Connect with us

Cronaca

MOLISE, RACCOLTA RIFIUTI "PORTA A PORTA": PARTE LA RIVOLUZIONE!

Clicca e condividi l'articolo

Facciolla:" Il nostro obiettivo con l'avvio dei progetti ammessi a finanziamento è arrivare nei primi posti entro un anno e mezzo. Partiamo per questo primo step con 16 milioni"

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Molise – Non solo "porta a porta", ma anche e soprattutto "a portata di tutti": per i comuni molisani è "raccolta differenziata chiavi in mano". La Regione Molise a capo della più grande rivoluzione ambientale di prossima pratica in larga scala territoriale: 16 milioni di euro per i primi 25 progetti contenuti nell'accordo di programma quadro, sottoscritto lo scorso 14 ottobre con il Ministro dell'ambiente e il Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica. 

"Un ambizioso progetto per risalire nella graduatoria e spingere per diventare modello nella gestione dei rifiuti urbani", da Palazzo Vitale il presidente Paolo di Laura Frattura e l'assessore Vittorino Facciolla lanciano la sfida: "In un anno e mezzo il Molise sarà tra le realtà più virtuose di Italia. Oggi partiamo mettendo a disposizione delle amministrazioni comunali risorse certe e sostanziose per l'acquisto di materiali e strumenti, compreso un valido e continuo supporto normativo, per praticare da subito una gestione dei rifiuti urbani efficiente, innovativa e strategica", così l'annuncio ufficiale dell'avvio dei lavori. 

 "L'accordo di programma quadro appena siglato – ha dichiarato il governatore Frattura -, è la prova del cambiamento di metodo da noi attuato con la Regione che riprogramma e impegna risorse e accompagna i comuni nella definizione di progetti virtuosi. Una riorganizzazione del metodo di lavoro che premia la logica della condivisione dei servizi nell'interesse dei cittadini". 

Nel merito dell'Apq da 16 milioni di euro e dei progetti collegati, l'assessore Vittorino Facciolla: "Siamo partiti da un dato non confortante per quanto riguarda la gestione dei rifiuti urbani – ha spiegato il titolare regionale all'ambiente -: in questo campo siamo agli ultimi posti in Italia. Il nostro obiettivo con l'avvio dei progetti ammessi a finanziamento è arrivare nei primi posti entro un anno e mezzo. Partiamo per questo primo step con 16 milioni, ma complessivamente a regime ne saranno 27, per 25 progetti che ricomprendono per il momento un'ottantina di comuni molisani. Si tratta di una azione importante possibile grazie alla riprogrammazione dei fondi comunitari a nostra disposizione, alcuni, come Pit, Pisu e Pai, fermi dal 2011". 

Sottolineando che "la tutela ambientale non la facciamo con le chiacchiere o con gli slogan, ma con i fatti", Facciolla ha messo in evidenza i potenziali risultati derivanti dalla differenziata anche di altro valore, come l'occupazione: "I rifiuti hanno risvolti strategici per l'economia locale: per fare un esempio immediato, alla raccolta porta a porta, economica solo se fatta bene, si lega in maniera evidente la costruzione di nuovi e numerosi posti di lavoro".

Durante l'incontro con la stampa, è stato presentato il logo della campagna di comunicazione "DifferenziaMOLISempre", scelto attraverso un concorso di idee, bandito dall'Assessorato all'ambiente, al quale sono stati candidati 275 progetti provenienti da tutt'Italia. Con il vincitore Giacomo Attardi, selezionati dalla commissione anche altri quattro finalisti pari merito, Maria Fagliarone, Antonella Petrecca, Massimo Dilio e Giuseppe Gallo de Marinis

"Siamo grati a tutti coloro che partecipando al concorso ci hanno aiutato con la loro creatività a rendere più diretto e bello il messaggio che volevamo veicolare per il rispetto concreto del mondo attorno a noi", ha concluso il presidente Paolo Frattura.

Print Friendly, PDF & Email

Cronaca

Passo Corese: donna si sente sola, chiama i Carabinieri per un po’ di compagnia e loro la raggiungono a casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

PASSO CORESE (RI) – Nel tardo pomeriggio di ieri, la Sig.ra Ivana, domiciliata a Passo Corese, 72enne, ha chiamato i Carabinieri perché si sentiva sola.

Il centralinista di turno, percepito lo stato particolarmente triste nel quale si trovava la Signora, ha avvisato il Ten. Carmelo Ceraolo, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, il quale, unitamente al Comandante della Stazione CC di Passo Corese Luogotenente Rosario Caliendo e al Maresciallo Giuseppe Farinelli, Addetto alla Stazione di Fara Sabina, si è recato immediatamente presso il domicilio della Signora Ivana, donandole il calendario storico del 2021.

La donna, commossa dal gesto, ha ringraziato i militari e ha espresso loro il cordoglio per l’uccisione del Carabiniere Iacovacci in Congo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Milano, arrestati i 10 componenti della banda criminale dei bancomat

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro

MILANO – Alle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, a conclusione di una lunga attività di indagine, hanno arrestato i dieci componenti della banda criminale responsabile di aver assaltato diversi sportelli bancomat in tutta Italia.

In manette 10 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di furti di denaro contante presso gli sportelli ATM di istituti di credito su tutto il territorio nazionale mediante assalto con miscela esplosiva, riciclaggio ed altro.

Le indagini, condotte dal Nucleo Investigativo e dirette dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno consentito di disarticolare un sodalizio, i cui capi ed organizzatori abitano e sono cresciuti nel quartiere “Pilastro” di Bologna, specializzato nella realizzazione di assalti notturni in danno di sportelli bancomat.

Le violente esplosioni causate per scardinare gli sportelli bancomat hanno spesso provocato ingenti danni alle strutture e in alcuni casi con conseguenze di inagibilità ad interi edifici.

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Emilio Orlando, una firma della cronaca sull’Albo dei Giornalisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il giornalista Emilio Orlando figura nuovamente nell’albo dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio come pubblicista dopo che nel 2019 il suo nominativo non compariva nell’elenco dell’Ordine dei Giornalisti.

A quanto risulta oggi la sua posizione di iscritto è regolare. Emilio Orlando svolge attività giornalistica principalmente su casi di cronaca nera e di giudiziaria e spesso è ospite di trasmissione televisive.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti