Connect with us

Senza categoria

Nemi, trasporto scolastico: o zuppa o pan bagnato sempre Schiaffini la vince

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

NEMI (RM) – La ditta Schiaffini Travel Spa si aggiudica l’affidamento del servizio di trasporto scolastico anno 2020/2021 per gli alunni richiedenti che frequentano le scuole di Nemi dell’Istituto Comprensivo Statale Marianna Dionigi al prezzo di 28.767,00 inclusa iva al 10 per cento

Per l’affidamento di questo servizio, il Comune ha indetto una gara nonostante, visto l’importo esiguo, avrebbe potuto procedere con un affidamento diretto, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

L’Amministrazione, però, indice la gara aperta con la scelta del contraente mediante offerta economicamente più vantaggiosa

La gara viene pubblicata dopo l’inizio della scuola, ad ottobre, e il precedente contratto con la ditta Schiaffini, società che da anni ormai è punto di riferimento per i trasporti nella cittadina delle fragole, era forse già scaduto. Il “forse” è d’obbligo in quanto all’Albo pretorio on line non è stato possibile reperire nessun atto al riguardo.

L’affidamento diretto avrebbe escluso la ditta Schiaffini

Dunque, per celerità, valutati i tempi di assegnazione del servizio sarebbe stato opportuno procedere con un affidamento diretto. Ma questo affidamento diretto non avrebbe contemplato Schiaffini in quanto la ditta, già affidataria di un precedente contratto di scuolabus (e non solo uno), secondo quanto previsto dalla legge, non sarebbe stata affidataria.

Si è proceduto quindi a una procedura aperta dove Tutti possono partecipare ma uno solo risulta l’aggiudicatario

Il bando di gara viene pubblicato ed è aperto a tutti. Il fattore tempo è a dir poco impressionante. La legge prevede un tempo concesso alle ditte che vogliono partecipare alla gara che va da un massimo di 35 giorni ad un minimo di 15. Nel caso si ricorra ai 15 giorni, l’Ente deve debitamente motivare l’urgenza. Se il Comune di Nemi avesse avuto urgenza però, avrebbe affidato direttamente il servizio a una ditta ad esclusione di Schiaffini. Ebbene, nel bando per l’affidamento dello scuolabus il tempo per la ricezione delle domande è stato di 7 giorni. La pubblicazione è del 2 ottobre e ricezione delle offerte il 9 ottobre alle ore 13, addirittura con 2 giorni non lavorativi inclusi, ovvero sabato 3 ottobre e domenica 4 ottobre.

Una velocità che lascia senza parole

La capacità tecnica professionale prevede un’autista e un assistente ma in nessun punto del bando è indicato che la ditta deve comprovare il possesso di tale requisito. La Commissione si è riunita il 12 ottobre ed in un solo giorno viene effettuata la verifica dei requisiti. Alla fine della fiera la ditta Schiaffini Travel Srl partecipa e si aggiudica la gara con il massimo del punteggio.

Non è dato sapere quali sono stati i requisiti verificati e soprattutto come è possibile che l’importo a base di gara sia stato lo stesso degli anni precedenti visto i maggiori costi che la ditta dovrà sostenere per tutte le misure anti covid. Non solo quindi per sanificare lo scuolabus ma anche per i DPI dei propri operatori. Tutte le maggiori ditte di trasporto scolastico hanno dovuto alzare i prezzi del servizio a causa dei costi vivi delle misure anti Covid da mettere in atto. Delle due una: c’era urgenza o semplicemente premura?

Senza categoria

Antitrust: multa da 12,5 milioni per Eni, Enel e Sen

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

L’Autorità Antitrust ha irrogato una sanzione di 12,5 milioni di euro ad Enel Energia, Servizio Elettrico Nazionale (SEN) ed Eni gas e luce, dopo aver “accertato l’ingiustificato rigetto delle istanze di prescrizione biennale presentate dagli utenti, a causa della tardiva fatturazione dei consumi di luce e gas, in assenza di elementi idonei a dimostrare che il ritardo fosse dovuto alla responsabilità dei consumatori”. Le società addebitavano agli utenti la responsabilità della mancata lettura dei contatori a fronte dei tentativi di lettura dichiarati dal distributore; ma i tentativi non erano documentati o addirittura smentiti.

“Con riferimento al procedimento AGCM in materia di prescrizione biennale delle fatture emesse per i consumi di energia elettrica e gas, le società del Gruppo Enel precisano di aver sempre agito nel pieno rispetto della normativa primaria e regolatoria di riferimento, riconoscendo il diritto dei consumatori ad ottenere la prescrizione delle fatture”.

E’ la risposta di Enel alla multa irrogata dall’Antitrust.

Le Società “si riservano sin d’ora ogni azione a propria tutela, confidando di poter dimostrare la piena legittimità e correttezza del proprio operato nelle successive fasi di giudizio”.

Continua a leggere

Senza categoria

Bracciano, alla scuola Tittoni inaugurata l’aula di robotica

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il Comune ha contribuito con un aiuto installando una porta blindata. Presto saranno installate anche delle telecamere

BRACCIANO (RM) – Inaugurata oggi a Bracciano l’aula di robotica presso la scuola Tittoni. “Un grosso applauso ai ragazzi che hanno lavorato a questo progetto – Si legge in una nota sul profilo Fb del Comune – loro sono il futuro e quest’aula dimostra come le istituzioni possano lavorare per rendere i giovani all’avanguardia e contribuire allo sviluppo della loro personalità. Noi siamo orgogliosi dei nostri ragazzi! Grazie alla Preside Lucia Lolli, alle Insegnanti tutte, al Comitato Genitori e ai giovani che hanno realizzato un bellissimo murales per l’aula di robotica. Il Comune ha contribuito con un aiuto installando una porta blindata. Faremo mettere anche delle telecamere”.

Continua a leggere

Senza categoria

Fiumicino, rapinatore evade dai domiciliari e prova a espatriare: arrestato all’aeroporto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

FIUMICINO (RM) – Arrestato all’aeroporto intercontinentale “Leonardo da Vinci” di Fiumicino un 62enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di evasione dalla detenzione domiciliare.

In particolare, i Carabinieri dell’Aliquota Servizi Sicurezza di Fiumicino, impegnati nei servizi di vigilanza e controllo all’interno del Terminal 3 dell’aeroporto, hanno notato il 62enne aggirarsi con fare sospetto nei pressi di un bar-ristorante con una piccola valigia al seguito, in attesa di comprare un biglietto aereo, e lo hanno fermato per una verifica.

Ad esito degli accertamenti alla banca dati, i Carabinieri hanno scoperto che l’uomo si era allontanato dalla sua abitazione, dove doveva trovarsi agli arresti domiciliari per scontare la pena di 3 anni per rapina, senza alcun motivo e senza alcuna autorizzazione e lo hanno arrestato.

L’arresto è stato convalidato dal Tribunale di Civitavecchia che ha condannato il 62enne ad un’ulteriore pena detentiva di 8 mesi da espiare presso il suo domicilio.

Continua a leggere

I più letti