1

Monterotondo, stretta sulla movida: denunce per droga e guida in stato di ebrezza

Monterotondo (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto di fenomeni di degrado e turbativa dell’ordine pubblico nel centro storico in occasione della c.d. “movida”.

Con la predisposizione di diverse pattuglie appiedate e di altre con autovetture con i colori istituzionali, nelle serate di venerdì, sabato e domenica, i militari della Compagnia hanno presidiato le vie dove insistono la maggior parte dei locali che fino a notte inoltrata vedono tra gli avventori giovani non solo del posto ma dell’intero circondario (Mentana, Fonte Nuova, Palombara, Capena e Fiano).

Sono stati così controllati la maggior parte degli avventori oltre a quasi tutti gli esercizi di somministrazione di cibi e bevande.

Inoltre le pattuglie che hanno effettuato i posti di controllo sulle arterie principali di arrivo al Centro Storico e di uscita dalla città al termine della serata utilizzando l’etilometro per controllare il tasso alcolemico di chi spesso si mette alla guida dopo aver assunto sostanze alcooliche con il rischio per la propria incolumità e per quella altrui.

In alcuni casi poi i militari, quando vi erano le condizioni di legge e i movimenti degli avventori destavano il sospetto che si celassero attività di spaccio al minuto di sostanze stupefacenti, hanno effettuato perquisizioni personali e veicolari.

Ad ogni modo un ulteriore controllo è stato effettuato per il rispetto delle norme di contenimento COVID-19 con il controllo dei GreenPass per i clienti e di tutte le norme cui sono soggetti i pubblici esercizi.

Così al termine del servizio i carabinieri di Monterotondo hanno identificato e controllato un centinaio di persone, due delle quali, a seguito di perquisizione sono state trovate in possesso di sostanza stupefacente. In particolare un cittadino rumeno residente a Monterotondo è stato sorpreso con indosso circa 50 grammi di droga tra hashish e marjuana oltre ad un bilancino di precisione. E’ stato così deferito a piede libero alla Procura di Tivoli. Un altro avventore proveniente da Capena è invece stato segnalato alla Prefettura di Roma come assuntore di stupefacenti, per una perquisizione che ha consentito di rinvenirgli addosso 2 grammi di hashish.

Un altro deferimento ha invece coinvolto un ragazzo di origini sarde ma residente a Monterotondo che al termine della serata si era rimesso alla guida della sua autovettura con un tasso alcolemico ben più alto del limite massimo (2,30 rispetto al limite massimo di 0,5) per cui oltre al ritiro immediato della patente gli è stata sequestrata anche l’autovettura.

Complessivamente sono stati 36 i veicoli controllati ed 11 i pub e ristoranti in cui i carabinieri sono entrati per controllare oltre al greenpass il rispetto dei protocolli Anti COVID.I servizi proseguiranno nei prossimi fine settimana.