Connect with us

Redazione Lazio

Movimento Turismo del Vino Lazio: tutto pronto per "Cantine aperte in vendemmia 2016"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 4 minuti Un’occasione unica per incontrare gli enoturisti in un’atmosfera permeata di profumi di mosto e dell’autunno

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 4 minuti
image_pdfimage_print


Red. Cronaca


Il 25 settembre per “Cantine Aperte in Vendemmia” dalle ore 10.30 alle 18.30 i turisti saranno accolti come veri amici dai migliori produttori della Regione Lazio, Associati al Movimento Turismo del Vino Lazio, saranno guidati tra botti e gallerie, per degustare il loro vino abbinato ai prodotti tipici della gastronomia locale, accompagnati da manifestazioni culturali e di folklore durante il periodo della vendemmia, vieni in cantina e vedi come nasce una bottiglia di qualità; dalla raccolta dell’uva all’assaggio del mosto per seguire e approfondire il processo di trasformazione dell’uva in vino e vivere con i produttori la festa della vendemmia con curiosità e allegria in un’atmosfera ricca di profumi autunnali.

 

Gli enoturisti avranno l’opportunità di visitare cantine molto diverse fra loro, da quella costruita in una cisterna romana all’altra in un castello medievale fino a quelle situate vicino a insediamenti archeologici e in casali del ‘600, ville del ‘700/’800 e primi '900. La manifestazione “Cantine Aperte in Vendemmia” vuole far conoscere come nasce una bottiglia di vino e farne gustare un bicchiere, spillato dalla botte, per richiamare alla memoria un gesto antico nel nostro mondo consumistico, che spesso appiattisce le antiche culture contadine. Ogni azienda proporrà degustazioni di mosto, di vino e assaggi “nell’angolo dei sapori” dei prodotti territoriali tipici delle Province del Lazio (Olio extravergine di oliva, Pane, salumi, formaggi, porchetta, prodotti biologici e sottolio, dolci, miele, marmellate ed altre golosità, per promuovere oltre al vino i prodotti agricoli e gastronomici autunnali dei territori della Regione Lazio. Si replica inoltre “a pranzo con il vignaiolo”. Il turismo del vino anche nell’ambito di CANTINE APERTE IN VENDEMMIA, unisce la cultura della vendemmia alla cultura dell’Arte. Nella prossima manifestazione vi saranno eventi culturali e di tradizione (in alcune aziende si potrà provare l’emozione di pigiare l’uva a piedi nudi, come si usava nei tempi passati). “Il vino è la poesia della terra”, così sosteneva Mario Soldati. Da anni il Movimento Turismo del Vino del Lazio sostiene la festa della vendemmia per vedere come si ottengono i migliori vini delle cantine associate. È un’occasione unica per incontrare gli enoturisti in un’atmosfera permeata di profumi di mosto e dell’autunno.

Le aziende che partecipano:

    Nell’Az. Agr. Cantina del Tufaio a Zagarolo (RM) Degustazione dei vini aziendali con assaggi di pane e olio, salsicce e formaggi, tour in grotta e storia della cantina. Piatto unico in abbinamento ad un vino (a scelta tra salsicce e fagioli e tordo matto e verdura). Tel. 06-9524502 Cell. 339-6380419; www.cantinadeltufaio.it
    L’Az. Agr. Casale Marchese a Frascati (RM) Degustazione dei vini aziendali, stand gastronomici, mercatino artigianale e visita ai vigneti e alla cantina. Tel. 06-9408932; www.casalemarchese.it
    L’Az. Agr. Donnardea ad Ardea (RM) Passeggiate e visite ai vigneti con il produttore, degustazione vini e piccoli assaggi di gastronomia locale. Solo su prenotazione (informazioni e prenotazioni al 335-7573789) l'ormai famosa "Colazione con il Vignaiolo": un fagottino che ripropone l'idea di pranzo che un vendemmiatore. Nel primo pomeriggio assaggio della Ciambella al mosto 2016, dolce tipico dei Castelli Romani. Musica tradizionale Romana e balli folkloristici sui prati! Tel. 06 9115435 – 335 7573789; www.donnardea.it
    L’azienda Casale Cento Corvi Menadi S.r.l. Cerveteri (RM) Degustazione di tutti i vini prodotti, guidati dal sommelier, e assaggio dei mosti e visita guidata ai vigneti. In esclusiva per gli ospiti sarà possibile attraversare l’area della necropoli Etrusca della Banditaccia (sito Unesco) con guide specializzate; per i più piccoli è possibile partecipare alla pigiatura dell’uva. Sarà possibile anche degustare prodotti tipici della nostra zona, grazie alla presenza di stand gastronomici. Tel. 06-9903902; www.casalecentocorvi.it
    L’Az. Agr. Biologica La Luna del Casale Lanuvio (RM) Degustazione vini abbinati a prodotti tipici del territorio, visita ai vigneti e alla cantina. Tel. 06-9370036 Cell. 347-8248506; www.lalunadelcasale.it
    L’Az. Agr. Tenuta Le Quinte a Montecompatri (RM) Degustazione di vini abbinati a prodotti tipici Castellani, visita ai vigneti e alla cantina. Tel. 06-9438756; www.lequinte.it
    L’Az. Agr. Cantina Sant’Andrea a (Sabaudia) Terracina (LT) Degustazione vini prodotti tipici locali, visite guidate alla cantina e al vigneto. Tel. 0773-755028; www.cantinasantandrea.it
    L’Az. Agr. Biologica Roberta Scarpellini a Cisterna di Latina (LT) Visite guidate dell'azienda e dei vigneti, degustazione guidata dei vini aziendali, piccolo buffet di prodotti del territorio e alle ore 17 presentazione di due libri editi dalla casa editrice Atlantide: "Giallo nella palude redenta" di Antonio Scarsella e "Il vino tra psiche e poesia" di Edmondo De Amicis e Giuseppe Giacosa. Ingresso libero. Tel. 06-9601036 Cell. 349-2883659; www.ilcasaledeglioleandri.it
    Nell’az. Agr. Casale del Giglio a Le Ferriere: Visita per circa 1 ora a gruppo dei vigneti e della cantina; degustazione dei vini aziendali abbinati ai prodotti tipici: Pane casereccio, Pecorino Romano, Porchetta di Ariccia, Crostate con confettura di albicocca produzione artigianale dell’Azienda; visita guidata e gratuita al Museo di Satricum dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Nella cantina a Ponza: Percorsi tra i vigneti isolani, e degustazioni enogastronomiche in loco. Tel. 06-92902530;  www.casaledelgiglio.it.
    Az. Agr. Biologica Ganci a Borgo Grappa (LT) Degustazione dei vini aziendali, accompagnati dai prodotti tipici dell'Agro Pontino. Sarà possibile visitare la cantina, la quale offre una visione d’insieme dell’enologia degli ultimi 50 anni, e i vigneti che si affacciano sul Lago di Fogliano (Parco Nazionale del Circeo). Nella mattinata la Vendemmia con i Bambini: raccolta dell’uva sui filari, separare gli acini dal raspo e pigiatura con i piedi, come si faceva una volta. Chi vorrà potrà fermarsi “a Pranzo con il Vignaiolo” (previa prenotazione). Tel. 0773-208219; www.cantinaganci.com
    Nell’Az. Agr. Marco Carpineti a Cori (LT) Programma per la cantina a Velletri-Anzio: dalle ore 10.00 alle ore 18.00 presentazione azienda, visita guidata in cantina, degustazione vini in cantina. Programma per la Tenuta S. Pietro, in Via di Colle Pantaleo (Cori): dalle 13.00 alle 20.00 pic nic in vigna Tel. 06-9679860; www.marcocarpineti.it
    Nella Tenuta Pietra Pinta a Cori (LT) Degustazione gratuita e guidata di tutta la produzione dei vini dell’azienda e l'assaggio dei primi bianchi appena fermentati. Presso l'agriturismo sarà possibile pranzare con un menù basato sui profumi dei nuovi vini. Lo chef dell’agriturismo vi delizierà con un menù particolare. Tel. 06-9678001; www.pietrapinta.com
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura e Spettacoli

Anguillara, venerdì alla Porta del Parco la presentazione del libro più amato dai quarantenni: «Le notti non finiscono»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Alle ore 18 l’incontro con l’autore Mirko Polisano, giornalista del Messaggero

Una occasione per ripercorrere gli anni ’90. Un pomeriggio da non perdere venerdì 2 dicembre ore 18 presso La Porta del Parco ad Anguillara Sabazia per la presentazione del libro di Mirko Polisano «Le notti non finiscono».

Dal rigore di Roberto Baggio alle Nike Air Max. Dalle canzoni del Karaoke di Fiorello ai balli pomeridiani delle ragazze di “Non è la Rai”. C’è la storia degli anni’90 in questo libro. Il racconto di un gruppo di ragazzi che vive l’adolescenza tra pallone, motorini e primi amori. Quando l’estate era il tempo dei mondiali (e l’Italia partecipava) e delle grandi amicizie. Sullo sfondo c’è Roma e il mare di Ostia con le sue vicende di cronaca che si intrecciano con i protagonisti di queste pagine. “Le notti non finiscono” di Mirko Polisano è la storia di un tempo magico e sicuramente irripetibile. Le canzoni degli 883 sono la colonna sonora di quei giorni: le corse all’uscita da scuola, lo zaino Invicta, le figurine da scambiare e i ripassi di gruppo. La maturità nell’anno della Roma campione d’Italia, i cori e gli accendini accesi a quel concerto tanto atteso. Gli anni delle prime esperienze: lo stadio, le vacanze, le uscite in motorino e lo stereo in macchina a tutto volume. I sogni di una generazione, quella nata nel 1982 e dintorni. Una storia che inizia con l’immagine di Zoff che alza la Coppa e che si conclude con la vittoria in Germania nel 2006. Come a voler chiudere un cerchio. Venuti al mondo tra i gol di Rossi, Tardelli e Altobelli, con il presidente Pertini che esultava in tribuna. Poco più che ventenni quando Grosso fece urlare a un intero Paese: «Il cielo è azzurro sopra Berlino». Eccoli, i quarantenni (e giù di lì)  di oggi. Quelli che in un momento di nostalgia si fermano a pensare «seduti in una stanza, pregando per un Si». E ancora si emozionano. 

Continua a leggere

Castelli Romani

Rocca di Papa: sfiduciata la sindaca Veronica Cimino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

I consiglieri di maggioranza e opposizione hanno fatto cadere la sindaca Veronica Cimino. Le dimissioni di massa arrivano a pochi giorni da un blitz per dismettere le antenne abusive a Rocca di Papa. Ecco cosa scrive Andrea Croce sul suo profilo Facebook: «Abbiamo appena protocollato al Comune le dimissioni da Consiglieri comunali. Siamo in totale 10, 6 di minoranza e 4 di maggioranza.Il Consiglio comunale sarà sciolto e Veronica Cimino non sarà più la nostra sindaca.Una sindaca che il sottoscritto non ha mai sostenuto, nemmeno al ballottaggio. E lo rivendico con orgoglio!Finalmente si mette fine ad una delle esperienze amministrative più tristi e brutte degli ultimi decenni che lascia Rocca di Papa nell’insicurezza e nel degrado.Siamo felici che alcuni Consiglieri di maggioranza siano alla fine venuti sulle stesse posizioni del Partito Democratico che, con la mia attività di capogruppo, quella della Consigliera Gloria Silvestrini, insieme al rinnovato Direttivo, non ha mai smesso di criticare e picconare Cimino, chiedendo di cambiare rotta o di dimettersi.Non appena sarà nominato il Commissario prefettizio, prenderò subito un appuntamento per chiedergli di non trascurare alcune importanti situazioni che Cimino ha tralasciato e che invece vanno urgentemente risolte.Poi sarà tempo di guardare avanti: dovremo dare a Rocca di Papa un’amministrazione capace, umile, laboriosa, unita. Noi ci saremo e faremo di tutto per dare a Rocca di Papa tutto il nostro meglio».

Continua a leggere

Cronaca

Roma, La Storta: nascondeva in casa 126 chili di marijuana

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri della Stazione Roma La Storta hanno arrestato un romano di 31 anni, già sottoposto alla misura cautelare della detenzione domiciliare, con la concessione dii permessi in determinate ore della giornata, gravemente indiziato del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Recandosi a casa della persona sottoposta a misura cautelare per un controllo, i Carabinieri, attirati dalla presenza di un forte odore, proveniente proprio dall’interno, hanno deciso di approfondire l’ispezione. Una volta dentro l’appartamento, insospettiti dalla presenza di una porta chiusa a chiave, e dalla risposta evasiva sul motivo e su cosa ci fosse all’interno, l’hanno fatta aprire ed al suo interno hanno rinvenuto bidoni e sacchi di sostanza stupefacente, del tipo marijuana, per un peso complessivo di circa 126 chili. Ai militari l’uomo ha poi riferito che si trattava di marijuana legale, ma dall’analisi effettuata presso il laboratorio è emerso che vi era una parte di marijuana che aveva un THC superiore al limite consentito. Dalla droga rinvenuta si sarebbero potute ricavare oltre 17.000 dosi di sostanza stupefacente.Alla luce di ciò, il soggetto è stato arrestato e la droga e stata sequestrata. L’arresto è stato poi convalidato dal Tribunale di Roma.Si precisa che il soggetto non aveva inoltre alcuna autorizzazione o documentazione utile a poter vendere e commercializzare la “marijuana legale”.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti