Connect with us

Roma

Nemi, Consiglio comunale: cari cittadini e non…

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Tre concetti sono stati formulati dal primo cittadino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

 

di Virbio

 

NEMI (RM) – Caro Direttore, quando si dice: “La Cabala!” (per chi ci crede).  Pensa che l’insediamento del nuovo Consiglio Comunale di Nemi si è svolto il 23 del corrente mese di giugno.Una botta di vita per Nemi e per la collettività cittadina! Tutto si è svolto a puntino con il confermato Sindaco, “gran mattatore”, nella calura del meriggio estivo. C’è voluta tanta buona volontà ed autentico spirito di sacrificio per i presenti. Nel fluorilegio degli scontatissimi argomenti, trattati dal neo-eletto con lo stesso entusiasmo di chi è addetto a lavori forzati, tuttavia tre concetti (si fa per dire!) sono stati formulati dal primo cittadino, scuotendo i presenti dal più che giustificato torpore.


Primo concetto: Il Sindaco, guardando nel vuoto, ha rappresentato ai presenti che nessuna autorizzazione era stata rilasciata a coloro che avevano richiesto di riprendere i lavori del Consiglio e di scattare delle foto.

La perla: “questo ulteriore servizio di informazione, – gongola il Sindaco – non serve in quanto c’è l’addetto stampa del Comune che metterà a disposizione foto e resoconto della seduta”. Mannaggia! Ma non vi sembra di sentire “puzza” di Corea del Nord o di Gulag sovietico? E’ esagerato? Forse, ma il timore è che qualcuno comincia con il prenderti un dito per poi inglobare anche tutto il braccio.

Secondo concetto: Risulta a tutti che il confermato primo cittadino e che la sua squadra hanno da anni “vomitato contumelie” nei confronti del vigente P.R.G., pensato e voluto dalla prima Giunta Biaggi. Eppure, miracolo!  Nel rispondere alle affermazioni del Consigliere di opposizione Cortuso, l’ineffabile riconfermato nella carica ha affermato che “il P.R.G. di Nemi è fatto bene !” Quando è che mente? Al solito, non è dato saperlo, né capirlo.


Terzo concetto:
Come in ogni festa di paese che si rispetti, si finisce con i fuochi. Alla fine della seduta, al momento del commiato con i presenti stremati, il neo-eletto Sindaco, con voce stentorea affermava: “Grazie di essere stati presenti, un caro saluto ai cittadini  e non”. Evidentemente costui crede di avere il potere di decidere tra “buoni e cattivi”, intendendo per BUONI i cittadini e per CATTIVI i NON (cittadini). Proprio come si faceva alle elementari con il compianto maestro BOVE. Il capoclasse, nella momentanea assenza del maestro, indicava alla lavagna, appunto i BUONI e i CATTIVI. Questo spartiacque etico fa pensare, caro direttore, a Mosè quando divide le acque del mare. Con la stessa autorevolezza il neo-eletto Sindaco individua, premiandoli  con il sorriso, i Buoni cittadini e, nel contempo, strapazza i NON cittadini che non possono assurgere agli altari dell’apprezzamento di stima da parte di cotanto genio!


Grazie soprattutto all’Illuminismo siamo tutti cittadini, e, tra l’altro, ci autoidentifichiamo con le azioni e con le affermazioni in ben educati e non; in ignoranti e non… e compagnia cantante.   

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Marino, nuovo decoro al sito della Memoria a Villa Desideri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Si è tenuta in forma essenziale, a causa delle prescrizioni anti Covid, la cerimonia commemorativa in occasione del Giorno della Memoria che ricorre oggi 27 gennaio.La delegazione comunale ha visto presenti il Sindaco Stefano Cecchi e la Giunta comunale quasi al completo insieme ad alcuni Consiglieri Comunali e rappresentanti della politica locale.Accompagnato dal Comandante F.F. della Polizia Locale Monica Palladinelli, il Sindaco ha scoperto la nuova targa installata presso l’Ulivo della Memoria nell’aiuola prospiciente la Biblioteca Civica “V. Colonna”.Successivamente l’omaggio di una corona di margherite gialle a ricordo della stella gialla di David che i nazisti obbligavano agli ebrei a cucirsi sui vestiti.“Sebbene sia stata una cerimonia semplice, scoprire la targa è stato come confermare a tutta la comunità che il ricordo è vivo, lucido, presente e indelebile anche qui sul nostro territorio.”

Continua a leggere

Roma

Roma, Santori (Lega): “Valorizzare sampietrini. Cantieri infiniti!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

“I sampietrini romani sono un patrimonio unico che la città non riesce a valorizzare e custodire come dovrebbe. I cantieri sono infiniti, le strade restano chiuse per mesi e quando riaprono sono già piene di toppe, il commercio è ridotto al lumicino. Disabili bloccati, passi carrabili ostruiti da ruspe e camion, negozi chiusi”. Lo dichiara in una nota il consigliere della Lega e segretario in aula Giulio Cesare Fabrizio Santori, a margine della riunione odierna della commissione capitolina Lavori Pubblici di cui è componente. “Vogliamo saperne di più sul destino dei sampietrini rimossi dalle strade romane, faremo un sopralluogo per controllare i depositi nei quali sono custoditi. Chi conta gli storici blocchetti romani, chi li custodisce e chi li cataloga, soprattutto quando restano ammucchiati agli angoli delle strade. Sono una ricchezza”, afferma Santori, che annuncia sull’argomento una mozione in Assemblea capitolina. “Incuria e abbandono la fanno da padroni, basta guardare via Nazionale, dove dopo gli interventi il fondo stradale è di nuovo pieno di rattoppi, e via Baccina, ridotta a una discarica a cielo aperto, mentre degli operai che avrebbero dovuto completare i lavori non c’è più traccia. Via dei Cerchi e viale Aventino sono ormai ostaggio dei cantieri, le ciclabili un miraggio, la viabilità un incubo, e in questa triste danza di incompetenza e faciloneria Roma sprofonda quotidianamente nel caos”, conclude Santori.

Continua a leggere

Metropoli

Colleferro, 18enne sorpreso con 80 dosi di hashish

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri della Stazione di Colleferro, al termine di un mirato servizio di controllo del territorio, hanno arrestato un 18enne del luogo, indagato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dai Carabinieri e sottoposto a perquisizione personale, ad esito della quale è stato trovato in possesso di 65 g di hashish, suddiviso in 80 involucri, già confezionati e pronti per la cessione.Il 18enne, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma, in attesa del processo.  

Continua a leggere

I più letti