Connect with us

Roma

NEMI CASO INDENNITA' SINDACO ALBERTO BERTUCCI. PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA CHIEDE CHIAREZZA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti La legge prevede per i lavoratori a tempo determinato la decurtazione del 50% dell'indennità.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Nemi (RM) – Lo scorso 24 aprile 2013 pubblicavamo un articolo relativo il caso dell'indennità piena percepita dal primo cittadino Alberto Bertucci pari ad euro lordi 1.353,51 mensili nonostante lo stesso figuri nell'elenco INPS 2012 degli OTD (operai a tempo determinato) [ CLICCARE QUI PER SCARICARE IL DOCUMENTO INPS ].

Il portavoce della lista Partecipazione Democratica ha inviato alla nostra redazione una nota:

"Abbiamo confidato che la vicenda, talmente assurda, sarebbe stata chiarita dal sindaco come un grossolano equivoco. La risposta di Bertucci è arrivata immediata. Solo che non ha chiarito un bel niente. Anzi. Scrive che per la sua carica  riceve ogni mese 1010,94 euro al mese che corrispondono, al netto,  all’indennità piena prevista per i comuni come Nemi.   Ma non era questo il dubbio. Quello che gli  veniva chiesto di chiarire era   il  suo eventuale status di lavoratore  a tempo determinato,  nel qual caso la legge prevede che l’indennità di carica  le dovrebbe essere erogata al 50% ovvero  676,75 euro lordi  mensili. Ma su questo neanche un cenno.  Perche’ questo silenzio  sindaco Bertucci? I cittadini di nemi meritano chiarezza".
"

Nell'articolo dello scorso 24 aprile pubblicavamo inoltre la DETERMINAZIONE N° 167    DEL 08.11.2011 relativa gli anni 2010 e 2011, quando Alberto Bertucci ricopriva la carica di vice sindaco. E  affianco al nominativo dell’allora vicesindaco Alberto Bertucci appare la sua attività: libero professionista.  [CLICCARE QUI PER SCARICARE LA DETERMINA 167 DELL'8/11/2011 ] Caso vuole che il libero professionista (soggetto titolare di partita Iva con la quale svolge la propria attività professionale), in quanto lavoratore autonomo, ha diritto a percepire l’indennità piena da amministratore.

Dato che Bertucci, per quanto si ricorda, è amministratore già dal 2004, sommate tutte le presunte indebite indennità percepite, qualora lo stesso figurasse anche per gli anni regressi operaio a tempo determinato, si arriverebbe a somme considerevoli. Se sono stati percepiti dei soldi in più questi vanno restituiti al Comune di Nemi.

LEGGI ANCHE:

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Marino, nuovo decoro al sito della Memoria a Villa Desideri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Si è tenuta in forma essenziale, a causa delle prescrizioni anti Covid, la cerimonia commemorativa in occasione del Giorno della Memoria che ricorre oggi 27 gennaio.La delegazione comunale ha visto presenti il Sindaco Stefano Cecchi e la Giunta comunale quasi al completo insieme ad alcuni Consiglieri Comunali e rappresentanti della politica locale.Accompagnato dal Comandante F.F. della Polizia Locale Monica Palladinelli, il Sindaco ha scoperto la nuova targa installata presso l’Ulivo della Memoria nell’aiuola prospiciente la Biblioteca Civica “V. Colonna”.Successivamente l’omaggio di una corona di margherite gialle a ricordo della stella gialla di David che i nazisti obbligavano agli ebrei a cucirsi sui vestiti.“Sebbene sia stata una cerimonia semplice, scoprire la targa è stato come confermare a tutta la comunità che il ricordo è vivo, lucido, presente e indelebile anche qui sul nostro territorio.”

Continua a leggere

Roma

Roma, Santori (Lega): “Valorizzare sampietrini. Cantieri infiniti!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

“I sampietrini romani sono un patrimonio unico che la città non riesce a valorizzare e custodire come dovrebbe. I cantieri sono infiniti, le strade restano chiuse per mesi e quando riaprono sono già piene di toppe, il commercio è ridotto al lumicino. Disabili bloccati, passi carrabili ostruiti da ruspe e camion, negozi chiusi”. Lo dichiara in una nota il consigliere della Lega e segretario in aula Giulio Cesare Fabrizio Santori, a margine della riunione odierna della commissione capitolina Lavori Pubblici di cui è componente. “Vogliamo saperne di più sul destino dei sampietrini rimossi dalle strade romane, faremo un sopralluogo per controllare i depositi nei quali sono custoditi. Chi conta gli storici blocchetti romani, chi li custodisce e chi li cataloga, soprattutto quando restano ammucchiati agli angoli delle strade. Sono una ricchezza”, afferma Santori, che annuncia sull’argomento una mozione in Assemblea capitolina. “Incuria e abbandono la fanno da padroni, basta guardare via Nazionale, dove dopo gli interventi il fondo stradale è di nuovo pieno di rattoppi, e via Baccina, ridotta a una discarica a cielo aperto, mentre degli operai che avrebbero dovuto completare i lavori non c’è più traccia. Via dei Cerchi e viale Aventino sono ormai ostaggio dei cantieri, le ciclabili un miraggio, la viabilità un incubo, e in questa triste danza di incompetenza e faciloneria Roma sprofonda quotidianamente nel caos”, conclude Santori.

Continua a leggere

Metropoli

Colleferro, 18enne sorpreso con 80 dosi di hashish

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri della Stazione di Colleferro, al termine di un mirato servizio di controllo del territorio, hanno arrestato un 18enne del luogo, indagato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dai Carabinieri e sottoposto a perquisizione personale, ad esito della quale è stato trovato in possesso di 65 g di hashish, suddiviso in 80 involucri, già confezionati e pronti per la cessione.Il 18enne, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma, in attesa del processo.  

Continua a leggere

I più letti