Connect with us

Roma

NEMI, ABUSI E RIPRISTINI. IL VILLINO DI VIA DEI LAGHI 1 – ATTO SECONDO: "UN ANNO DALLA SEGNALAZIONE DELL’ABUSO!"

Clicca e condividi l'articolo

Ci sono delle piante di ulivo messe a dimora successivamente all'emissione da parte del Comune di Nemi dell'ordinanza di remissione in pristino dello stato dei luoghi.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Hanno ottemperato i proprietari Ballor Anna Paola, Brullo Gabriele e Brullo Giovanni quest’ultimo appartenente, tra l’altro, alle forze dell’ordine?

 

Chiara Rai

Nemi (RM) – Tra un po’ ricorre il 21 settembre e ricorrerà un anno dalla segnalazione di un presunto abuso che poi si è confermato esserlo consumatosi in un villino in via dei Laghi al civico 1.

La nostra segnalazione – dello scorso 21 settembre 2012 – NEMI, UN EDIFICIO S'INGRASSA E SI TRASFORMA: PRIMA E DOPO. E' TUTTO REGOLARE? – riguardava l’evidente movimento di terreno boscato, con un andamento che seguiva la collina, che è stato completamente stravolto da terrazzamenti e muretti di contenimento. I piani di campagna sono stati quindi rivoluzionati e inoltre risultano essere stati smossi almeno mille metri cubi di terra.

In quel villino vi sono stati dei lavori continui da giugno 2011 al 2012. Una  ruspa di piccole dimensioni ha smosso terreno, in un territorio protetto pieno di vincoli a partire da quello idrogeologico. Un telo scuro di recinzione ha incuriosito l’interesse de L’osservatore laziale. Ci sono stati evidenti movimenti di terra come si evince dalle foto passate e recenti. C’è una parte di terreno ricoperta da vegetazione, arbusti compresi, che pian piano è stata sfoltita.  C’era una piccola tettoia di colore chiaro. Ci sono dei muretti, nel terreno, che prima non c’erano. C’era una recinzione con dei paletti in legno che è stata sostituita da un muro e ci sono, infine delle piante di ulivo messe a dimora successivamente all'emissione da parte del Comune di Nemi dell'ordinanza di remissione in pristino dello stato dei luoghi.

Il 17ottobre 2012, quindi, arriva finalmente l’ordinanza del Comune di Nemi – CLICCARE QUI PER LEGGERE L'ORDINAZA DEL COMUNE DI NEMI –  che contesta i movimenti di terra finalizzati a terrazzamenti e inoltre la posa in opera di prato e nuove essenze arboree. E’ stato contestato un portico con pilastri in legno, pilastrini rompitratta. Il porticato contestato era appoggiato ad una esistente struttura lignea già oggetto di accertamenti nel 2008. 

Hanno ottemperato i proprietari Ballor Anna Paola, Brullo Gabriele e Brullo Giovanni quest’ultimo appartenente, tra l’altro, alle forze dell’ordine?

Dalle immagini attuali si evince che il porticato con tegole al seguito (accatastate nella proprietà) è stato smantellato. Permane la struttura lignea oggetto di accertamento nel 2008. I muretti ci sono ancora. I movimenti di terreno effettuati sono ancora visibili e ci sembra che non sia stato ripristinato l’originale stato dei luoghi. Anzi si sono messi a dimora, dopo l’emissione dell’ordinanza del Comune di Nemi,  degli ulivi di media grandezza. Quegli alberi non potranno essere più sradicati e così rimarranno nel tempo ben evidenziati i terrazzamenti abusivamente realizzati.

Ha verificato l’ufficio tecnico del Comune di Nemi che l’ordinanza, passato un anno, sia stata correttamente ottemperata? Se, come si evince dalle foto, i proprietari avrebbero ottemperato soltanto parzialmente, ha provveduto il Comune a sanzionare e incassare la multa di euro 3 mila? Ha pensato il Comune ad intervenire e sostituirsi all’eventuale inottemperanza dei proprietari?

Il conto degli introiti che potrebbero risultare dalle sanzioni annunciate nelle ordinanze di ripristino e demolizione emesse dal Comune sale a vista d’occhio. Ma questo è soltanto il terzo episodio di una lunga serie di abusi che si sono verificati da giugno scorso fino ad oggi nel territorio di Nemi.

LEGGI ANCHE:

 

Metropoli

Fiano Romano, ecco perché il Sindaco Ferilli si candida a Consigliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sindaco Ferilli, il suo impegno con Fiano Romano finisce a Ottobre con le prossime elezioni?
Assolutamente no. Sono candidato Consigliere a sostegno della lista civica Fiano 2030 di Davide Santonastaso. Dopo 10 anni alla guida di una comunità che è cresciuta facendo diventare Fiano appetibile come vivibilità ed economia, mi metto nuovamente al servizio della collettività.

Perché la scelta di candidarsi ancora? Perché la mia dedizione per la nostra Fiano non ha certo una scadenza temporale, io voglio continuare a far crescere la nostra città, a creare nuove opportunità per i giovani, proseguendo insieme a Davide un percorso fatto di passi, di scelte, azioni intraprese sempre seguendo il criterio del buon padre di famiglia.

Come giudica questa campagna elettorale? Non facile ma con l’abbraccio di tante persone che condividono i nostri valori e il nostro agire con lealtà, trasparenza, dedizione. È facile giocare con le parole ma più complesso confrontarsi con i fatti, lo capisco. Detto questo io penso alla nostra squadra e al prossimo ambizioso progetto che abbiamo per Fiano.

Qual’é l’obiettivo principale del programma di lista e ciò che intende realizzare?
A costo di essere ripetitivo ribadisco l’importanza di dare nuove opportunità ai giovani anche attraverso la prosecuzione di costruzione di una salda rete sociale e l’incentivazione di moduli formativi che si adattino alle opportunità di lavoro anche e soprattutto nel comparto turistico, informatico e che valorizzi il made in Italy e l’artigianato. Vogliamo come lista proseguire il cammino virtuoso intrapreso che permette a Fiano di distinguersi per servizi, accoglienza e appetibilità. Chi passa a Fiano spesso se ne innamora e ci rimane a vivere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ariccia, festa di Santa Apollonia: un successo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Si è conclusa ieri ad Ariccia la Festa di Santa Apollonia. Tre giorni di musica, arte,cultura ed enogastronomia ( con degustazione gratuita delle cannacce) organizzati dal Comitato Comunale per l’Organizzazione delle Manifestazioni guidato da Ermanno Bravetti e Rosanna Desiderio . Gli eventi, nel rispetto delle norme anti covid 19, hanno affiancato le celebrazioni religiose dedicate alla Santa Patrona di Ariccia. Particolarmente sentita la Santa Messa del sabato animata dal Coro in Maschera di Ariccia.
Soddisfatto per la riuscita della Festa il Sindaco Gianluca Staccoli che ha espresso un solo rammarico legato al mancato svolgimento della tradizionale Processione.
“Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid 19- spiega il Sindaco Staccoli , non si è tenuta la tradizionale Processione per le vie della Città che vede impegnati i Cavalieri di Sant’Apollonia di Ariccia e tanti devoti della Nostra amata Santa. La speranza è che il prossimo anno si possa tornare a vivere in un clima di normalità una ricorrenza molto sentita e partecipata dalla nostra Comunità.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Riduzioni di quasi il 50% per le attività penalizzate dalla pandemia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Le attività produttive di Bracciano obbligate a chiudere a seguito dei provvedimenti governativi dei mesi scorsi godranno di uno sgravio.
A beneficio del tessuto economico produttivo maggiormente colpito dalla grave situazione emergenziale derivante dalla pandemiada covid 19, arriva una ulteriore misura:”Abbiamo voluto introdurre una riduzione del 45,8% – ha dichiarato il Sindaco Armando Tondinelli- da applicare alla parte fissa e alla parte variabile delle tariffe delle utenze non domestiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività. Porteremo questa proposta giovedì, nella prossima seduta di Consiglio Comunale per l’approvazione. Ad esempio, ridurre la tassa a quelle attività che di rifiuti, a causa del lockdown, ne ha prodotti pochissimi, è un atto doveroso e importante per dare una risposta concreta alle attività penalizzate dalla pandemia”.
Gli sconti saranno previsti per utenze non domestiche (attività produttive). 

Continua a leggere

I più letti