Connect with us

Roma

NEMI: ALTRI SOLDI DEI CITTADINI CHE SE NE VANNO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuto La ricetta c'e', ma si continua a disquisire in Consiglio comunale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

 

LEGGI ANCHE: CIAMPINO: QUELLE SPESE IPERBOLICHE PER PATROCINI LEGALI E SENTENZE SFAVOREVOLI

 

LEGGI IL PARERE DEL REVISORE DEI CONTI "…FATTA SALVA LA VERIFICA DI EVENTUALI RESPONSABILITA' …

 

di Ivan Galea

Nemi (RM) – Ben 5.372,50 euro relativi a provvedimenti esecutivi per spese di lite derivanti da sentenze emesse dal giudice di pace a seguito di ricorsi presentati contro verbali di violazione al Codice della strada emessi dall'amministrazione comunale di Nemi e che ora graveranno sulle spalle dei cittadini.

Infatti durante l'ultimo Consiglio comunale l'importo che il Comune di Nemi dovrà pagare è stato approvato con 4 voti favorevoli (Bertucci, Frison, Libanori, Ibba) contro 2 contrari (Cocchi, Osmari) come debiti fuori bilancio da imputare sul capitolo 1780 del Bilancio 2014.

Il Consigliere di opposizione Cinzia Cocchi ha affermato che le somme derivano da un cattivo lavoro degli uffici, puntando il dito su una cattiva Amministrazione e mancanza di controllo. Anche il Consigliere di opposizione Stefania Osmari ha fatto verbalizzare che risulta strano approvare un debito fuori bilancio per imperizia. Non è dello stesso avviso il sindaco Alberto Bertucci che ha riproposto il solito tormentone delle "cose ereditate da questa Amministrazione".

Torniamo a ribadire ciò che abbiamo più volte scritto in precedenti tabella: Meno contenziosi ci sono e più soldi restano in tasca dei cittadini. Purtroppo dagli atti che continuano ad essere pubblicati sull'Albo pretorio del Comune di Nemi, tra multe e spese per avvocati (passate e presenti) si continua a gravare sui cittadini di Nemi. E così tra un botta e risposta in Consiglio comunale se ne vanno altri 5.372,50 euro.  E Pantalone paga.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Roma, Eur: sorprese a fare la spesa gratis. Arrestate due sorelle

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri della Stazione di Roma EUR hanno arrestato due sorelle, entrambe cittadine romene, di 20 e 27 anni, e domiciliate presso l’insediamento nomadi di via Melibeo, con l’accusa di furto.

Le due donne sono state sorprese da un addetto alla vigilanza di un negozio di articoli per l’igiene della casa nei pressi di via del Tintoretto, mentre occultavano numerosi articoli in due borse, cercando di superare le casse senza pagare.

I Carabinieri, chiamati dalla vigilanza, hanno accertato che le due sorelle erano riuscite ad occultare all’interno delle due borse diversi prodotti, per un valore complessivo di circa 1100 euro.

Entrambe sono state accompagnate in caserma, in attesa del rito direttissimo. La merce recuperata dai militari è stata restituita al direttore del negozio.

Continua a leggere

Gallery

Roma, ponte di ferro: ipotesi commissariamento modello ponte Morandi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Benvenuti (Ecoitaliasolidale): “Necessario ripristinare subito il collegamento fra Marconi, Ostiense e Testaccio”

ROMA – Per ripristinare lo storico ponte che caratterizza non solo l’area Ostiense, ma che collega Marconi agli altri quartieri  interrotto dopo l’incendio che lo ha lesionato, si sta ipotizzando da parte del neo Sindaco Gualtieri la richiesta a Palazzo Chigi ed al Ministero dei Trasporti del commissariamento modello Morandi.

“Sta di fatto che il ponte deve essere ripristinato al più presto. – Dichiara  in una nota Piergiorgio Benvenuti, Presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale – Facciamo appello alla nuova amministrazione di Roma  -prosegue Benvenuti- affinchè si proceda alla bonifica degli argini del Tevere da baraccopoli abusive ed al rispetto della legalità, e che venga,   con la massima urgenza ripristinato il ponte. L’interruzione del traffico veicolare sta creando forti disagi per un ampio quadrante della città, per il commercio di Marconi, Ostiense e Testaccio, oltre ad un picco di  inquinamento determinato dalle file interminabili di traffico che si crea  quotidianamente a causa dell’interruzione”.

Continua a leggere

Metropoli

Guidonia Montecelio, preferisce il carcere alla convivenza con la moglie

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Il militare di servizio alla Caserma della Tenenza Carabinieri di Guidonia Montecelio, nella serata di ieri, ha creduto, per un attimo, di essere vittima di uno scherzo, quando un cittadino albanese di 30 anni, già conosciuto poiché agli arresti domiciliari per pregressi reati, si era appena presentato in caserma chiedendo di poter essere accompagnato in carcere.

Il 30enne ha spiegato ai militari di non essere più in grado di reggere la convivenza forzata con la moglie e, quindi, esasperato dalla situazione, ha preferito evadere presentandosi spontaneamente dai Carabinieri per chiedere di scontare la sua pena dietro alle sbarre.

I militari hanno “esaudito” il suo desiderio, arrestandolo con l’accusa di evasione, e l’Autorità Giudiziaria, informata sulla situazione, ha disposto il trasferimento in carcere.

Continua a leggere

I più letti