Nemi e i suoi parcheggi d’inferno, Insieme per Nemi: “Non si è trattato proprio di un giorno diVino”

NEMI – Critica la lista civica Insieme per Nemi sulla gestione dei parcheggi in occasione dell’evento Borgo Divino. Ecco la nota: “Il 13 maggio, festa della mamma, Nemi si è “tinta di vino” accogliendo nell’antico borgo gli stands dedicati al nettare di Bacco. Ma la sbornia dei parcheggi si era già verificata durante la mattinata con i cittadini residenti in fuga per cercare i parcheggi in periferia con la rabbia di vedere i posti auto di Piazza Roma “riservati alle autorità”.
Tutti, nessuno escluso, si sono domandati quali e quante fossero le autorità così “autorevolmente” accolte; in barba degli interessi dei cittadini residenti.
Va aggiunto che a forza di “tabellare” l’ordinanza di divieto di sosta in Piazza Roma, chi di dovere si è dimenticato di indicare il divieto di sosta negli spazi riservati sempre in Piazza Roma all’AIRC per la tradizionale vendita delle azalee in favore della ricerca per la cura del cancro.
Risultato: i volontari si sono collocati “abusivamente” in altri spazi della medesima Piazza. Qualcuno della Polizia Locale, all’uopo interpellato, dichiarava di non “sapere nulla” e che nessuno gli aveva reso nota la richiesta di spazio pubblico da parte dell’AIRC, presentata sin dal marzo del corrente anno.
A parere dei cittadini, sostanzialmente, non si è trattato di un giorno proprio “di vino”.
Trascuratezza, disorganizzazione …..malafede? Chissà!”