.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, a fuoco il muro della chiesa della Misericordia. Il sindaco confuso sull’accaduto?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – In fiamme nella notte il muro della chiesa della Misericordia a Bracciano, un simbolo per la comunità. Sul lato della chiesa erano posizionati dei cartoni che hanno preso fuoco. Nessuno ha visto o capito cosa sia successo, con tutta probabilità si tratta di un gesto sconsiderato di qualcuno rimasto ad oggi ignoto. Le fiamme non si sono propagate nel circondario. A dare notizia del gesto il parroco Don Piero Rongoni: “Forse un mozzicone di sigaretta “accidentalmente caduto”….. o forse un raro fenomeno di autocombustione, oppure qualche persona annoiata dalla monotonia della quotidianità…. O peggio ancora un atteggiamento irresponsabile verso la chiesa della Misericordia, luogo importante e significativo della nostra comunità braccianese.

Fatto sta che ieri sera del fuoco si è sprigionato bruciando i cartoni appoggiati sulla parete della chiesa, luogo in cui oltre 30 volontari cercano di sostenere oltre 80 famiglie attraverso la consegna di derrate alimentari con il nostro Banco.

Non nego la tristezza e la delusione per questo gesto irresponsabile….. ma non ci arresteremo: puliremo, tinteggeremo, sistemeremo e continueremo la nostra opera sociale e caritativa”.

Non ha forse ben compreso cosa sia successo il sindaco Marco Crocicchi il quale nel dare la solidarietà ha scritto di un terribile incidente che avrebbe mandato in fumo il lavoro di oltre 30 volontari: “Voglio esprimere a nome di tutta l’amministrazione e, ne sono certo, di tutta la comunità di Bracciano, la massima solidarietà per il terribile incidente che stanotte ha mandato letteralmente in fumo il preziosissimo lavoro di raccolta di oltre 30 volontari che stanno cercando di sostenere oltre 80 famiglie attraverso la consegna di derrate alimentari con il Banco organizzato dalla chiesa della Misericordia. Al coraggio e all’impegno dei volontari, della parrocchia e del suo parroco, Don Piero Rongoni l’amministrazione non resterà indifferente e offrirà tutto l’aiuto perchè il loro lavoro è una bellissima pagina della storia della nostra città e va supportato e rilanciato”

Per fortuna il loro lavoro, o meglio le opere e impegno dei volontari sono salvi. Il parroco ha spiegato che l’incendio ha colpito un luogo dove sono impegnati ogni giorno oltre 30 persone.

Continua a leggere

I più letti