Connect with us

Roma

NEMI: IL PARCO GIOCHI E' STATO PULITO E IL CANCELLO LASCIATO CHIUSO

Clicca e condividi l'articolo

Proviamo quindi ad appellarci nuovamente al vice sindaco Edy Palazzi: "Il cancello è chiuso e manca l'atto ufficiale per la pubblica fruizione"

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print


GUARDA LA GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO

 

Redazione
Nemi (RM)
– Detto fatto è il caso di dire: Dopo l'ennesima segnalazione de L'Osservatore d'Italia sullo stato di degrado del parco giochi ai Lecci, nella zona alta di Nemi, in preda da diverso tempo all’incuria, lunedì 20 aprile, sono state tagliate le erbacce incolte e persino il povero alberello storto, oggetto di riflessioni di un nostro lettore, è stato rimesso in piedi. Siamo lieti che ogni tanto la stampa serva a qualcosa, evidentemente anche il nostro appello al vicesindaco di Nemi Edy Palazzi è servito a qualcosa.

Ora l’area sarebbe di nuovo potenzialmente frequentabile, se non fosse per il cancello chiuso e per il fatto che non esiste sull'albo pretorio del Comune di Nemi un atto che ne ufficializzi la pubblica fruizione.

Resta quindi solo un’azione che l’amministrazione di Alberto Bertucci dovrebbe fare ed è quella di avvalersi del proprio strapagatissimo ufficio stampa e fargli diramare un comunicato istituzionale attraverso il quale comunicare alla cittadinanza che è possibile fruire del parco giochi ai Lecci dedicato ai più piccoli, magari con un breve appuntamento a Nemi alta direttamente al parco dei Lecci per brindare alla nuova opera costata ben 25 mila euro di soldi pubblici.

L’ufficializzazione  permetterà così la pubblica fruizione del sito che ad oggi è ancora avvolta nel mistero. Perché è avvolta nel mistero? Perché nonostante l'azione di far tagliare le erbacce, il cancello resta comunque chiuso e pertanto l’area non sembra accessibile al pubblico.

Così, prendendo atto dello sforzo di aver fatto quella che dovrebbe essere normale manutenzione ordinaria, adesso chiediamo che venga sciolto quest’ulteriore dubbio che assilla diversi cittadini di Nemi: il parco giochi è omologato e in sicurezza? Ci sarà una ufficializzazione o dovremo aspettare ancora che cresca nuovamente l’erba e i farinelli nascondano i giochi dei più piccoli? Se i giochi sono in sicurezza allora sì che i residenti dei Lecci e dintorni potranno finalmente usufruire dello spazio che dovrebbe essere pubblico ma che per ora ha ancora il cancello serrato.

Proviamo quindi ad appellarci nuovamente al vice sindaco Edy Palazzi, che è residente a Nemi alta nei pressi del Parco giochi per tentare di sciogliere questo amletico enigma del cancello chiuso e della mancanza di quell'atto ufficiale che ne decreti la pubblica fruizione.


 

Print Friendly, PDF & Email

Castelli Romani

Nemi, cambio di guardia in casa Pd

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Cambio della guardia in casa PD a Nemi. Azzurra Marinelli si dimette da segretaria del Partito Democratico del Circolo di Nemi. Dopo 10 anni alla guida dell’unico partito strutturato presente nel paese, rassegna le sue dimissioni davanti alla segreteria e al comitato direttivo: “Ho lavorato tanto e con grande passione” – queste le parole di Marinelli” – “forse avrei potuto fare di più e meglio, ma lascio la segreteria senza rimpianti e con grande tranquillità d’animo”. Raccoglie la staffetta, con l’unanimità dei voti del comitato direttivo e della segreteria, la consigliera comunale Patrizia Corrieri:
“So che si tratta di un incarico molto oneroso, ma sono pronta a portare un grande partito alle prossime amministrative che si terranno tra un anno – dichiara la consigliera Corrieri. – Abbiamo un progetto ambizioso: quello di riportare a Nemi un clima di serenità, che rimetta al centro la partecipazione dei cittadini nella vita politica e associativa di questo paese. Solo così Nemi potrà tornare agli antichi splendori che oggi sono solo un ricordo. È un’impresa faticosa, ma io amo le sfide difficili. Ringrazio Azzurra Marinelli per il lavoro che ha svolto fino a oggi e sono pronta, con la massima determinazione, a guardare al futuro del PD di Nemi”.
Il Partito Democratico di Nemi ha sempre lavorato in massima armonia con i segretari Provinciale e Regionale del partito. Importanti e costanti sono i rapporti con i consiglieri regionali, i senatori e i deputati del Partito Democratico.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Roma

Roma, passeggia armato al Pigneto: in tasca un coltello da cucina di 20 cm

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Prosegue l’attività straordinaria di controllo del territorio nelle zone del Prenestino Labicano, Tor Pignattara e Pigneto da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Casilina, impegnati a fornire ai cittadini una maggiore percezione di sicurezza.

Nella giornata di ieri, i militari di zona, in servizio perlustrativo insieme ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e della Compagnia di Intervento Operativo del Reggimento “Lazio”, dislocati in punti strategici della zona in cui sono stati predisposti numerosi posti di controllo, hanno svolto accertamenti nei confronti di 105 persone e 73 veicoli.

Nel corso delle attività, i Carabinieri hanno notato un uomo mentre si aggirava in atteggiamento sospetto nelle immediate vicinanze di un supermercato di via del Pigneto, decidendo di controllarlo.

Dalle tasche del sospettato – un romano di 43 anni già conosciuto alle forze dell’ordine – è spuntato un coltello da cucina della lunghezza di 20 cm che gli è costato la denuncia a piede libero con l’accusa di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Le attività di controllo proseguiranno in tutto il quadrante anche nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Roma

Roma, auto con “kit da scasso” in giro per l’Aventino: denunciata una coppia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno denunciato a piede libero una coppia, per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

I due, un 49enne Albanese e una 32enne italiana di Anzio, entrambi già noti alle forze dell’ordine, nel transitare in via delle Terme di Caracalla, a bordo di un’autovettura, sono stati notati aggirarsi con fare sospetto dalla pattuglia di Carabinieri. Fermati per un controllo più approfondito, la coppia, in evidente stato di agitazione, non ha dato una motivazione valida della loro presenza quindi i militari hanno esteso gli accertamenti anche all’interno dell’auto, dove hanno rinvenuto un grosso borsone contenente numerosi arnesi da scasso quali, chiavi inglesi, pinze, tenaglie e giraviti, nonché un dispositivo elettronico per la diagnosi delle centraline veicoli.

I Carabinieri hanno sequestro tutto il materiale rinvenuto nel mezzo e denunciato a piede libero la coppia

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti