Connect with us

Castelli Romani

Nemi, Cortuso e Corrieri su festività natalizie: crollo a picco di una economia basata sul turismo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

NEMI (RM) – Riceviamo e pubblichiamo la nota di “Ricomincio da Nemi”

“Il Natale si è concluso e a Nemi è stata solo l’Epifania (che tutte le feste si porta via) a “spopolare”: la tradizionale discesa acrobatica della simpatica vecchietta ha visto la presenza di molti visitatori, complice ovviamente la bella giornata di sole. Belle anche le luminarie ed i presepi (questi ultimi, chiaramente, non sono frutto della “magnifica” organizzazione dell’amministrazione, ma della Chiesa e dei privati ).

Il Natale più povero di presenze ed incassi

Ma… parlando con i commercianti ed i cittadini emerge la vera e cruda realtà: Mai Natale a Nemi è stato più povero di presenze ed incassi. Quasi tutti i ristoranti di Nemi, le sere e addirittura il 31 dicembre, erano chiusi a testimonianza di mancate prenotazioni e questo la dice tutta sul crollo a picco di una economia basata sul turismo. Molti comuni limitrofi hanno davvero sbancato, perché hanno imparato ad attirare i turisti non di certo con le recite scolastiche o i balli per il paese, ma con una valida programmazione che non può essere lasciata al caso e alla fortuna di una bella giornata quando i turisti scelgono, a prescindere dall’evento, di venire a Nemi per le bellezze paesaggistiche che in ogni stagione essa può vantare. I fatti parlano chiaro e i corrispettivi delle attività commerciali anche: Nemi è un paese che si è avviato ad un lento ed inesorabile declino economico, sociale e culturale. Noi di Ricomincio da Nemi con i commercianti e i cittadini parliamo spesso, abbiamo gli occhi aperti e abbiamo visto un paese dove alle 16.30 sembrava ci fosse il coprifuoco. Non un’anima viva in giro! Se Bertucci – sindaco di Nemi Ndr. – pensa che possa bastare il contentino di una calza di caramelle regalata ai propri cittadini e ai turisti, vuol dire che ha ridotto Nemi ad un paese svenduto, avvilito, depresso, con eventi che forse potevano avere un senso alla fine degli anni ’80. Saremo pure disfattisti e strumentalizzatori, come ama definirci il nostro sindaco, ma non mettiamo mai la testa sotto la sabbia. Una seria programmazione e progettazione di qualsivoglia evento ha bisogno – come i comuni intorno a noi ci dimostrano – di ben altro che della solita improvvisazione raffazzonata dell’ultimo momento. A Nemi ci sono molte competenze e professionalità nel campo dell’intrattenimento e della valorizzazione del territorio. Perché non vengono mai coinvolte, magari qualche mese prima, costituendo dei comitati appositi? E dire che per toccare il fondo Bertucci, questa volta, si è avvalso addirittura di un finanziamento regionale! Povera Nemi , poveri noi…”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Castelli Romani

Castel Gandolfo, ritrovato il cadavere del 33enne siciliano nel lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASTEL GANDOLFO (RM) – Ritrovato il cadavere di Carlo Paolo Bracco nel lago di Castel Gandolfo. Si trovava a circa 25 metri di profondità nella prima parte battuta dai sommozzatori dei vigili del fuoco subacquei di Roma grazie al sonar. Si trovava a circa 300 metri dalla spiaggia.

L’uomo di 33 anni, originario della Sicilia, viveva da circa 15 anni a Roma. Il 5 agosto si trovava con suo fratello Antonino e la fidanzata Daiana sul lago di Castel Gandolfo. Avevano mangiato un panino con la porchetta e Paolo, subito dopo, aveva deciso di gonfiare il materassino ed entrare in acqua.

Probabilmente si è addormentato e nessuno si è accorto che il materassino aveva preso il largo. Un testimone in pedalò con la fidanzata lo avrebbe visto cadere in acqua circa due ore dopo. Inutili i soccorsi, l’uomo è annegato

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, lite condominiale: 43enne accoltellato dal vicino di casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lite condominiale sfociata nel sangue. E’ accaduto questa notte a Ciampino, ad essere costretto alle cure dell’ospedale un uomo di 43 anni, a ferirlo con un coltello il vicino di casa, un 39enne.

A ricostruire i fatti la Polizia di Stato, dopo essere intervenuta intorno alla mezzanotte del 20 agosto per un ragazzo ferito al braccio con un’arma da taglio. Ad allertare i soccorritori la madre del 43enne, con lo stesso trovato in via Col di Lana ad attendere i soccorsi. 

Ferito al braccio da una coltellata, l’uomo è stato trasportato in codice rosso in ospedale dall’ambulanza del 118, non in pericolo di vita. A ricostruire i fatti sono quindi intervenuti gli agenti del Commissariato Frascati di Polizia. Ascoltato il 39enne ed altri testimoni, questi hanno riferito che l’accoltellato, poco prima, avrebbe avuto un acceso diverbio cin il vicino di casa dai balconi delle rispettive abitazioni. 

Dalle parole si sarebbe però passati ai fatti, con il 43enne che sarebbe andato a bussare alla porta del vicino. Questi però lo avrebbe aspettato con un coltello, con il quale lo avrebbe ferito al braccio. Rintracciato l’accoltellatore dagli agenti del commissariato dei Castelli Romani l‘uomo di 39 anni è stato poi denunciato per “lesioni aggravate”
 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Monte Compatri, lite tra amici finisce a martellate: grave un 41enne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Monte Compatri (Castelli Romani) – Un uomo di 41 anni è in gravi condizioni dopo essere stato ferito alla testa da un colpo di martello durante una lite con un amico. L’episodio è accaduto ieri a Montecompatri, Comune alle porte di Roma, e sulla vicenda indagano i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Frascati. Secondo una prima ricostruzione, la vittima il giorno precedente – reduce da una serata di gioco e dopo aver perso – aveva chiesto ospitalità ad una coppia di amici e il mattino seguente aveva litigato con uno dei due, un 40enne, per cause da accertare. Dopo una segnalazione, i carabinieri sono intervenuti nell’abitazione trovando in terra sul pavimento l’uomo privo di sensi, che è stato poi trasportato dal 118 al Policlinico Umberto I di Roma, in prognosi riservata ed in pericolo di vita.
A rimanere ferito, lievemente alla testa, è stato anche il 40enne proprietario di casa. Illesa la compagna. La Procura di Velletri vaglierà l’ipotesi di tentato omicidio a carico del 40enne padrone di casa.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it