Connect with us

Roma

OFFICINE NEL PARCO DEI CASTELLI ROMANI: C'È CHI DA IL BUON ESEMPIO

Clicca e condividi l'articolo

L’officina di Sergio Fienili è il classico esempio di come si possano tenere in piedi delle attività senza danneggiare l’ambiente

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Chiara Rai

Parco dei Castelli Romani (RM) –  Nell’incuria del Parco Regionale dei Castelli Romani ci sono delle eccezioni che ci tengono a mantenere le distanze da coloro che puntano il dito contro abusivismo e sfasci improvvisati nel polmone verde protetto alle porte di Roma.

Sergio Fienili ci apre le porte della sua officina, confinante con un’altra officina che invece, diciamo così, ha avuto qualche problema con la giustizia, tant’è vero che qualche tempo fa la Procura gli ha fatto mettere i sigilli.

“Noi – sottolinea Fienili – anche se nel cuore del parco dei Castelli Romani, come tante altre officine castellane, siamo in regola con le autorizzazioni e la nostra attività, più volte giustamente controllata, è risultata pienamente in regola”.

Dunque, l'Ente regionale Parco dei Castelli Romani dovrà invece rimboccarsi le maniche su via dei Corsi, lato Velletri, dove persistono, nel compresnorio del Comune di Rocca di Papa, ancora le carcasse delle auto, ma anche ripristinare la legalità di un abusivismo ormai fuori controllo.

L’officina di Sergio Fienili quindi, è il classico esempio di come si possano tenere in piedi delle attività senza danneggiare l’ambiente. Le eccezioni ci sono ma dovrebbero essere la regola.

Print Friendly, PDF & Email

Castelli Romani

Grottaferrata, rifiuti: il sindaco punta i piedi sull’isola che ancora non c’è! Diffidata la soprintendenza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

A undici mesi dalla vittoria del ricorso da parte del Comune di Grottaferrata contro il parere negativo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Ministero della Cultura, l’Amministrazione comunale sta ancora attendendo il nuovo parere, citato come obbligatorio in sentenza dal Tar, da parte dello stesso organismo ministeriale.

Il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti per la seconda volta in data odierna ha inviato alla Soprintendenza una diffida ad adempiere.

Ciò considerando che il mancato rilascio del parere sta comportando nocumento al Comune, causando notevole ritardo nella realizzazione di un’opera strategica per Grottaferrata che si inserisce in un più ampio progetto di riorganizzazione ecosostenibile del sistema urbano di smaltimento dei rifiuti.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, cambio di guardia in casa Pd

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Cambio della guardia in casa PD a Nemi. Azzurra Marinelli si dimette da segretaria del Partito Democratico del Circolo di Nemi. Dopo 10 anni alla guida dell’unico partito strutturato presente nel paese, rassegna le sue dimissioni davanti alla segreteria e al comitato direttivo: “Ho lavorato tanto e con grande passione” – queste le parole di Marinelli” – “forse avrei potuto fare di più e meglio, ma lascio la segreteria senza rimpianti e con grande tranquillità d’animo”. Raccoglie la staffetta, con l’unanimità dei voti del comitato direttivo e della segreteria, la consigliera comunale Patrizia Corrieri:
“So che si tratta di un incarico molto oneroso, ma sono pronta a portare un grande partito alle prossime amministrative che si terranno tra un anno – dichiara la consigliera Corrieri. – Abbiamo un progetto ambizioso: quello di riportare a Nemi un clima di serenità, che rimetta al centro la partecipazione dei cittadini nella vita politica e associativa di questo paese. Solo così Nemi potrà tornare agli antichi splendori che oggi sono solo un ricordo. È un’impresa faticosa, ma io amo le sfide difficili. Ringrazio Azzurra Marinelli per il lavoro che ha svolto fino a oggi e sono pronta, con la massima determinazione, a guardare al futuro del PD di Nemi”.
Il Partito Democratico di Nemi ha sempre lavorato in massima armonia con i segretari Provinciale e Regionale del partito. Importanti e costanti sono i rapporti con i consiglieri regionali, i senatori e i deputati del Partito Democratico.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Roma

Roma, passeggia armato al Pigneto: in tasca un coltello da cucina di 20 cm

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Prosegue l’attività straordinaria di controllo del territorio nelle zone del Prenestino Labicano, Tor Pignattara e Pigneto da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Casilina, impegnati a fornire ai cittadini una maggiore percezione di sicurezza.

Nella giornata di ieri, i militari di zona, in servizio perlustrativo insieme ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e della Compagnia di Intervento Operativo del Reggimento “Lazio”, dislocati in punti strategici della zona in cui sono stati predisposti numerosi posti di controllo, hanno svolto accertamenti nei confronti di 105 persone e 73 veicoli.

Nel corso delle attività, i Carabinieri hanno notato un uomo mentre si aggirava in atteggiamento sospetto nelle immediate vicinanze di un supermercato di via del Pigneto, decidendo di controllarlo.

Dalle tasche del sospettato – un romano di 43 anni già conosciuto alle forze dell’ordine – è spuntato un coltello da cucina della lunghezza di 20 cm che gli è costato la denuncia a piede libero con l’accusa di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Le attività di controllo proseguiranno in tutto il quadrante anche nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti