Connect with us

Video

OBIETTIVO FELICITÀ

Clicca e condividi l'articolo

In più puntate un percorso di consapevolezza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sara Desirèe Galea


Cosa è la felicità?

Innanzitutto possiamo dire che la felicità non è una moda o uno status ma bensì  una condizione dell'essere, della mente, una proiezione concreta della nostra natura interiore… è il  grande Obiettivo di vita. Tutto, tutti, e ciascuna cosa devono condurre alla felicità.
La Felicità è veramente il motore che aziona ogni movimento,  il carburante che spinge ogni inizio,  ogni percorso, ed ogni obiettivo che conduca al raggiungimento della Felicità stessa.
Ma la Felicità di per se non è quantificabile,  nominabile, etichettabile, e per crearla  bisogna diventare delle persone consapevoli di ciò che si è profondamente, bisogna prendersi cura di se stessi totalmente, ascoltando intimamente ciò che si muove dentro di noi, ciò che spinge i nostri desideri, volontà, emozioni, pulsioni ed anche ciò che attiva le nostre crisi per poter andare oltre separandoci dalle stesse, in maniera cosciente e responsabile, vivendole completamente sentendone tutta la loro sofferenza per poi entrare in contatto emotivo con la nostra emozione positiva, quella che muoverà la nostra ambizione e ricerca della felicità.
Quindi il primo passo fondamentale per andare verso la felicità è affidabile alle sensazioni positive che ci muoveranno nella direzione dell’oggetto desiderato, vivendo comunque in maniera consapevole le sensazioni contrarie, quindi negative, per preservarci dalla possibilità di entrare dentro situazioni di crisi e pericolo.
Le sensazioni e le emozioni sono parti fondamentali della nostra esistenza, da esse, spesso, si muovono gli stimoli che ci spingono a compiere determinate azioni, a vivere. Anche se ogni singola emozione è importante, e consente a chi la sperimenta di sentirsi vivo, l'uomo è soprattutto alla ricerca di quelle sensazioni ed emozioni che lo facciano star bene e lo appaghino, in una parola è alla ricerca di quello stato emotivo di benessere chiamato, appunto felicità. Quest'ultima è data da un senso di soddisfazione generale, e la sua intensità varia a seconda del numero e della forza delle emozioni positive che un individuo sperimenta.
Questo stato di benessere, particolarmente nella sua forma più intensa – la gioia – non solo viene esperito dall'individuo, ma si accompagna da un punto di vista fisiologico, ad una attivazione generalizzata del corpo umano.
Anche il metabolismo, e lo stato di  salute, dipendono, e sono direttamente proporzionali, al nostro grado di felicità.
Mens sana in corpore sano
Molti studi mettono in luce come essere felici abbia notevoli ripercussioni positive sul comportamento, sui processi conoscitivi  e, inoltre, sul benessere generale della persona.
Dunque… alla ricerca della felicità! o meglio, ricerchiamo in noi la volontà di creare la nostra felicità… perché la  felicità va conquistata un passo dietro l’altro ….
Un abbraccio

 

Castelli Romani

Albano Laziale, Borelli-Orciuoli: è confronto… a distanza [VIDEO]

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – Confronto a distanza tra Massimiliano Borelli candidato sindaco di centrosinistra e Matteo Mauro Orciuoli candidato sindaco di centrodestra.

L’intervista di Massimiliano Borelli a Officina Stampa del 17/09/2020
Matteo Mauro Orciuoli commenta le dichiarazioni di Massimilano Borelli

Continua a leggere

Costume e Società

“Primo giorno di scuola”, la nuova canzone dedicata a tutti gli studenti targata Zecchino d’Oro e DeAJunior

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

In occasione dell’inizio di questo nuovo e diverso anno scolastico, arriva da Zecchino d’Oro e DeAJunior “Primo giorno di scuola”, una nuova canzone interpretata dal Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni per festeggiare e accompagnare il rientro sui banchi dei bambini d’Italia.

La canzone, dedicata a tutti i bambini di Italia, è un modo per festeggiare un nuovo anno scolastico e stare accanto ai piccoli studenti durante un primo giorno di scuola così particolare, dopo il periodo che li ha tenuti distanti dai compagni di classe, dagli insegnanti, persino dalla campanella. In particolare, il brano – scritto da Alessandro Visintainer (tra gli autori della canzone vincitrice dell’ultima edizione dello Zecchino d’Oro) – trasmette ai più piccoli l’immagine di una scuola che tutti loro possono vivere appieno, da protagonisti che “sanno cosa fare” e che con allegria e responsabilità possono essere di esempio a genitori e maestri, ispirandosi in questo senso alle recenti parole di Liliana Segre, che invitava i ragazzi a prendere per mano genitori e insegnanti in questo momento di incertezza.

Un messaggio di ripresa positivo ed emozionante, la voglia e la gioia di rincontrarsi, una grande festa: “Primo giorno di scuola” sarà in onda su DeAJunior (canale 623 di Sky) in rotazione nel palinsesto a partire dal 14 settembre e disponibile online sul canale YouTube “Zecchino d’Oro – Le canzoni dell’Antoniano” e sui canali social di Zecchino d’Oro.

La grande iniziativa targata Zecchino d’Oro in collaborazione con DeAJunior mette al centro i bambini e la loro voglia di ripartire, sostenendosi e cantando tutti insieme: per questo, sul sito www.zecchinodoro.org, sarà possibile scaricare un kit personalizzato con la canzone ufficiale, il testo e la base musicale, per raggiungere ogni scuola, famiglia e bambino d’Italia.

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

“2023, l’umanità è ancora in lockdown”: il cortometraggio Gamma finalista al Vertical Movie Festival

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il cortometraggio “γ (Gamma)”, realizzato a distanza durante il lockdown da due registe residenti a
Roma, è stato selezionato come finalista nella categoria “Vertical Woman” del Vertical Movie
Festival, il festival di cortometraggi verticali che si svolge ogni anno nella capitale.

Quest’anno, per garantire la sicurezza del pubblico e dei partecipanti, l’evento non avrà luogo –
come di consueto – alla Casa del Cinema di Roma, ma si svolgerà online, in streaming sul canale
Youtube ufficiale del Vertical Movie Festival.

Tra i cortometraggi selezionati molti hanno come tema proprio il Covid-19, il lockdown, la
solitudine e la lontananza dai propri cari.

In particolare “γ (Gamma)” è ambientato in un futuro non molto lontano – il 2023 – dove il Covid-19 non è ancora stato debellato e l’umanità è ancora in lockdown.

Per sopperire alla noia e allo stress, V. (la protagonista) ha installato γ (GAMMA), un sistema di intelligenza artificiale che la assiste in tutto e per tutto: la sveglia ogni mattina, le dà lezioni di yoga, le ricorda persino quando è ora di fare la lavatrice… La tecnologia sembra essere l’unica alleata dell’uomo in questa battaglia per la sopravvivenza, l’unica arma contro i danni psicologici causati da un isolamento prolungato.

Ma cosa succede quando Gamma smette improvvisamente di funzionare, lasciando V. completamente sola per la prima volta in tre anni?

“γ (Gamma)” è una riflessione sul rapporto tra uomo e tecnologia in una dimensione temporale –
molto simile a quella attuale – in cui quest’ultima è sempre più presente e invadente, essenziale
ma al tempo stesso deleteria, nel momento in cui smette di funzionare. La domanda che “γ (Gamma)”
porta a chiedersi è: ce l’avremmo fatta, senza l’aiuto della tecnologia, ad affrontare il lockdown?

Diretto da Flavia Enchelli alias Flavia Henke e Valentina Guidotti alias Valentine Guidotti,
montato da Marco Ruggeri alias Sbrock, scritto da Flavia Henke, con la fotografia di Valentine
Guidotti (che è anche l’attrice protagonista del cortometraggio), “γ (Gamma)” è disponibile per la
visione sul canale Youtube di VerticalMovie o sul sito ufficiale del Vertical Movie Festival, nella
categoria “Vertical Woman”.

Continua a leggere

I più letti