Connect with us

Roma

MONTE PORZIO CATONE: PRÊT À PORTER PER IL FOTOVOLTAICO

Clicca e condividi l'articolo

Prima installazione reale di pannello fotovoltaico organico ecocompatibile ed ecosostenibile a Monte Porzio Catone.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Daniela Zannetti

Monte Porzio Catone (RM) – Il comune, in accordo con la Regione Lazio, l’Università  di Roma Tor Vergata  e il Policlinico Tor Vergata, ha organizzato con la collaborazione di MPC03 , l’associazione di protezione civile locale, due giornate dedicate alla cittadinanza nella prevenzione e misurazione dell’osteoporosi.  Il presidio sanitario è stato allestito in piazza Borghese Sabato 8 e domenica 9 giugno in una speciale tenda di soccorso sanitario alimentata da pannelli  fotovoltaici ultraleggeri e semi integrati al telo stesso. “Primo allestimento pubblico in Italia”, precisa Massimo Cosmelli, Consigliere con delega a Aree esterne e Igiene Sanità  di Monte Porzio che ha curato l’iniziativa con l’intento di  riproporla ancora a settembre e poi ottobre durante la giornata mondiale della osteoporosi. “La Tenda”- ci dice l’ing. Monica Coppola della facoltà di Ingegneria Elettronica di Tor Vergata, responsabile delle relazioni esterne  – è un modello prototipo per le emergenze, realizzato all’interno del progetto PSO, Polo Solare Organico (CHOSE ), commissionato dalla regione Lazio per la gestione delle ricariche telefoniche e dei computer nelle emergenze”.  Spiega ancora – “ la necessità di comunicazione per i soccorsi è la prima realtà che si rileva durante un evento imprevisto e catastrofico come un terremoto ( vedasi L’Aquila dove hanno realizzato una prima esperienza) e successivamente quella di allestire un presidio sanitario con macchinari di soccorso. Questo sistema, detto isola di energia,  alimentato a energia solare, composto da pannelli fotovoltaici flessibili e con componenti organici, ovvero che non utilizzano il silicio come i tradizionali, sono  autonomi, permettono  l’autonomia dalla rete elettrica e la gestione del soccorso”. 

“Quelli dei mirtilli” – ricordo con piacere di averne parlato  così: sul mensile d’informazione locale dove all’epoca curavo una rubrica ambientale : “un no agli scarichi nocivi, tipici dell’industria che utilizza materiali tipo silicio, litio etc, viene dal mondo della ricerca (Università di Tor Vergata), dove tra nuove tecnologie  e frutti di bosco,  si realizzano pannelli fotovoltaici basati su materiali organici e l’imitazione della sintesi clorofilliana […] energia al mirtillo con il grosso vantaggio dei materiali che sotto forma di pellicola possono essere depositati su larghe aree ed inchiostrati come un processo di stampa”. Eravamo nel  2007 e le sensibilità continuano.

La sperimentazione a Monte Porzio permetterà di rilevare la resistenza del prototipo e l’attività dell’isola di energia che ha alimentato l’illuminazione a led della tenda, i cellulari e il macchinario della misurazione della osteoporosi almeno 100 misurazioni solo nella prima giornata (oltre a misurazioni di pressione arteriosa, curate dai volontari della Croce Rossa locale) . A tal proposito e grazie al patrocinio del Policlinico di Tor Vergata, erano presenti Ortopedici e Neurologi per una prima valutazione dei risultati della OSTEOPro gratuita. “Il macchinario portatile – spiega uno degli ortopedici presenti – che rileva la densità ossea del tallone del piede (osso trabecolare) presenta l’attendibilità della misurazione. In caso di rilevamento di uno stato di una prima insufficienza (osteopenia) è necessario un ulteriore controllo medico per una cura adeguata di calcio e vitamine, dieta ( quali cibi aiutano, quali no)  e di attività fisica ( posturale, ecc.); se di stati più evidenti di alterazione dei parametri clinici (osteoporosi)si consiglia la M.o.c , ovvero la mineralometria ossea computerizzata, completa, di tutta la struttura ossea”. C’è da ricordare che l’osteoporosi non è una problematica che riguarda la sola popolazione femminile (e che di solito di riscontra come iniziale nel periodo della menopausa), ma può riguardare la popolazione maschile a parità di età con livelli di osteoporosi anche maggiori.  Alta la soddisfazione del gruppo di volontari di Protezione civile di Monte Porzio Catone ( MPC03, li ricordiamo per essersi distinti nei primi, tristi, interventi del sisma aquilano del 2007) che si sono adoperati nelle due giornate consecutive nella gestione della tenda prendendo utilissima familiarità al sistema operativo di soccorso. 

Metropoli

Anguillara Sabazia, città pronta a rinascere dopo il fallimento M5s: grande attesa per lo spoglio elettorale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Inizierà domani mattina lo spoglio delle schede elettorali e per la città di Anguillara Sabazia, che supera i 15 mila abitanti (arriva a 20 mila), si potrebbe arrivare al ballottaggio i prossimi 4 e 5 ottobre.

A dominare la scena è un clima di totale incertezza e difficoltà nel capire chi dei quattro candidati giungerà alla sfida finale. Alle 15 di oggi l’affluenza alle urne è stata del 67,41 per cento.

Una cittadina adagiata sul lago di Bracciano dove a sfidarsi sono l’avvocato Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), l’imprenditore Michele Cardone (PD/Sinistra in Comune e una civica), l’avvocato Francesco Falconi (lista civica) e il geometra Sergio Manciuria (due liste civiche).

Le amministrative, secondo scadenza naturale, si sarebbero dovute tenere  a primavera del prossimo anno ma l’implosione politica del governo Cinque Stelle guidato da Sabrina Anselmo ha portato alla sfiducia del sindaco e conseguente commissariamento dell’Ente.

Ora Anguillara è in ginocchio con grosse criticità da risolvere: periferie in degrado e strade piene di buche, marciapiedi dissestati, emergenza cimitero, piano regolatore ancora da approvare, nessuna programmazione turistica e scuole che cadono a pezzi con un plesso dichiarato inagibile e i ragazzi costretti a fare lezione nei container.

Continua a leggere

Castelli Romani

Comuni al voto in provincia di Roma: è boom di elettori per Albano Laziale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne tra il 62 per cento (dato minimo registrato a Rocca di Papa) e il 71,47 per cento registrato a Colleferro. Questo il dato percentuale che si è registrato alla chiusura dei seggi oggi alle 15 tra nei comuni della provincia di Roma al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali.

Tra tutti il dato che emerge è quello di Albano Laziale dove il numero degli elettori che si sono recati alle urne è cresciuto di ben 5 punti percentuali in più rispetto alle trascorse amministrative.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma

Albano Laziale ha registrato una affluenza del 67,39 per cento

Aumentano di 5 punti percentuali il numero delle persone che hanno votato ad Albano Laziale rispetto le passate amministrative dove si era registrato un 62,32 per cento. Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia ha registrato una affluenza del 67,41 per cento

Diminuiscono le persone che si sono recate alle urne ad Anguillara Sabazia dove ale passate amministrative si era registrato un 69,52 per cento di votanti. Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa ha registrato una affluenza del 62,58 per cento

Diminuiscono anche a Rocca di Papa il numero dei votanti che alle scorse amministrative avevano registrato una affluenza del 65,11 per cento. Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia ha registrato una affluenza del 66,51 per cento

Pressochè uguale l’affluenza alle urne da parte degli elettori di Ariccia dove alle trascorse elezioni rappresentavano un 66,71 per cento. Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma ha registrato una affluenza del 65,49 per cento

Cala di un punto e mezzo percentuale l’affluenza dei votanti che alle scorse comunali erano il 66,93 per cento. Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo ha registrato una affluenza del 63,61 per cento

Un punto percentuale in più l’affluenza alle urne per gli elettori di Zagarolo che alle trascorse elezioni erano il 62,53 per cento. Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro ha registrato il 71,47 per cento di affluenza

Cala di un punto l’affluenza alle urne per gli elettori di Zagarolo che alle trascorse elezioni hanno registrato un 72,63 per cento. Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina registra una affluenza del 69,57 per cento

Un punto percentuale in più anche per Palombara Sabina dove alle trascorse elezioni il numero dei votanti ha registrato un 68,64 per cento. Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

Castelli Romani

Comuni al voto in provincia di Roma: alle 23 affluenza alle urne intorno al 50 per cento

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Affluenza alle urne che sale intorno al 50% quella che si registra nei comuni della provincia di Roma che vanno al voto per il rinnovo delle cariche istituzionali. Dato più basso quello di Rocca di Papa con il 47,13% di votanti mentre il più alto quello di Colleferro con il 54,92%.

Ecco i dati dei comuni della provincia di Roma delle ore 23

Albano Laziale alle 23 ha registrato una affluenza del 50,57 per cento

Una città che conta oltre 40mila abitanti e 34 sezioni e che vede quattro candidati a sindaco: Bruno Valentini (Partito Comunista), Matteo Mauro Orciuoli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e quattro civiche), Massimiliano Borelli (PD e otto civiche), Luca Nardi Movimento Cinque Stelle.

Anguillara Sabazia alle 23 ha registrato 50,68 per cento

Circa 20mila abitanti, con 15 sezioni e quattro candidati: Angelo Pizzigallo (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia), Michele Cardone (PD e una civica), Francesco Falconi (lista civica), Sergio Manciuria (due liste civiche).

Rocca di Papa alle 23 ha registrato 47,13 per cento

Oltre 17mila abitanti, 12 sezioni e sei candidati a sindaco: Elisa Pucci con tre liste civiche, Marco D’Antoni MoVimento Cinque Stelle, Enrico Fondi con tre liste civiche, Massimiliano Calcagni (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e una civica),Veronica Cimino con quattro liste civiche, Andrea Croce (PD e tre liste civiche).

Ariccia alle 23 ha registrato una affluenza del 49,61 per cento

Conta quasi 19 mila abitanti, 21 sezioni e sei candidati: Gianluca Staccoli (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due civiche), Enrico Indiati (quattro liste civiche, Emilio Tomasi (PD e due civiche), Emanuele Imperioli (M5S), Giorgia La Leggia (tre civiche), Emilio Cianfanelli (tre civiche).


Genzano di Roma con 48,58 per cento di affluenza alle 23

Quasi 24 mila abitanti, 21 sezioni e cinque candidati: Roberto Borri (PCI e una civica), Walter Ippolito (M5S), Flavio Gabbarini (tre liste civiche), Carlo Zoccolotti (PD più quattro civiche), Piergiuseppe Rosatelli (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia).


Zagarolo alle 23 registra una affluenza del 47,68 per cento

Oltre 18 mila abitanti e 4 candidati a sindaco: Emanuela Panzironi (PD più cinque civiche), Marco Bonini (Fratelli d’Italia, Lega e due civiche), Giovanni Luciani (lista civica), Giacomo Vernini (lista civica), Marco Riccardi (M5S)

Colleferro alle 23 ha raggiunto il 54,92 per cento di affluenza

Oltre 21 mila abitanti, 19 sezioni, cinque candidati a sindaco: Pierluigi Sanna (PD e quattro civiche, Valerio Giuffré (una civica), Mario Cacciotti (Forza Italia e due civiche), Daniele Capuano (M5S), Rocco Sofi (lega, Fratelli d’Italia e una civica)

Palombara Sabina alle 23 registra una affluenza del 52,97 per cento

Con 13 mila abitanti e tre candidati a sindaco Alessandro Palombi, Rino Postiglioni, Serena Rosati ciascuno portato da una lista civica

Continua a leggere

I più letti