Connect with us

Senza categoria

Modena: scontri a presidio anti-Salvini. Leader Lega: “Quattro zecche”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il ministro sulla sentenza di Bologna sui richiedenti asilo: “Vergognosa, giudici che vogliono fare politica si candidino”. Attesa Cassazione

Nuovi scontri a Modena nella zona di Novi Sad al presidio del collettivo Guernica e studenti organizzato per protestare contro la visita di Matteo Salvini in città: cariche delle forze dell’ordine su un gruppo di manifestanti che stava tentando di sfondare il cordone. Sono volate manganellate e un ragazzo è rimasto ferito al capo e ha perso del sangue. È lo stesso presidio dove un paio d’ore fa prima del comizio di Salvini erano stati lanciati dei sassi e c’erano state cariche di alleggerimento.

“Non ci sono più i compagni di una volta. Hanno perso la voce, hanno fatto tardi ieri sera al centro sociale. Meno canne e più uovo sbattuto della nonna che state meglio”. Così Matteo Salvini dal palco del comizio a Modena ad alcuni contestatori che lo hanno fischiato.

Sul palco del comizio è salito a fine intervento anche Luca Toni. L’ex attaccante, campione del mondo azzurro nel 2006, ha scambiato col leader della Lega una affettuosa stretta di mano e ha posato col vicepremier per un selfie.

Castelli Romani

Marino, un pessimo esempio di propaganda politica del M5s: la Lega chiama all’appello tutti i partiti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Lega: “L’auspicio è ora quello che i rappresentanti di tutto l’arco politico locale, soprattutto quelli del partito Democratico, in quanto alleati di governo dei grillini, prendano le distanze da questo pessimo esempio di propaganda politica”

MARINO (RM) – “Becero video propagandistico del MoVimento 5 Stelle del Lazio e di Marino”. Così è stato catalogato da Tony Brugnolo e Giorgio Leopardi Responsabili Lega Castelli Romani, dal coordinatore della Lega di Marino Maurizio Forgetta e da tutto il direttivo un video postato sulla pagina Facebook del M5s Lazio in cui si promuove un’iniziativa relativa alla spesa solidale sospesa attuata dal Comune di Marino, in cui si vedono chiaramente i volontari della protezione civile occuparsi di tutta l’organizzazione.

La Lega punta il dito su quello che è stato definito come un uso improprio, a scopo puramente propagandistico, dell’iniziativa attuata dai volontari che viene diffusa con il logo del M5s

“L’utilizzo solo per il fine scopo di consensi elettorali, – dichiarano gli esponenti leghisti – utilizzando i vari progetti di solidarietà per l’emergenza COVID-19, che hanno coinvolto tutta la cittadinanza, varie associazioni, Protezione Civile e volontariato tutto, comprese le nuove “amiche” associazioni nate solamente oggi durante l’emergenza in corso. Vogliamo ricordare – proseguono – al Movimento 5 stelle del Lazio e di Marino che ogni azione di solidarietà, quando viene usata e strumentalizzata mediaticamente al solo fine di prendere consensi si contorna della più bassa pochezza  e di un indegno modus operandi. Dimenticando che la solidarietà appartiene a tutti e a tutte senza distinzione di colore politico”.

Dalla Lega l’auspicio è ora quello che i rappresentanti di tutto l’arco politico locale, soprattutto quelli del partito Democratico, in quanto alleati di governo dei grillini, prendano le distanze da questo “pessimo esempio di propaganda politica”.  

Continua a leggere

Castelli Romani

Albano Laziale, “Patto per la Crescita” accoglie la proposta dei ragazzi di “Territorio e Partecipazione” per rilanciare il settore sportivo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – Ad Albano Laziale la coalizione denominata” Patto per la crescita”, formata da Lega, Forza Italia, Area Democratica, la Città Albano Laziale e Fratelli d’Italia, ha colto con molto favore le idee proposte dai ragazzi di Gioventù Nazionale, presentate dai tre consiglieri di Territorio e Partecipazione al Consiglio Comunale dei Giovani.

“In particolare ha colpito la nostra attenzione la proposta relativa al rilancio dell’attività del settore sportivo. – dichiarano dalla coalizione – E’ del tutto evidente che il mondo dello sport è uno dei settori maggiormente colpiti da questa crisi ed occorre trovare, sia a livello nazionale e regionale sia a livello locale, soluzioni a breve termine.

Attorno al mondo dello sport, ad Albano Laziale, ruotano centinaia di addetti, dai gestori degli impianti agli istruttori, dai fisioterapisti agli allenatori, che non percepiscono più introiti ormai da due mesi e che rischiano di trovarsi in questa situazione ancora per lungo tempo. Per questi motivi – proseguono – consideriamo meritevole di approfondimento e di considerazione l’ipotesi di dare la possibilità alle palestre e ai personal trainer di utilizzare i parchi della città e gli spazi pubblici, chiaramente nel rispetto delle misure di distanziamento sociale che sono previste dalla fase 2 dell’emergenza. Meritevole per due motivi: principalmente perché in questo modo permetteremo ai cittadini di rioccupare lo spazio pubblico in modo sano dando l’occasione alle palestre e ai personal trainer, che per più di due mesi non hanno potuto lavorare, di poter riprendere le attività, prendendosi cura dello spazio dato ad essi in gestione; secondariamente, ma non in ordine di importanza, perché dobbiamo sempre accogliere e dare ascolto alle idee che giungono dal mondo giovanile, perché è nostro dovere investire nelle energie, nelle competenze e nelle capacità delle nuove generazioni”.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, Enzo Picone: Da Tellaroli e Mauro una ‘stupida’ ricerca di paternità. Anziché criticare si rimbocchino le maniche”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Ferma e puntuale la nota del Il Presidente del Consiglio comunale di Bracciano Enzo Picone che arriva a seguito di quello che il sindaco di Bracciano Armando Tondinelli non ha esitato a chiamare “sciacallaggio mediatico” da parte di Tellaroli e Mauro che in un momento di emergenza tentano di appropriarsi delle iniziative della maggioranza soltanto per pura strategia di consenso politico.

Ecco la nota di Enzo Picone: “Ora basta! Finiamola con la spasmodica ricerca di paternità di atti dovuti e necessari! La posizione di Presidente del Consiglio del Comune di Bracciano mi impone di fare chiarezza su quanto è affermato in questi giorni sui social network e attraverso articoli di giornale della stampa locale al riguardo di una variazione di bilancio approvata in Giunta il 29/04/2020.
Per prima cosa occorre chiarire, con precisione, quanto avvenuto prima della Deliberazione di Giunta Comunale “incriminata” e lo farò in maniera quasi schematica con brevi didascalie affinché il lettore possa avere un quadro chiaro di quanto accaduto.
Il giorno 17 aprile sono state inviate ai Consiglieri del Comune le convocazioni per la Conferenza dei Capigruppo indetta per 22 aprile e per il Consiglio Comunale indetto per 23 aprile.
In data 21 aprile il Movimento 5 stelle invia alla Presidenza una Mozione.
Durante la Conferenza dei Capigruppo tenutasi il giorno successivo alla ricezione della Mozione, quindi in data 22 aprile, ho fatto presente che l’Amministrazione per mezzo della Giunta era in procinto di adottare una variazione di Bilancio rivolta a sostenere l’imprenditoria e le famiglie Braccianesi, ho comunicato, inoltre, che l’Assessore Testini in sede di Consiglio avrebbe riferito nuove informazioni inerenti alle azioni che saranno portate avanti dall’Amministrazione per far fronte a questo periodo di assoluta emergenza.
Ora occorre evidenziare che nella Mozione presentata, si chiede al Sindaco e alla Giunta, oltre ad impegnarsi presso l’ANCI e la Regione Lazio, di trovare fondi per le categorie colpite dalla crisi economica derivante dalla attuale pandemia.
Le categorie individuate nel testo dell’atto vanno dai nuclei familiari alle associazioni senza scopo di lucro in ambito sociale, sportivo e culturale che svolgono servizi a favore della collettività locale, mai è fatta menzione di somme pari o vicine ai 243/300 mila euro.
Vista la copiosità delle categorie richiamate appare evidente che la Mozione è rivolta a impegnare la Giunta nel trovare fondi per la quasi totalità della cittadinanza e non solo, quindi è ovvio e lapalissiano che dopo il 21 aprile qualunque atto approvato in Giunta o Consiglio Comunale, sarà politicamente rivendicato come figlio della Mozione dei 5 stelle, e non so per quale motivo anche dal Consigliere Mauro e a suo dire sostenuta anche da tutta la minoranza.
A mio parere, questa Mozione assume il tenore e la valenza della celeberrima frase della Sibilla Cumana “ibis redibis non moriero in bello”, in altre parole come diremmo noi ai nostri tempi: “Una Mozione 4 stagioni”.
Nel ringraziare chiedo ai Consiglieri che rivendicano inutilmente la paternità della variazione di bilancio ed a colui il quale critica l’insufficienza del contributo a fondo perduto stanziato da questa Amministrazione, di impegnarsi con lo stesso vigore e accanimento verso i loro referenti politici che siedono gli scranni della Regione Lazio e del Governo, come stanno facendo Assessori e Consiglieri dell’Amministrazione Tondinelli, affinché arrivino contributi a fondo perduto per i cittadini di Bracciano, del Lazio e dell’Italia intera.
Sperando di aver fatto luce su alcuni lati bui di questa “stupida” ricerca di paternità porgo un cordiale e affettuoso saluto ai lettori e li assicuro che Sindaco, Assessori e Consiglieri non si sono mai risparmiati e non si risparmieranno mai, nemmeno un giorno, nel cercare di dare risposte concrete ai bisogni nati e che nasceranno a seguito di questo infausto periodo.

Continua a leggere

I più letti