Connect with us

Castelli Romani

Nemi, strada del lago, polemiche sull’apertura lampo durante la fiaccolata: Marinelli (Pd) reperisce l’atto e chiede chiarezza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – “Le autorizzazioni della Città Metropolitana di Roma Capitale alla fiaccolata che si è tenuta ad agosto su via Tempio di Diana a Nemi ci sono e la notizia è ancora più sorprendente”. Esordisce così la segretaria del Pd di Nemi Azzurra Marinelli che in queste ore ha reperito il documento dell’Ente sovracomunale che autorizza l’iniziativa che si è tenuta sulla strada provinciale Nemi Lago chiusa al transito di auto e pedoni da febbraio del 2018.

Premettendo che tutte le iniziative che si fanno per Nemi sono le benvenute, Marinelli garantisce che andrà fino in fondo alla questione, se non altro per cercare di capire se possano esserci i presupposti per far riaprire l’arteria di collegamento strategica per i nemesi non soltanto in occasione degli eventi ma sempre, seppur con alcune limitazioni: “La Nemi Lago è una strada importantissima per i residenti di Nemi – prosegue la segretaria del Pd – e a tale proposito ho chiesto un incontro urgente con i referenti della Città Metropolitana per capire se è possibile una riapertura visto che in occasione della fiaccolata è stata rilasciata l’autorizzazione. Nell’atto si legge sostanzialmente che l’ok della Città Metropolitana a riaprire la strada in occasione della fiaccolata è stato rilasciato perché durante l’evento sono presenti Forze dell’Ordine e Protezione Civile. Cosa significa? Che se c’è una frana le forze dell’ordine riescono a bloccare il fenomeno naturale? Io non vorrei prese in giro e pretendo di capire se la strada è sicura o meno. Se è sicura parzialmente allora l’Ente Metropolitano deve intervenire per il ripristino. Ma ripeto, andrò fino in fondo e darò aggiornamenti al riguardo”.

Di fatto, a settembre del 2018 sul sito della Città Metropolitana è stato pubblicato l’elenco delle strade provinciali, compresa la Nemi Lago, che avrebbero beneficiato di messa in sicurezza e rifacimento dell’asfalto per un importo totale di oltre 460 mila euro. Una cifra che da sola, secondo stime di massima e comparazioni con gli interventi passati, non riuscirebbe a coprire i lavori necessari alla riapertura della provinciale. Ma già sarebbe qualcosa. Ma comunque dei lavori non se ne vede l’ombra. 

Castelli Romani

Nemi, nuova ordinanza del sindaco: obbligo della mascherina nel centro storico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Obbligo di mascherina per transitare nel centro storico sabato, domenica e festivi e transito con biciclette a mano. Un’altra ordinanza firmata dal sindaco di Nemi Alberto Bertucci finalizzata a nuove misure di prevenzione contro gli assembramenti di persone nella deliziosa città delle fragole meta prediletta da un turismo di prossimità che però va regolato. Dunque il primo cittadino ha scritto chiaramente che l’accesso al transito e la permanenza nelle aree pubbliche e aperte al pubblico nel centro storico di Nemi è consentito solo indossando correttamente mascherine in modo che coprano totalmente il naso e la bocca. Dall’obbligo sono esclusi i bambini di età inferiore ai sei anni. L’ordinanza è in vigore per le giornate di sabato, domenica e festivi fino a diversa disposizione.

Le zone interessate dall’ordinanza sindacale sono tra piazza Roma, corso Vittorio Emanuele e Belvedere Dante Alighieri: via delle Grotticelle, via Solferino.

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, tornano i turisti e si riaccende il borgo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Primo week end post lockdown anche per la piccola cittadina di Nemi che lo scorso fine settimana ha visto tornare numerosi turisti nell’antico borgo.

Presa d’assalto la piccola svizzera dei Castelli romani per la gioia delle attività commerciali che hanno saputo gestire con grande professionalità questa prima ondata di visitatori.

IL VIDEO SERVIZIO TRASMESSO A OFFICINA STAMPA DEL 28/05/2020

Continua a leggere

Castelli Romani

Grottaferrata, riapertura in sicurezza per il Mercato Contadino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GROTTAFERRATA (RM) – Primo fine settimana a Grottaferrata, quello appena trascorso, che ha visto tornare, nei vari bar e ristoranti, tanti residenti e visitatori per la maggior parte rispettosi delle nuove regole.

Ma anche per la città castellana si è presentato il problema degli assembramenti incontrollati, soprattutto da parte dei più giovani che si sono ritrovati nelle vie del centro storico dopo il periodo della fase1.

Fenomeni di movida per i quali sono dovuti intervenire i carabinieri della stazione locale che hanno sciolto i vari assembramenti e diffidato diverse attività commerciali del centro storico a far rispettare le norme sul distanziamento e l’uso della mascherina.

Il Mercato Contadino riapre in sicurezza

IL VIDEO SERVIZIO TRASMESSO A OFFICINA STAMPA DEL 28/05/2020

La città si è poi svegliata domenica mattina ritrovando l’appuntamento settimanale con i prodotti a Km0 dove il Mercato Contadino dei Castelli romani, nella prima apertura post fase1, si è presentato con uno staff organizzativo che ha saputo garantire l’osservanza di tutte le norme di sicurezza previste dalla normativa.  

Tra le tante misure messe in campo quella di aver previsto, nell’area di piazza De Gasperi interamente nastrata, due varchi separati e ben distanziati, per entrare e uscire dal mercato, al fine di evitare al massimo possibili contatti tra le persone in ingresso e quelle in uscita. E a vigilare sul rispetto delle norme i volontari dell’associazione Carabinieri in congedo insieme a quelli dell’associazione APS KM0”.

Continua a leggere

I più letti