1

NAPOLI: LUIGI DE MAGISTRIS RESTA IN CARICA

di A.B.
 
 
Napoli – Il Presidente del Tribunale di Napoli, Ettore Ferrara ha reso noto che il Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso fatto dal Sindaco di Napoli Luigi de Magistris contro la sospensione della sua carica disposta in base alla legge Severino in seguito alla condanna per abuso d’ufficio. Il Tribunale ha annullato il provvedimento di sospensione dalla carica che era stato firmato dall’allora prefetto di Napoli Francesco Antonio Musolino, in data 1 ottobre 2014. Il ricordo davanti al tar ha portato de Magistris al compimento delle sue funzioni il 30 ottobre di un anno fa. Venerdì scorso era stata discussa la causa davanti al Tribunale civile per circa tre ore.

Legge Severino. Entra in vigore nel novembre del 2012 durante il governo Monti e il suo nome è dovuto al ministro Paola Severino. La legge stabilisce la sospensione dall’incarico di un amministratore pubblico, su richiesta del prefetto e del ministero dell’interno, per un periodo di circa diciotto mesi per i condannati anche se soltanto in primo grado, per reati come corruzione, concussione, abuso d’ufficio, peculato. Un cittadino che abbia subito una condanna di questo tipo può però candidarsi a una carica pubblica ed essere eletto, ma poi eventualmente decadere.


Luigi De Magistris. Il Sindaco di Napoli, aveva subito una sospensione dal suo incarico dal prefetto per via di una condanna per abuso di ufficio nel settembre del 2014 e poi successivamente reintegrato dal Tar cha ha “sospeso la sospensione” che ha inviato gli atti alla corte costituzionale.