Connect with us

Roma

Nemi elezioni, colpo di scena per la lista di Stefano Tersigni: Vittorio Sgarbi sposa il progetto

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Ad annunciarlo è stato direttamente Tersigni durante l'intervista con il direttore del quotidiano L'Osservatore d'Italia Chiara Rai

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print


Red. Politica


NEMI (RM)
– Vittorio Sgarbi sostiene ufficialmente il candidato sindaco di Nemi alle prossime amministrative dell'11 giugno con la lista "Insieme per Nemi" Stefano Tersigni. Ad annunciarlo è stato direttamente Tersigni durante l'intervista con il direttore del quotidiano L'Osservatore d'Italia Chiara Rai, andata in diretta su L'Osservatore Laziale Tv venerdì scorso. "Abbiamo avuto il sostegno ufficiale di Vittorio Sgarbi e del suo nuovo movimento Rinascimento. – ha detto il candidato sindaco – Se una persona di questo spessore – ha proseguito – di questa levatura sia morale che di fortissima preparazione sceglie di sostenere e sposare il nostro progetto ovviamente quasi automaticamente è perché è valido".


"Una notizia importante quindi – ha detto Chiara Rai apprendendo il fatto –  perché Vittorio Sgarbi spesso ha citato Nemi come polo storico e archeologico di ricchezze e bellezze naturalistiche d'Italia". Stefano Tersigni ha inoltre dichiarato che in caso di vittoria elettorale proporrà a Sgarbi di prendere in carico l'assessorato alla cultura. Il candidato sindaco si propone quindi di valorizzare, una volta per tutte, quel patrimonio storico archeologico immenso di Nemi, da Palazzo Ruspoli, al Tempio di Diana, alla Villa di Cesare, all'Eremo di San Michele che fino ad oggi "non è stato assolutamente valorizzato". Certo che, in caso di vittoria di Tersigni, una figura come quella di Vittorio Sgarbi all'assessorato alla Cultura di Nemi garantirebbe una attenzione istituzionale, fino ad oggi perlopiù assente, che potrebbe stimolare quei finanziamenti necessari alla sistemazione quindi al recupero di questo immenso patrimonio archeologico, storico e culturale. "Io mi interfaccio spesso con i cittadini ma anche con i turisti che sono un pò il cuore di Nemi, perché il paese vive di turismo e la sua economia deriva e deve essere rafforzata tramite il turismo – ha proseguito poi Tersigni – e la domanda che mi pongono sempre è 'come faccio ad arrivare alla valle del Lago?', 'dov'è la villa di Cesare?', 'dov'è il tempio di Diana?', 'dov'è il Tempio di San Michele?'" "Dov'è la terza nave?" ha chiesto Chiara Rai, alludendo alle ricerche messe in piedi ultimamente riguardo la presenza di una presunta terza nave dell'imperatore Caligola e suscitando una risata in Stefano Tersigni, il quale ha detto di chiederlo a chi ha creduto in questo progetto che assolutamente è fondato su una ricerca storica, che però  "è stato attivato in questo momento a ridosso delle elezioni come i cantieri elettorali e altre cose messe in campo solo ora a pochi giorni dal voto".

L'INTERVISTA DI CHIARA RAI SU L'OSSERVATORE LAZIALE TV AL CANDIDATO SINDACO DI NEMI STEFANO TERSIGNI

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Nemi, il sindaco uscente segnala Azzurra Marinelli alla Corte D’Appello

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Revocata dalla carica di Presidente di seggio

La Corte d’Appello di Roma ha revocato la nomina di Azzurra Marinelli da presidente del seggio elettorale della sezione 2 del Comune di Nemi.

La revoca arriva dopo una segnalazione scritta dall’attuale sindaco uscente Alberto Bertucci, datata 17 maggio 2022. Bertucci segnala che Marinelli è la moglie del candidato sindaco “della lista di opposizione” all’attuale primo cittadino uscente.

Da circa 25 anni, Azzurra Marinelli ricopre il ruolo di presidente di seggio in occasioni delle elezioni amministrative di Nemi. Anche nel 2017 con il marito candidato sindaco, Marinelli ha svolto l’attività di presidente di seggio senza che l’allora sindaco Alberto Bertucci segnalasse l'”inopportunità”.

Il Consiglio di Stato a più riprese ha ribadito che la parentela tra componenti dell’ufficio elettorale di seggio e candidati sindaco o amministratori non costituisce presupposto di incompatibilità.

Continua a leggere

Cronaca

Guidonia Montecelio, inaugurato il polo affido familiare del distretto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il sindaco Barbet: “La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5″

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Nella giornata di martedì 24 maggio il Sindaco Michel Barbet, il Presidente della Commissione Sociale Consiliare Matteo Castorino con la Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Lazio Eleonora Mattia e la dottoressa Stefania Salvati della Asl Roma 5 hanno inaugurato il polo affido familiare del distretto che si trova a Setteville in Via Pascoli 52.

“Il polo affido familiare si pone come scopo quello di mettere in contatto le famiglie affidatarie ed i bambini e ragazzi in difficoltà- spiega il Presidente Castorino- con l’obiettivo di consentire un graduale rientro del minore nella famiglia di origine a fronte di un progetto personalizzato di aiuto e supporto”.

“La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5. Tutelare i minori in difficoltà è un compito che spetta alle amministrazioni pubbliche e che dobbiamo perseguire con tutti gli strumenti a nostra disposizione”- conclude il Sindaco Michel Barbet.

Continua a leggere

Roma

Roma, scomparso lo storico comandante dei Vigili Giovanni Catanzaro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Milani (Sulpl): “Ci lascia una delle figure più carismatiche ed amate del Corpo”

ROMA – Si rincorre sulle chat e sulle pagine Facebook il tam tam di cordoglio per la scomparsa di Giovanni Catanzaro, storico comandante della Polizia Locale di Roma, un uomo che nel Corpo aveva percorso tutti i gradini della propria carriera.

Tra i molti a ricordarlo il SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), che in una nota del Segretario Romano Marco Milani dichiara: “Esprimiamo dolore e cordoglio per la scomparsa di uno dei Comandanti più carismatici ed amati che il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale abbia mai avuto. Nell’esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, ci piace ricordarlo come un uomo capace di stimolare i suoi uomini al conseguimento dei migliori risultati, esercitarne il controllo in maniera anche rigida ed al contempo difenderli ed assisterli a fronte qualsiasi imprevisto. Qualità tipiche di un Comandante che saputo fare la sua gavetta all’interno del Corpo fino a giungere all’apice. Ci auspichiamo che amministrazione e Comando, sappiano tributargli la giusta memoria”. Così concludono dal sindacato, con quello che appare essere un messaggio indirizzato all’amministrazione Gualtieri.

Continua a leggere

I più letti