Connect with us

Castelli Romani

Nemi, il mistero dell’addetto stampa: il Sindacato Stampa Romana diffida il Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Stampa Romana ha diffidato il Comune di Nemi. Il sindacato unitario dei giornalisti che svolgono la professione a termini di legge e che risiedono o che svolgono la propria attività nel Lazio è intervenuto nei confronti dell’amministrazione guidata da Alberto Bertucci per via di un bando pubblicato sull’Albo Pretorio online del Comune finalizzato alla ricerca di un addetto stampa per un incarico di un anno.

Una prima eccezione quella relativa il fatto che sul bando viene indicato un compenso di 1850 euro senza alcuna indicazione se si tratta di compenso mensile o annuale per una prestazione da lavoro autonomo.

Un punto che è stato chiarito dalla giornalista Paola Scarsi che ha chiamato il Comune di Nemi per avere chiarimenti sul bando da addetto stampa nella parte relativa al compenso: “Mi hanno detto che la cifra di 1850 euro è mensile. – Fa sapere Scarsi – Ho cercato Massimiliano Fulli (segretario comunale mi pare) che firma il bando per segnalare anche a lui l’ambiguità del testo ma non c’era. Una sua assistente mi ha assicurato che glielo avrebbe fatto presente”.

Altra questione, sollevata da Stampa Romana è che sul bando è prevista una selezione solo per titoli, negando un chiaro principio selettivo che Stampa Romana rivendica, cioè avere una selezione anche per colloqui con un membro della commissione giudicante scelto tra i giornalisti”. Per queste ragioni l’amministrazione comunale è stata formalmente diffidata di ritirare in autotutela il bando.

Eppure sono già 6 anni che il Comune di Nemi ha affidato il servizio di comunicazione istituzionale, senza passare per bandi, a un giornalista che fino a qualche tempo fa risultava ricoprire la carica di ufficio stampa di un personaggio politico molto in vista.

E riguardo questo bando qualcuno ipotizza che possa trattarsi di un vestito cucito su misura per qualcuno… e come diceva Giulio Andreotti “A pensar male si fa peccato ma quasi sempre si indovina”

“Si tratta di una ennesima controversia tra Comuni che non rispettano la legge 150/2000! – commenta Giovanni Venditti già membro di segreteria di Stampa Romana con delega agli Uffici Stampa – La soluzione – prosegue Venditti – sarebbe quella di un protocollo d’intesa tra Anci-Lazio e Stampa Romana come è stato già fatto a livello nazionale tra Anci Nazionale e FNSI, protocollo già adottato in alcune Regioni d’Italia”. Venditti fa inoltre sapere che aveva iniziato la trattativa, in qualità di membro di segreteria di Stampa Romana con delega agli Uffici Stampa, tra la stessa Stampa Romana ed Anci Lazio. “L’iter è stato concluso o interrotto? – prosegue Venditti – Sarebbe interessante sapere la risposta. Giusta, comunque, la richiesta di ritiro del bando in autotutela ma la situazione va risolta complessivamente una volta per tutte inclusa la definizione della formazione della commissione d’esame secondo la legge e con la presenza di colleghi giornalisti”.

Infine sempre Venditti ha voluto rivolgersi direttamente al primo cittadino di Nemi al quale ha dato un consiglio e posto qualche domanda: “Caro Alberto, – Alberto Bertucci Ndr. – a titolo amichevole, ti invito a rivedere il bando per addetto stampa che hai pubblicato sul sito del Comune di Nemi perché contiene una serie di errori procedurali. Se vuoi posso aiutarti a renderlo più corretto avendo ricoperto l’incarico di membro di segreteria di Stampa Romana con delega proprio agli Uffici Stampa. Ci sono alcuni aspetti che non si comprendono: perché non pubblicare la graduatoria pur con l’assegnazione di punteggi? Perché riservarsi di annullare il bando? Perché il termine per la domanda è di soli 10 giorni? Ci sono motivi di urgenza? Ma l’attuale addetto stampa come e quando è stato assunto? In zona non ne abbiamo avuto notizia. Credo che la trasparenza sia un diritto/dovere di una pubblica amministrazione.
Un cordiale saluto Giovanni Venditti”  

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Ariccia, festa di Santa Apollonia: un successo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Si è conclusa ieri ad Ariccia la Festa di Santa Apollonia. Tre giorni di musica, arte,cultura ed enogastronomia ( con degustazione gratuita delle cannacce) organizzati dal Comitato Comunale per l’Organizzazione delle Manifestazioni guidato da Ermanno Bravetti e Rosanna Desiderio . Gli eventi, nel rispetto delle norme anti covid 19, hanno affiancato le celebrazioni religiose dedicate alla Santa Patrona di Ariccia. Particolarmente sentita la Santa Messa del sabato animata dal Coro in Maschera di Ariccia.
Soddisfatto per la riuscita della Festa il Sindaco Gianluca Staccoli che ha espresso un solo rammarico legato al mancato svolgimento della tradizionale Processione.
“Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid 19- spiega il Sindaco Staccoli , non si è tenuta la tradizionale Processione per le vie della Città che vede impegnati i Cavalieri di Sant’Apollonia di Ariccia e tanti devoti della Nostra amata Santa. La speranza è che il prossimo anno si possa tornare a vivere in un clima di normalità una ricorrenza molto sentita e partecipata dalla nostra Comunità.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ariccia, prove di carico sul ponte: martedi cambia la viabilità

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’Anas ha comunicato al Comune di Ariccia  che martedì prossimo, 27 luglio 2021, eseguirà le prove di carico sul Ponte Monumentale. Per questo motivo è prevista la chiusura al transito ( dalle ore 8,00 alle 17 e comunque fino al termine delle operazioni di rilevamento ) di Via Appia Nuova Viadotto Ponte Monumentale, per tutte le categorie di veicoli e per i pedoni. Queste  le disposizioni contenute nell’ordinanza n. 90 del 23 luglio 2021 :

PER I VEICOLI

DIREZIONE OBBLIGATORIA A SINISTRA PER VIA VITO VOLTERRA per tutti i veicoli provenienti da Albano Laziale;

DIREZIONE OBBLIGATORIA A DESTRA PER LARGO PORTA NAPOLETANA per tutti i veicoli provenienti da Genzano di Roma, ad esclusione del  traffico locale dei  residenti del Centro Storico di Ariccia;

PER IL T.P.L.

LINEA PUBBLICA DI COLLEGAMENTO GENZANO DI ROMA – ALBANO LAZIALE E ALTRE LINEE DEL T. P. L.

Si dispone la DEVIAZIONE e, comunque, fino al termine delle operazioni, il giorno 27 luglio 2021, della Linea S T L di collegamento Albano Laziale-Ariccia-Genzano di Roma sul seguente percorso:

Direzione Albano Laziale-Ariccia-Genzano di Roma

Piazza Mazzini, corso Matteotti, Borgo Garibaldi, via Villini, via Vito Volterra, via B.Tortolini, via Virgilio, via Bertolini, via Parco Chigi, via Uccelliera,  Largo Porta Napoletana, via Appia Nuova, viale F.lli Rosselli, corso Gramsci, viale Matteotti, piazzale Cina;

Direzione Genzano di Roma – Ariccia – Albano LazialePiazzale Cina, viale Matteotti corso Gramsci, via F.lli Rosselli, via Appia Nuova, Largo Porta Napoletana, via Antonietta Chigi Chigi, via Ottaviani, via Uccelliera, via Parco Chigi, via Ireneo Aleandri, via Virgilio, corso Matteotti, Piazza Mazzini;

Continua a leggere

Castelli Romani

Marino Laziale, in salvo un meticcio: era malnutrito e tenuto nel degrado

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Si è conclusa nello scorso fine settimana l’operazione “Ciotola Vuota” che ha visto impegnato il Nucleo Operativo Territoriale (N.O.T.) del Comando della Polizia Locale di Marino in una azione di contrasto ai comportamenti in danno degli animali.
L’operazione ha avuto ad oggetto estesi controlli operati sul territorio finalizzati a prevenire e contrastare l’abbandono ed il maltrattamento di cani, cuccioli e adulti, in concomitanza con il periodo feriale.
Nell’ambito delle attività si è avuto modo di intercettare, in un contesto ambientale di generalizzato degrado, la vera e propria segregazione di un cane meticcio di colore nero focato tenuto in condizioni di grave ed evidente incuria.
Le attività hanno consentito l’accesso ai luoghi per “liberare” l’animale sotto l’osservazione sanitaria della competente ASL veterinaria.
Il sito, ove il cane veniva tenuto, è stato localizzato dalla Squadra Ricognizioni Aeree (S.R.A.) del Nucleo Operativo Territoriale composta dai piloti A.P.R. (aeromobili a pilotaggio remoto) e abilitatisi di recente all’esito del 1° corso di formazione riservato agli appartenenti delle Polizie Locali dei Comandi di Marino, Frascati e San Cesareo.
All’esito delle indagini, una persona è stata denunciata in stato di libertà per violazione dell’art. 727 del Codice Penale.
L’animale è stato affidato ad una struttura sanitaria convenzionata per la cura del caso. A darne notizia il l Dirigente Comandante della Polizia Locale Dott. Alfredo Bertini

Continua a leggere

I più letti